Italicum, Rosy Bindi al voto con le palline del gatto

Basta qualche pallina colorata, magari comprata in un negozio di articoli per animali, per "bloccare" il voto a Montecitorio

Basta qualche pallina colorata, magari comprata in un negozio di articoli per animali, per bloccare il voto a Montecitorio. Nelle giornate di frenetiche votazioni i deputati di solito bloccano i tasti per il voto con una pallina di carta. Adesso invece debutta a Montecitorio il "metodo Bindi". Durante le votazioni sugli ordini del giorno alla legge elettorale la presidente della commissione Antimafia ed esponente della minoranza Pd ha portato in Aula una confezione con tre palline per far giocare i gatti, quelle con dei piccoli tentacoli amatissime dai mici.

Ne ha data una ciascuno alla sua compagna di banco, Anna Margherita Miotto ed una a Silvia Fregolent, che siede dietro di loro. Le due deputate, entusiaste, le hanno "installate" nel meccanismo di voto
e le hanno provate sotto lo sguardo soddisfatto di Rosy Bindi.