Ius soli, Letta attacca Renzi: "Lo stop atto vile"

Nuovo attacco dell'ex premier Enrico Letta al segretario del Pd, Matteo Renzi. «Credo la rinuncia sia stato un atto di paura, crudele e miope perché il nostro Paese ha alzato bandiera bianca», ha detto ieri, parlando alla Summer School che fa riferimento alla sua area politica e definendo il passo indietro sulla legge «un atto di viltà, un campanello d'allarme gravissimo perché davanti ai discorsi di Salvini e Di Maio, non siamo stati in grado di contrapporre una logica di buonsenso». Letta non ha risparmiato critiche nemmeno allo stallo sulla nuova legge elettorale che pare avere il beneplacito renziano. «Rischiamo una somalizzazione della nostra politica, una guerra tra bande in cui nessuno si assume la responsabilità di guidare il Paese», ha aggiunto.

Commenti

audace

Dom, 17/09/2017 - 21:32

un altro traditore della patria ...