Juncker arriva a Bolzano. E l'inno italiano viene messo a tacere

Juncker in visita a Bolzano. Polemica per il tipico rituale in lingua tedesca. In piazza suonati l'inno europeo e quello tirolese

Jean-Claude Juncker arriva a Bolzano, in Italia, e l'Inno di Mameli viene messo a tacere. È successo venerdì scorso quando, come racconta ItaliaOggi, il presidente della Commissione europea ha partecipato a un convegno sull'autonomia dell'Alto Adige su invito del presidente della Provincia autonoma, Arno Kompatscher. Un insulto all'Italia unita che ha ferito molti abitanti di Bolzano.

Ad accogliere Juncker davanti al palazzo della Provincia di Bolzano sono stati gli Schützen, i bersaglieri tirolesi che un tempo difendevano il territorio come milizia volontaria asburgica. Poi, come racconta Filippo Merli su ItaliaOggi, un ufficiale ha presentato la compagnia e ha fatto sparare alcuni colpi a salve con i tradizionali archibugi. Una sorta di omaggio all'euroburocrate di Bruxelles. Quindi, sono stati suonati l'inno europeo e quello tirolese, mentre l'inno di Mameli è stato messo a tacere. Il rituale si è concluso con un brindisi a base di grappa e una fetta di torta (con scritte solo in tedesco) per celebrare i settant'anni dell'accordo di Parigi che ha sancito l'autonomia del Trentino Alto Adige. "Il brindisi con la grappa in piazza col presidente della Commissione europea vanifica le campagne contro l'uso improprio dell'alcol degli ultimi anni - tuona il consigliere Alessandro Urzì, della lista Alto Adige nel cuore - torta monolingue per i 70 anni dello Statuto, lingua italiana dimenticata, fucili della Wehrmacht in mano agli Schützen invece del canto dell'inno d'Europa e alla gioia da parte di bambini bilingui".

"Perché la Provincia appalta a organizzazioni divisive le proprie iniziative istituzionali? Queste sono le cause del disagio degli italiani". Urzì ha voluto sapere da Kompatscher per quale motivo la Provincia di Bolzano abbia affidato la cerimonia di accoglienza agli Schützen e non si sia, al contrario, ritenuto di prevedere "una cornice forse più sobria, ma più inclusiva, nei riguardi di tutti i gruppi linguistici dell'Alto Adige". "È un equivoco - ha replicato Kompatscher . ad accogliere Juncker avrebbero dovuto esserci tutte le autorità che prendevano parte al convegno sui 70 anni dell'autonomia, ma uno spostamento dell'orario d'arrivo di Junker ci ha costretti a sdoppiare le cose. Siamo fieri del fatto di vivere in una regione multilingue e siamo altrettanto fieri della nostra convivenza pacifica e della varietà delle nostre tradizioni".

Commenti

roberto.morici

Mer, 23/11/2016 - 10:53

Mi piace l'espressione sveglia e intelleigente del Signore al centro della foto.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 23/11/2016 - 10:53

VERGOGNA, non aggiungo altro.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 23/11/2016 - 10:54

HA!HA!HA! QUESTO È IL RISPETTO VERSO I LADRI CHE CI GOVERNANO CHE NASCONDONO SOTTO IL TRICOLORE!!!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 23/11/2016 - 10:56

Questo può succedere quando la gente alza il gomito.

obiettore

Mer, 23/11/2016 - 10:58

Bozen & C. ai krukki. Ci guadagneremo.

ilbelga

Mer, 23/11/2016 - 11:02

è giusto suonare l'inno tirolese, questi non si sono mai sentiti italiani tranne che quando hanno bisogno di soldi (che paghiamo tutti noi ebeti)...

giumaz

Mer, 23/11/2016 - 11:04

Il finale a base di grappa sarà sicuramente la parte più gradita a Junker, noto ubriacone. Peccato che nessuno ci dica quanti grappini si sia scolati.

maurizio50

Mer, 23/11/2016 - 11:06

I Crucchi dell'Alto Adige hanno schifo per tutto ciò che è Italiano tranne che per i soldi che percepiscono dall'Italia. Grazie a queste elargizioni vivono da milionari a spese dell'i9ntewra Italia. Unico rimedio:riportare i confini Italiani a Salorno e lasciare che i crucchi tornino nella loro beneamata Austria Felix!!!!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 23/11/2016 - 11:16

MA se si sentono crucchi perché non se ne vanno AFC!!

cicocichetti

Mer, 23/11/2016 - 11:24

vogliono l'indipendenza ? bene, dategliela e mandateli nei campi a raccogliere patate ! eva koll, una che come PARLAMENTARE ITALIANA ha beccato 1 milione di euro tondi di liquidazione. VERGOGNA !!!!

ex d.c.

Mer, 23/11/2016 - 11:29

Dopo le esternazioni sulla brexit e su Trump dubitiamo si renda conto del luogo dove si trova e del relativo inno

VittorioMar

Mer, 23/11/2016 - 11:31

..anche per questo si deve votare:NO!...ne ho contati e scritti circa 30 motivi per dire !NO"

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 23/11/2016 - 11:35

Ci vorrebbe una bella serie di bombe atomiche che distruggano tutta la Baviera, l'Alto Adige, l'Austria e l'intera Svizzera! I tedeschi sono il popolo più rettiliano, egoista, malvagio e cattivo dell'intero pianeta e forse dell'intero universo!

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mer, 23/11/2016 - 11:36

Juncker ha insultato l'Italia! E tutti zitti?

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 23/11/2016 - 11:39

Date loro l'autonomia e stoppate gli aiuti di stato. Siamo stanchi di contribuire per stranieri che sfruttano solo il nostro paese. Questi sono più furbi degl'immigrati!!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 23/11/2016 - 11:41

Questo é vilipendio alla nazione! Dopo settanta anni é giunta l'ora di abolire una volta per tutte le province a statuto speciale cosi' come le regioni autonome. Come puo' il bischero che vanta la "soppressione" delle province tollerare che continui questo scandaloso comportamento da parte della provincia dei crucchi???

marinaio

Mer, 23/11/2016 - 11:42

Per loro, emeriti ubriaconi, basta che si beve e tutto va bene!!!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 23/11/2016 - 11:42

Quanto al brindisi e visto l'ospite direi che la grappa era sicuramente la più indicata e gradita....

istituto

Mer, 23/11/2016 - 11:47

Prima mandiamo a casa questi SERVI dei poteri forti con una valanga di NO al REFERENDUM e poi alle elezioni leggiamo un governo di centrodestra ma con prevalenza della DESTRA e poi vediamo come cambia la musica anche da quelle parti. Gli americani votando Trump hanno virato decisamente a DESTRA come del resto sta facendo quasi tutta l'Europa sana. La destra è l'unica che ci può difendere dal sinistrume imperante. Essere moderati al punto in cui siamo non serve a niente.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 23/11/2016 - 11:47

Che schifo! Poi uno che di cognome fa 'spazzatura' (junk in inglese vuole dire spazzatura) t'ho detto tutto... è proprio l'uomo giusto in quella discarica di immigrati clandestini che è l'Europa.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 23/11/2016 - 12:02

e sto idiota comunista europeo cosa è venuto a fare in italia????!?!?

killkoms

Mer, 23/11/2016 - 12:05

grazie a quegli idioti italiani,ivi residenti,che per squallore politico,accostano i loro voti a quelli degli estremisti tirolesi!

Fjr

Mer, 23/11/2016 - 12:07

Invece degli archibugi hanno fatto saltare i tappi alle grappe,giustamente visto il soggetto

ceppo

Mer, 23/11/2016 - 12:10

inno o non inno , non c'entra niente con questo episodio, penso che si debba abolire! sopratutto nelle competizioni sportive visto che tanti stupidelli negli stadi fischiano quello altrui

giovauriem

Mer, 23/11/2016 - 12:16

ma era carnevale oppure quelli sono veramente bolzanini ,si vede lontano un miglio che sono di etnia austroungarica avariata .

veronica01

Mer, 23/11/2016 - 12:17

Embe, la riforma voluta da Renzi mostra in anticipo, quello che saranno i suoi effetti. Infatti con la riforma le regioni a statuto speciale perderanno la loro autonomia, che era servita proprio a sedare certi movimenti e umori. Questi non hanno mai amato di essere accorpati allo stato italiano, quindi riaffiorano i vecchi conflitti ed ideologie.

Duka

Mer, 23/11/2016 - 12:29

E se venisse in lombardia che cosa suoniamo : LA MARIANNA VA IN CAMPAGNA?

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 23/11/2016 - 12:31

Povera nostra Italia in che mani è capitata. E l'indifferenza totale dei suoi cittadini fa ancora più paura.

nonnoaldo

Mer, 23/11/2016 - 12:33

Vogliono riunirsi all'Austria, bene lasciamoli andare. Potremo sempre andare a sciare sulle loro montagne o a passeggiare in estate, ma in compenso risparmieremo una manciata di miliardi che oggi elargiamo per farli restare con noi.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mer, 23/11/2016 - 12:34

Nella costituzione tedesca si dice ancora: "Se hai un nonno tedesco sei tedesco"? *** Il gagliardo Junker non dovrebbe delle scuse all'Italia? A Frottolino no! Nessuna scusa, è prassi consolidata: nessuno se lo fila Frottolino! Ahi! Serva Italia di dolore ostello! Libertà o cara

Holmert

Mer, 23/11/2016 - 12:37

Ma perché questi qua l'Italia non li manda a fare in quel posto? Per tenere quelle valli che danno solo grossi problemi,dobbiamo mantenerli spedendogli un caterva di soldi per poi farci spernacchiare sonoramente. Basta, che vadano per conto loro e non se ne parli più. Basta con le autonomie,qui o si fa l'Italia o si muore. Io quando vado da quelle parti mi sento uno straniero.Loro hanno di noi una pessima considerazione come fossimo appestati. Ed allora che ce ne facciamo di gente simile? Tagliamogli i rifornimenti e che se la vedessero da soli.

nopolcorrect

Mer, 23/11/2016 - 12:50

L'Alsazia e la Lorena passarono alla Francia ma la Francia è un Paese serio che sa farsi rispettare. Idem per quel che riguarda Nuovo Messico e Stati Uniti. Da sempre i vincitori delle guerre si annettono parte dei territori dei vinti. Il nostro problema è che l'Italia è un paese poco serio da ogni punto di vista, non si fa rispettare (neanche dagli africani che vengono in massa fregandosene di frontiera e passaporti, aiutati e incoraggiati a venire dalla Marina Scafista Italiana). E volete che i Sud-Tirolesi si sentano fieri di far parte dell'Italia?

agosvac

Mer, 23/11/2016 - 12:51

A parte che a molti italiani farebbe un enorme piacere che il Sud Tirolo se ne andasse dall'Italia visto che lo Stato italiano risparmierebbe un bel po' di bei soldini, mi meraviglia che juncker non riesca a capire che non essendo stato suonato l'inno di Mameli, la sua non è una vista riconosciuta dallo Stato italiano ma solo una visita "privata" ad una qualsivoglia regione italiana. In un certo senso è una vera e propria offesa!!!!!

timoty martin

Mer, 23/11/2016 - 12:59

Sbaglio?? Junker sembra particolarmente felice....

Italianinelmondo

Mer, 23/11/2016 - 13:00

vergogna fanno la bella vita con i nostri soldi. Renzi svegliati

rossini

Mer, 23/11/2016 - 13:02

Un motivo di più per andarcene da questa Europa maledetta. A proposito; che ne direste di regalare l'Alto Adige all'Austria? Risparmieremmo un sacco di soldi e almeno non subiremmo l'umiliazione di non sentir suonare sul suolo italiano l'inno di Mameli.

ILpiciul

Mer, 23/11/2016 - 13:07

Restituite i soldi all'Italia e poi andate con chi volete. Non pare che l'Austria faccia salti di gioia per prendervi con lei.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 23/11/2016 - 13:09

peccato che non mettano l'inno italiano a NIzza in queste occasioni ma sappiamo già il perchè..obiettore cosa c'entrano i crucchi con gli austriaci? ma sei proprio un fe..sso sai tu?Il belga vai a dire agli italiani residenti a Nizza se preferiscono sentirsi italiani o francesi., ti diranno io sono francese io già fatta la prova ora prova tu

Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 23/11/2016 - 13:13

Tra poco vi mandano qualche bel migrante e così le vostre "splendide" tradizioni cambieranno radicalmente. Buffoni.

Iacobellig

Mer, 23/11/2016 - 13:23

RIVEDERE LE AUTONOMIE DI ALCUNE REGIONI, NON PUÒ PIÙ ANDARE.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 23/11/2016 - 13:33

L'avvinazzato gode fra le grappe e le bocce di vino.

steacanessa

Mer, 23/11/2016 - 13:41

Ci restituiscano le valanghe di palanche incassate e vadano dove vogliono.

27Adriano

Mer, 23/11/2016 - 13:44

Scusate, ma siamo proprio sicuri che il "poco sobrio" Juncker intendesse andare a Bolzano? Ubriaco com'è sua consuetudine, forse voleva solo andare in ...bagno!

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Mer, 23/11/2016 - 13:54

Scusate, ma non vedo il problema. voi credete ancora che l'italia sia una nazione? date uno sguardo in giro e poi .... vi renderete conto che siamo una colonia. vota no al referendum.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 23/11/2016 - 14:01

non è che se gli concediamo l'indipendenza, chideono ancora una bella buonuscita miliardaria? E scommetto che il Governo non batte ciglio, glieli concede, pur di toglierli agli italiani.

Marcolux

Mer, 23/11/2016 - 14:05

Beh, il loro inno è quello austriaco, o al limite quello della Merkel, quindi perchè meravigliarsi?

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Mer, 23/11/2016 - 14:24

Visto chi ci rappresenta in EU la biondina del ballista ignorata pure dai bulgari et in più le figuracce del demente .... di che nazione si può trattare? Meglio era se gli schutzen avessero suonato il loro inno.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 23/11/2016 - 14:25

Per i Bolzanini stare "politicamente" in Italia è un affare. Non per noi.

martinsvensk

Mer, 23/11/2016 - 14:30

Non metto in dubbio che questi tirolesi non si sentano italiani. Hanno sicuramente delle buone ragioni. Quello che mi fa infuriare anche se non sono parte in causa perché i Tirolesi i miei soldi non li vedranno mai, sono appunto tutti i soldi che ricevono in questi tempi di crisi.Possibile che noi Italiani ci facciamo mettere i piedi sopra da tutti Africani, Arabi Tirolesi, Tedeschi? Quando impareremo a farci rispettare e ad odiare meno i nostri compatrioti, sport in cui invece eccelliamo?

gabryvi

Mer, 23/11/2016 - 14:31

Se non aveste voluto a tutti i costi che diventassero "italiani", altoatesini e trentini sarebbero rimasti be volentieri con l'Austria! Vero che prima del "pacchetto" Italia, Austria e Germania hanno mandato un sacco di soldi in Alto-Adige, ma da molti decenni sia Trento che Bolzano si mantengono con le loro tasse, e ne mandano di cospicue anche a Roma! Con le loro tasse, si pagano strade, scuole, sanità, etc, solo magistrati e forze dell'ordine credo siano esclusi, per una scelta di Roma! Se poi la gestione, seppur con molte pecche, da risultati migliori che da altre parti, è anche merito della "cultura" diversa che hanno! Migranti ce ne sono, e cominciano a creare seri problemi che anche qui le istituzioni fingono di non vedere!

gabryvi

Mer, 23/11/2016 - 14:31

Se non aveste voluto a tutti i costi che diventassero "italiani", altoatesini e trentini sarebbero rimasti be volentieri con l'Austria! Vero che prima del "pacchetto" Italia, Austria e Germania hanno mandato un sacco di soldi in Alto-Adige, ma da molti decenni sia Trento che Bolzano si mantengono con le loro tasse, e ne mandano di cospicue anche a Roma! Con le loro tasse, si pagano strade, scuole, sanità, etc, solo magistrati e forze dell'ordine credo siano esclusi, per una scelta di Roma! Se poi la gestione, seppur con molte pecche, da risultati migliori che da altre parti, è anche merito della "cultura" diversa che hanno! Migranti ce ne sono, e cominciano a creare seri problemi che anche qui le istituzioni fingono di non vedere!

petra

Mer, 23/11/2016 - 14:39

#veronica01 Ma cosa dice! Le regioni autonome o a statuto speciale rimarranno tali e quali.

petra

Mer, 23/11/2016 - 14:41

Nessun cenno da parte del nostro capo, nessun richiamo, zitto e allineato?

polonio210

Mer, 23/11/2016 - 14:46

Un bel referendum per abolire le regioni a statuto speciale ...no? Oppure una bella legge per cambiare la Costituzione in merito alle regioni a statuto speciale?Che si divertano a mettersi in maschera nessun problema ma l'uso di moschetti in luogo pubblico,privi di tappo rosso anche se sparano a salve,non è permesso e chi li usa è passibile di arresto per banda armata,porto abusivo di arma ed essendo una milizia politica anche di attentato alla Costituzione e sovvertimento dell'ordinamento democratico.

aitanhouse

Mer, 23/11/2016 - 14:47

siamo diventati lo zerbino di quattro zoticoni maleducati d'europa che continuano ad offenderci nella nostra dignità grazie alla sordità e cecità di personaggi assurti alla politica ed al governo del paese senza alcun consenso.I sinistri hanno rotto per anni le scatole a berlusconi senza motivi validi, ma gridiamolo senza timore: chi si sarebbe permesso di recitare la disgustosa scena dell'accoglienza al sig. juncker ai tempi del cavaliere? L'inno tirolese andava suonato in una sagra paesana e non certo in una cerimonia ufficiale su territorio italiano. Dalle istituzioni un assordante silenzio : è certo che in questo momento il Partito Del nulla non vuole crearsi nemici......

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 23/11/2016 - 14:52

Io propongo di cacciare dall'Alto Adige tutti gli abitanti di etnia e madrelingua tedeschi (di cacciarli proprio fuori dall'Italia) e lasciare solamente gli italiani e i ladini! D'altronde durante la seconda guerra mondiale ai tedeschi dell'Alto Adige fu fatto scegliere se rimanere in Alto Adige o andarse in Germania e molti se ne andarono in Germania: perché sono tornati? Che siano ricacciati a calci nel sedere fuori dall'Italia una volta e per sempre!

FabioEri

Mer, 23/11/2016 - 14:58

Purtroppo chi come me, ITALIANO di Bolzano, vive in questa terra è sempre più spesso costretto a sopportare queste umiliazioni. Aiutateci col vostro giornale e con la forza dei vostri pensieri a mantenere il confine al Brennero.

mifra77

Mer, 23/11/2016 - 15:13

@FRANZ58, Se fosse per me farei piantare in tutte le piazze al centro di qualsiasi agglomerato o frazione cittadina, un pennone sul quale issare la nostra sacra bandiera. Tutti i giorni all'alba ed al tramonto, farei gli onori a questa bandiera al suono del nostro INNO nazionale. Se Juncker viene in Italia, prima di salutare qualsiasi personaggio, si deve inchinare al drappo tricolore. Questa procedura, esattamente come avviene nelle caserme, la ripeterei nei centri di accoglienza. Chiunque entra in Italia deve prima di tutto onorare il tricolore, i suoi martiri e le sue istituzioni. Se juncker non lo ha fatto ha commesso un sacrilegio e non è degno del posto che occupa.Mandiamogli un messaggio per dirgli che nella casa del tricolore, si entra solo con rispetto, educazione e sobri

petra

Mer, 23/11/2016 - 15:19

Intano, come ringraziamento per questo comportamento, cominciare ad evitare le ferie in Alto Adige di lingua tedesca.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 23/11/2016 - 15:38

OdioITedeschi,condivido al 100%

MOSTARDELLIS

Mer, 23/11/2016 - 15:39

Ci sarà mai un governo o un Parlamento che si renderà conto che agli italiani non interessa mantenere le province autonome ed in particolare quella di Bolzano? Che se ne vadano con la Germania o con l'Austria. Basta di vivere alle spalle del contribuente italiano. Basta!!!!

venessia

Mer, 23/11/2016 - 16:04

bersaglieri tirolesi? cosa scrivi Sergio Rame?con una panza del genere assomigliano al Giopì Cannela bergamasco altro che correre

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 23/11/2016 - 16:08

petra: esiste un Alto Adige (Südtirol) NON di lingua tedesca?

lilli58

Mer, 23/11/2016 - 16:20

ricordo a tutti che i tirolesi sono diventati italiani per forza! nessuno lo voleva diventare !

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 23/11/2016 - 16:22

Un proverbio arabo dice (ho avuto l'occasione di citarlo altre volte e si applica bene anche qui) : Il mondo gira e ci ripasserete davanti.

lilli58

Mer, 23/11/2016 - 16:29

gabryvi dice il vero!

Mannik

Mer, 23/11/2016 - 16:32

Steacanessa, lei ha proprio capito perfettamente come funzionano le regioni a statuto speciale vedo...

cir

Mer, 23/11/2016 - 16:33

grande onore al Tirolo , fate benissimo a comportarvi cosi.E' vostro diritto, e vi propongo di cacciare dalla vostra terra tutti quelli tipo "io odio i tedeschi ". calci ne culo e multe salatissime poiche' osano parlate di una terra che non gli appartiene . Ma vi prego di compatirli : sono italiani... lasciateli cantare...con la chitarra in mano...

killkoms

Mer, 23/11/2016 - 16:33

@gabrivy,quei signori incassano più di quello che danno!

Una-mattina-mi-...

Mer, 23/11/2016 - 16:38

SARA' VENUTO PER LA BEVUTA GRATUITA DI GRAPPA, non ci vedo altri motivi

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Mer, 23/11/2016 - 16:39

LI INVIDIO E NON POSSO CHE CONDIVIDERE IL LORO SCHIFO NEI CONFRONTI DI UN PAESE CHE NON SI PREOCCUPA MINIMAMENTE DEI PROBLEMI E DEI BISOGNI DEL SUO POPOLO, QUESTO EPISODIO NON E' ALTRO CHE L'ENNESIMO CAMPANELLO DALL'ALLARME CHE LA GENTE NON NE PUO PIU' DI QUESTA CLASSE POLITICA DI VANITOSI, FALSI ONESTI E IDIOTI CERTIFICATI ISO 9001 E SE C'E' UNA POSSIBILITA' PER ANDARSENE BEN VENGA !

Gaeta Agostino

Mer, 23/11/2016 - 16:42

Ma a cosa servono queste regioni e province a statuto speciale? Spendono e spandono senza controllo e senza freni. Ma che razza di Italia è stata fatta. Ma tantè, questo è il minimo visto che le nostre "istituzioni" stanno pian piano distruggendo tutta la nostra storia e stanno tentando di sostituire gli italiani con un meticciato amorfo e senza radici, facilmente controllabile quindi.

Keplero17

Mer, 23/11/2016 - 16:44

Io sono assertore dell'idea che queste popolazioni non fanno parte della cultura italiana. I croati sono stati più furbi e hanno espulso gli italiani dall'Istria. Adesso la cosa saggia da fare sarebbe quella di espellere questi territori dall'Italia. Ma se andiamo avanti con l'immigrazione si creeranno anche all'interno dell'Italia sacche di popolazioni che non parleranno italiano e che saranno impenetrabili alle forze dell'ordine.

Romolo48

Mer, 23/11/2016 - 16:47

@ timoty martin ... eh già, mi sembra un po' depresso; forse perché la stavano facendo lunga prima di passare ai brindisi|

Happy1937

Mer, 23/11/2016 - 17:34

Deve essere proprio vero quello che dicono sul vizietto di trincare un po' troppo di questo tal Juncker.

lilli58

Mer, 23/11/2016 - 17:43

guardate su internet la storia e le foto di Curon-Valvenosta forse capirete tante cose!

sebastopole

Mer, 23/11/2016 - 17:47

Certamente si tratta di iniziative infelici e provocatorie, ma soprattutto mi pare che il governo alto-atesino cerchi di isolarsi in una terra mitica fuori dal tempo, continuando peraltro a fare accordi sottobanco con i governi romani, soprattutto quelli dde sinistra...pensiamo ad esempio alla ostentata non accoglienza dei migranti così come al tentativo di cancellare le (residue) toponomastiche italiane nelle vallate...speriamo che un giorno arrivi qualcuno al governo nazionale capace di rimettere le cose sul binario del semplice buon senso!!!

martinsvensk

Mer, 23/11/2016 - 17:51

Caro cir.Lei avrà pure ragionee non mi meraviglierebbe il fatto che fosse Italiano perché da sempre una parte di Italiani si schiera con gli stranieri pensandoli superiori e sperando di averne i favori. C'è solo un piccolo problemino. Questo Tirolo succhia un sacco di soldi all'Italia non a me personalmente ma alla mia anziana Madre che si deve pagare tutte le medicine. Se i Tirolesi vanno con l'Austria e rinunciano ai soldi di mia madre... tanti saluti e baci e ponti d'oro.

leo_polemico

Mer, 23/11/2016 - 17:57

Addirittura con la riforma costituzionale in un certo articolo, Forse il 117 ma non ne sono sicuro, si vuole cedere la sovranità nazionale all'europa (in minuscolo). Siamo proprio in mano ad una banda di "incapaci" o, in realtà, di "interessati" che brigano per eliminare la nostra sovranità nazionale. Gli italiani sono completamente e perfettamente a conoscenza di quello per cui votano o "versano il cervello all'ammasso del partito", come diceva Guareschi qualche anno fa?

sparviero51

Mer, 23/11/2016 - 17:58

OGGI,PIÙ CHE MAI,L'ITALIA SOMIGLIA ALL' " ESPRESSIONE GEOGRAFICA" VATICINATA DA METTERNICH NELL '800 !!!

Anonimo (non verificato)

QuebecAlfa

Mer, 23/11/2016 - 18:08

Abito in Südtirol e sono di lingua italiana, ma non mi crea alcun problema quanto avvenuto. Le Schützenkompanie fanno parte della storia e della tradizione di questo territorio da secoli. Conosco perfettamente l'inno tirolese "Dem Land Tirol die Treue" e il canto di Andreas Hofer. Quanti residenti in Südtirol di lingua italiana conoscono le tradizioni tirolesi ?

SAMING

Mer, 23/11/2016 - 18:11

Per quanto mi concerne sarei favorevolissimo alla restituzione all'Austria dwl Tirolo del Sud. Non sono italiani, li teniamo in Italia pagando loro, praticamente, il soggiorno. Vadano fuori delle palle, vadano a viveve con i loro compatrioti. Ogni simile deve stare con il suo simile. Ma sarei altrettando favorevole a concedere l' indipendenza a certe regioni del sud Italia, indipendenza a cui, fra l'altro, aspirano loro stesse.

maurizio50

Mer, 23/11/2016 - 18:18

E Mozzarella ? Non dice nulla perchè il ballista di Rignano s/Arno non gli ha ancora detto di aprir bocca sull'argomento!!!!!!!!!!!

kolton jones

Mer, 23/11/2016 - 18:42

Il problema si risolve al contrario, ovvero TUTTE le regioni italiane a statuto speciale.

baronemanfredri...

Mer, 23/11/2016 - 18:42

ORMAI L'ITALIA NON ESISTE PIU' SE NON ALTRO PER AIUTARE I CLANDESTINI

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 23/11/2016 - 18:42

lilli58, POTEVANO SEMPRE EMIGRARE IN AUSTRIA...AHHH,GIA', LI' NON VOGLIONO I TERRONI!!!!

Cheyenne

Mer, 23/11/2016 - 18:42

MA FIGURIAMOCI . LEVIAMOGLI SUBITO TUTTI I SOLDI CHE SI PAPPANO ALLA NOSTRA FACCIA E RIDIAMO ALL'AUSTRIA L'ALTO ADIGE E NON DIAMO PIU' SOLDI A QUELLA TERRORISTA DELLA KLOTZ

maxfan74

Mer, 23/11/2016 - 18:58

Torna a casa tua.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 23/11/2016 - 19:06

Con il trattato di St.Germain del 1919 l'italia si annesse anche quella parte tedescofona dell'allora Tirolo il quale comprendeva anche Trento. Chissá perché, dal momento che mai si sognavano di diventare italiani. Idem per i Trentini. I vecchi trentini consideravano il Battisti un traditore. Il che la dice lunga sulle terre irredente. Con il statuto di autonomia l'Italia non concede un centesimo alle province autonome di BZ e TN. Si autofinanziano con le tasse pagate in loco. Pagate religiosamente mica alla maniera suditaliana dove é solo un optional. Hanno strade ben mantenute, ospedali di primordine, sanitá di primordine, servizi di primordine. Tutto con le imposte che i cittadini locali pagano religiosamente. In piú se avanza qualcosa lo regalano alle casse esangui italiane. Quindi non diciamo corbellerie.

angelo1951

Mer, 23/11/2016 - 19:07

E il referendum boschi-renzi non intacca la voracità delle regioni autonome.

fabiano199916

Mer, 23/11/2016 - 19:15

se stanno meglio in Austria che facciano un referendum e se ne tornino, non lo fanno solo perché sono degli opportunisti

florio

Mer, 23/11/2016 - 19:21

@lilli58, di la verità sei la Gruber, la Bolzanina di sinistra!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mer, 23/11/2016 - 19:25

Il caro , vecchio amico di Renzi, Jean Claude! Non sorride ma ritroverà sicuramente il buonumore quando il falso statista si inginocchierà di nuovo al suo cospetto.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 23/11/2016 - 19:27

DOPO LA NUOVA MARCIA SU ROMA LE AUTONOMIE SARANNO ELIMINATE IN QUANTO RETAGGIO DEL DISFATTISMO COMUNISTA. LA PRIMA REGIONE OVE OGNI LINGUA STRANIERA SARA' MESSA AL BANDO SARA' IL TRENTINO ALTO ADIGE. IL TEDESCO SARA' FUORI LEGGE E TUTTI I COGNOMI STRANIERI SARANNO SOSTITUITI CON COGNOMI ITALIANI. TANTO PER CHIARIRE SUBITO LE IDEEE MANDERMO 3 DIVISIONI CORAZZATE AD OCCUPARE BOLZANO.

fifaus

Mer, 23/11/2016 - 19:28

Bisogna ringraziare prima di tutto De Gasperi e poi la sinistra, alleata storica dei sé dicenti autonomisti

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 23/11/2016 - 19:29

IL TRENTINO ALTO ADIGE E' ITALIANO DI FATTO PERCHE' OCCUPATO DALLE NOSTRE ARMATE VITTORIOSE NELLA 1^ GUERRA MONDIALE. ITALIANO DI DIRITTO PERCHE' COL GLADIO DI ROMA E' LA CIVILTA' CHE TRIONFA SULLA BARBARIE, LA GIUSTIZIA CHE TRIONFA SULL'ARBITRIO CRUDELE, LA REDENZIONE DEI MISERI CHE TRIONFA SULLA SCHIAVITU' MILLENARIA.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 23/11/2016 - 19:33

« Comando Supremo, 4 novembre 1918, ore 12 Bollettino di guerra n. 1268La guerra contro l'Austria-Ungheria che, sotto l'alta guida di S.M. il Re, duce supremo, l'Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi, è vinta. La gigantesca battaglia ingaggiata il 24 dello scorso ottobre ed alla quale prendevano parte cinquantuno divisioni italiane, tre britanniche, due francesi, una cecoslovacca ed un reggimento americano, contro settantatré divisioni austroungariche, è finita.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 23/11/2016 - 19:33

La fulminea e arditissima avanzata del XXIX Corpo d'Armata su Trento, sbarrando le vie della ritirata alle armate nemiche del Trentino, travolte ad occidente dalle truppe della VII armata e ad oriente da quelle della I, VI e IV, ha determinato ieri lo sfacelo totale della fronte avversaria. Dal Brenta al Torre l'irresistibile slancio della XII, della VIII, della X armata e delle divisioni di cavalleria, ricaccia sempre più indietro il nemico fuggente. Nella pianura, S.A.R. il Duca d'Aosta avanza rapidamente alla testa della sua invitta III armata, anelante di ritornare sulle posizioni da essa già vittoriosamente conquistate, che mai aveva perdute.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 23/11/2016 - 19:33

L'Esercito Austro-Ungarico è annientato: esso ha subito perdite gravissime nell'accanita resistenza dei primi giorni e nell'inseguimento ha perduto quantità ingentissime di materiale di ogni sorta e pressoché per intero i suoi magazzini e i depositi. Ha lasciato finora nelle nostre mani circa trecentomila prigionieri con interi stati maggiori e non meno di cinquemila cannoni. I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza. » (Armando Diaz, comandante supremo del Regio Esercito)

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 23/11/2016 - 19:48

Per quello che vale....

ghorio

Mer, 23/11/2016 - 19:49

Scandaloso: se l'Italia fosse una nazione seria doveva prendere provvedimenti contro Bolzano, annullando i privilegi di cosiddetta provincia autonoma. Vale anche per Trento e l'intero Trentino- Alto Adige, regione autonoma.

baronemanfredri...

Mer, 23/11/2016 - 19:50

OMAR EL MUKHTAR IN ITALIA VI SONO DIVERSE LINGUE LADINO TEDESCO E ALTRI, MA QUANDO IN ITALIA, TI RICORDO ITALIA, NON AUSTRIA, SI DEVE PARLARE IN ITALIA E SE VI SONO INCONTRI INTERNAZIONALI, IN ITALIA SI DEVE SUONARE L'INNO DI MAMELI. CHIARO? NON C'ENTRA NA MxxxxxA SUD TIROL O ALTRO TIROL, SE SIAMO IN ITALIA SI SUONA L'INNO ITALIANO. OMAR EL MUKHTAR NEL DESERTO C'E' UNA SOLA LINGUA E MUSICA NON DIVERSE. ALLORA FACCIAMO SUONARE LA MARSIGLIESE NELLA VALLE D'AOSTA. PRIMA DI SCRIVERE PENSACI. ALTRI MENTI FAI MALA FIGURA CAPISTI AH?

angriff

Mer, 23/11/2016 - 19:54

Non ci sarà nessuna protesta la SVP governa l'Alto Adige con il PD,noti venduti.

gabryvi

Mer, 23/11/2016 - 20:11

Mi stupisce che si continui a dire che gli italiani mantengono gli altoatesini e i trentini! Informatevi meglio. La regione, e quindi le due provincie, avevano diritto a trattenersi il 90% delle tasse prodotte sul territorio, ora con la penuria di soldi del governo, gira molti milioni delle proprie tasse a Roma. Le altre regioni autonome si trattengono il 100% delle tasse prodotte e, in più, lo stato paga scuola, sanità, Anas, etc., e ripiana i buchi di bilancio! Per inciso, questa autonomia è legata ad un trattato internazionale, a differenza delle altre! Consiglio di informarsi prima di sparare cavolate. Gli abitanti della regione, sia di lingua tedesca che italiana, non abitavano sul suolo italiico, ma su quello dell'Impero austroungarico! Essere conquistati con le armi, non è stato ancora ben digerito e, visti i tempi, la nostalgia del passato torna a galla!

giovannibid

Mer, 23/11/2016 - 20:51

questo è il rispetto che hanno i burocrati europei (servi dei tedeschi) per l'Italia Io tornerei a suonare la canzone del "PIAVE" ogni volta che vengono questi CIALTRONI in visita. VIVA LA LIBERTA' ITALIANA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

moshe

Mer, 23/11/2016 - 20:56

Facce da ubriaconi affiancate con, oltre all'alcool, un'altra cosa in comune, il vivere da parassiti !

QuebecAlfa

Mer, 23/11/2016 - 21:15

Un sentito apprezzamento all'intervento dell'utente "gabryvi". Tra i pochissimi che conosce la struttura internazionale dell'autonomia in Tirolo meridionale. Le Schützenkompanie sono presenti anche in Welschtirol (Trentino), compresa la città di Trient. Grüße aus Südtirol !

Imperior

Mer, 23/11/2016 - 21:51

siam pronti alla vita l'italia chiamò

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 23/11/2016 - 22:12

Il guaio è che il confine al Brennero l'Italia lo raggiunse con un patto scellerato (il Patto di Londra). Quando si fanno delle porcherie se ne paga il prezzo. Sempre.

Jimisong007

Gio, 24/11/2016 - 00:50

Dicono che il grande pregio dell'unione europea è che non ci possono essere guerre... infatti ci conquistano e comandano a piacimento senza colpo ferire.

audionova

Gio, 24/11/2016 - 08:57

agli italiani di dx,sx,centro di ste cose non gliene frega niente basta che se magna.saranno tedeschi ma a casa loro si sta bene.

Abit

Gio, 24/11/2016 - 09:25

Non mi meraviglio più di tanto. Siamo in mano ad una banda di imbecilli che non sanno rivedere le leggi ed i regolamenti stupidi approvati tanti anni fa sulle varie autonomie.

Viva Voltaire

Gio, 24/11/2016 - 09:47

OdioITedeschi, non conosci la storia e sei pure un partigiano. Prima di scrivere idiozie e sfogare i tuoi turpi sentimenti razziali, informati. 1) dalla caduta dell'impero romano centinaia di eserciti stranieri hanno attraversato l'Italia e commesso migliaia stupri dai quali è scaturita la nascita di molti antenati degli italioti di oggi. Tra questa soldatataglia, molti erano i gemanici che tu odi. Ad esempio, nota quanti biondini con gli occhi azzurri ci sono nella nostra penisola; da dove credi che vengano? Magari i tuoi antenati son tra questi. 2) La maggior parte degli "Italiani" che abitavano nei territori, allora austriaci,nella prima guerra mondiale combatterono nell'esercito austro-ungarico. Erano molti di più di quelli che combatterono da irredentisti nell'esercito dei Savoia. 3)I tirolesi sono austriaci ed è comprensibile che non vogliano essere accomunati ad un popolino che osanna ed arricchisce gente come la Litizzetto, Valeria Marini e compagnia bella.

free16

Gio, 24/11/2016 - 11:46

2012 Adunata Nazionale Alpini a Bolzano, allora girava la voce fra gli Alpini, di partecipare ma di non lasciare un centesimo in Alto Adige proprio a causa che non volevano l'Adunata. Bene, sapete com'è andata a finire ? e stata una delle più belle Adunate degli ultimi 20anni e con immenso piacere degli abitanti di Bolzano che gridavano " Viva gli Alpini ", il giorno dopo sui giornali locale si leggeva con quanto entusiasmo noi Alpini siamo stati accolti e una frase di un importante Autorita Altoatesina " non aspettate altri 40 anni prima di rifarcela rivivere ". Un elogio é stato poi fatto all'Associazione per come abbiamo lasciato la Città... PULITA forse più di come l'avevamo trovata, mentre poco tempo dopo a Gries " borgo di Bolzano " in occasione della festa di questi ( signori ) Schùtzen dopo aver bivaccato l'hanno lasciata nella sporcizia.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 27/11/2016 - 13:38

@ gabryvi INFORMATI TU. DA QUELLE PARTI SONO SEMPRE STATI COPERTI D'ORO ALTRO CHE FUFFA. SONO TERITORI CONQUISTATI CON LE ARMI APPUNTO. DA OLTRE UN SECOLO. DUNQUE SONO TERRITORI ITALIANI COME PURTROPPO L'ISTRIA E LA DALMAZIA SONO ORMAI SLAVI. LE GUERRE PERSE SI PAGANO. E SE I CRUCCHI MAL DIGERISCONO FACCIANO FAGOTTO E VADANO INA USTRIA E GIA' CHE CI SONO VADANO UN MINUTINO ANCHE A PIGLIARSELA NEL CU...