La Kyenge attacca: "Sbarchi diminuiti ma contiamo i morti?"

Cecile Kyenge attacca: ​"Qualcuno ha deciso che per le prossime elezioni europee, la campagna bisogna farla sulla pelle dei migranti, costi quel che costi"

​"Qualcuno ha deciso che per le prossime elezioni europee, la campagna bisogna farla sulla pelle dei migranti, costi quel che costi. Stiamo assistendo a una pagina molto triste della nostra storia: è una vergogna". A dirlo all'Adnkronos è l'europarlamentare Pd Cécile Kyenge secondo cui, sui migranti, "per ragioni elettorali" si vuole mantenere lo status quo e strumentalizzare"la vita, la dignità, delle persone".

"Dopo di noi ci sarà chi si domanderà 'ma è possibile che si sia persa di vista la priorità di salvare vite umane?'" si chiede la Kyenge, riferendosi alle stragi di migranti nel Mediterraneo. L'eurodeputata dem ribadisce che "la Libia non è un porto sicuro" e aggiunge: "Da quando le Ong non sono più nel Mediterraneo Centrale, qualcuno si vanta che gli arrivi sono diminuiti. Vogliamo andare a contare i morti?". La Kyenge ricorda, poi, che nell'ottobre 2017 "il Parlamento europeo ha votato a larghissima maggioranza la modifica del regolamento di Dublino cancellando il criterio del primo paese di accesso per ridistribuire equamente i migranti nell'Unione, a seconda della capacità di ciascuno Stato". Un sistema che, secondo la piddina, funzionerebbe ma che resta solo sulla carta per colpa dei governi nazionali compreso quello italiano. La Kyenge, infine, ricorda i vari partenariati stipulati con i paesi d'origine (in primis quello con l'Unione africana) e vie legali e sicure create per raggiungere l'Europa, lotta al traffico di esseri umani e le politiche di integrazione messe in atto. Quel che è certo è che"non bisogna spacchettare, frammentare il fenomeno migratorio ma avere una visione d'insieme. Insomma, un unico pacchetto. E allora sì che si può dare una risposta".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 21/01/2019 - 20:19

Non capisce che la colpa dei morti é in gran parte sua, perché illude le tribù del centro Katanga che possono fare i ministri italiani, ed é così corta di cervello per non accorgersi che essendo priva di meriti, era messa lì solo per dare una nota di colore alla corte dei miracoli buonista dell'avanspettacolo elettorale.

Ritratto di Evam

Evam

Lun, 21/01/2019 - 21:17

Deve proprio stare a sentenziare qui in Italia? Vada in uno dei tanti paesi europei che ancora credono alla ridistribuzione delle calamità clandestine come a una manna piovuta dal cielo.

Giorgio5819

Lun, 21/01/2019 - 21:21

Contiamo i MORTI CHE I COMUNISTI HANNO SULLA COSCIENZA DA QUANDO HANNO COSTRUITO IL PROGETTO DI INVASIONE PROGRAMMATA... e i morti per i delitti dei LERCIONI che hanno ucciso italiani e italiane ad oggi quasi impunemente... La spocchiosa ha perso un'altra occasione per tacere.

seccatissimo

Lun, 21/01/2019 - 23:24

Ma quando è che questo logorroico primate antropomorfo verrà rispedito là da dove è venuto, in Congo ?