Kyenge contro Salvini: "È come una segreteria telefonica"

Nel duello tra Matteo Salvini e Sergio Mattarella si inserisce Cecile Kyenge che attacca il leader del Carroccio

Nel duello tra Matteo Salvini e Sergio Mattarella si inserisce Cecile Kyenge che attacca il leader del Carroccio: "Ci sono parole che fanno scattare in automatico Matteo Salvini e partono frasi che sembrano pre-impostate come una specie di segreteria telefonica a insultatore automatico". È quanto scrive, sulla sua pagina Facebook, l’europarlamentare del Pd ed ex ministro per l’Integrazione.

"Dici #migranti e parte: #Ruspa! - osserva l’esponente del Pd - Dici ’Frontierè e scatta ’Complice e venduto!’, l’offesa recapitata ieri al nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Peccato che il Presidente non stesse parlando di migranti, ma del vino italiano che conquista il mondo ’senza frontiere". Ma, argomenta ancora sul post, "purtroppo la segreteria automatica salviniana si era già attivata in modalità insulto. Che dire? La buona politica ha bisogno innanzitutto del rispetto dovuto alla dignità delle istituzioni, a partire dalla Presidenza della Repubblica, così - conclude Kyenge - come di soluzioni concrete, non di segreterie telefoniche a risponditore automatico. #matteoescidaquellasegreteriatelefonica".

Commenti

joecivitanova

Lun, 11/04/2016 - 16:37

....'del rispetto dovuto alla dignità delle istituzioni'....No, Signora Chièenché, del rispetto dovuto, innanzitutto, alla dignità degli Italiani! Lei, probabilmente, parlando di 'telefonica', in Italia non sarebbe nemmeno adatta per fare il lavoro di 'segretaria telefonica'..!! G.

perseveranza

Lun, 11/04/2016 - 16:44

Ma alla gentile signora congolese chi ha chiesto nulla? Non sa nemmeno di cosa parla. Era presente? Ha sentito il discorso di Mattarella? E chi gli ha chiesto un parere? Non ha di meglio da fare la signora che ama la polemica con la Lega purchessia?

ABBONDIO

Lun, 11/04/2016 - 16:45

ha parlato quella che non dovrebbe farsi neppure vedere. la buona politica ha bisogno di difendere i cittadini e non solo il rispetto delle istituzioni. prima il rispetto per i cittadini e poi per le istituzioni. voi politici e specialmente il pd non avete nessun rispetto per il popolo. dov'eri ex profuga quando i pensionati contestavano a roma, per caso vicino alla manifestazione a fare spese? pensaci che ti hanno sfamato quei poveracci che ti hanno votato e adesso che hai la pancia piena non puoi dire che gli altri ce l'hanno vuota. meglio una segreteria come dici tu che funzioni come quella di Salvini che una come te che pensa solo ai propri interessi. va a lavorare

Lucky52

Lun, 11/04/2016 - 17:07

Ma ancora parla questa?

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 11/04/2016 - 17:10

Questa signora è veramente un'afflizione continua, buona a prendersi i soldi da europarlamentare e a polemizzare con chi è veramente un grande politico, militante e sempre sul campo, come Salvini.

Gius1

Lun, 11/04/2016 - 18:15

al nostro presidente della Repubblica ? ma chi ti conosce. vai da dove sei venuta e non cercare di comandare a casa nostra

MEFEL68

Lun, 11/04/2016 - 18:17

Se veramente il presidente mattarella avesse VERAMENTE voluto parlare del vino, la s'ignora Kyenge non sarebbe intervenuta. Questa è la prova che il "messaggio" è arrivato.

MEFEL68

Lun, 11/04/2016 - 18:18

Il minuscolo per "presidente mattarella" non era voluto; si è trattato solo di un errore di battitura. Mi scuso con il Presidente.

cristopederasta

Lun, 11/04/2016 - 18:27

Ma come si permette questa cannibale di intromettersi in affari degli Italiani. Perche i giornali non rivelano la vera faccia di questa disgustosa scimiotta congolese, degna figlia di king-Kong. Possibbile che i democratici si siano abbassati i pantaloni e mutande al rispetto di questa approfittatrice solo per avere il benestare dei voti della inmensa porcheria di approfittatori negri che fa vacanze in italia a discapito di noi Italiani? Vergogna PD, siete il cancro dell'italia

risorgimento2015

Lun, 11/04/2016 - 18:41

Canta....Canta` ...per ora !Ma` le cose cambieranno , e voglio vedere dove ti andrai a nasconderti ..tu` e tutta la tua tribu di famiglia.

sergione41

Lun, 11/04/2016 - 19:18

Farsi criticare dalla Kyenge, il più inutile e insignificante ministro che ha avuto la Repubblica Italiana, con azzeccate e centratissime osservazioni, dovrebbe far riflettere il cialtrone furbastro e ex comunista Salvini, e soprattutto i suoi appiattiti seguaci, sempre abilissimi insultatori con l'immancabile vena razzista.. Se la caverà con la solita smorfia il buzzurro?

sergione41

Lun, 11/04/2016 - 19:31

Ripeto, è fuori discussione che la Kyenge nonostante il colore della sua pelle, e nonostante la sua laurea italiana ottenuta in un ateneo cattolico, ha una personalità sbiadita, mi farebbe piacere che qualche commentatore ricordasse un qualsiasi atto politico e significativo del Salvini, oltre quello di essere stato attaccato come una sanguisuga alla mammella del sottobosco politico, da sinistra a destra, per oltre ventidue anni. In proposito ricordo che questo "genio" dopo diciassette anni di università non è nemmeno riuscito a laurearsi. Il grande politico? Boh!

sergione41

Lun, 11/04/2016 - 21:46

Curioso. Questo sito censura continuamente civili osservazioni, magari forse pungenti e scomodi, per poi pubblicare commenti isterici, razzisti, volgari e sempre insultanti e perfino irriverenti nel username. Il mondo va alla rovescia! Bannano anche questo?

Giorgio5819

Lun, 11/04/2016 - 21:50

L'insulto peggiore alla decenza è la presenza di questo essere nella politica italiana. A casa, subito, masticatrice di sassi.

sergione41

Lun, 11/04/2016 - 22:42

@Giorgio5819 Divertente: mangiatrice di sassi! Mah e Boh! Comunque, la Kyenge ha una significativa posizione nelle vita politica italiana? Francamente, non me ne ero accorto! Forse perchè non è abbastanza populista e perchè non esterna gratificanti osservazioni per i superficiali pilotabili.

Raoul Pontalti

Mar, 12/04/2016 - 13:58

Ben detto Cécile! I legaioli a cominciare dal loro capo barbuto sono ormai degli animali pavloviani con i riflessi condizionati e stereotipati. Se sentono parlare di migrazione impugnano l'arma e si mettono a sparare all'impazzata anche se di migrazione stava parlando un documentario e si riferiva alle cicogne. Ma c'è davvero il rischio che i legaioli si mettano a sparare anche contro le cicogne: queste non conoscono frontiere e vanno e vengono dall'Africa...Quando scopriranno i legaioli che le anguille sono extracomunitarie perché nascono nel Mar dei Sargassi assisteremo a stragi inenarrabili nella pianura padana...

sergione41

Mar, 12/04/2016 - 17:00

@ RAOUL PONTALTI Hai osservato , che le osservazioni sensate, non dettate dalla solita propaganda populista e in gara tra chi la spara più grossa, vengono sempre ignorati, soprattutto dai più presenti che poi sono anche i più ossessionati? Non aggiungo altro, altrimenti mi censurano.