L'altolà degli azzurri a un bis Carroccio-M5s: "No a marce indietro"

La capogruppo Gelmini invita Salvini alla coerenza: «Prima si torna al voto, meglio è»

S ilvio Berlusconi continua a seguire da Erbonne, in Provenza, ospite della figlia Marina, l'evoluzione della crisi. Una guerra lampo e un blitz salviniano inizialmente immaginato per portare subito gli italiani alle urne, ora impantanato nelle secche di una crisi parlamentare e della spericolata alleanza tra Luigi Di Maio e Matteo Renzi.

Il presidente di Fi ascolta gli umori interni al suo partito e sa bene che nelle file parlamentari azzurre serpeggia timore per gli scenari che si vanno profilando. Comprensibilmente in molti temono lo strapotere leghista e vedono lontana la loro rielezione in caso di un ritorno al voto, anche se dal Carroccio sono arrivate rassicurazioni sulla volontà di riformare la tradizionale alleanza di centrodestra senza umiliare gli alleati e Forza Italia in particolare, in sede di trattative sui collegi. Il presidente di Forza Italia, però, non apre spiragli a un governo istituzionale che prepari la strada al governo giallorosso. L'unica soluzione che potrebbe essere accettata è quella di un esecutivo di pochi mesi, con la Lega al suo interno, attraverso cui disinnescare le clausole di salvaguardia e l'aumento dell'Iva. Nessuna sponda quindi all'inciucio degli opposti, anche perché all'orizzonte non ci sono le alchimie parlamentari ma piuttosto le consultazioni popolari, quelle vere, visto che tra pochi mesi inizierà una raffica di elezioni regionali e si dovrà rendere conto agli elettori di eventuali scelte anomale. Si parte con il voto in Umbria, Emilia Romagna e Calabria. Si prosegue poi con Marche, Liguria, Campania, Puglia, Toscana, senza dimenticare il possibile ritorno alle urne nel Lazio qualora Nicola Zingaretti si dovesse candidare per il Parlamento. Elezioni che rappresentano una ulteriore chance per il centrodestra di assicurarsi altri governi regionali dopo un 2018 e un 2019 dai contorni trionfali ed eventualmente inchiodare l'eventuale governo giallorosso alla sua distanza dal Paese reale.

In questo scenario le parole delle due capogruppo azzurre non lasciano spazio a equivoci. «Giuseppe Conte, dopo aver avallato senza fiatare la politica dei porti chiusi - dichiara Anna Maria Bernini - ora sui migranti si comporta già come il premier in pectore di un governo di sinistra. Alla faccia della coerenza e della credibilità della politica. Ancora nessuno sa se martedì presenterà le dimissioni, che in questo caos sarebbero un atto dovuto. Stiamo assistendo così a una paradossale evoluzione della forma di governo: il governo che va avanti salvo intese». Mariastella Gelmini si rivolge direttamente a Matteo Salvini chiedendogli di non tornare sui suoi passi. «Salvini ha provato a governare con i Cinque stelle, ma è tempo perso. Dalla Lega ora ci attendiamo una posizione coerente, senza pericolose marce indietro che non sarebbero comprese dagli elettori. Prima si restituisce la parola agli italiani meglio è». E il deputato veneto Marco Marin nelle ore calde della trattativa parlamentare prova a riportare lo sguardo di tutti verso la difficile realtà della nostra economia. «Mentre c'è chi pensa solo a come salvare le poltrone di governo i provvedimenti che ha votato il governo gialloverde continuano a produrre danni visibili. La Cgia ci fornisce come sempre dati fatti di numeri concreti: nel primo semestre del 2019 nel comparto artigiano sono 6500 aziende in meno. Una vera e autentica moria. Per il bene degli Italiani questo fallimentare esperimento di governo M5S-Lega, figlio di un contratto generico e superficiale, va archiviato immediatamente».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 18/08/2019 - 08:43

le urne rappresenterebbero infatti una democrazia. perchè evitarle? perchè il M5S e PD vogliono evitarle? :-) perchè sanno che se si presentassero separati, non vincerebbero, uniti invece non attirerebbero nessuna simpatia, perciò hanno una strada: governo senza urne, cioè come quello di monti, aggravato però dalla manifesta e inaffidabile incapacità di questi due pericolosi partiti di sinistra! gli italiani non hanno mai capito veramente fino in fondo e lo hanno dimostrato dando il voto solo alla lega e al M5S, il 4 marzo 2018 ! :-) contenti? ora zitti e pedalare.... lamentarsi non serve a niente!

mcm3

Dom, 18/08/2019 - 09:00

Gli Azzurri, dall'alto del loro 4%, che danno condizioni...ma dove siamo, sono ancora aggrappati alla parola Centrodestra, che pero' significa un gruppo di Sovranisti antieuropeisti, uniti ad un drappello di moderati fautori del PPE, poi parlate di inciucio

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 18/08/2019 - 09:03

Concordo con la Gelmini, prima si torna al voto meglio è. Questi grillini alleati con gli specialisti dei ribaltoni sarebbero capaci di durare per anni come nella scorsa legislatura che sono stati al potere con giochi di palazzo e aiuti non sempre ortodossi delle istituzioni, lasciando in eredità solo macerie e debiti come è successo nel 2018.

oracolodidelfo

Dom, 18/08/2019 - 09:04

Ineffabile Naria Stella: se volete tornare al voto, fate pressioni su Mattarella affinchè lo conceda. Ma se lasciate solo Salvini......vien da pensare che vi riserviate di saltare sul "carro" di qualunque sia il vincitore....!!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 18/08/2019 - 09:11

Certo! Prima si ritorna al voto meglio é! Però non si ritornerà al voto, il "sistema" non lo consente. Gli stessi "parlamentari" non lo vogliono, dato che sono ben pagati per non fare niente: come loro nessuno al modo, UNICI!

WSINGSING

Dom, 18/08/2019 - 09:13

Caro Silvio, il voto anticipato non ci sarà. Grazie a Salvini ci ritroveremo il PD con 5 stelle e Leu al Governo. Il voto non ci sarà: meglio per te e per la Lega.

VittorioMar

Dom, 18/08/2019 - 09:41

...NON AVETE VOCE IN CAPITOLO ...state buoni se potete....!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 18/08/2019 - 09:50

Concordo pienamente su tutta la linea con le analisi degli azzurri; si torni al più presto al voto. Non sono così sicuro che se ne vorranno andare. Shalòm.

Giorgio Rubiu

Dom, 18/08/2019 - 10:42

Non ci sarà il voto. PD+M5* è la soluzione più probabile tra le scelte di Mattarella.Non escludo, però,un "Governo Tecnico" o un "Governo di Scopo" che includa tutti proporzionalmente e che abbia poteri decisionali limitati.Una specie di "Commissariamento Amministrativo" che ci porti fino a Marzo 2023,data naturale delle prossime elezioni. Dipende da Mattarella purché non tornino Monti e la Fornero e,se non chiedo troppo, Grasso e la Boldrini!

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 18/08/2019 - 11:11

oracolodidelfo Esatto! E' quantomeno singolare che appelli alla coerenza vengano proprio da FI, che in un passato molto recente è stata protagonista di clamorosi salti della quaglia in appoggio a governi tecnici (ma comunque di sinistra) e dichiaratamente di sinistra. Loro vengono a fare la morale alla Lega, mdntre "non escludono" di poter entrare in un altro governaccio pd-grillini... sempre che ce li vogliano.

Zecca

Dom, 18/08/2019 - 11:15

Vi rendete conto di quanto siete ridicoli? La colpa di questo casino è esclusivamente del bulletto, che sentendosi il nuovo Mussolini, dopo un mojito di troppo ha fatto una mossa scellerata, resuscitato in un sol colpo Di Maio, Zingaretti, Renzi fino a Belusconi. Ora la vedo dura...

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 18/08/2019 - 11:16

"in molti temono lo strapotere leghista e vedono lontana la loro rielezione". Ma, Lega o non Lega, questi signori pensano veramente che avranno qualche possibilità di essere rieletti? Forse, se si alleano con Lega e Fratelli d'Italia qualche voto lo prendono, ma se tornano col pd, possono al massimo allungare il brodo, dopodiché spariranno! E se poi i grillini, come probabile, non li fanno entrare nell'ammucchiata, rimangono becchi e bastonati.

Pluto 2012

Dom, 18/08/2019 - 12:03

Il richiamo al voto di FI se esprime la reale volonta del partito e suicida. Alle elezioni FI scomparirebbe o quasi assorbita dalla Lega che chiederebbe il voto utile per se Come si fa a non capire questa banale realtà????

handy13

Dom, 18/08/2019 - 13:16

..niente votazioni,... Salvini non sapeva che c'era un'altra maggioranza possibile.? e Berlusconi rischia che con il suo 4% non sarà più decisivo a livello nazionale, basterà lega + i Fratelli e difensori dell'Italia.

hellas

Dom, 18/08/2019 - 13:38

Secondo me, il voto ce lo possiamo scordare.... Ci sarà una nuova, vergognosa maggioranza 5 Stalle e PD ( e i renziani saranno felici di ritrovare le poltrone)... Vorrei sapere da tutti i lettori leghisti i che mostrano muscoli in nome d Salvni,me chi sarà la colpa se ci ritroveremo Renzi, Di Maio, e perfino Leu , al governo.... Non è che Salvni ha sbagliato qualcosina ??

al59ma63

Dom, 18/08/2019 - 13:42

Se Berlusconi vuole ancora salvarsi deve FAVORIRE LE POLITICHE SUBITO.

dot-benito

Dom, 18/08/2019 - 13:44

MA DA CHE PULPITO VIENE LA PREDICA

rino34

Dom, 18/08/2019 - 13:57

se i 5stelle sono furbi faranno dimettere Conte (visto che è possibile che Salvini faccia il quaquaraqua), stileranno un accordo con il PD e governeranno per 4 anni. E se saranno ancora più furbi faranno accordi per i rimpatri, continueranno sulla linea Minniti e abbasseranno le tasse sul lavoro...e allora se la potranno giocare. La domanda è resisteranno alla tentazione di una patrimoniale e dello ius soli?

rino34

Dom, 18/08/2019 - 14:03

VittorioMar bravo, non hanno voce in capitolo! meglio lasciar fare a quel genio di Salvini. Lui sì che sa cosa fare! Comunque ha ragione, FI e la Lega a guida Salvini non c'entrano nulla, Salvini sarebbe meglio che se ne tornasse nei centri sociali dove è nato politicamente...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 18/08/2019 - 15:06

Ma come Silvio: prima snobbi Salvini e poi dici no a un bis di governo fra 5s e Lega? Male, molto male..

Ora

Dom, 18/08/2019 - 16:25

Non hai i numeri per dettare le condizioni,il tuo compito è fare da stampella come faceva Casini quando tu eri in auge.

rino34

Dom, 18/08/2019 - 18:21

veramente è il contrario, è Salvini che snobba Berlusconi, non è Berlusconi che ha abbondonato i suoi alleati per andare con "gli amici dei 5 stelle"...