L'amara vittoria di Sala: la sinistra è già a pezzi

Milano, archiviate le primarie adesso è resa dei conti tra sospetti di complotti e veleni. E Civati minaccia: "Presenteremo un candidato"

Si va dal complottismo alle lettere di divorzio. Le «primarie più belle del mondo» (copyright Giuliano Pisapia) che domenica sera hanno eletto Giuseppe Sala il candidato sindaco del Pd a Milano hanno scatenato uno tsunami a sinistra. Per avere una fotografia della situazione bastava leggere qualche reazione della base ieri sui social network.

Uno psicodramma. Sala ha vinto con il 42% dei voti, non ha stravinto. La vicesindaco Francesca Balzani, che si è buttata nella sfida solo a metà dicembre dopo un colloquio a Roma con Matteo Renzi e Pisapia, il suo main sponsor, si è piazzata a 8 punti di distanza dal manager Expo. Terzo, l'assessore al Welfare del Comune Pierfrancesco Majorino che rappresenta l'ala sinistra del Pd, che ha rifiutato fino all'ultimo gli appelli a fare ticket con la vice, e ha conquistato il 23% dei voti: sono circa 14mila schede, e lo scarto tra Balzani e Sala è inferiore a 5mila. È esplosa la rabbia degli elettori: i complottisti parlano di un accordo tra Pisapia e Renzi per far correre la Balzani e garantire a Sala - detto il «candidato del partito della Nazione» - un'affluenza alta alle primarie (hanno votato in 61mila, comunque meno delle primarie 2010) e una vittoria certa. I due esponenti della giunta e di sinistra si sarebbero annullati a vicenda, così è andata.

Secondo un'altra scuola di pensiero, è stato Majorino a fare accordi sottobanco coi renziani per blindare un posto in giunta da assessore alla Cultura (quando è entrato al teatro Elfo Puccini per la proclamazione del vincitore domenica sera, è stato osannato dai supporter di Sala). Nel lunedì post primarie è lui il capro espiatorio di chi ha sostenuto la Balzani. L'altro sotto processo è Pisapia, anche se ieri ha dichiarato: «Io sconfitto? No, sono vincente». Dalla base ai big. La candidatura di Sala archivia (anche) a Milano la rivoluzione arancione. E prospetta un nuovo caso Liguria, con due candidati di sinistra che si spacchettano l'elettorato. «Questa è una vittoria di Renzi, è il Partito della Nazione che si compie anche a Milano - sostiene il leader di Possibile Pippo Civati - Entro poche settimane presenteremo il nostro candidato, sostenuto da una coalizione di sinistra molto aperta».

Andrà da Rifondazione ai Comunisti italiani a socialisti, radicali, movimenti civici e ambientalisti. Il nome «non vorrei essere io, lavoriamo su un esponente della società civile». A questo progetto potrebbe confluire Sel, o almeno pezzi del partito. «La vittoria di Sala chiude definitivamente la stagione arancione di Pisapia - è la reazione del coordinatore Nicola Fratoianni - dunque di fronte a un fatto nuovo si avvii una discussione». Ma non si sbilancia ancora sull'ipotesi di candidature alternative, «è difficile escludere cose che non sono ancora di fronte a noi». Esponenti vendoliani a Milano stanno già lavorando con pezzi di Pd e comitati arancioni, su una lista civica di sinistra, espressione di Pisapia e della Balzani, che sostenga Sala alle Comunali, ma in caso di vittoria possa pesare in giunta e in aula.

Commenti
Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mar, 09/02/2016 - 09:06

E si! E' proprio una vittoria amara. Chissà, magari sarebbe stata preferibile una sconfitta dolce, come quella che subiranno gli avversai di sala alle elezioni.

schiacciarayban

Mar, 09/02/2016 - 09:18

Questa sinistra è un mito!!! Viva le primarie, sono il vangelo, decide il popolo, se però non mi piace chi vince, presento un altro candidato!!!

Ocram59

Mar, 09/02/2016 - 09:27

Ci vuol poco a fregare un elettore di sinsitra, basta mettere il vestito giusto sul monaco sbagliato e come in questo caso, prendere uno che ë stato un alto dirigente del comune ai tempi della Moratti. Non scordiamo che il governo di sx sta in piedi grazie ad un partitino che si chiama Nuovo Centro Destra ed ai transfughi di FI che, in caso contrario, sarebbero dei rinnegati indagati.

Ritratto di acroby

acroby

Mar, 09/02/2016 - 09:28

"Rifondazione ai Comunisti italiani a socialisti, radicali, movimenti civici e ambientalisti, sel".....raccattano tutti pur di governare ben sapendo che non li lasceranno governare. Squallore.

antipifferaio

Mar, 09/02/2016 - 09:31

Gli esiti delle prossime amministrative chiariranno se gli italiani si sono stuffati di questi truffatori o se si sono piegati a 90°......

al40

Mar, 09/02/2016 - 09:48

Che tristezza!Ma è possibile che ci siano ancora cittadini disposti a votare i ruderi di un comunismo sconfitto dalla storia?Questi continuano imperterriti a fare danni spacciandoli per conquiste epocali che poi ,puntualmente, devono essere rivedute e corrette se non cancellate. Milanesi,sveglia!!!

Rossana Rossi

Mar, 09/02/2016 - 10:42

Non capisco perchè il centrodestra si faccia tanti scrupoli e non sbandieri i limiti e le porcherie di questo sala che pare sia anche lui il 'deus ex machina' capace di risolvere tutto mentre è stato soltanto il solito opportunista lanciato dal centrodestra e balzato opportunamente sul carro del vincitore appena si è profilato l'Expo, il cui merito va solo alla Moratti che lo volle a tutti i costi, e appena si è presentata l'opportunità della cadrega da sindaco a Milano..........

maurizio50

Mar, 09/02/2016 - 11:20

Partito della Nazione?? Partito dei buffoni!!!!!!!!

schiacciarayban

Mar, 09/02/2016 - 11:29

Comunque Sala era l'unico candidato digeribile anche per le persone normali, quindi se la destra presenta delle ciofeche credo che Sala si beccherà anche un sacco di voti da destra, io credo che sarebbe un buon sindaco.

il corsaro nero

Mar, 09/02/2016 - 11:45

@Ciompi: dunque Sala avrebbe già vinto!! Ma per favore!

MEFEL68

Mar, 09/02/2016 - 11:48

Accordi sottobanco,strategie e alchimie politiche, che bell'esempio di sana democrazia. E' la stessa cosa che succede alle greggi di pecore che sono convinte di brucare liberamente, senza avvedersi che fanno esattamente quello che gli impongono i cani del pastore.

Edmond Dantes

Mar, 09/02/2016 - 12:10

Gli orfani del comunismo piangono perché la "rivoluzione" arancione non potrà continuare. La realtà è che quello che avevano presentato come il nuovo "vento arancione" che avrebbe cambiato non solo Milano ma l'intera Italia, alla prova dei fatti si è rivelato, come ogni cosa toccata da questi apprendisti re Mida, solo un sonoro "peto marrone". Ovvero quello che solo ci si doveva aspettare dalle due "Gauches" amate da Pisapia: la "Gauche caviar" dei salotti radical-chic e la innovativa "Gauche a la merde" dei centri sociali.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 09/02/2016 - 12:11

Una farsa come le primarie dei cinesi e di persone che hanno votato più volte non ha eletto (?) nessuno. Trovo quindi giusto che nel marasma totale ognuno si senta libero, anzi obbligato moralmente e politicamente, a presentarsi alle elezioni. E' la democrazia, sono dunque giuste le liste PD-Sala, PD-sinistra,PD-Majorino, Pisapia-Balzani, SEL, arancioni, arcobaleno ecc. I milanesi , che si sono tenuti ben lontani dai gazebo, hanno, come sempre, capito tutto, hanno evitato di perdere tempo e hanno risparmiato due Euro. Cinesi, rom, centri sociali hanno cercato di barattare il voto(?) con favori vari, come quando votarono Pisapia, ma stavolta gli è andata male. Milano sarà liberata, ma subito: possiamo, dobbiamo e vogliamo il 51%!

schiacciarayban

Mar, 09/02/2016 - 12:22

Io non sono di sinistra, ma credo che Sala potrebbe essere un buon sindaco, infatti non è nemmeno lui di sinistra. Comunque credo un amministratore debba essere capace, onesto e d buon senso e più sta lontano dai partiti meglio è.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 09/02/2016 - 12:24

Ragazzi siamo alla FARSA che ha superato ogni LIMITE dell'intelligenza. Mai visti tanti Cinesi in fila.......Milanesi......ocio nè??

Lugar

Mar, 09/02/2016 - 13:17

Se la sinistra è a pezzi, la destra è inesistente.

scimmietta

Mar, 09/02/2016 - 13:26

X CIOMPI: speri che vinca sala (uomo decisamente non di sinistra-sinistra, ma non si sa chi sia veramente), contento tu, stando al tuo vissuto, e il suo, a perderci sarà solo Milano. Bello vincere facile e non fare nulla di nuovo per cinque ann, portando solo a termine quanto programmato e iniziato dal Sindaco Moratti.

antipifferaio

Mar, 09/02/2016 - 14:15

Mi dispiace dirlo anche per Salvini e la Meloni ma credo che alla fine vincerà il partito della nazione, ossia pd e buona parte di F.I.... Mah...onestamente sono davvero scoraggiato perchè così non voterà più nessuno si arriverà all'abolizione delle elezioni e alla dittatura...

Atlantico

Mar, 09/02/2016 - 14:18

Secondo me, Sala è davvero molto 'amareggiato' ma anche 'a pezzi'.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 09/02/2016 - 14:23

Pisciapia: le primarie piú belle del mondo! Uhauhauhauhauhahauha.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mar, 09/02/2016 - 14:35

Ai milanesi spero siano bastati cinque anni di pisapia, mica vorranno ancora pagare sempre di più per zingari e clandestini.

schiacciarayban

Mar, 09/02/2016 - 14:37

Scenario interessante, Beppe Sala andrà contro Stefano Parisi, candidato della destra, ambedue ex city manager di giunte di destra, uno della Moratti, l'altro di Albertini. Possiamo dire che comunque vada la destra ha già vinto.

MEFEL68

Mar, 09/02/2016 - 14:41

Una domanda ai milanesi: A fine Pisapia, Milano è meglio o peggio di pria?

maurizio50

Mar, 09/02/2016 - 14:58

L'analisi del lettore Lugar è,purtroppo, veritiera!!!!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 09/02/2016 - 16:40

Sala, l'uomo vincente di Renzi, è diventato il più milanese dei cinesi e il più cinese dei milanesi. Quelli "de sinistra" hanno trovato colui che li farà sorridere assieme a tutti i nuovi "cittadini clandestini".

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 09/02/2016 - 17:36

Quello che stupisce è che adesso non ne sta parlando più nessuno...Potenza della macchina repressiva comunista?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mar, 09/02/2016 - 19:11

scimmietta: spero che vinca Sala proprio perché uomo neutrale alla destra e alla sinistra. Quanto al mio vissuto la informo che i miei 25 anni di dirigente industriale mi consentono di dire che sono uomini come Sala che possono fare il bene di Milano anche, ma non soltanto, portando a termine ciò che hanno fatto i suoi predecessori.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mar, 09/02/2016 - 19:15

scimmietta. La cosa positiva che ha espresso non il suo commento è che Sala non è di sinistra. Dovrebbe però informare alcuni suoi colleghi mal-destri per i quali loro Sala è diventato improvvisamente comunista.