L'amico di Alfano e quella chiacchierata sulla politica

Con riferimento all'articolo apparso il 4.03.2016, nel corpo della prima pagina centrale, in tutta la pagina 11 del quotidiano Il Giornale e sul sito web, a firma di Augusto Minzolini, intitolato «Alfano: perché non mi votano» e sottotitolato «Il ministro confida ad un amico il suo stupore per lo scarso successo politico», si precisa quanto segue. L'articolo riporta fatti mai accaduti e circostanze del tutto false, strumentali e non veritiere. È, invero, totalmente inconsistente ed ingannevole quanto riportato da Minzolini: sia le circostanze di fatto sia le presunte dichiarazioni, sono completamente destituite del benché minimo fondamento. Va precisato, peraltro, che il ministro Alfano (che a sua volta ha già seccamente smentito), seppure cliente della ditta Talarico Cravatte, non mette piede nel negozio di via dei Coronari da circa 2 anni. Né Talarico ha mai conosciuto il senatore Minzolini, che non rientra tra i clienti abituali della boutique. Tuttavia, a prescindere da quanto sopra, Talarico rinnova la sua stima nei confronti del ministro Alfano ed il suo pensiero è assolutamente in contrasto con quanto asseritamente dichiarato da Il Giornale. Trattandosi di affermazioni potenzialmente lesive della reputazione della ditta titolare del marchio «Talarico Cravatte», nonché del sig. Maurizio Talarico, è stato già dato mandato all'avv. Aurelio Tricoli al fine di agire nelle opportune sedi giudiziarie per la migliore tutela dei propri diritti ed interessi.

Studio legale Tricoli

Mi limito a rammentare alla simpatica memoria del sig. Talarico che io ho riportato il contenuto di un colloquio avuto con lui in un incontro fortuito su via dei Coronari alla presenza di un testimone. Nulla di più e senza alcuna intenzione malevola. Cordiali saluti

Augusto Minzolini

Commenti

cgf

Dom, 06/03/2016 - 13:50

due anni? magari andando a spulciare al ministero dell'interno o all'interno del ministero.... carte di credito... mistero.