L'anno record degli sbarchi Uno su tre sfugge ai controlli

Altro che profughi, respinto il 61% delle richieste d'asilo Oltre 115mila clandestini. Ismu: 6 milioni di stranieri

Milano - È l'anno dei record. Gli sbarchi continuano inesorabili e il 2016 ha superato il 2014: sono 173.188 i migranti arrivati in Italia (dato del Viminale aggiornato al 1° dicembre) e molti - oltre 66mila - non hanno neanche presentato richiesta d'asilo e non si sa dove siano.

Nell'intero 2015 erano stati «soltanto» 153.842 i migranti arrivati, e nei 12 mesi precedenti erano arrivati a quota 170.100. È il 27 novembre che il Viminale ha registrato il sorpasso. Nei giorni successivi, il numero delle persone arrivate in Italia si è ulteriormente consolidato. Altro dato superato, largamente, è quello che riguarda i minori non accompagnati. I numeri ufficiali segnalano che al 28 novembre erano già 24.235, più del doppio di quelli arrivati nell'intero 2015, e molti più dei 13.0126 registrati nel 2014.

Più di un migrante su 5 fra quelli sbarcati si dichiara di nazionalità nigeriana, il 12% eritrea, il 7% proviene da Guinea e Costa d'Avorio, un altro 6% da Gambia e Senegal. Non compare fra le prime dieci nazioni di provenienza la Siria.

Molto basso il numero delle persone ricollocate nei i Paesi dell'Unione europea: solo 1.361 con appena 6.575 persone coinvolte nel programma (si conteggiano le richieste in attesa di approvazione e quelle in attesa di trasferimento). Quanto alla distribuzione dei migranti fra le Regioni, la responsabilità più grande resta in capo alla Lombardia, che ha accolto il 13% dei migranti presenti in Italia (22.966 a ieri, nella stragrande maggioranza dei casi ospitate in strutture temporanee). E, a giudizio della Regione, la Lombardia vive una situazione «ancora più allarmante» del resto del Paese anche se si guarda all'esito delle richieste di asilo: al 21 novembre risultavano presenti in Lombardia 23.038 persone e su 9.462 domande esaminate, 5.741 sono state rigettate (nessuna tutela riconosciuta) mentre 644 persone sono state dichiarate rifugiate, 1.212 hanno ottenuto protezione sussidiaria e 1.484 umanitaria. Insomma la gran parte dei richiedenti asilo è risultata presente in modo irregolare (il 65% fra irregolari e irreperibili). È l'assessore regionale all'Immigrazione Simona Bordonali (Lega) a snocciolare le cifre: «In Lombardia i clandestini sono due su tre fra i richiedenti asilo. A questi ovviamente vanno aggiunti i 3.870 che nel 2016 hanno ricevuto un diniego senza essere rimpatriati e le centinaia di immigrati che bivaccano in stazione e in altre zone della città senza aver nemmeno fatto richiesta d'asilo».

Il dato sull'Italia è altrettanto sorprendente: «I numeri ufficiali del Viminale sono impietosi - sintetizza l'assessore - In Italia sono sbarcati 173.188 immigrati. Tra le richieste d'asilo analizzate dalle commissioni prefettizie da inizio anno, 49.532 aspiranti profughi sono risultati in realtà irregolari». Dato inquietante è quello dei cosiddetti fantasmi: su 173mila persone - ricorda l'assessore - «66.364 addirittura non hanno nemmeno fatto richiesta d'asilo e non si sa dove siano». Sommandoli gli irregolari e coloro che hanno fatto perdere le tracce «nel 2016 in Italia sono stati riconosciuti 115.896 clandestini». Il 61%.

Intanto il 22° rapporto sulle migrazioni della Fondazione Ismu ha fotografato in 5,9 milioni gli stranieri residenti in Italia, fra regolari e non: il 9,58% della popolazione italiana. E in un anno - ha registrato - gli stranieri sono aumentati di 52mila unità, pari a un incremento dello 0,9%. La componente principale dell'aumento è costituita dagli stranieri senza un permesso di soggiorno valido: sono circa 435mila, 31mila in più in 12 mesi.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 02/12/2016 - 09:26

ITALIA AGLI ITALIANI, FUORI TUTTI GLI STRANIERI! (Lo stampatello non è un refuso, ma soltanto la voglia di urlarlo!!!)

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 02/12/2016 - 10:04

Ottimo. Abbiamo un futuro per i nostri figli.

pensaepoiagisci

Ven, 02/12/2016 - 11:01

se continuamo così..rischiamo di essere stranieri a casa nostra..e saremo anche comandati da loro !

justic2015

Ven, 02/12/2016 - 13:02

Che grande fortuna per un paese di parassiti, risorse da tutti gli angoli del pianeta e vi lamentate pure.