L'antipasto della manovra: da domani bollette più care

Aumentano luce e gas e spenderemo 109 euro in più all'anno. Con pesanti ricadute su famiglie e imprese

Alla faccia del cambiamento dei cinquestelle. A prima vista questa folle manovra è buona solo a metterlo in tasca ai cittadini. Lo dimostra il fatto che proprio da domani aumentano luce e gas. Ovvia, con un aggravio per l'elettricità del 7,6% e per il gas del 6,1%. Un aumento delle tariffe energetiche che peserà, e di molto, sui conti delle famiglie, oltre che delle imprese ovviamente.

Secondo uno studio dell'Unione Nazionale Consumatori, per una famiglia tipo significa pagare in più, su base annua (non, quindi, secondo l'anno scorrevole, ma dall'1 ottobre 2018 all'1 ottobre 2019), 42 euro per la luce e 67 euro per il gas. Una spesa maggiore pari a 109 euro all'anno. «Si tratta di rialzi da record che avranno effetti pesanti sulle famiglie», avverte Marco Vignola, responsabile del settore energia dell'Unione Nazionale Consumatori.

Nel 2018 le famiglie hanno subìto un aumento delle bollette importante, al punto che da inizio anno le tariffe del gas sono rincarate complessivamente del +13,6%, quelle della luce del +11,4%. «Incrementi che incidono sui bilanci familiari, specie per i nuclei più numerosi e quelli a reddito medio-basso, e che non appaiono giustificati da un reale rialzo dei costi della materia prima. Acquisiremo tutta la documentazione che ha portato l'Autorità a varare i maxi aumenti odierni e, se ancora una volta ci troveremo in presenza di rincari causati da speculazioni sul mercato all'ingrosso, presenteremo ricorso al Tar per bloccare qualsiasi incremento delle tariffe determinato da pratiche illecite», spiega il presidente di Codacons, Carlo Rienzi.

Ma non solo famiglie. L'aumento della spesa energetica ha un doppio effetto negativo perché riduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumenta anche i costi delle imprese. Non si è ancora capito che aumentare tasse e bollette non serve ad altro che a bloccare l'economia, fermare i consumi, insabbiare la crescita. E, citando Milton Friedman, non si è ancora capito che se tu paghi la gente che non lavora e la tassi quando lavora, non esser sorpreso se poi produci disoccupazione. Un modo tutto tafazziano di intendere la cosa pubblica quello dei rivoluzionari girllini.

L'Autorità per l'Energia (Arera) ha deciso, intanto, di rinnovare il blocco degli oneri generali di sistema «per far fronte ai forti aumenti dei prezzi delle materie prime energetiche e delle quotazioni all'ingrosso dell'energia elettrica e del gas che hanno raggiunto in Italia e in Europa livelli record». Con questa manovra - si legge in una nota - «l'Autorità utilizza nella misura massima possibile la sua azione di scudo rinviando di un ulteriore trimestre il rialzo necessario degli oneri». Il beneficio per i consumatori elettrici, domestici e non domestici, è valutato in circa un miliardo di euro per tutto il 2018, a beneficio sia del mercato libero che di quello tutelato.

Tra bollette dell'energia elettrica e del gas, nell'ultimo anno (fonte Arera per il periodo ottobre 2017 - settembre 2018) gli italiani hanno pagato in media quasi 1.600 euro. Va meglio ai nostri vicini europei. Secondo le stime di Facile.it, infatti, se in Italia si applicassero le tariffe calcolate come media di quelle europee, il costo complessivo delle bollette di luce e gas si alleggerirebbe del 15%; un risparmio complessivo pari a circa 240 euro l'anno. Dobbiamo sempre distinguerci. In peggio.

Commenti

jaguar

Dom, 30/09/2018 - 09:32

Ma cosa c'entra la manovra, l'aumento delle bollette è già deciso da mesi, o forse con Berlusconi al governo non ci sarebbero più rincari?

sergio_mig

Dom, 30/09/2018 - 09:35

Là bollette aumentano perché lo ha permesso il governo precedente e poi sono le compagnie che incassano gli aumenti, per cui questo governo non c’entra nulla. Facile scaricare le colpe su altri.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 30/09/2018 - 09:40

Saranno contenti quelli che invocano maggiore inflazione.

Mr Blonde

Dom, 30/09/2018 - 09:48

Un articolo talmente schifoso da dare i brividi, ma l'autore ha una famiglia qualcuno (anche un cane magari) che quando torna a casa gli sputa in un occhio? Ma come il petrolio sta a 80 dollari e ancora andate in giro a sparare queste idiozie? E poi basta con questa "doppiezza": non c'è un governo di maio che fa scemenze e un governo salvini che fa miracoli, c'è un governo gialloverde in positivo o negativo. Si vergogni

pardinant

Dom, 30/09/2018 - 09:52

Secondo il nostro Governo la Legge Finanziaria porterà ad uno sviluppo economico del Paese ma mai avrei pensato così grande da incidere cosi rapidamente persino sulle valutazioni mondiali delle materie prime, sicuramente dovute alle nostre future necessità per soddisfare i fabbisogni crescenti. Caspita che ripresa!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/09/2018 - 09:53

jaguar, la manovra è una diretta conseguenza delle azioni del governo. un governo che ha a cuore la responsabilità verso gli italiani, farebbe di tutto per non far aumentare le spese agli italiani! ma per fare questo dovrebbe tagliare le spese IMPRODUTTIVE! non quelle produttive che sono appunto investimenti per la crescita economica: tav, opere infrastrutturali come il ponte, miglioramento del sistema sanitario con riduzione delle spese a carico per i migranti che vengono in italia per farsi curare gratis, con riduzione limitata di poteri e stipendi degli alti dirigenti, spese per la pubblica amministrazione, e per la pensione, ecc.... beh, la differenza con berlusconi è che la sinistra ha sempre scelto soluzioni masochistiche e dolorose, fottendosene degli lamenti dei morti di fame....

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Dom, 30/09/2018 - 09:57

oggi avete pisciato fuori dall'orinale .....ma che centra la manovra con gli aumenti di luce e gas ??

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 30/09/2018 - 10:02

Dietro questo aumento delle bollette c'è per caso il gallo francese, indispettito dal non inchino di questo governo nei riguardi de le roi soleil del 21° secolo? Puzza molto sta faccenda, visto che acquistiamo energia da centrali nucleari francesi.

VittorioMar

Dom, 30/09/2018 - 10:04

..il Garante ha annuncia tutti gli AUMENTI PRIMA DELLA LEGGE FINANZIARIA non confondiamo le due notizie !!...si dovrebbero far pagare le BOLLETTE A TUTTI COLORO CHE VIVONO COME PARASSITI ALLA SPALLE DI CHI PAGA....e i costi MIRACOLOSAMENTE SCENDEREBBERO !!

obiettore

Dom, 30/09/2018 - 10:09

Tutte balle. Aumenti decisi già dal precedente sgoverno. Addio, Giornale,addio.

blues188

Dom, 30/09/2018 - 10:27

Quindi secondo chi ha scritto l'articolo non è colpa degli ebrei padroni di tutto, ma è colpa dei consumatori?

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Dom, 30/09/2018 - 10:38

Come ormai sua consuetudine da quando si è insediato il Governo Lega-M5S, il Giornale persegue la stessa politica di terrorismo mediatico della sinistra diffondendo notizie finalizzate a gettare discredito sul nuovo esecutivo. Anche questa volta, con gli aumenti previsti da ottobre per luce e gas, il Giornale tenta di attribuirne la responsabilità al Governo, peraltro aggravando le cifre dei maggiori costi. L’Autorità per l’energia (e non il Governo!) ha stabilito gli aumenti per l'elettricità del 7,6% e per il metano del 6,1%. Tra le cause di tali aumenti i prezzi di gas e carbone e lo stop di 22 reattori nucleari in Francia. In base agli aumenti stabiliti, una famiglia media pagherà all'anno 32 € in più del precedente (e non 42) per l'elettricità e 61 € (e non di 67) per il metano. Non sarà una grossa differenza ma meglio 90 € che 109.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 30/09/2018 - 10:42

Questo governo ha bloccato i migranti e se ne vanta. Si può sapere, allora, perché non ha bloccato l'aumento delle tariffe? Deve essere una questione di...audience!

COSIMODEBARI

Dom, 30/09/2018 - 10:46

Chi ha scritto questo articolo roboante mente sapendo di mentire. Quindi fa disinformazione, ma la maggior parte dei cittadini questo lo sa già. Tant'è che la carta stampata, anche quella riportata via internet, vive periodi di magra assoluta. La manovra ancora tutta da entrare in funzione non centra nulla, e gli italiani lo sanno benissimo, e non centrerebbe nulla anche se dovesse entrare in azione così come è stata scritta. Il Governo non aumenta e neppure diminuisce i prezzi di gas e luce, questo è un compito della Autorità preposta. L'Arera invece farebbe bene se facesse eliminare balzelli, in soldini, riportati in modo stabile sulle fatture di ogni gestore. Poi fare il paragone con la Francia, nominando Facile.it, è vera e verissima propria falsità, che i cittadini conoscono già da tempo. (Immagino già che questo mio commento forse non passerà, ma intanto sarà letto dal Giornale.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 30/09/2018 - 10:52

Non è certo colpa del governo l'aumento delle tariffe. Ma nemmeno i migranti lo erano. Eppure coi migranti hanno fatto di tutto per bloccarli. Perché? Deve essere una questione di...audience.

Jon

Dom, 30/09/2018 - 10:58

Gli aumenti erano gia' stati decisi, ed il governo non centra nulla. Ma quali aumrnti energetici?? In un Paese dove l'Enel non dichiara il COsto del KW, e che fa investimenti in Peru' con i soldi delle Bollette... Questo e' il frutto della privatizzazione..SPECULAZIONE serrata..!!

COSIMODEBARI

Dom, 30/09/2018 - 11:00

L'Arera farebbe qualcosa di buono se si metteva a controllare il cartello esistente da un paio di anni tra i vari competitor di risparmio sulla Rca e alcune o tutte le compagnie online che vendono la Rca. Insomma è sempre sistematicamente capitato che la loro migliore proposta che fanno a me è, guarda caso, identica alla proposta di rinnovo della mia compagnia Rca on line. Insomma mi propongono come migliore offerta risparmiosa la compagnia on line con cui sono assicurato, e di cui ho già tra le mani la loro proposta. Quindi la proposta è che non puoi andare via dalla compagnia con cui sei assicurato già, pena pagare molto di più.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 30/09/2018 - 11:19

---le redazioni dei giornali poi sono sempre più in subbuglio---non riescono a capacitarsi di come nessuno più legga i giornali e quindi questi falliscano---la motivazione è ovvia --fino ad un quarto di secolo fa erano i giornali la bibbia dell'informazione--un tizio volente o nolente doveva abbeverarsi ad una fonte coatta -anche se avvelenata---nell'era internet tutto è esploso --se un articolo come questo è pieno di menzogne anche il lettore medio mangia la foglia e se ne accorge--con la sana conseguenza di andare ad informarsi altrove---molti giornalisti politicamente straorientati nel futuro prossimo saranno a spasso--swag ganja

oracolodidelfo

Dom, 30/09/2018 - 11:25

Boschi, un nome una garanzia! Vada a scrivere sul bagnasciuga.......

Una-mattina-mi-...

Dom, 30/09/2018 - 11:41

A QUESTO PUNTO DAREI LA COLPA AL DUCE E ORGANIZZEREI UNA MARCIA DELL'ANPI

Robertin

Dom, 30/09/2018 - 11:59

ma cosa volete che gliene freghi a quelli della pensione di cittadinanza se le tariffe aumentano ...

CONDOR

Dom, 30/09/2018 - 12:04

Dai, cercate di non scrivere fesserie e falsità. Solo pochi giorni fa si parlava di aumenti enormi in arrivo a causa dell'aumento del prezzo delle quote di emissione di CO2. E' quintuplicato nell'ultimo anno e incide pesantemente in bolletta. OK? Il governo, almeno per ora non c'entra niente.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 30/09/2018 - 12:10

Si vede che non solo è aumentato il prezzo del petrolio e magari del gas e carbone ma per l'eolico ha tirato meno vento e per il fotovoltaico meno raggi solari. Che ve devo di'.

WalterDV

Dom, 30/09/2018 - 12:11

Non sono certo un sostenitore dei 5 stelle ma leggendo le falsita' del giornalaio Fabrizio Boschi scritte nelle prime 2 righe dell'articolo .... uno viene quasi tentato di appoggiarli !!! Che imbecillita' !!

antonio54

Dom, 30/09/2018 - 12:19

Vorrei chiedere dal giornalista, cosa c'entra l'aumento delle tariffe di Luce e Gas con il governo. Il giornalista cosa pensa che noi abbiamo l'anello al naso. ""MA MAI FACCI IL PIACERE"" per citare il GRANDE TOTO'...

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Dom, 30/09/2018 - 12:27

Questa è disinformazione, VERGOGNA! L'aumento delle bollette era già stato deciso mesi fa e non ha nulla a che vedere con la manovra del 2,4% decisa venerdì 29 settembre.

luna serra

Dom, 30/09/2018 - 12:36

cosa c'entra la manovra che ancora non è stata approvata è solo una bozza non sapete come attacargli menon male che la gente capisce e non vi segue

fifaus

Dom, 30/09/2018 - 13:04

La manovra non c'entra: l'aumento era già previsto! Chiedere al PD...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 30/09/2018 - 14:05

Adesso gli aumenti della bolletta sono dovuti alla manovra ? Ma non vi vergognate ?

Ritratto di navajo

navajo

Dom, 30/09/2018 - 14:25

Non dite castronerie please. Berlusconi, a suo tempo, con il governo più votato di sempre, non ha fatto un tubo. Nessuna riforma della giustizia, del lavoro, della politica . E ora si permette, attraverso il "Suo" Giornale, di criticare il Governo attuale per quello che fa.

kobler

Dom, 30/09/2018 - 15:52

Altre enormi balle profferite via pubblica!!! Questo ennesimo aumento era stato "fischiato" sin dai primi dell'anno! Ricordate l'aumento perché si era scassata la centrale francese? E noi abbiamo pagato eprché non ricevevamo più energia...? QUello è l'esempio dell'opposizione renziana alle ruberie esterne. Niente di niente! Li ha lasciati fare e ha girato la testa dall'altra parte. Ora venite a mischiare la manovra che non era prevista sino a ieri, con storie nate ai primi del 2018? Semplicemente da querela perché ingannatorio

FRANGIUS

Dom, 30/09/2018 - 19:57

@COSIMODEBARI:HAI RAGIONE IL MIO COMMENTO ERA COME IL TUO E NON E' STATO PUBBLICATO.MA QUALCUNO LO LEGGERA' E SAPRANNO CHE IL BOSCHI HA DETTO UNA CAVOLATA.PURTROPPO SOLO IN ITALIA LA COSIDETTA AUTORITA' SERVE SOLO A PROTEGGERE ENEL ED ENI:QUINDI DI MERCATO LIBERO E CONCORRENZIALE NON SE NE PARLA.