L'attentatore lavorava nella metropolitana della capitale inglese

Khuram Butt, uno dei tre terroristi autori degli attacchi di sabato sul London Bridge e a Borough Market, ha lavorato per la società di trasporti che gestisce la metropolitana della capitale britannica. Lo conferma la stessa società, secondo quanto riferisce il «Guardian».

Il terrorista figlio di immigrati pakistani ha lavorato per sei mesi al servizio assistenza clienti nel 2016, ma anche nella stazione della metropolitana di Westminster, dove poteva avere accesso ai tunnel sotto il parlamento. L'attentatore aveva seguito un corso di formazione come assistente ai servizi utenti che aveva concluso lo scorso ottobre. E ieri mattina la polizia britannica ha fatto irruzione nell'edificio dove abitava Butt: in manette un uomo sospettato di essere legato agli attentati. Intanto in Pakistan sarebbero stati perquisiti la casa della famiglia di Khuram e il ristorante di un parente a 80 chilometri da Islamabad.