Quel lavorio dei giudici "filorenziani" per salvare la faccia al vecchio governo

Barbera riesce a contenere i danni. Decisiva la mediazione di Amato e del presidente Grossi, i più sensibili alle sollecitazioni di Mattarella

Il fantasma della «governabilità» aleggiava ieri nella lunga camera di consiglio nel palazzo della Consulta. Preferire il principio maggioritario che ha ispirato l'Italicum, oppure la «rappresentatività» di un sistema proporzionale, come avevano chiesto nell'udienza pubblica gli avvocati che rappresentavano i 5 tribunali ricorrenti (Messina, Torino, Perugia, Trieste e Genova) e sostenevano che questa viene prima dell'altra?

Per comporre le diverse posizioni, il verdetto ha conciliato formalmente i due valori, di fatto ha privilegiato la rappresentatività. E ha restituito la palla alla politica, che dovrà assumersi la responsabilità delle sue scelte. Ha pesato la mediazione dell'ex premier Giuliano Amato e del presidente Paolo Grossi, sensibili alle sollecitazioni del Quirinale, ed è stata scongiurata l'ipotesi più demolitoria dell'Italicum. Ha pesato il pensiero di Sergio Mattarella (ex giudice costituzionale), che risiede nell'altro palazzo del Colle e ha dettato le linee.
Il dispositivo di ieri non contiene un monito al Parlamento, perché assicuri l'«omogeneità» tra i sistemi elettorali delle due Camere, come vuole il capo dello Stato. Ma, secondo indiscrezioni, il relatore Nicolò Zanon (costituzionalista andato al Csm con il centrodestra e poi nominato alla Corte da Giorgio Napolitano) lo inserirà nella motivazione della sentenza. È attesa tra metà e fine febbraio e sarà certo molto corposa e articolata. Il monito certo non è vincolante per la politica, ma peserà.

Tra i 13 giudici si è molto discusso della necessità di esplicitare ciò che era implicito in qualsiasi sentenza su una legge elettorale, che non può mai mancare ad un Paese. E, sollecitati dal dibattito tra i politici sull'applicabilità o meno del verdetto, i giudici hanno scritto quella frase per spiegare che dopo i tagli di ballottaggi e pluricandidature il sistema Italicum rimane «immediatamente» utilizzabile. Era un'altra delle preoccupazioni di Mattarella, che ha in passato richiesto leggi elettorali sempre «pienamente operative, affinché non vi siano margini di incertezza». L'omogeneità e l'operatività oggi non ci sono, ma sono a portata di mano.

Perché i tagli sono minimi. E questo vuol dire che ha prevalso l'ala dei giudici più vicini a Matteo Renzi e al governo, ma trasversale, guidata dal costituzionalista dem Augusto Barbera, preoccupata di evitare una demolizione importante della legge. Sarebbe suonata come una clamorosa bocciatura, l'ennesima della Consulta, di un'importante riforma renziana. E avrebbe allontanato l'orizzonte delle elezioni, richiedendo un intervento parlamentare alle radici della riforma o una nuova legge elettorale. Così, invece, la linea dura di alcuni giudici è stata battuta per correzioni soft e il premio di maggioranza si è salvato. Almeno in teoria.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 26/01/2017 - 10:36

Ancora la faccia di questo razziatore notturno di conti bancari? Schifo integrale. Al cubo!

claudioarmc

Gio, 26/01/2017 - 10:37

Personale di servizio

Rossana Rossi

Gio, 26/01/2017 - 10:44

E lo schifo continua........

VittorioMar

Gio, 26/01/2017 - 10:46

...QUALE FACCIA ???..... uno si potrebbe sbizzarrire ad elencarle ..!!!

Ritratto di pippo48

pippo48

Gio, 26/01/2017 - 10:47

Amato, Napolitano e Prodi sono da 31 bis, compreso il fu Ciampi .

Duka

Gio, 26/01/2017 - 10:53

UOMINI O PUSILLANIMI? Perchè salvare la faccia a un soggetto arrogante, incapace, molto cafone che con Padoan ed i governi precedenti NON ELETTI ( o meglio eletti dal peggior presidente della repubblica ) ha fatto solo danni catastrofici dai quali ne usciremo, forse, tra 60 anni?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 26/01/2017 - 10:54

Non fanno mai nulla quando fanno qualche cosa sembrano dei lacchè strapagati ed inetti. Inutili.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 26/01/2017 - 10:55

miii la foto in primo piano di questo schifoso no eh!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 26/01/2017 - 11:02

E la PIOVRA stringe sempre di più i suoi tentacoli.

hectorre

Gio, 26/01/2017 - 11:05

siamo ancora nelle mani di simili individui....pura follia!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 26/01/2017 - 11:08

gira e rigira, sempre mafia del PD ritorna!! ma quand'è che si faranno le cose in modo trasparente, democratico e civile? ma proprio voi, che votate per il PD, osate pure fare i prepotenti dietro il monitor? :-) buffoni!!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 26/01/2017 - 11:12

Robespierre dove sei? Se ci sei batti un colpo!

coccolino

Gio, 26/01/2017 - 11:14

matteo è finito, e, se non se ne liberano subito, sono finiti anche loro.....ah, ah, ah.

coccolino

Gio, 26/01/2017 - 11:22

...ma non doveva ritirarsi dalla politica questo babbeo renzi?

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 26/01/2017 - 11:33

Ma perché addolcire la pillola. Questa é l'ennesima bocciatura del fu premier PAGLIACCIO. Come la si giri e rigiri, la palla deve tornare in parlamento dove fu forzatamente votata con la fiducia al governo. Se non é fallimento questo, cos'é?

orso bruno

Gio, 26/01/2017 - 11:39

Vil razza dannata...

aldoroma

Gio, 26/01/2017 - 12:00

Amato??????????

mariod6

Gio, 26/01/2017 - 12:03

La dittatura del PD PCI continua imperterrita. Guai a sbugiardare Renzi e i vari parrucconi che lo hanno appoggiato e coperto per portare avanti delle riforme volte solo a consolidare il controllo del PD PCI su tutto il controllabile e comandabile. Amato, poi, dovrebbe essere in galera ma continua a far danni dove si siede.

Una-mattina-mi-...

Gio, 26/01/2017 - 12:04

CI SONO FACCE CHE SOLO LE MUTANDE POSSONO CELARE e salvare: questa è una di quelle.

aitanhouse

Gio, 26/01/2017 - 12:26

inutile cercare pezze quando per salvare una faccia se ne sporcano altre: il fallimento delle tanto conclamate riforme è totale, dall'italicum alla costituzione senza poi parlare del jobs act o della buona scuola. Quel premio al 40% è solo un contentino che non sarà mai raggiunto da alcuna coalizione, se poi pd , traditori e voltagabbana dovessero riuscire nell'impresa, allora vuol significare che le persone perbene di di questo paese devono solo fare i bagagli e fuggire via per il semplice motivo che non è possibile vivere ,lavorare e produrre fra gente più che idiota, dotata di spirito di autodistruzione.

Garganella

Gio, 26/01/2017 - 12:26

Può darsi che la mia sia una domanda banale, ma : ".......motivazione della sentenza. È attesa tra metà e fine febbraio...." ci vuole così tanto tempo per scrivere questa motivazione? Qualcuno me lo può spiegare? L'Italia va così a rilento? Solo nel pagare le tasse si deve essere velocissimi!

ghorio

Gio, 26/01/2017 - 12:32

I giudici della Corte Costituzinale sono sempre di parte, altro che maestri del diritto. Oggi pro Renzi, domani pro Berlusconi e dopodomani pro Mattarella.

unosolo

Gio, 26/01/2017 - 12:33

starà facendo i due conti a quanto arrivano le sue entrate con l'ultimo aumento del 37 % mentre il popolo perde soldi e potere per deflazione , un mondo a parte quello della Casta che fanno quello che vogliono e neanche fanno rispettare le loro sentenze al governo ladro e correo.

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Gio, 26/01/2017 - 12:49

Il dottor Sottile colpisce ancora. Traditore dei socialisti e di Bettino Craxi..

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 26/01/2017 - 12:49

Passano gli anni ma il giuda di Craxi continua a far danni all'interno delle istituzioni. Repubblica cloaca.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 26/01/2017 - 13:06

L'ex braccio destro di Craxi, lasciato intoccato da Mani Pulite, perché Mani Pulite fu un golpe con mandante la finanza anglosionista che come scopo ebbe quello di spazzar via i politici che si opponevano alle SVENDITE DEL BRITANNIA 1992.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 26/01/2017 - 13:08

Uno dei grandi TRADITORI E PARASSITI al soldo della finanza Rothschild. Odiato, Frodi, Napoletame, Drago e il massone Ciampi. F E C C I A. Ma se esiste un inferno, loro saranno tutti nei bassifondi.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Gio, 26/01/2017 - 13:35

Altro disfattista..con 30 mila euro al mese di pensioni capisco perchè vuole l 'euro.pippo 48 il triumvirato che anzicchè ingrandire Roma e l'Italia come fece Crasso Pompeo...e l'altro hanno rovinato la Italia

Iacobellig

Gio, 26/01/2017 - 13:36

AMATO QUANDO FINISCE DI VIVERE SULLE SPALLE DEGLI ITALIANI?

Gasparesesto

Gio, 26/01/2017 - 13:46

Ma . .la Consulta non dovrebbe essere neutra ai giochi di potere e sentenziare in tutta libertà ed onesta ? Già . . capisco . . stiamo parlando dell'Utopia !

maurizio50

Gio, 26/01/2017 - 14:07

Non a caso i giuristi di Roma classica sostenevano :"Summa lex, summa iniuria"!!!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 26/01/2017 - 14:29

certo che sapere che l'ex tesoriere di Craxi e del Partito Socialista Italiano siede negli scranni della Corte Costituzionale ... fa venire i brividi !

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/01/2017 - 14:39

La legge Renzi stabilisce che al partito che alla Camera ottenga il 40% dei voti validi è attribuito un premio di maggioranza di 340 seggi (pari al 54%). In origine il limite era più basso (il 37%), ma fu poi alzato al 40%, mi pare dopo che Renzi aveva ottenuto un esplosivo 41% alle elezioni europee, guarda caso. Per i professori che si sono espressi ieri il 40% va bene, mentre il 60% disperso fra più partiti non conta niente. Più corretto è il sistema francese, che del resto è stato da noi applicato per le amministrative recenti, che prevede il ballottaggio fra i due partiti "maggiori". Perché tale sistema non può essere applicato anche per le elezioni politiche? Forse perché Renzi sa bene che così certamente perderebbe, come avvenuto a Roma? Così è se vi pare.

unosolo

Gio, 26/01/2017 - 14:45

se sai come nascondere vizi e vizietti fai carriera e mai ti potranno accusare , ce ne sono di politici che riescono a non figurare magari nascosti nelle loro stesse fondazioni , a cosa servono se non a nascondere illeciti ? strano ma queste fondazioni non è che vengono veramente usate per non entrare in disgrazia alla GdiF.,.