Il leader degli islamici d'Italia vuole rifilarci milioni di profughi

Izzedine Elzir, presidente dell'Ucoii, ci bacchetta: "Invece di sollevare polemiche politiche i presidenti delle Regioni dovrebbero aprire le porte"

Il dramma dell'immigrazione? Più che una tragedia, potremmo considerarla benzina per la nostra economia. E guai a parlare di invasione: se Turchia e soprattutto le piccole Tunisia e Giordania ospitano milioni di profughi, potrà certo riuscirci anche l'Italia. Pensieri e parole di Izzedine Elzir, imam di Firenze e presidente dell'Ucoii, l'unione delle comunità islamiche italiane, intervistato ieri da Klaus Davi sul suo canale Youtube «klauscondicio».

I barconi pieni all'inverosimile, i sospetti che a gestire il business delle «partenze» nel caos libico siano i fondamentalisti, il ripetersi di drammatici naufragi e l'emergenza endemica nei campi di accoglienza sovraffollati, insomma, se non sono questioni secondarie lasciano perlomeno il tempo che trovano. I problemi ci sono, concede l'imam fiorentino, invitando a sostenere la creazione in Libia di un «governo di unità nazionale» che «controlli il territorio» e «organizzi» - ma non fermi - i «flussi».

Ma invece di sollevare polemiche «politiche» annunciando di non voler accogliere altri immigrati, i presidenti di regione - soprattutto quelli del centro-nord - dovrebbero smettere gli abiti da esponenti di partito e aprire piuttosto le porte dei territori che amministrano, «certamente governando» i flussi, ma senza lasciarsi sopraffare dalle difficoltà.

Perché Elzir ricorda che seppure in alcune realtà ci possono essere problemi, ci sono «piccoli Paesi» come per esempio la Giordania, paragonabile a «una delle nostre regioni» che pure ospita nei suoi campi «più di un milione di profughi siriani». E così pure la Tunisia «che è in grandissime difficoltà» ma «ha avuto un milione di profughi». Insomma, per l'imam di Firenze «noi spesso facciamo propaganda per creare paura», ma in realtà «abbiamo la capacità per accogliere e anche bene». E pazienza se le condizioni di vita degli ospiti nei grandi campi profughi in Giordania e in Tunisia siano spesso considerate a dir poco precarie dalle stesse organizzazioni umanitarie: il paragone resta quello, più dimensionale che qualitativo, ma tant'è.

D'altra parte, prosegue l'imam fiorentino che presiede l'unione delle comunità islamiche d'Italia, accogliere il flusso di disperati che arrivano via mare non è solo un nostro «dovere civile, etico e morale», ma anche un'opportunità. Perché «è tutto spesato dall'Europa, non è che paghiamo noi», e «anzi, come italiani, noi abbiamo interesse, perché per ogni persona ospitata vengono spesi dall'Ue soldi che fanno girare l'economia locale». E poi in fondo una volta sbarcati qui gli immigrati puntano al Nord Europa, aggiunge l'imam, perché pure loro «conoscono i problemi economici dell'Italia».

Il messaggio è diretto ai governatori delle regioni «del centro nord». Elzir non fa nomi, ma ribadendo che Lombardia, Veneto, Piemonte, Toscana e Marche possono «come minimo» accogliere centinaia di migliaia di immigrati, il presidente Ucoii bacchetta chi «fa il rappresentante del suo partito invece di fare il presidente di regione», e definisce «ipocrisia della politica» non accettare la «realtà», ossia che «l'immigrazione c'è».

Dunque i «governatori responsabili» dovrebbero solo «cercare di gestire questi flussi», ma non «creare propaganda», ammonisce Elzir. Perché «se la Lombardia dice di non poter accogliere nessuno, questa è una falsità», insiste l'imam di Firenze, che spende parole al miele solo per la «sua» Toscana («A essere sincero sta facendo bene, è un esempio positivo», spiega), invitando le altre regioni a chiedere fondi all'Europa «che finanzia progetti di accoglienza per i flussi di immigrazione e per i richiedenti asilo» e il governo a «fare di più». Dire di «no» a una «realtà che c'è» semplicemente non si può, come pure è impensabile «chiudere i confini» perché i disperati, conclude Elzir, arriverebbero lo stesso rischiando la vita sui barconi. Tanto vale rassegnarsi, aprire le porte. E guadagnarci qualcosa.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 26/04/2015 - 08:20

visto? già pensano di comandare al nostro posto, come se l'italia non fosse piu nostra, ma un paese di proprietà degli islamici.... questo accade con la complicità del PD, che NON fa nulla per contrastare! basti rileggere i commenti di boldrini sugli immigrati, e le dichiarazioni dell'europa sugli immigrati, su renzi che non fa nulla (oppure lo fa ma per danneggiare il paese), ecc.... e ci renderemo conto che il PD fa letteralmente MAFIA!!!! un governo mafioso, delinquenziale, corrotto, che vuole farci credere che qui è tutto a posto, tutto sotto controllo.... e i scemi di sinistra come ERSOLA, TOTONNO58, ATLANTICO, GZORZI, XGERICO, SCHIZZO, 82MASSO, SNIPER, UBIDOC, TZIGHELTA, ANTONIOBALL73, MARK61, ecc continuano a criticare berlusconi, senza capire che è proprio il PD a fare questi danni....

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 26/04/2015 - 08:25

Una volta superata SUPERIORITÀ numerica, FARANNO COME HANNO FATTO GLI SPAGNOLI, CON LA MAGGIOR PARTE DELLE ISOLE DA LORO COLONIZZATE !!!

elgar

Dom, 26/04/2015 - 09:36

Perchè chiede di aprire le porte? come se fino adesso fossero state chiuse. Sono anni ormai che è un flusso continuo di questa gente. E l'Italia ormai è diventata un disordinato bazar per non dire altro.

Giorgio5819

Dom, 26/04/2015 - 10:12

Apriamo le porte, apriamo le porte delle galere e riempiamole dei lercioni come questo invasato che pensa di comandare a casa nostra. Quando l'Italia sara' liberata dai comunisti questi personaggi saranno i primi a dover scappare.

Ritratto di Nopci

Nopci

Dom, 26/04/2015 - 10:15

ITALIARABIA 2015-2018

buri

Dom, 26/04/2015 - 11:20

quello non ga ancora xapito che non vogliamo altri spaxxiatori o candidati yrttoisti, e poi vengono qui, non rispettano le nostre leggi e le bostre regole, anzi pretendono di imporci le loro, già questo p un buopn motovo per non volerli

piertrim

Dom, 26/04/2015 - 11:40

Bene, ben detto. Ascoltiamo Elzir facciamoci invadere ancora più velocemente dall'Islam, poi, dato che siamo infedeli, pagheremo le tasse a loro e forse sarà meglio che pagarle ai cialtroni che ci governano.

killkoms

Dom, 26/04/2015 - 12:04

perché non li mandate dai ricchi "fratelli islamici" del golfo?no!quelli i neri (anche se islamici) non li vogliono!anzi,assimilano agli stessi,anche i "fratelli arabi" del nordafrica,ai quali l'accesso ai paesi del golfo è precluso (tranne qualche egiziano)!

Giovanmario

Dom, 26/04/2015 - 13:31

è come la corsa all'oro dell'800.. la speranza di una vita migliore per cui valga la pena rischiare.. un'illusione nata da una falsa idea che in europa e in italia ci sia la ricchezza: l'euro che fino a qualche mese fa valeva molto più del dollaro che già per queste popolazioni era una valuta ambitissima, i servizi sociali, ospedali, medicine gratuite (ma quando mai se lo potrebbero sognare in africa?).. per loro migrare è quasi un obbligo e mandano avanti figli, mogli che una volta arrivati a destinazione chiederanno il ricongiungimento familiare e così da centinaia di migliaia diventeranno milioni e non ci sono alternative a meno che non si ridimensioni quell'immagine del benessere che ci siamo costruita in settant’anni dalle rovine della guerra e come? non con le foto di valeria marini o barbara d'urso ma con le foto di quelli che rovistano nei cassonetti o vivono nelle automobili.. ma queste cose renzi non le conosce.. perchè è un ipocrita come tutto il pd

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 26/04/2015 - 13:57

Cribbio, a sentire questo tizio sembra che sia il portavoce ufficiale dei sinistrati italiani.

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 26/04/2015 - 16:47

Questo lider delgli Islamici si è sbagliato, CON LE FOIBE.

Mackeeper

Dom, 26/04/2015 - 18:48

Izzedine Elzir chiede alle regioni di aprire le porte ai profughi. Bene! Noi siamo pronti ad aprirle, però solo quelle dei vespasiani.

Mackeeper

Dom, 26/04/2015 - 18:53

Ucoii= Unione centrale operativa islamici Imbecilli.

seccatissimo

Mar, 05/05/2015 - 03:19

Ma non c'è qualcuno, magari un malato terminale, che abbia voglia di fare qualcosa di molto buono ed encomiabile per l'Italia e a questo Izzedine Elzir gli spara in bocca ? In casa mia decido io chi lasciar entrare e per me un qualsiasi molto probabile potenziale criminale terrorista musulmano come questo presuntuoso beduino non ha alcun titolo né diritto a suggerire, chiedere o pretendere alcunché da noi italiani! Se nessuno se la sente di eliminarlo per tempo, almeno al più presto cacciamolo a calci nel deretano e che torni da dove è venuto. E' un personaggio indesiderato !

Altoviti

Mar, 05/05/2015 - 07:36

Le moschee vanno chiuse. L'Islam è una setta, non è una religione.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 05/06/2015 - 16:51

UCOpII: UNIONE CENTRALE OPERATIVA PER ITALIANI IMBECILLI. Se desidera rispettare il concetto cristiano della carità può benissimo andare in mezzo al Sahara e colonizzare quelle sabbie: con tutto quello spazio che si ritrova intorno in poco tempo fonderebbe il più grande califfato dell'emisfero boreale. Ma bisognerebbe sapere come la intenderebbero i suoi fratelli di fede: se non fai quello che ti dico ti taglio la testa ... due galli in un pollaio sono uno di troppo.

angelovf

Sab, 13/06/2015 - 08:47

Mandateli a casa questi predicatori, senza troppi complimenti, e se la politica li difende imputali come fiancheggiatori, i giudici sanno come fare, quelli che non guardano la poltrona, sono anche loro italiani, e non credo che gli piace questo scempio della nostra terra

angelovf

Sab, 13/06/2015 - 08:50

Votate a chi queste cose non piacciono, non importa chi, ma state attento hai camaleonti