Il Cavaliere prepara "il tour delle cento province"

Il leader di FI ai suoi: pescheremo nell'astensione. Prove tecniche di scissione verdiniana

Berlusconi raduna i big del partito a palazzo Grazioli e fa il punto della situazione. Specie su Forza Italia, movimento nel quale le fibrillazioni politiche restano elevate; come elevato è il segno «rosso» per quanto riguarda le proprie casse. Attorno al tavolo ci sono i capigruppo di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani; la plenipotenziaria sui conti, Mariarosaria Rossi e il neo governatore della Liguria Giovanni Toti; la responsabile comunicazione Deborah Bergamini; ma anche Maurizio Gasparri, Annamaria Bernini e Mariastella Gelmini. Tutti attorno al leader che, raccontano, «rispetto a quanto gli sta accadendo è sereno e determinato». Il riferimento è all'assalto giudiziario che non si placa: due giorni fa la condanna per il caso De Gregorio mentre oggi sarà in Puglia a testimoniare al processo Tarantini. Eppure Berlusconi non si scompone più di tanto e alcuni uomini a lui vicini negano un'eccessiva ira nei confronti della magistratura. Come se ormai ci avesse fatto il callo. Non lo scuote particolarmente neppure l'ultimo schiaffo: quello del colpo di forbice al vitalizio da senatore assieme ad altri sette suoi ex colleghi.

Berlusconi pensa sempre a come far ripartire Forza Italia e chiede a tutti di dire la propria, specie alla luce degli ultimi sondaggi. Analisi in chiaro-scuro: gli azzurri sono stabili all'11% ma la somma dei partiti che formano il centrodestra dà un ottimo risultato. Sarebbe testa a testa col Pd. Certo, Forza Italia sembra avere i motori ingolfati; «ma adesso ho intenzione di far partire il mio tour delle 100 Province. Dobbiamo pescare nel mare immenso dell'astensione; dobbiamo tornare in mezzo alla gente e invertire la tendenza per cui la maggior parte degli italiani ora è schifata dalla politica».

Facile a dirsi, più difficile a farsi anche perché le casse del partito piangono. A questo proposito parte il richiamo: «Tutti devono versare i propri contributi al partito». Sforzo titanico su cui sta lavorando Mariarosaria Rossi. Già di per sé è complicato chiedere ai parlamentari di mettere mano al portafogli per rinunciare a qualche euro; figurarsi se all'interno del partito rimangono i mal di pancia. Malumori sulla linea politica emersi anche ieri dove, alla Camera, i verdiniani si sono fatti sentire. Sulla riforma della scuola, infatti, D'Alessandro, Parisi, Faenzi e Mottola hanno votato «sì» in difformità dal gruppo mentre Centemero e Abrignani non si sono fatti vedere. Un segnale, preludio allo strappo? D'Alessandro nega ma intanto, al Senato, il verdiniano Riccardo Conti lascia il gruppo di Forza Italia per approdare al Misto.

Pare invece a un passo dal perfezionarsi la frattura dei fittiani anche alla Camera: giovedì prossimo è probabile la costituzione del gruppo autonomo dei «Conservatori e riformisti» anche a Montecitorio. Berlusconi fa spallucce: li considera già fuori da un pezzo. E, forse per tirarsi su il morale, si concede la visione di alcuni filmati del deputato-imitatore Simone Baldelli.

Commenti

procto

Ven, 10/07/2015 - 09:34

L'ennesimo annuncio che prelude all'ennesimo nulla di fatto. Attendiamo con trepidazione il prossimo slogan che parli di "svolta", "cambio di marcia" o "accelerazione". Nel frattempo, lo squalo Verdini nuota verso acque più pescose.

linoalo1

Ven, 10/07/2015 - 09:51

Peccato solo,che sia troppo tardi!!Perchè,ormai,i Sinistrati,hanno conquistato tutta l'Italia!!!!

ghorio

Ven, 10/07/2015 - 09:55

Parlare di "tour delle cento province", quando le province dovrebbero essere abolite e cancellate dalla Costituzione mi apre uno slogan sbagliato. Semmai di dovrà dire vado in giro per l'Italia e, al massimo citare le regioni, anche se questa istituzione va ridimensionata per il bene dell'Italia.

syntronik

Ven, 10/07/2015 - 10:22

Dopo che gli italiani hanno scoperto che era meglio quello che era peggio, è possibile riemergere, dai catastrofici errori che hanno fatto in questi anni, "quelli che dovevano fare meglio" non credo sia possibile recuperare, le casse sono vuote, e sono aumentate le spese per fare il nulla, oramai non ci sono più risorse, quelle poche gia spese per sovvenzionare il magnati della finanza inutile.

maurizio50

Ven, 10/07/2015 - 10:23

Motori ingolfati? Forza Italia era un'accozzaglia di personaggi, diversissimi per impostazione, convinzioni, tradizioni, uniti soltanto da uno scopo: quello di mettersi a far politica nel proprio esclusivo interesse! Le vicende degli ultimi anni lo hanno dimostrato: fuori dal potere i ladroni sono andati in cerca del potere e quindi , in tutti i modi possibili, in aiuto a chi governava! Di lì l'impressionante diaspora dei voti quando la gente ha capito che, purtroppo, con il Cavaliere si erano messi autentici banditi, pronti ad ogni schifezza per conservare la sedia!!Unica consolazione: son finiti tutti nel carrozzone di Renzie!!!

Ritratto di depil

depil

Ven, 10/07/2015 - 10:44

riempia l'Italia e l'Europa con il nuovo simbolo che identifica la magistratura italiana ovvero una toga con in testa una coppola e al posto della bilancia una stella a 5 punte ed il compasso massonico.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 10/07/2015 - 10:56

Renato Brunetta e Paolo Romani Mariarosaria Rossi e Giovanni Toti e Deborah Bergamini e Maurizio Gasparri, Annamaria Bernini e Mariastella Gelmini. Il nuovo che avanza. Con questi nomi arriveremo sicuramente primi.

zagor

Ven, 10/07/2015 - 11:04

Il leader di FI ai suoi: pescheremo nell'astensione....con quali esche cavaliere con quelle del Milan? Ma ormai anche quelle sono sopite.

Rossana Rossi

Ven, 10/07/2015 - 11:21

Bisogna buttare fuori tutte le zavorre alla verdini che fanno da stampella a questo ennesimo pseudo-governo usurpatore pur di mantenere la sedia. Il compito resta comunque difficile perchè la dittatura delle capre rosse si è ormai instaurata in tutti i gangli di questo povero e disastrato paese e fanno e disfano a loro piacimento infischiandosene bellamente di regole leggi e costituzione........

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 10/07/2015 - 11:41

#Rossana Rossi Non è più semplice buttare fuori, "tout court" il compiacente contenitore che ospita Verdini?

syntronik

Ven, 10/07/2015 - 11:43

E chi ha detto che hanno conquistato l'Italia, aspetta ancora un po', che vengano a mancare i soldi per pagare gli stipendi, poi vedrai come si svegliano gli italiani, stanno sempre buoni, ma quando li porti al livello minimo della sopportazione, vedrai che svegliata che si danno, dopo ci sarà da ridere, ovviamente dopo aver pianto.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 10/07/2015 - 12:01

Mancano il tempo, la voglia, la fiducia, i soldi, il lavoro, la speranza, manca tutto. In compenso siamo invasi dai musulmani che da imbelli siamo andati a raccogliere. Non sanno fare niente, bisogna alloggiarli, mantenerli, istruirli, curarli, sperando che un giorno ci paghino la pensione. Peggio di così non si poteva fare e adesso è tardi.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 10/07/2015 - 12:07

Tutta l'Italia lo attende con fede, ansia e trepidazione. Il popolo vuole riconfermaGli, con oceanica partecipazione, l Sua investitura a leader dei moderati.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Ven, 10/07/2015 - 12:14

Ora ci sono i bianchi, i rossi, e il verdone = estinzione.

agosvac

Ven, 10/07/2015 - 12:50

Il problema verdini, tanto temuto da alcuni ed auspicato da altri è un "non problema". Verdini è come fu a suo tempo Casini o più recentemente fini: è una persona il cui potere discende dall'essere stato scelto da Berlusconi, non ha un suo seguito politico il che significa che se si presentasse a prossime elezioni da solo, probabilmente non sarebbe neanche eletto. Un po' come alfano ed i suoi accoliti dell'NCD: nessuno di loro ha la certezza di potere essere eletto senza FI e Berlusconi. Sono tutti voti che nel caso di elezioni politiche riconfluirebbero in FI.

nevio.venier@gm...

Ven, 10/07/2015 - 12:55

Niet il mio voto fin quando c'è Verdini.

agosvac

Ven, 10/07/2015 - 12:56

Egregio marino birocco, "stia sereno" lei ha renzi che vincerà tutto!!!!Però, c'è un però grosso come una casa: come mai, pur con un'affluenza minima alle urne, cosa che aveva sempre privilegiato le sinistre, renzi è riuscito a perdere una regione importante come la Liguria??? Stia sereno, birocco, lei ha renzi!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 10/07/2015 - 13:06

Purtroppo a furia di scissioni che sono salutari perché si scrosta un po' di feccia dal partito di fi resterà poco. Forse B capirà il perché del suo fallimento, la ciurma era inadeguata.,

Ritratto di kanamara

kanamara

Ven, 10/07/2015 - 13:13

Mi sembra una buona Idea (anche il titolo è suggestivo): in india, c'è un governo "Forza-India", in Russia c'è un governo "Forza-FSB.Putin", in Argentina c'è un governo "Forza-De Kirchner", in Cina c'è un governo "Forza-Han", in Sud-Africa c'è un governo "Forza Sud-Africa"... l'unico Stato che non ha completato la legislazione dei governi "Forza-" è il Governo Italiano (ma, rispetto all'ultima volta che Si è provato a governare; stavolta, la Russia NON è più nel G7 (ma NON si dimentichi che siamo nel G6, senza la Russia & i B.R.I.C.). Se lae proposte saranno interessanti io le voterò (come ho votato qualsiasi partito, fino ad ora(ma l'unica volta che ho votato e vinto è stato NCD, con un candidato, ora in €uropa)

Ritratto di N€UROlandia.

N€UROlandia.

Ven, 10/07/2015 - 13:37

"il leader di fi ai suoi",un momento ma (ormai) chi sono i suoi?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 10/07/2015 - 13:54

rossanarossi,sono anni che buttate zavorre,non a caso siete al 10% ,e di zavorre ne escono sempre di nuove.Non sara' che forse il problema delle zavorre e' proprio alla base del vostro partito?

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 10/07/2015 - 16:59

Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.