Il leader leghista gioca la partita della vita: ecco che cosa rischia sulla vicenda Aquarius

Dalla rappresaglia di Francia e Germania alla crisi dell'esecutivo al pericolo attentati; il vicepremier si è esposto ed è nel mirino di nemici che possono fargliela pagare cara

Salvini si sta giocando una partita decisiva ma molto delicata. I rischi politici del braccio di ferro sulle navi delle Ong cariche di immigrati da accollare invariabilmente all'Italia sono alti, anche se il dividendo di consenso che il capo della Lega sta raccogliendo lo è altrettanto.

Se il successo del Carroccio alle comunali può valere anche come un sondaggio del gradimento di Salvini al Viminale, il responso popolare sembra premiare la linea dura impressa dal ministro leghista nella gestione dell'immigrazione. Già l'ultima rilevazione Ipsos sulla popolarità dei leader indicava proprio in Salvini il capo politico più apprezzato, e questo prima della svolta sui barconi che non può che rafforzare il consenso del segretario della Lega. Salvini però si sta mettendo di traverso ad un vasto sistema di interessi, politici e finanziari (e anche criminali), pronti a farla pagare cara. Una materia incandescente che può esplodere con conseguenze non solo sull'inquilino del Viminale ma sul governo italiano.

Sono cinque gli scenari di rischio che ci vengono in mente nella vicenda Aquarius. Primo, l'emergenza sanitaria, un incidente, magari un morto tra i migranti imbarcati, magari una donna incinta, o peggio ancora una tragedia in mare aperto. Se capitasse qualcosa sulla nave tra le 600 persone a bordo in condizioni precarie, si riverserebbe sul ministro e quindi sull'esecutivo italiano l'accusa di essere gli unici responsabili. Una situazione a quel punto difficile da far rientrare rispetto all'opinione pubblica, tanto che non è raro trovare tra i sostenitori della linea Salvini chi pensi che la strategia della Ong sia proprio questa: esasperare la situazione, portare la tensione al limite alzando il rischio di un incidente, quasi cercandolo.

Altro rischio concreto, un conto salto da pagare a Bruxelles, su pressione dei Paesi più urtati dallo stop di Salvini (Francia, Germania, ovvero i due membri più influenti del club europeo) agli sbarchi selvaggi sulle nostre coste. Non è un mistero che il maggior carico di costi e problemi assunto dall'Italia per gestire in solitudine le ondate migratorie dal nord Africa, sia stato messo sul tavolo europeo per ottenere in cambio qualche sconto sui parametri da rispettare nel bilancio pubblico italiano. Come ha ricordato l'ex ministro degli Esteri Emma Bonino, Renzi da premier «barattò i soccorsi in cambio della flessibilità sui conti». Se Salvini mette fine al libero sbarco in Italia, magari costringendo altri paesi come Francia e Spagna a prendersi la loro quota di barconi, ci sarà poi poca voglia in Europa di fare sconti all'Italia.

C'è una terza fonte potenziale di problemi conseguenti al cambio di linea dell'Italia, da ventre molle a paese che controlla severamente i propri confini. Una delle ragioni, a detta degli esperti di intelligence, per cui l'Italia è stata risparmiata dagli attacchi terroristici è che è la penisola è servita alle organizzazioni del terrore come base logistica e porta di accesso all'Europa, attraverso le rotte dei migranti. Paradossalmente, sanare la falla italiana sugli sbarchi farebbe cadere questo status privilegiato. Ma ci sono anche risvolti politici aperti. Come il fuoco amico che potrebbe scatenarsi su Salvini. Se il pressing internazionale sull'Italia per tornare nei ranghi si intensificasse, non si può scommettere su una fedeltà infinita del m5s ad un alleato occasionale come la Lega. Ultimo rischio: se dovesse traballare Salvini, traballerebbe il governo, di cui non è un semplice ministro ma uno dei due azionisti di maggioranza.

Commenti

Giorgio5819

Mer, 13/06/2018 - 09:01

Purtroppo i nemici più pericolosi e schifosi per Salvini , sul problema migranti, sono in Italia... le coop e le menti della sinistra ( creatrici organizzatrici e sostenitrici del business migranti ) stanno impazzendo di rabbia per i mancati introiti futuri legati alle nuove regole proposte da Salvini. I vermi sono tutti in Italia...

gneo58

Mer, 13/06/2018 - 09:03

come dire o si fa come vogliamo noi o si fa come vogliamo noi - attenzione che la popolazione e' al limite e quando non c'e' giustizia poi esplodono gli estremismi - i trafficanti di uomini devono stare bene attenti - a tutti i livelli.

Maura S.

Mer, 13/06/2018 - 09:04

Un leader deve avere il coraggio delle sue azioni, non come gli ultimi così chiamati capi di governo che hanno sempre piegato la testa agli ordini dei caporioni della UE e delle associazioni a delinquere quale Soros and Co. Comunque 'Europa si sta svegliando.

cla_928

Mer, 13/06/2018 - 09:05

Sempre con Salvini che è l'unico che ha dimostrato di avere le palle in Italia

pisopepe

Mer, 13/06/2018 - 09:07

MA CHE PAGARE CARA SI ASSUMA LA SUA RESPONSABILITA' DI RAZZISTA FASCISTONE SARA GIUDICATO AL TRIBUNALE INTERNAZIONALE SPERATE CHE NON ARRIVI UN MORTO A VALENCIA ALTRO BULLISMO INTERNAZIONALE E UN POVERO IGNORANTE PERICOLOSO

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 13/06/2018 - 09:10

stessa cosa con i furti in casa.Li lasciano liberi di agire e tu non puoi sparare devi essere inerme contro chi ti invade la casa, altrimenti sei condannato per esserti difesi. Questo è il clima che c'è. Finchè è solo in casa, dispiace peril malcapitato, ma qui si sta mettendo a rischio tutto il Paese, facendoci invadere da milioni e milioni non più da poce centinaia di migiaia. L'economia cadrebbe ugualmente, non parliamo poi della sicurezza e della nostra esistenzache sarà apocalittica. La sxsta giocando con il fuoco, ma tanto a loro che importa è quello che vogliono distruggere e distruggere.

Altaj

Mer, 13/06/2018 - 09:20

Le ONG vanno processate per traffico criminale di esseri umani. In galera tutti questi profittatori !

Holmert

Mer, 13/06/2018 - 09:35

Salvini si dovrebbe impegnare con il governo di cui fa parte,ad indire un referendum sulla immigrazione ,almeno saranno gli italiani a stabilire una volta per sempre se vogliono che le cose continuino alla maniera dei "comunisti e catto", almeno ci sia un blocco ,magari con un massimo annuo da non superare. E' l'unica soluzione.Poi se vinceranno i sì alla immigrazione selvaggia, ce ne faremo una ragione. Il popolo è sovrano. Molte nazioni lo hanno fatto, vedi Svizzera,perché non dovrebbe farlo l'Italia?

veromario

Mer, 13/06/2018 - 09:36

allora secondo chi ha scritto l'articolo dovremmo continuare a dire signor si fare il maggiordomo a francia e germania.

tonipier

Mer, 13/06/2018 - 09:37

"DA LIBERALE DICO CHE SALVINI TIENE DIETRO DI SE UN POPOLO CHE LO SOSTIENE" ( NON RISCHIA NULLA) Ad ogni ingrandimento della sfera del noto corrisponde l'ingrandimento della sfera dell'ignoto, ha ammonito Herbert Spencer, e Socrate ha insegnato: " sapere di non sapere nulla è il principio della vera saggezza".

venco

Mer, 13/06/2018 - 09:38

E chi se ne frega, Salvini risponde alle volontà degli italiani. In Italia la sovranità spetta al popolo, non ai burocrati europei.

Blueray

Mer, 13/06/2018 - 09:42

Analisi perfetta Bracalini, ma Salvini non è uomo delle mezze misure. Si poteva fare tutto con più far play e senza tanti proclami? Certamente sì, ma lo scopo suo è quello di agguantare una valanga di voti e porsi a capo del cdx. D'altra parte non c'erano altre alternative. Nella mia sfera di cristallo c'è comunque l'annientamento dell'Italia con lo spread e con la troika. Queste rivoluzioni nell'era globale non sono più fattibili da soli, serve un consenso extra nazionale proprio perché interessi e legami sono sovranazionali. Nell'attesa un suggerimento a Salvini, niente piazze e scorta blindatissima.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 13/06/2018 - 09:54

Se davanti al rischio di rappresaglie e vigliaccate varie uno si dovesse fermare e piegare sempre la testa, anche davanti alla protervia di chi ci vuole imporre ciò che a casa sua non accetterebbe mai di dover subire, allora resterebbe sempre un servo, un mezzo uomo senza libertà. Salvini non è di quella pasta, l'ha sempre detto e lo sta dimostrando; questo sono arrivati a capirlo anche coloro che fino a ieri lo attaccavano. Abbiamo un leader, finalmente, che chiede rispetto e pari dignità ai partner UE, anche quelli che sono entrati dopo mentre noi siamo tra i soci fondatori. Quanto ai finti profughi, che non sono altro che gente in cerca di migliori condizioni di vita, sanno bene il rischio che corrono e su mettono in mare per farsi subito soccorrere. Basta con la commedia, è durata anche troppo. I veri poveri sono rimasti a casa, in africa.

amedeov

Mer, 13/06/2018 - 09:56

Nell'articolo si evince che: Se ci scappa il morto sull'aquarius la colpa ricade sull'Italia. E perchè non farla ricadere su malta che ha negato per primo l'attracco della nave? Fino ad ora francia e germania sono state benevole con l'Italia con qualche sconto sui parametri da rispettare. Così ora abbiamo più debito e più clandestini che dobbiamo gestire con il rischio dell'entrata della troica europea. Ma forse era propio questo che l'europa voleva e i governo che hanno governato gli ultimi 5 anni sono cascati nella trappola

Holmert

Mer, 13/06/2018 - 10:12

Dici bene Tonipier, Salvini tiene dietro di sé un popolo che lo sostiene e questo si capisce dai voti che la lega ha conquistato da quando c'è lui. Però c'è un però. La maggioranza silenziosa non è mai servita.Qui ci vuole gente che scenda in piazza, come fanno loro che occupano tutto quello che c'è da occupare e si fanno sentire ad alta voce.Finché la maggioranza rimane rintanata dentro le mura di casa, vinceranno le minoranze rumoroso e barricadiere. Una volta c'era il MSI di Almirante che si faceva sentire, ma Fini lo ha distrutto. Bisogna dare man forte a Salvini scendendo in piazza. Dov'è la lega pronta a scendere in piazza come amava ripetere Bossi? Io non la vedo, tranne quando va a Pontida a fare bagordi, tra frizzi e lazzi.

DRAGONI

Mer, 13/06/2018 - 10:52

ATTENTATI? CAUSEREBBE, A FUROR DI POPOLO, IL RITORNO A NUOTO IN AFRICA DEI NON ITALIANI DA LI PROVENIENTI.

oracolodidelfo

Mer, 13/06/2018 - 11:02

pisopepe 9,07 - mistificatore! Se non era per Salvini che ha mandato sull'Aquarius medici, assistenza sanitaria, acqua e cibo....per MSF Aquarius e per colpa del suo criminale Comandante, quei clandestini erano in seria difficoltà. Il Comandante non si è degnato neanche di rispondere alla proposta di Salvini di trasbordare donne bambini. E l'Aquarius dice che il suo scopo è salvare vite umane? Lo scopo di questi negrieri è di riempire il portafoglio! Stia zitto, ipocrita, fariseo mistificatore!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 13/06/2018 - 11:09

si ma basta, lo stesso.

giancristi

Mer, 13/06/2018 - 11:15

I nemici più schifosi sono il Pd e i cattolici. Le coop, la Caritas e compagnia bella intrallazzano con il traffico dei migranti. Mafia Capitale ha scoperchiato il vaso di Pandora, ma ci sarebbe ben altro da investigare. Naturalmente quelli che vogliono la legalità, sono fascisti, razzisti, xenofobi, ecc. Il tutto con la benedizione del bamboccio vestito di bianco.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 13/06/2018 - 11:23

Le ONG (ed il loro finanziatore Soros) non staranno certamente a guardare. La catastrofe umanitaria, con centinaia di morti affogati, è da tempo allo studio dei loro migliori registi. Si aspetta solo l'occasione propizia per provocarla ad arte.

CidCampeador

Mer, 13/06/2018 - 11:25

La cifra che un "profugo" deve spendere per pagarsi la traversata va tra i 7/8 mila euro che quando presi a prestito dalle varie mafie sale anche a 20/30 in particolare per le donne. Con quella cifra in africa dai avvio ad una attivita' commerciale piu' che dignitosa e o acquisto di terreni ed immobili. Chi intraprende questa via sa bene il rischio a cui va incontro pertanto la reponsabilita' e sua non di Salvini o di qualsiasi altro che non ci guadagna sopra.

Libertà75

Mer, 13/06/2018 - 11:33

@pisopepe, certe che voi razzisti puntate sempre al morto, siete un po' squallidi ad augurarvi sempre la morte di qualcuno, intanto mi sembra palese che tu stia affermando la responsabilità della sinistra nelle precedenti morti... e quindi confermi il totale squallore che occupa il vuoto morale che avete dentro

ilpassatore

Mer, 13/06/2018 - 11:36

Salvini sta mettendo in gioco la sua pelle per salvare l'Italia dalla rivoluzione - il popolo e'al limite max - che gli spiriti ci aiutino.

kyser

Mer, 13/06/2018 - 11:38

Il rischio terrorismo esiste. Ma non possiamo farci condizionare da questo, altrimenti saremmo complici degli stessi terroristi. Un conto è giustificare l'accoglienza di migliaia di migranti e promuovere leggi sull'immigrazione in base al principio della libera circolazione e inesistenza dei confini (sbagliatissimo a mio avviso ma esiste libertà di pensiero per fortuna), un altro sarebbe usare come argomento il rischio del terrorismo per criticare le misure severe volute da Salvini. Questo sarebbe comportamento invece criminale e spero che nessuno cada in questo tranello a fini politici.

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 13/06/2018 - 11:44

Intanto, Aquarius porta in gita turistica i clandestini che gli sono rimasti a bordo, costeggiando le coste della Sicilia, anziché scegliere la rotta più breve per Valencia. E diranno ai passeggeri: "Vedete dove volevamo portarvi e dove volevate andare? Tutta colpa di quel razzista di Salvini, che vi vorrebbe tutti col visto turistico".

Ritratto di lange

lange

Mer, 13/06/2018 - 11:54

Quanto qui espresso sono scenari del possibilismo che altrettanto possono essere contradetti da altri fatti, eventi, posizioni. Il bullismo internazionale pilotato ed interessato può andare avanti. Noi saremo compatti e uniti e andremo sulle strade se Salvini è messo in pericolo. Il rovescio della madeglia sarebbe allora: facciamo dire dagli altri cosa facciamo in casa. NON è accettabile. Salvini sta provocando un cambiamento di rotta e un tavolo di discussione effettivo ed efficace. DOT. perché al parlamento europeo stanno dormendo da decine d´anni ed in altri paesi come Germania, si sta altrettanto evitando di prendere il toro per le corna. BASTA ora ... non si può più non chiamare il pane pane!

Ritratto di lange

lange

Mer, 13/06/2018 - 11:58

@pisopepe .. sei squalido come i tuoi commenti in maiuscolo. Voi della sinistra non sapete più distinguere il nero dal bianco, ma rimane pure il livore della vs faccia e della perdita subita a tutti i livelli. Ultima domanda: sei un italiano o solo un tesserato?

Ritratto di lange

lange

Mer, 13/06/2018 - 12:07

@pisopepe... è ovvio che per te una lettura obbiettiva dei fatti ti fa "vomitare", quindi scrivi commenti da estrema sinistra. Ma tu quanti "rifuggiati" ospiti a casa tua? e quanti ne hai impiegato nella tua azienda. E quanti ne vorresti arrivare nel tuo paese. E quanto vorresti dare del tuo stipendio per sostenere le ONG a salvare "i poveri rifuggiati". Certo che si tratta di bisognosi, ma il mondo è grande, e qui puzza di disegno dei massoni nel voler distruggere piano,piano l´Italia. vai a farti un piso.. pepe

Maver

Mer, 13/06/2018 - 12:11

Articolo veritiero come pochi. Fa male vedere steso nero su bianco ciò che molti avevano già intuito da tempo: la consapevolezza di essere stati sino ad ora guidati da una classe politica che al di là delle divergenze di facciata è concorde nel ritenere che l'unica sopravvivenza possibile per la nostra Nazione (ma sopravvivere non è affatto la stessa cosa di Vivere veramente) consista nell'accettazione tacita della mediocrità quale conseguenza dalla condizione di vassallaggio cui siamo sottoposti. Non saranno rose e fiori: Salvini ha iniziato un percorso che metterà a dura prova il popolo italiano ma su queste prove si potrà verificare quanto gli italiano siano disposti a pagare per la sua libertà.

Maver

Mer, 13/06/2018 - 12:12

Articolo veritiero come pochi. Fa male vedere steso nero su bianco ciò che molti avevano già intuito da tempo: la consapevolezza di essere stati sino ad ora guidati da una classe politica che al di là delle divergenze di facciata è concorde nel ritenere che l'unica sopravvivenza possibile per la nostra Nazione (ma sopravvivere non è affatto la stessa cosa di Vivere veramente) consista nell'accettazione tacita della mediocrità quale conseguenza dalla condizione di vassallaggio cui siamo sottoposti. Non saranno rose e fiori: Salvini ha iniziato un percorso che metterà a dura prova il popolo italiano ma su queste prove si potrà verificare quanto gli italiano siano disposti a pagare per la loro libertà.

tonipier

Mer, 13/06/2018 - 12:22

" HOLMERT- Quello che dici è giusto... Le rammento,non si può imitare i comunisti,i sindacati professionisti marpioni nello scendere in piazza....a rompere le scatole, oggi, anche questi sono in difficoltà nel trascinarli in piazza, perchè sta finendo la grana... gli operai, buona parte hanno capito che questi companeros sono stati per loro un inganno trascinandoli in un precipizio, facendo chiudere fabbriche, da loro pienamente gestite....Riguarda Almirante,ed altri, le dico di averlo conosciuto abbastanza bene da vicino...era un trascinatore nei suoi comizi...poi arrivò un certo verme distruggendo tutto l'apparato di sacrificio portato avanti. La saluto con la speranza di una svolta totale, liberandoci di questo regime COMUNISTA, cosa un pò difficile arrivarci, in quanto li trovi d'appertutto, si sono impatroniti anche dei cessi. La saluto cordialmente.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 13/06/2018 - 12:23

Gentiloni dopo il Bataclan balbetto qualcosa del tipo, "se non li provochiamo e li lasciamo tranquilli magari ce la caviamo" , non una offerta di aiuto concreta, da ministro degli esteri fu una frase indegna e codarda. Ora la pacchia è finita e l'orgoglio e la dignità nazionale hanno un prezzo anche di sangue. Meglio pagarlo oggi come se fosse un salasso che morire domani del cancro targato migrantismo.

Ezeckiel

Mer, 13/06/2018 - 12:36

Tutto ciò è assurdo , siamo obbligati all'invasione .

cgf

Mer, 13/06/2018 - 13:04

qualcosa, se succederà, sarà non sulle navi italiane che scortano l'Aquarius, troppi soldi in ballo e, diciamocelo, se la vita dei *fuggiascidaguerreepersecuzioni* importasse qualcosa, le ONG si comporterebbero diversamente

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 13/06/2018 - 14:17

Spero sinceramente che non muoia nessun migrante, ma Le ricordo, egregio Brancalini, che sotto il governo Prodi una nave della nostra Marina Militare speronò la motovedetta albanese A 451 facendo morire più di 80 migranti e non per questo Amato (Interni) e Parisi (Difesa) persero il posto.

INGVDI

Mer, 13/06/2018 - 15:16

La Marina Militare complice delle ONG nel traghettare i migranti in Italia: alto tradimento. Deve cambiare il suo ruolo e tornare a difendere i confini con i respingimenti. Hai capito, Salvini?

stefi84

Mer, 13/06/2018 - 16:13

Salvini come prevedibile troverà molti nemici, soprattutto qui in Italia; chi trae vantaggio dallo status quo non mollerà facilmente. Ma il consenso sale sempre più. Sarà lui il prossimo capo di governo, per un semplice motivo rispetta le cose che ha promesso.

Giovanmario

Mer, 13/06/2018 - 16:56

se traballa il governo.. traballa anche il m5s.. e con questi chiari di luna per loro sarebbe un bel problema tornare alle urne, visto che il reddito di cittadinanza ormai è stato declassato al ruolo di "sogno"..

Ritratto di italiain

italiain

Gio, 14/06/2018 - 06:32

Salvini fa quello che vuole il popolo italiano. I veri irresponsabili sono le donne incinte che sono partiti, i genitori che hanno portato dietro i bambini e gli adulti che hanno voluto sfidare le leggi di altri paesi cercando di entrare illegalmente. Questa gente ricordiamoci che paga circa 5000 euro per venire in Italia, con 5000 euro vivono 20 anni nel loro paese.Solo i siriani riconosco popolo perseguitato, gli altri vanno respinti al limite delle nostre aque territoriali, senza se e senza ma.

pumpernickel

Gio, 14/06/2018 - 07:21

Gli sporchi affaristi contigui e organici alla sinistra temono che i loro lucrosi affari vadano in fumo. Questo anche nei Paesi esteri dove godono di ambigue protezioni. La Francia che contraddice il suo stesso approccio all'immigrazione clandestina ne è l'esempio. Ma il rischio esiste anche sul fronte della criminalità e delle mafie, braccio oculto alimentato da politici sinistri.