La Lega accelera sulla Tav Il governo sotto al Senato

Salvini agli alleati: "Non si può dire sempre no". Ipotesi "Torino-Lione Light" per contenere i costi

«Basta con i no». Matteo Salvini attacca l'alleato pentastellato afflitto dalla sindrome del rifiuto di fronte a troppe delle iniziative che stanno a cuore al leader del Carroccio. «Con i soli no non si campa - dice il vicepremier - Non si può dire no al carbone, no al petrolio, no al metano, no alle trivelle, mica possiamo andare in giro con la candela e accendere i legnetti. Di tutto il resto si può discutere, ma con i soli No non si campa». Uno sfogo che segna un momento di grande crisi della maggioranza che cova al suo interno divergenze profonde che rendono più difficile procedere nell'azione di governo.

I temi che dividono la Lega da M5s non sono trascurabili: la Tav; i termovalorizzatori; le trivelle. All'attacco di Salvini hanno subito risposto su Twitter i ministri Cinquestelle, Giulia Grillo (Salute) e Sergio Costa (Ambiente) lanciando l'hashtag, siamo quelli del #Sì. Ma intanto l'ineffabile ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli ieri ha ribadito il suo no alla Tav definita «un'opera che è uno spreco in assoluto». E Paolo Foietta, (commissario straordinario del governo per la Torino-Lione nominato nel 2015 dal Pd) davanti alla commissione Trasporti della Camera ha confessato di sentirsi «in una situazione surreale ed imbarazzante» perché da mesi cerca di interloquire con il governo senza alcun successo, aggiungendo anche che se Toninelli lo avesse incontrato «avrebbe evitato di fare figuracce» visto che fermarsi «costerebbe di più che terminare il tunnel». Dichiarazioni bollate da M5s come «uno show politico di parte». All'orizzonte potrebbe profilarsi però una soluzione di compromesso. Un'opera ridotta a 57 chilometri dei quali soltanto 12 in Italia con un risparmio di circa 1 miliardo e mezzo: una «Tav light» che potrebbe incassare anche il placet di Salvini.

Poi c'è lo spinoso capitolo delle nomine intorno al quale ieri si è consumato l'ennesimo scontro Lega-Cinquestelle. Pomo della discordia la governance degli enti parco nazionali. Ieri a causa del voto contrario della Lega il governo è stato battuto in commissione Ambiente del Senato anche se il parere espresso non è vincolante. La Commissione ha bocciato la nomina del generale Antonio Ricciardi a direttore del Parco Nazionale del Circeo, 13 voti contrari, 7 favorevoli e 2 astenuti. Ricciardi era il nome proposto dal ministro Costa, che comunque tirerà dritto: la bocciatura della commissione non gli interessa. Costa conosce bene Ricciardi che era comandante generale del Nucleo tutela forestale quando Costa era comandante regionale dei carabinieri forestali in Campania. «Non accetteremo diktat e respingeremo i tentativi di far nominare persone non adeguate a questo ruolo così importante e delicato - ha commentato a caldo Costa- I parchi sono un patrimonio essenziale per tutto il Paese. La politica ha il compito di nominare i migliori presidenti per la loro gestione e i partiti devono restarne fuori».

Ma perché la Lega ha votato contro? Le ragione starebbe nel metodo e non nel merito e lo scontro anche se in tono più istituzionale è proseguito durante il question time alla Camera. Il leghista Giuseppe Cesare Tonina rivolto a Costa ha parlato di «gravissimo ritardo» nell'individuazione dei presidenti degli enti parco «dalle Cinque Terre all'Aspromonte, passando per le Dolomiti bellunesi e la Val d'Agri», accennando anche a «episodi curiosi» come l'annuncio della nomina del presidente Parco dei Monti Sibillini «con modalità che appaiono agli interroganti quanto meno irrituali». Accusa di «modalità irrituali» alla quale Costa ha replicato ricordando che la procedura era stata concordata «con i due sottosegretari all'ambiente» quindi anche con la leghista Vannia Gava.

Commenti

Holmert

Gio, 17/01/2019 - 09:41

La decrescita (in)felice dei grillini, che anelano a tornare al primitivo, sino ad indossare la pelle di animale,quello vecchio e da abbattere con la clave e la fionda. Questo riporterà l'umanità alle origini, in modo da vivere nelle caverne , felici e contenti, come l'orso. A pensare che c'è gente che vota questo programma,tanto caro ai grillini. Bisogna essere proprio fuori di testa ed avulsi dalla realtà in cui viviamo, di cui non capiscono una cippa.

carlottacharlie

Gio, 17/01/2019 - 09:43

Gli stolti 5 vogliono risparmiare per dirottare i risparmi verso i loro lavoratori in nero, rom, e neri?

buri

Gio, 17/01/2019 - 10:27

il M5S ci porta alla rivina, cosa aspetta Salvini a ritornare al buon senso e mollare i grillini?

peter46

Gio, 17/01/2019 - 10:38

Sono certo che il ministro Costa,non grillino ma voluto dai grillini all'Ambiente,la ringrazierà,egr.Francesca Angeli,per l'onestà del 'finale' del suo articolo.NB:A mio parere,come già da me comm. ieri in tema,la lega ha voluto dare un 'contentino',non essendo appunto il voto vincolante,ai suoi alleati che stavano 'demoralizzati' in vista delle vicine elez reg anche nei posti interessati da queste nomine.TAV:come lei insinua si potrebbe fare 'RIDOTTA' nella spesa,laddove 'RIDOTTA' potrebbe significare senza le sporc.. tang e guadagni che non facciano sì che 12 km su 57 costino il triplo dei restanti 45 francesi.E che rimanendo pur sempre 'opera inutile',per il quieto vivere governativo ci si potrebbe ripensare prendendosi le inevitabili critiche a venire solo la lega col torcicollo ancora senza cura.NB;potrebbero comunque esserci altre vie x trovare qualcuno che contribuisca a qualche rata dei 49milioni 80ennali da pagare.

peter46

Gio, 17/01/2019 - 11:37

Hernando45...(arriverai più tardi?).Herny carissimo,quante ne hai sparate ieri senza purtroppo aver potuto leggere 'aggiornamenti' al tuo dire... lasciamo perdere Barcellona,magari vai al tuo postato e 'converrai' che... seguimi:sta tav è inutile.Finito il 'buco' attuale di scavo x le analisi del terreno,da quando si inizierà il VERO traforo fino alla fine passeranno non meno di 20 anni,logistica(e nuovi miliardi)compresa.E non potranno passare che merci dato che...prima della fine dei vent'anni c'è da 'industriarsi' per www.ilgiornale.it/news/tecnologia/treno-futuro-italiano-potr-fare-i-1000-km-allora-1212245.html .La Tav è ormai vecchiume e si farebbe meglio eventualmente a pensarci in tempo a sti nuovi 'ritrovati' x i passeggeri,che x le merci basta ed avanza quello che già c'è.NB:Costruita la Tav To-Mi(al prezzo che tu non conosci)il tgv francese non può arrivare a Mi su quei binari,ma solo sulla vecchia via e senza lamenti se non può viaggiare a 300kmora.

morello

Gio, 17/01/2019 - 12:01

A peter 46 lei dice un sacco di cavolate a proposito di merci e tgv senza avere l'onestà intellettuale di andarsi a leggere le dichiarazioni del commissario Foietta in proposito ( repubblica di ieri ) Quanto alla riduzione dei costi ,ben venga ma non certo a scapito dei requisiti cui è necessario ed irrinunciabile debba rispondere l'opera

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/01/2019 - 12:14

Il Governo degli "incompetenti". La sensazione é che i “grilllini” siano contrari a tutto ciò in non trovino convenienza. Personalmente, per rifiuto di tutto quanto sia "francese" (da Sarkozy e guerra libica in poi), non farei "strade" (né altro) con i francesi, PERO' buttare i soldi dello stato mi pare stupido, soprattutto se é vero che ritiraci dall'operazione ci costerà più che continuarla, come affermano gli esperti.

Massimo Bernieri

Gio, 17/01/2019 - 12:32

Se Mattei per fare i metanodotti e trivellare per ricerche avesse dovuto aspettare il SI dei politici oggi,avremmo ancora i venditori di carbone e legna nelle città.

rokko

Gio, 17/01/2019 - 12:41

peter46,ma perchè scrivete queste sciocchezze ? E' ovvio che per il traffico merci di oggi la tav sarebbe sprecata, ma è anche vero che non c'è traffico merci perchè non c'è la tav. E se pure le merci non ci viaggiassero, chissenefrega ! Io al solo pensiero che potrei andare da Torino a Parigi in tre ore quasi quasi mi eccito sessualmente; se poi penso che il tragitto è un pezzo di collegamento che va da Lisbona a Kiev e che me lo potrei fare tutto in treno a 300 Km/h non ti dico il godimento. Non volete la tav ? Va bene, paghiamo noi che la vogliamo, sono disposto a sganciare un po' di quattrini. Poi però quando sarà finita non pretendete di salirci nè voi nè i vostri discendenti, prendetevi un bel mulo e viaggiate con quello.

Libertà75

Gio, 17/01/2019 - 14:11

@peter46, ma dove arrivi a capire che ci passeranno solo le merci?

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 17/01/2019 - 14:14

Scassa giovedì 17 gennaio.2019 100 Galli a cantar non vien mai l’alba ! E poi dicono che sono stupide le galline !!!!!!!!! scassa

Valvo Vittorio

Gio, 17/01/2019 - 14:20

La politica non è qualcosa di statico cui ci si abitua e il resto segue in automatico. Gli errori si pagano amaramente. Mi ricordo una frase di Bersani:"Persino l'operaio acculturato è giusto che faccia il deputato"! Fini con le sue manie di grandezza, voleva sostituirsi a Berlusconi! Celebre la frase: "Che fai, mi cacci." Gli errori degli acculturati "Grillini" si manifestano a ogni piede sospinto! Il popolo diventa a volte depresso altre volte s'infuria. La Chiesa bada al proprio convincimento-interesse! In questa babele le persone ragionevoli e colte sono considerate degli alieni. Che cosa ci riserverà il futuro?

peter46

Gio, 17/01/2019 - 14:25

rokko...ma perchè scrivi ste sciocchezze?E stai aspettando da 20 anni sperando che dopo altri 20anni potrai eccitarti al pensiero che si arrivi a Parigi in 3 ore sui 7h:19m attuali del percorso,come gli speranzosi delle 4h nel 2006 quando iniziiva la costruzione della 2° tratta NO-MI della Tav che ancora dimenticava che il tgv non avrebbe mai potuto percorrerla?Si dia il caso che il tgv,nel tratto fino a Chambery viaggia a 300KMH, s'interviene a limitare il tratto da Chambery a Torino riducendolo da 2h:32m ad 1h:32m,e le altre 3h le guadagna nell'ora che impiega per la tratta To-MI?Ma che stai a dire?E parliamo di passeggeri, non di merci.Il Frejus è stato raddoppiato,per le merci è sottoutilizzato che non ci passano che pochi(e non per la sola limitatezza del tipo di container)ma perchè è più economico 'spostarsi' in svizzera e passare da quel versante o continuare sul 'lungoriviera ligure',vista mare,e salire da Voltri verso il nord.(1)segue o si spera.

rokko

Gio, 17/01/2019 - 19:10

peter46, dubito che ci vogliano 20 anni, ma ammesso e non concesso sono abbastanza giovane da goderne ancora, sempre che il "governo del cambiamento" non inneschi una recessione tale da costringermi a cercarmi un altro lavoro in Nuova Zelanda o Australia. Al limite ne beneficeranno i miei figli, e se pure non fosse così preferisco che le mie tasse siano impiegate in investimenti come la tav piuttosto che per puro assistenzialismo come con il reddito di cittadinanza o quota 100.

peter46

Gio, 17/01/2019 - 19:41

rokko...mancano altri 3---morello...mancano 2...libertà75....manca anche quello x te.Per il dovere dalla risposta,s'intende.E ci sono 12 parcheggiati,ancora.

peter46

Ven, 18/01/2019 - 00:21

rokko...c'era il 'succo' nei commenti seguenti mancanti...e chissà che non ci ritorni a giorni alterni per cercare di superare lo 'sbarramento' .Sei 'indecifrabile' comunque.non sarebbe il caso essere chiari sull'appartenenza?Se centro della dx sostenere sta tav potrebbe essere normale,ma se di csx e non sx estrema sta considerazione sul rdc non è per niente 'normale'.NB:Non dubitare che io non 'sparo' c......,se postato vuol dire che 'interessati esperti' dell'una e l'altra parte lo hanno affermato s/za smentite.NB:Le mie tasse invece voglio che vadano dove esistono 'priorità' che rendano tranquilla la vita di tutti: territorio,scuole,strade,ferrovie,lavoro ed a macchia d'olio per tutta la penisola dove invece d'ingrassarsi tanto in pochi(e sempre gli stessi) guadagnano poco in tantissimi.(1)segue.

peter46

Ven, 18/01/2019 - 00:30

rokko...(2)...sei giovane in anni forse ma ...sei vecchio nei ragionamenti.Mi avrai letto per 'interessarmi',e soprattutto il commento ad Hernando45 (desaparecido,oggi)laddove postavo il 'futuro' col riferimento a quel link da 'RIvisitare',affermando che prima che il gallo finisse di cantare per sta Tav ci sarebbe stata sicuramente da far partire quel 'futuro' su rotaia,o no?La tav è passato...quello è il futuro:ca...volo,vedo però che non sei pronto.

peter46

Ven, 18/01/2019 - 10:27

Libertà75,,,torna al mio commento delle 11:37(a quello ti riferivi,vero?). Rileggilo e rileggilo ancora...se dopo ancora non ci arrivi a comprendere quello che avevo scritto e che ripeto,più o meno ma comprensibile lo stesso,allo 00:30...non so proprio cosa farti.Però...potrei anche ritentare tanto che ca...volo ho da fare tutto il giorno?

peter46

Ven, 18/01/2019 - 14:50

morello...e tu che onestà intellettuale hai per consigliarmi di andare a leggere su 'repubblichella'(con la partecipazione nell'azionariato di coloro che stanno a costruire la tav))e soprattutto di uno che architetto,iscritto pd,messo in quel posto dal pd,sì-tav dalla prima ora vicepresidente dell'osservatorio provinciale dei rifiuti che 'si sono essi stessi rifiutati' dei suoi progetti,o forse perchè niente di nuovo presentato?Al massimo sarà un'interessato come gli altri,da ascoltare certo,ma che nessuno vieta di mandarlo a ff con le sue teorie e con i suoi 'tavoli' allestiti di soli sì-tav ed autore assieme all'indagato sen.pd Esposito di opuscoli pro tav la cui diffusione è stata finanziata e sostenuta con l'invito ad acquistarlo,da confindustria=amico degli amici che s'accingevano a costruire sta tav fallimentare x i cittadini ma non per le loro tasche.