Lega verso il boom pure in Europa Flessione per grillini e democratici

Gli europeisti Ppe e socialisti non avranno la maggioranza

Milano Gli ultimi sondaggi sulle prossime elezioni europee di maggio fotografano un Parlamento di Strasburgo meno europeista e più sovranista. Soffrono i gruppi maggiori, Ppe e Socialisti, entrambi in calo. Ma anche l'eurogruppo che ospita il M5s (Efdd, Europa della Libertà e della Democrazia Diretta) indietreggia notevolmente. Secondo le nuove proiezioni del Parlamento europeo, basate sui sondaggi nazionali e comparate con le proiezioni del 18 febbraio scorso, Ppe e Socialisti continuano a non avere la maggioranza che detengono dal 2014 ma soltanto sulla carta. In occasione dell'elezione del presidente Antonio Tajani, infatti, s'è formata una nuova maggioranza composta da Ppe, Conservatori e riformisti (Il gruppo di cui fa parte Fdi della Meloni ndr.), i Liberali dell'Alde e parte dell'Enf (Europa delle nazioni e delle libertà, gruppo che ospita il Front national di Le Pen e la Lega di Salvini).

In particolare, il Ppe scenderebbe a 181 seggi (a Forza Italia sono accreditati circa 8 eurodeputati). L'Efdd calerebbe da 45 a 39 seggi, con il M5s che scende da 22 a 21 seggi. Mentre l'Enf otterrebbe 59 seggi con la Lega che verosimilmente farebbe il boom con ben 28 europarlamentari.

Male i Socialisti e democratici, quotati a 135 seggi (Il Pd ne avrebbe 14); bene i Liberali dell'Alde che salirebbero da 68 a 75 membri e che probabilmente ospiteranno il gruppo che fa rifermiento a Macron anche se il presidente francese non ha ancora sciolto la riserva.

Gli analisti non escludono che Ppe e Socialisti possano allearsi con i Liberali per ottenere la maggioranza, ma tutte le ipotesi allo stato attuale restano aperte. È certo che il partito che avrà la maggioranza relativa (il Ppe) punterà ancora su Tajani come candidato presidente dell'Europarlamento mentre come candidato alla guida della Commissione sarà Manfred Weber.

Commenti

kennedy99

Sab, 02/03/2019 - 09:49

strano la lega che dicono sia cosi fascista brutta e cattiva e viene attaccata tutti i giorni da politici della cara sinistra e uomini dello spettaccolo e artisti vari. ha forse questi signori non hanno ancora capito che gli italiani hanno smesso di credere alle belle favole del principe azzurro che raccontano. e i fatti lo stanno dimostrando.