Dalla legge elettorale alla cittadinanza quante mine da evitare

La legislatura è agli sgoccioli e ci sono troppe norme congelate. Resiste solo la Finanziaria

L'abolizione dei vitalizi? Archiviata. La legge sugli orfani dei femminicidi? Dimenticata. La riforma elettorale? Infilata in un freezer. Lo ius soli? Rimandato a tempi migliori. Nell'agenda del governo e della maggioranza resta in piedi, forse, chissà, soltanto la Finanziaria, un «adempimento necessario» per tenere i conti pubblici in ordine ed evitare l'esercizio provvisorio di bilancio. Ma non sarà una passeggiata di salute, i bersaniani di Mdp hanno già annunciato battaglia.

La legislatura è vicina ai titoli di coda e sembra aver esaurito la sua spinta propulsiva. Ad oggi ci sono 94 provvedimenti in bilico, cioè approvati da una sola Camera: 63 al Senato e 31 a Montecitorio. Il Pd rischia così di chiudere il quinquennio senza aver portato a casa nessuna legge simbolo, a parte le unioni civili. Prendiamo la nuova cittadinanza. Paolo Gentiloni ha assicurato l'impegno del governo. «È un lavoro da fare, se ne parlerà in autunno», dice il premier. In realtà al Nazareno si sono quasi rassegnati a rinviare a data da destinarsi. Lo ius soli in questo momento è un tema troppo urticante. Secondo un sondaggio la sua approvazione costerebbe al Pd il 2%, meglio allora farne un argomento di campagna elettorale per attrarre voti di sinistra.

Nel pantano pure la riforma elettorale. Andrea Orlando, leader della minoranza interna, teme che «in una parte del gruppo dirigente ci sia la tentazione di parcheggiare la legge in un binario morto». Così però, spiega il Guardasigilli, «condanneremmo l'Italia a restare mesi senza governo sotto l'attacco della speculazione». E in Alto Adige le opposizioni chiedono che almeno nella provincia venga reintrodotto un sistema proporzionale con un unico collegio e la clausola di garanzia per la comunità italiana. «Renzi sta trattando per assicurarsi 18 deputati a tavolino. Con la scusa della tutela delle minoranze linguistiche, Pd e Svp - dice Alessandro Urzi, movimento Aldo Adige nel cuore - con il 40% dei voti si vogliono portare a casa l'80% dei seggi».

Problemi grossi pure per la manovra. Un po' per marcare la differenza dal Pd, un po' per convincere Pisapia che con Renzi non si può trattare, bersaniani e dalemiani hanno lanciato una grande offensiva sulla legge di bilancio. Una campagna d'ottobre con l'obbiettivo di mettere Gentiloni alle strette. «Niente voto alla Finanziaria se non ci danno ascolto», annuncia Pier Luigi Bersani sul Corriere, proprio mentre Roberto Speranza attacca Jean-Claude Juncker, reo di aver elogiato il governo per i suoi sforzi sull'immigrazione.

L'obbiettivo dei transfughi è chiaro, costringere il premier a scegliere tra tre opzioni, tutte parecchio scomode: cedere alla richieste di correzioni di Mdp, chiedere un aiutino a Forza Italia o andare sotto al Senato e consegnare quindi il Paese a una difficile crisi. Ma nonostante tutto, Gentiloni è ottimista: «Grazie al lavoro del governo Renzi e di questo governo ci siamo guadagnati dei livelli di crescita molto diversi di quelli del Def e, a livello Ue, delle cifre di deficit differenti. Grazie ai sacrifici degli italiani e alla crescita avremo dei margini molto diversi di quelli ipotizzati mesi fa».

Commenti

Pietro2009

Ven, 15/09/2017 - 09:01

Donald Trump sui Dreamers: "C'è veramente qualcuno che vuole buttare via giovani buoni, istruiti ed esperti che hanno posti di lavoro, alcuni prestano servizio nell'esercito?", ha scritto. E poi ha aggiunto: "Sono nel nostro Paese da molti anni con nessuna colpa loro - portati dai genitori in giovane età. E che mai potrà dire un eventuale Presidente del Consiglio di DX sullo IUS SOLI supponiamo Berlusconi coerente con il suo passato? Berlusconi nel 2002 - "...il Premier ha appena finito di elogiare la legge sull'immigrazione e di fornire gli ultimi dati sulla regolariz zazione: «è una buona legge che ha portato chiarezza, che riconosce all'Italia il titolo di paese ospitale: sono diverse centinaia di migliaia di perso ne che entrano a pieno titolo tra gli occupati», scandisce. E aggiunge: «Nelle casse dell'Inps, entreranno qualcosa come 330 milioni di euro»". Parole di Silvio Berlusconi quando nel 2002 fece una sanatoria per 700 mila extracomunitari immigrati.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 15/09/2017 - 10:49

Pietro2009. Aggiornati, nel 2002 si parlava di immigrazione quasi regolare mentre oggi siamo ritornati alle invasioni barbariche. Ti pare la stessa cosa??

Pietro2009

Ven, 15/09/2017 - 11:57

@giovannipernicioli lo Ius Soli riguarda le persone i giovani sono 800.000 che vivono qui da anni vanno a scuola con i nostri figli i genitori lavorano ecc vivono qui altra cosa è fermare gli sbarchi per questo buona è la proposta Frattini ,l' analisi che ne ha fatto Taviani e che sta già con risultati succedendo con buoni risultati l' Africa e gli altri Paesi del 3° mondo stanno crescendo economicamente l'ho appreso da un articolo ben fatto con buona analisi apparso su il Giornale, questo giornale...di conseguenza con il tempo meno partenze e crescono grazie agli aiuti dell' Europa e dei Paesi ricchi delle O N G delle tante Missioni Cristiane ecc. Di quei giovani che sono poco più del...segue

Pietro2009

Ven, 15/09/2017 - 11:59

Seguito...Di quei giovani che sono poco più del 10% dei nostri ne abbiamo bisogno. ISTAT 11 milioni over 65 anni e se va a vedere ISTAT 2015 i dati dei nati italiani dagli stranieri e da coppie miste ben 100.000 vede che la natalità straniera si avvicina a quella italiana. In massima parte sono europei e cristiani, se pensa che c' è un gruppo rock femminile islamico femminile che suona apertamente in un Paese islamico capisce che il mondo sta andando avanti...e ci supera almeno supera me...siamo mortali anche le religioni oscurantista lo sono più ancora se vedono la luce e noi siamo la luce, vero? Si vero secondo me. Saluti

vottorio

Ven, 15/09/2017 - 12:08

"fuori i barbari".

giovanni PERINCIOLO

Ven, 15/09/2017 - 14:18

Pietro2009. Prima di scrivere dovresti imparare la lingua italiana e ancor più dovresti imparare a leggere e capire cio' che leggi!

Pietro2009

Ven, 15/09/2017 - 15:22

A Giovanniperniciolo mi scusi ha ragione la punteggiatura e le virgole mancano perché scrivo col microfono mi auguro però che abbia capito quello che intendevo dire la ringrazio e le auguro una buona giornata

giovanni PERINCIOLO

Ven, 15/09/2017 - 17:01

Pietro2009. Ho capito quello che ha scritto ma é lei che non ha capito quello che ho scritto io. In altre parole non é questione di essere tout court contro l'immigrazione, assolutamente no. Ma un conto é parlare di immigrazione regolare e regolata in base alle possibilità di accoglienza e di lavoro e ben altra cosa é subire una immigrazione selvaggia che la momento sta solo fornendo mano d'opera a tutta la filiera criminale italica oltre che alla filiera musulmana wahabita madre di tutti i terroristi che infestano ormai l'Europa tutta e creando sacche indecorose che si possono comparare solo gli slum più indecorosi del terzo mondo. Saluti.

Pietro2009

Ven, 15/09/2017 - 17:58

@giovanniperniciolo perfettamente d'accordo con lei la soluzione a cui mi sembra di aver gia' accennato quella di Frattini consiste in quella adottata per l'Albania, ossia blocco navale, sostegno vero alle strutture statali ed economiche di quel Paese che oggi è membro Nato, è costosa? E si che lo è! Sostenuta da tutti i Paesi "Ricchi" meno e comunque meno che fargli guerra perché in guerra si muore tanto anche quando si vince. L'ospitalità ha un limite...per alcuni sta a 0 per altri a mille...troviamo una via di mezzo e comunque se sgarri da ospite paghi un pezzettino in più. Saluti