Legittima difesa, cambia l'aria: per due su tre chi spara fa bene

Dopo l'ultimo episodio nel Lodigiano, crescono gli italiani che giustificano la reazione armata: +11% in un anno

Se si chiede agli italiani quali sono gli ambiti principali che il governo dovrebbe affrontare prioritariamente, il tema della sicurezza personale appare da molto tempo tra le indicazioni espresse.

Uno degli effetti principali di questa attenzione nella pubblica opinione è, tra l'altro, la sempre più ampia diffusione dell'idea che l'autodifesa personale sia legittima ed eticamente accettabile.

Per stimare l'entità di questa convinzione, l'istituto Eumetra Monterosa ha posto (attraverso un sondaggio su di un campione della popolazione di età superiore ai 17 anni, rappresentativo dell'universo dei residenti in Italia) il caso del cittadino che, accortosi dei ladri che penetravano in casa sua, ha reagito sparando. In particolare, si è interrogato il campione sull'ipotesi che la reazione potesse essere eccessiva e che, forse, sarebbe stato meglio limitarsi a chiamare la polizia.

Di fronte ad un quesito del genere, gli intervistati sembrano non avere dubbi: quasi due terzi, il 63%, sostengono infatti che il derubato ha fatto benissimo a sparare. Si tratta dunque di una convinzione molto diffusa. Ma quel che appare ancora più significativo è che, con il passare del tempo, essa risulta in continua espansione: la stessa domanda, posta circa una anno fa ad un campione analogo, otteneva il 52% di consensi per la decisione dello sparatore. Una percentuale già ampia che coinvolgeva più della metà degli intervistati che però si è incrementata in soli dodici mesi di ben l'11%. Insomma, sempre più persone appaiono persuase del fatto che, in caso di percezione di pericolo, sia giusto sparare. Oggi solo il 28% (una percentuale significativa, ma decisamente minoritaria) dichiara invece che la reazione è esagerata e che «si doveva chiamare la polizia e non sparare». Ma questa convinzione si è ridotta nel tempo: era infatti il 43% un anno fa.

Il convincimento della inevitabilità e dell'opportunità della reazione individuale anche violenta è fortemente più presente tra gli strati meno centrali socialmente: i residenti nei centri di minori dimensioni, i più anziani e coloro che posseggono i titoli di studio meno elevati (tra quanti hanno completato solo la scuola elementare, più di tre quarti assumono questa posizione). Tra chi, insomma, nella tipologia dei cittadini messa a punto da Eumetra Monterosa, viene incluso nel settore della «marginalità». Ma, al di là di questa rilevante accentuazione, l'idea che sia giusto difendersi con le armi, risulta, come si è visto, estesa e maggioritaria - in tutta la popolazione. Sul piano delle preferenze politiche, si registra una maggior frequenza della convinzione che sia giusto sparare per difendersi tra chi esprime l'intenzione di votare per la Lega Nord, mentre questa posizione si contrae (pur rimanendo, beninteso, decisamente maggioritaria) tra gli elettori del Pd.

Una delle conseguenze di questo orientamento è il rigetto dell'idea che si debba rimborsare chi si è colpito per i danni subiti a causa dell'eccesso della propria reazione.

Come si ricorderà, qualche mese fa, un cittadino è stato condannato (per «eccesso colposo di legittima difesa» e, per la verità, contro il parere dello stesso pm) a una pena detentiva e a risarcire i danni al ladro che aveva ucciso, mentre quest'ultimo tentava di derubarlo. Altre condanne del genere sono state pronunciate di recente.

Quasi otto su dieci tra gli intervistati nel nostro sondaggio (78%), disapprovano questo genere di giudizio, affermando che «non è giusto che chi subisce un'aggressione, sia pur reagendo in modo eccessivo, sia condannato a rimborsare l'aggressore: si tratta in ogni caso di difesa personale». È interessante osservare che tra quanti sostengono questo convincimento si trovano comprensibilmente coloro che, in occasione della domanda precedente, avevano dichiarato che è giusto comunque sparare per difendersi dai ladri, ma anche significativamente - una parte di chi aveva assunto la posizione opposta. In altre parole, vi è chi condanna la reazione eccessiva, ma non accetta che si sia poi chiamati a risarcire chi si è colpito.

Nel loro insieme, anche questi dati confermano dunque come la gran parte dei nostri connazionali si senta insicura, persino all'interno della propria abitazione o del proprio negozio. Anche per questo, tende sempre più a giustificare se non a sostenere deliberatamente - la reazione individuale, anche se violenta. E trova paradossale dovere riconoscere i danni all'aggressore.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 02/04/2017 - 14:57

Adesso aspettiamoci,purtroppo,l'ira di giudici/magistrati che, sentendosi tremare la terra sotto i piedi,diventeranno ancora più feroci e vendicativi:commineranno ergastoli con la bava alla bocca a chiunque si permetterà di difendersi a danno delle risorse Sboldriniane.

DemyM

Dom, 02/04/2017 - 14:59

Tutti invocano, giustamente, la presenza dello Stato ma, purtroppo non e possibile. Per tamponare dovremmo togliere le scorte alla elite ed impiegare meglio le risorse Umane disponibili, magari evitando di "proteggere" i clandestini che sbarcano in Italia. Ad occhio e croce, avremmo circa 5.000 Forze dell'Ordine in piu da impiegare nel controllo del territorio.

19gig50

Dom, 02/04/2017 - 15:08

e sarà molto utile (per loro) che se ne convincano anche i giudici ed i politici.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 02/04/2017 - 15:11

Tutta questa dichiarata"insicurezza",contrasta di fatto,quanto emerge dal voto e dal non voto degli Italiani(che si guardano poi bene nell'urna, di sbilanciarsi,oltre l'opportunismo del proprio "orticello"),e mette ancora in evidenza,che al rapido mutar del "sentito del popolo",si contrappone una magistratura "stanziale"(non elettiva),avulsa da questo "sentito",rafforzata da una "costituzione" vecchia di 72 anni,nata con il "contributo" del più forte partito comunista europeo,e di una DC,imbevuta di papalismo!!!

agosvac

Dom, 02/04/2017 - 15:13

Non cambia "l'aria" manco per niente! Finché non si modifica la legge e finché i magistrati sono liberi di interpretare la legge esistente, non ci sarà niente da fare: chi uccide per legittima difesa sarà sempre indagato come se fosse un delitto difendersi. Per modificare lo stato attuale bisogna togliere ai magistrati l'arma che hanno in mano: una legge che fa acqua da tutte le parti! Bisogna che sia scritto a chiare lettere che chi uccide per difendersi non può essere perseguito,MAI, neanche se il delinquente si gira e viene colpito alle spalle!!!!!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 02/04/2017 - 15:22

@DemyM - Concordo, ma molti reati rimangono IMPUNITI GRAZIE ALL'APPLICAZIONE A SENSO UNICO DI CERTI MAGISTRATI.E questo certa gentaglia l'ha ormai capito, che in Italia possono FARE TUTTO.Saluti.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 02/04/2017 - 15:22

i magistrati non devono "interpretare" la legge. è anticostituzionale. non siamo in un Paese dove vige la common law. i magistrati devono applicare le leggi approvate dal Parlamento al caso concreto e stop. questo atteggiamento è quasi eversivo, ma la nostra classe politica sta zitta per incapacità e paura degli stessi magistrati.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 02/04/2017 - 15:24

@agosvacò@mbferno:....concordo!!!

paco51

Dom, 02/04/2017 - 15:27

agosvac: interpreta il comune sentire collettivo! Anche se sembra impossibile il vento cambierà, prima o poi cambia sempre!

vottorio

Dom, 02/04/2017 - 15:30

la colpa non è solo dei magistrati che, spesso e diciamocelo pure ci mettono del suo, ma di questa sinistra infame che sta riducendo il Belpaese a una fogna a cielo aperto.

Tuthankamon

Dom, 02/04/2017 - 15:41

Nel degrado che aumenta non potrebbe essere diversamente. Mi auguro che il parlamento e le varie commissioni ascoltino. Dalle informazioni che ho raccolto, non mi pare che le proposte legislative riflettano il nostro disagio. Anzi, per certi versi sembra che andiamo a peggiorare!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Dom, 02/04/2017 - 15:42

Ma è vero o non è vero che le sentenze vengono pronunciate "Nel nome del Popolo italiano" ?. Ed allora sia il Popolo italiano a pronunciarsi in casi di questo tipo; sia una giuria popolare di 49 cittadini nominati a sorte a decidere l'operato di chi si difende e mandiamo a quel paese i parrucconi legulei che vivono su Marte.

Malacappa

Dom, 02/04/2017 - 15:52

La stessa parola lo dice chiaramente,LEGITTIMA DIFESA.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Dom, 02/04/2017 - 15:59

La vittima è morta. Saranno contenti ora gli ipocriti che affermano che il delinquente va tutelato e che si può reagire per difendere la propria proprietà solo ed esclusivamente se chi svolge il proprio lavoro di delinquente, ti uccide per primo, solo allora potrai difendere la tua proprietà. Mi chiedo come si possa difendere la propria proprietà da morto. Credo sia meglio agire prima, anche perché, non è stato certo il dottore a dire al delinquente di venire a rubare o perpetrare violenza a casa mia!

DemyM

Dom, 02/04/2017 - 16:02

X Gigliese. Purtroppo abbiamo una magistratura che non applica la legge ma, al contrario, la "interpreta" secondo usi e costumi di chi, in ogni caso, non paga per i propri errori/orrori.

RAGE4EVER

Dom, 02/04/2017 - 16:05

Invece le bestie di sx pensano allo jus soli, alla feccia minorile che sbarca ogni giorno...sono il white trash il cancro che divora i'italia

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 02/04/2017 - 16:31

@DemyM - eh si, chi ci rimette è SEMPRE il poveraccio, perchè comunque vada, finisce in mezzo ai guai(se è Italiano).Saluti

forbot

Dom, 02/04/2017 - 16:34

Ma di chè continuiamo a discutere....della scoperta dell'acqua calda? Non avete ancora inteso che quello che decidono questi nostri giudici, manovrando a loro piacimento delle leggi farlocche, vanno contro la stessa natura che ha dotato l'essere umano del diritto alla sopravvivenza? L'istinto di conservazione, insito sin dalla nascita in ogni essere, in automatismo ci mette in condizione di difenderci. Chi può e lo fà che colpa ne ha? -/ 7° Non rubare ! Se l'ho fai, male ti coglie. I Signori Giudici sono già giustificati per questo. Diversamente ci spieghino con chi sono in combutta o chi devono coprire o quali programmi devono attuare. Ma la smettano di legiferare in nome del popolo italiano, che ne ha le zzzzz piene.-

Ritratto di giomart38

giomart38

Dom, 02/04/2017 - 16:36

Vorrei precisare che esistono già 2 articoli del C.P.il 52 e il 614 che quest'ultimo credo sia stato fatto dal gov. Berlusconi nel 2006 i quali coprono ampiamente detto problema, pregherei di pubblicarli. Grazie Giorgio

giovanni951

Dom, 02/04/2017 - 16:53

purtroppo siamo in itaglia dove il delinquente é tutelato e l'onesto cittadino finisce in galera. Oltre risarcire i parenti del delinquente morto.

giovanni951

Dom, 02/04/2017 - 16:55

ah, dimenticavo...l'unico magistrato che ha detto che sparerebbe é finito sotto inchiesta. Insomma, ai tempo dell'inquisizione le cose andavano meglio.

Reziario

Dom, 02/04/2017 - 17:02

A meno di vivere sotto scorta, non si ha tempo di aspettare le ffoo. Sono situazioni che si giocano nel giro di secondi. A proposito, qualcuno mi sa dire che fine hanno fatto le 1.500.000 firme raccolte per la proposta di legge popolare di riforma sulla legittima difesa? Ammuffiscono in qualche scatolone?

Boxster65

Dom, 02/04/2017 - 17:08

Speriamo che il prossimo morto sia un Magistrato.

Boxster65

Dom, 02/04/2017 - 17:10

Per inciso questo animale una volta individuato va abbattutto. Basta spendere soldi in processi e detenzioni. Una sana iniezione di piombo e via a concimare i fiori.

VittorioMar

Dom, 02/04/2017 - 17:11

...per BATTERE la DELINQUENZA DEVI ESSERE "DELINQUENTE E 1/2"!!!....il resto è teoria inconcludente !!!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 02/04/2017 - 17:30

Ma chi può essere contro la LAGITTIMA difesa. il problema è non andare oltre. Credo che la legge in discussione in parlamento sia più che adeguata alla faccia di salvini.

MOSTARDELLIS

Dom, 02/04/2017 - 17:31

Io mi chiedo chi sono il 37% che non ha ancora capito che è legittima difesa e che ormai è tempo di cambiare le leggi anche in Italia. Sicuramente sono coloro che non hanno mai subito un furto, né in casa e né per strada. Beati loro, però non possono essere proprio ciechi fino a quando non capiterà anche a loro.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/04/2017 - 17:37

Non c'è bisogno di fare sondaggi. Un terzo vota il PD, bene quello eè formato da quelli che dicono di non sparare, se capita a te. Se capitasse a loro, vorrei vedere la risposta pratica, oppure si lasciano ammazzare? Pur di difendere la loro immonda ideologia, vendono pure la mamma.

carlottacharlie

Dom, 02/04/2017 - 17:38

Chi si difende dalle aggressioni ha sempre ragione. Buon senso lo vuole, la mia vita e proprieta' hanno la precedenza. Vogliono che ci facciamo ammazzare? Vogliono che lavoriamo per i grassatori? Grazie, no. Paghiamo di gia' i grassatori in parlamento ed i burocrati imbecilli.

Cheyenne

Dom, 02/04/2017 - 18:08

al ladro bisogna sparare sempre anche se fugge. I criminakli si trattano così

rmazzol

Dom, 02/04/2017 - 18:24

""L'aria"" la cambiano le leggi ed i magistrati non il pensiero dei cittadini!!!

Happy1937

Dom, 02/04/2017 - 18:25

E' l'ora di piantarla col buonismo idiota. Chi entra nella proprieta' altrui lo fa a suo rischio e pericolo. Avete visto cosa e' successo al barista di Bologna? BASTA!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 02/04/2017 - 18:28

E poi li chiamano populisti!! Bella trovata per denigrare le persone corrette.

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 02/04/2017 - 18:31

Sono solo i politici con quelli del PD in testa ad avere ancora dubbi sulla legittima difesa. Partorinranno la solita legge inefficace che ancora più garanzie a chi entra in casa altrui per rubare.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 02/04/2017 - 18:32

Ancora qualche anno di SINISTRI al S/governo e l'unico che rimarra a dire che bisogna chimare la polizia sara LIBRANDI!!!!lol lol.

Giorgio Rubiu

Dom, 02/04/2017 - 18:37

Il diritto a difenderci include la possibilità di sparare ai magistrati che proteggono i delinquenti e puniscono le vittime? Spero proprio che una nuova legge in materia dica di si. Non ci sarà bisogno di ammazzare i magistrati; basterà la nozione che possiamo farlo a rimetterli in carreggiata. Se poi, magari, ne ammazziamo qualcuno a scopo dimostrativo...

pastello

Dom, 02/04/2017 - 18:47

Purtroppo siamo jn Italia dove c'è ancora gente che vota per la sinistra. Il problema è tutto qui

Keplero17

Dom, 02/04/2017 - 18:53

prima di sparare Librandi dice che bisogna chiamare i carabinieri che in 4 minuti sono lì.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 02/04/2017 - 19:02

ma lo sapete quanta gente ne è felice di tutta questa criminalità? I titolari di aziende per allarmi, antifurti di ogni genere, come quelli delle porte blindate e di serramenti come vetri antisfondamento come pure le griglie alle finestre e portefinestre. Sapete quanto lavoro che portano? Forse sarà questo con tanto vanto da Librandi che ci pagheranno la pensione.

onroda

Dom, 02/04/2017 - 19:03

Proprietà privata cosa vuol dire? Si chiede permesso,chi non lo chiede commette un reato. Ciò detto è bene che non ci siano processi,sono sufficienti le indagini di carabinieri e polizia. Solo così finiranno i lauti guadagni di avvocati ed altri personaggi.Bisogna controllare che il Parlamento faccia una legge sulla LEGITTIMA DIFESA senza processo.

fenix1655

Dom, 02/04/2017 - 19:13

ALLORA QUALCUNO VUOLE INDIRE UN BEL REFERENDUM SUL CONCETTO CHE LA DIFESA E' SEMPRE LEGITTIMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! DOBBIAMO DISARMARE I GIUDICI NON I CITTADINI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

salvatore40

Dom, 02/04/2017 - 19:22

Mi aspettavo, a dir verità, 3 su 3 italiani ! Il problema ora di fondo è il seguente : come difendersi da politici cinici, da leggi e codici cinici,da carta costituzionale " la più bella del mondo "!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/04/2017 - 19:39

L' 1 su 3 che vota contro sono tutti quelli di sinistra. La percentuale coincide perfettamente. Ma dobbiamo difenderli se capitasse a loro? Dire no, perchè lo dicono espressamente, a grande richiesta su tutte le tv e giornali.

tuttoilmondo

Dom, 02/04/2017 - 19:47

Qualcuno ha scritto che i magistrati, essendo esseri umani, con famiglia, casa, seconda casa, beni eventuali, hanno remore a condannare un delinquente capace di tutto, vendicativo, con chissà quanti complici, con famigliari delinquenti come lui. Non hanno timore alcuno a condannare il malcapitato di turno, lavoratore, con famiglia e amici per bene, totalmente inoffensivo. Può darsi. Per qualche giudice è senz'altro così. Non lo fu per Livatino, Borsellino, Falcone, e molti altri meno famosi ma altrettanto eroici. Come ebbe a dire Don Abbondio: "Se il coraggio non ce lo hai, non puoi mica dartelo". Allora una soluzione ci sarebbe: il giudice non va in camera di consiglio. Sentenziano solo i giurati. E in segreto. Ma così... il giudice perde potere politico. Gira che ti rigira... il problema è sempre... la politica. Mi chiedo: se non fosse stata inventata, la politica, non staremmo tutti meglio, al mondo???

wotan58

Dom, 02/04/2017 - 20:05

Nell'italia pro delinquenti non si sanziona dal punto di vista amministrativo chi viola la proprietà privata. Per rubare o altro. Incominciamo a dare una piccola multa al ladro , che so, da 200.000 € per la prima volta (poca roba rispetto a certe cartelle equitalia per i cittadini onesti) , se non ha rubato nulla. E se il ladro non paga galera, fino a che non salda. E poi ne riparliamo. Dove sta la Destra??????

mariod6

Dom, 02/04/2017 - 20:11

Il ladro che viene ammazzato o ferito mentre tenta un furto o una rapina sa benissimo che sta commettendo un crimine, i suoi famigliari lo sanno altrettanto bene e quindi sono loro a dover pagare un indennizzo a chi è stato derubato o ferito. D'altronde quelli che chiedono questi risarcimenti sono sempre (guarda caso) romeni, albanesi, rom, sinti, clandestini, ecc. ecc. In galera devono andarci i ladri e le loro famiglie, assieme ai magistrati che li appoggiano sempre e comunque. Il governo abusivo che abbiamo (per la quarta volta!!!) ha depenalizzato i reati fino a due anni di reclusione anche per dar modo ai suoi migranti di commettere ogni nefandezza senza conseguenze e poter ingrassare il suo bancomat (le coop).

Giorgio5819

Dom, 02/04/2017 - 20:25

"per due su tre chi spara fa bene"... gli altri o sono cogli.ni o sono ladri.

mariolino50

Dom, 02/04/2017 - 20:58

dr.Strange Nel paese padre della common law è ancora peggio, ai privati cittadini è vietato detenere pistole, nemmeno tutte le forze dell'ordine le hanno, eppure ci sono più omicidi che da noi. Io comunque un paio di arnesi li ho, e ricomincio a fare esercizio.

killkoms

Dom, 02/04/2017 - 21:57

più che l'aria debbono cambiare le leggi ed i giudici!un esercente o un cittadino che si difende con le armi "stecchendo" un ladro/aggressore,va a processo,e se anche si salva nel penale,si ritrova richieste di risarcimenti milionari,dagli "addolorati" parenti del ladro!bisogna cambiare le leggi perché gli "addolorati" parenti di un criminale,non possono pretendere di essere risarciti come se fosse una persona per bene!

patrenius

Dom, 02/04/2017 - 22:39

Io sono decisamente con la maggioranza anche perchè "l'eccesso" di difesa è il minore dei mali rispetto alla propria morte o le torture ai familiari. Vorrei vedere i contrari in una situazione reale cambiare all'istante idea. Clamoroso il caso del giudice che di fronte a una minaccia tutto sommato lieve ha detto: lo stato non c'è compro una pistola!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 03/04/2017 - 00:02

Hai ragione mariolino 20e58 nel paese che citi è vietato portare armi, ma se le porti di nascosto, per portazione abusiva di arma ti becchi 10 anni di galera, in Italia invece!!!! AMEN.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 03/04/2017 - 04:28

riflessiva 17:30 scrive : "Ma chi può essere contro la LAGITTIMA difesa. il problema è non andare oltre" - - - Senta egregia azzeccagarbugliaia, se la Difesa è Legittima non può essere allo stesso tempo ECCESSIVA; è una contraddizione nei termini : o è legittima o non lo è.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 03/04/2017 - 04:31

Giorgio5819 20:25 scrive : "per due su tre chi spara fa bene... gli altri o sono cogli.ni o sono ladri.- Io avrei aggiunto : o sono PiDioti. - Pardon, mi sono sbagliato, non occorre specificare, va da sé.

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 03/04/2017 - 08:47

Forse i magistrati dovrebbero riflettere sulle conseguenze del proprio comportamento; non ditemi che sono le leggi a costringerli a comportasi con accanimento verso chi si difende, perché quando loro fa comodo le leggi le interpretano ed applicano come vogliono.