"Leoni del Ramadan, colpite!" E l'Europa è finita nel mirino

Un video dell'Isis dietro i 5 attacchi che in un mese hanno fatto 30 morti e 170 feriti nelle capitali del Vecchio Continente

L o Stato islamico ha lanciato l'appello a un Ramadan del terrore in Europa e così è stato, anche se i kamikaze hanno fatto, per fortuna, cilecca a Parigi e Bruxelles. Nel mese di digiuno musulmano i terroristi legati alle bandiere nere hanno lanciato cinque attacchi nelle capitali occidentali del vecchio continente. Il bilancio delle vittime, nonostante gli attentati falliti, è di 30 morti e 170 feriti. All'inizio del Ramadan il Califfato aveva espressamente invitato, con un video su YouTube, a colpire l'Europa. Il titolo non lasciava dubbi: «Dove sono i leoni?». Gli strateghi del terrore del Califfato si rivolgevano «ai fratelli musulmani in Europa, che non possono combattere al fianco dello Stato islamico per attaccare gli infedeli nelle loro case, mercati, strade e raduni». L'appello alla violenza senza quartiere aveva l'obiettivo di «portare avanti una guerra totale» nel vecchio continente. Nonostante gli occidentali pensino che il Ramadan sia un mese di pace, gli oltranzisti delle bandiere nere sostengono esattamente il contrario. Non a caso l'appello è servito anche da rivendicazione per il primo attacco alla vigilia del digiuno al concerto di Ariana Grande a Manchester. Il giovane inglese di origine libica, Salman Ramadan Abedi, si è fatto saltare in aria uccidendo 22 persone compresi bambini e adolescenti. Lo Stato islamico ha cantato vittoria: «Continuate così e avrete la ricompensa più grande: diventare dei martiri durante il Ramadan».

L'Inghilterra è stata colpita per la seconda volta il 3 giugno con i terroristi armati di coltello, che a Londra hanno ammazzato 8 persone e ferite 48 prima di venir abbattuti dalla polizia. Fra questi l'italo marocchino Youssef Zaghba passato dalle feste in spiaggia nel nostro Paese al «martirio» in pieno Ramadan.

A Parigi ci hanno provato due volte a insanguinare il mese di digiuno islamico. Il 6 giugno l'algerino Farid Ikken si è lanciato con un martello contro un agente davanti alla cattedrale di Notre Dame urlando «questo è per la Siria». I militari di ronda lo hanno ucciso. Il 19 giugno si è sfiorata la strage a Champs Elysées. Un terrorista già segnalato dai servizi segreti, ma con il porto d'armi, ha caricato la sua macchina con munizioni e una bombola di gas lanciandosi contro una vettura della polizia. L'auto non è esplosa. L'assalitore è l'unica vittima.

Altra cilecca, per fortuna, martedì sera nella stazione principale di Bruxelles. Il marocchino Oussama Zariouh aveva un trolley carico di chiodi e bombolette di gas. Anche in questo caso è l'unica vittima, grazie alla reazione delle forze dell'ordine.

Il Ramadan di sangue è un classico delle bandiere nere, ma non avevano mai colpito con un attentato dietro l'altro in Europa occidentale, una media di oltre un attacco a settimana. Nel 2015 il defunto portavoce dell'Isis, Abu Muhammad al Adnani, lanciava un appello molto chiaro: «Tenetevi pronti a rendere il Ramadan un mese di calamità per gli infedeli». Sulla spiaggia di Sousse, in Tunisia, vennero massacrati in 38, in gran parte turisti europei. Lo scorso anno il «martirio» per il Ramadan in Occidente toccò all'americano Omar Mateen, che aprì il fuoco in un nightclub di Orlando uccidendo 49 persone.

Nel mese di digiuno, che oggi si conclude, i kamikaze jihadisti, oltre a morti e feriti, sono riusciti a seminare terrore psicologico dimostrando che il Ramadan per le bandiere nere è un mese di guerra santa in Europa. Le feste di fine digiuno a Milano e nel resto d'Italia dovrebbero prenderne atto per condannare con ancora più forza gli attacchi delle bandiere nere. Altrimenti si rischia di nascondere sotto il tappeto quella parte di islamici duri e puri, che preferiscono un Ramadan di sangue facendo finta che il mese di digiuno sia solo simbolo di pace.

Commenti
Ritratto di VenderoCaraLaPelle

VenderoCaraLaPelle

Gio, 22/06/2017 - 09:55

Ormai la media è di uno al giorno, altro che più di un attacco a settimana. Come le rane nella pentola, non ci stiamo accorgendo della guerra che è iniziata sulle nostre strade.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 22/06/2017 - 09:55

E se si aprisse la caccia al salafista jihadista radicalizzato fondamentalista ecc.ecc. ? Sono certo che migliaia di cacciatori applaudirebbero a questa innovazione venatoria.

acam

Gio, 22/06/2017 - 10:07

e una moab sulla mecca?

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 22/06/2017 - 10:30

siete per accoglienza e società multisboldrinica??zitti e pedalate

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Gio, 22/06/2017 - 10:33

Maometto attaccava le carovane di pacifici mercanti durante il mese sacro... I musulmani ne seguono l'esempio

giovanni951

Gio, 22/06/2017 - 10:48

non so se augurarmi che succeda qualcosa di grosso anche in italia......ah giá, da noi entrano tutti e quindi meglio prendersela con altri psesi. Che comunque non capiscono la gravitá della situazione. O sono dei venduti.

beale

Gio, 22/06/2017 - 11:10

Leoni del ramadan?????sono da domare con piadina e culatello iniziando dagli improvvisati ministri del culto islamico

Razdecaz

Gio, 22/06/2017 - 11:52

Per la fine del ramadara, l’isis propone ai suoi scarafaggi di attaccare le case, i mercati, le strade e i luoghi di ritrovo, dei buonisti. Ci sono 72 mogli vergini, a chi saprà colpire più infedeli, di questa europetta cieca e sorda dal buonismo. Eliminano i civili, perché sono il bersaglio più facile. Si tratta di una guerra totale per colpire noi europetti, è ora che ce lo mettiamo in testa, è dura ma è così che piaccia o no. E' una vergogna, siamo al disastro totale, ci siamo illusi di integrare l’islam, siamo praticamente alla canna del gas.

tosco1

Gio, 22/06/2017 - 12:25

Leoni della mortadella, liberiamoci di chi gli manca di rispetto.

roberto.morici

Gio, 22/06/2017 - 12:35

Con tanti cani sciolti che hanno a disposizione e strafatti di droga c'è poco da stare allegri...

Malacappa

Gio, 22/06/2017 - 13:32

Europa colpisci i leoni e tutta la loro stirpe.

paco51

Gio, 22/06/2017 - 14:08

Speriamo in un bel gesto eclatante che ci dia fiducia!

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 22/06/2017 - 14:31

Siamo pieni di kamikaze pronti a farsi esplodere..non lo fanno perche' non lo possono fare..per ora..ma prima o poi io mi aspetto azioni terroristiche che Piazza Fontana a confronto con 8 morti non e' niente.Grazie al nostro governo di sognatori incompetenti, stiamo trasformando l'Europa in un campo di MATTANZA perpetrata dai musulmani...e i fatti lo dimostrano.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 22/06/2017 - 14:33

è solo questione di tempo poi toccherà , appena non saremo più utili come testa di ponte, a roma e milano.

Mefisto

Gio, 22/06/2017 - 14:45

Ramadan... per loro ogni scusa è buona

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 22/06/2017 - 14:57

Se i leoni del Ramadan sono tutti così la guerra sarebbe già finita ancora prima che l'abbiano iniziata.

Ritratto di Farusman

Farusman

Gio, 22/06/2017 - 14:58

Tosco1, spiega ad un ignorante come me cosa vuoi significare con la tua frase. Per esempio: a chi si riferisce quel "gli"?

agosvac

Gio, 22/06/2017 - 15:12

Molto tempo fa, quand'ero ancora giovane, mi sono chiesto: ma come possono esserci tre religioni tutte con la medesima origine, la Bibbia, che sostengono tutte di essere nel vero e che le altre sbagliano??? Ho studiato un po' ed ho capito che tutte queste religioni sono vere, nel senso che Dio è uno ed uno solo, sono gli uomini, imperfetti, che aderiscono ad una o ad un'altra secondo il loro modo imperfetto di pensare. In pratica Dio è unico ma le religioni sono costruzioni dell'uomo che non essendo perfetto non può che costruire religioni imperfette. Solo così si può spiegare come mai Allah dice ai suoi fedeli di ammazzare chi non lo segue mentre il Dio dei cristiani dice loro di perdonare chi li uccide.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 22/06/2017 - 15:24

come mai a me la polizia postale mi ha beccato un anno fa per aver postato qualcosa di inconveniente, ed invece questi non li becca mai nessuno?

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 22/06/2017 - 17:31

Siamo appena al principio. Facile prevedere che la massiccia penetrazione di islamici,"rebus sic stantibus" chiaramente non arginabile, avrà i suoi effetti sui paesi europei politicamente più deboli. L'elenco alla prossima puntata, ma cominciando da noi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/06/2017 - 18:43

@02121940 - Quanta ragione hai. ma farglielo capire ai somari rossi.

seccatissimo

Gio, 22/06/2017 - 20:49

Via TUTTI gli islamici dall'Europa ed in particolare dall'Italia ! Bloccare l'ingresso in Europa ed in particolare in Italia a TUTTI gli islamici ! Punto e basta !