L'Europa salva l'italiano: resta nei concorsi

Per le selezioni si potranno usare cinque lingue. Non solo inglese, francese e tedesco

Dante Alighieri (Wikipedia)

Gli italiani non saranno più discriminati nei concorsi. Parola del vicepresidente dell'Europarlamento Antonio Tajani, che insieme al collega spagnolo Luis Ramon Valcarcel aveva presentato un'interrogazione scritta alla Commissione Ue sottolineando che queste lingue venivano discriminate a scapito di inglese, francese e tedesco. Ora non sarà più così. Già in primavera arriverà la procedura rivista per l'ufficio europeo per la selezione del personale (Epso), che ha sede a Bruxelles. La novità è conseguenza diretta delle sentenze della Corte di giustizia europea (Cgue), che recentemente ha dato ragione alle rimostranze del nostro Paese e dalla Spagna.L'Italia aveva ingaggiato questa guerra legale già a partire dal 2008. Sono state le ultime decisioni dei giudici, però, a dare una svolta decisiva alla questione. La Cgue ha annullato, infatti, tre concorsi organizzati da Epso (sentenza del 24 settembre 2015 nelle cause T-124/13, Repubblica italiana contro Commissione europea e T-191/13, Regno di Spagna contro Commissione europea) perché la lingua per le comunicazioni era stata ridotta a tedesco, inglese e francese e, tra l'altro, era stato imposto agli stessi candidati di scegliere la seconda lingua all'interno della stessa rosa linguistica. L'ufficio di selezione della Comunità aveva già cominciato ad adeguarsi e a pubblicare dal 2011 alcuni bandi di concorso e prove di pre selezione in tutte le lingue ufficiali dell'Ue. Ma ora è arrivata la svolta, grazie anche all'interrogazione dell'europarlamentare. «Dopo le ultime sentenze, inclusa l'ultima arrivata dal Tribunale Ue il 17 dicembre - ha spiegato la vicepresidente della Cgue Kristalina Georgieva nella risposta a Tajani -. Epso ha deciso di effettuare un'analisi approfondita delle possibili opzioni disponibili e della loro fattibilità. In effetti, la Commissione ritiene che sia possibile migliorare alcuni elementi delle attuali norme generali relative all'uso delle lingue nei concorsi. In quest'ottica, si stanno rivedendo le disposizioni generali e Epso si adopererà per garantire sia il pieno rispetto del principio di non discriminazione che un funzionamento adeguato e corretto dell'amministrazione dell'Ue in presenza di 24 lingue ufficiali». I tempi saranno brevi, anzi brevissimi: a primavera è attesa la procedura di selezione, rivista e corretta.

Annunci
Commenti

vince50

Ven, 15/01/2016 - 09:17

Grazie Europa per tanta bontà d'animo,te ne saremo eternamente grati.Non ci aspettavamo ne meritavamo tanto,ricambieremo con tanta umiltà sottomissione e servilità.

sorciverdi

Ven, 15/01/2016 - 09:28

Ehi, si sono accorti che esistiamo! Non vorrei dire ma l'Italia era già culla di una grande civiltà quando gli "altri" ancora vivevano nelle foreste e non conoscevano la scrittura. Oggi che il "DIO EURO" ha preso il posto di valori quali la civiltà e il diritto, noi siamo diventati dei paria. Non mi rallegro per questa tardiva decisione di "ammettere l'Italiano" nell'empireo delle linge dei nuovi padroni perchè spero e prego che la UE si disintegri presto e con lei tutta la sua massa di tromboni inutili quanto strapagati che pontifica da Bruxelles e che è capace soltanto di vuota arroganza.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 15/01/2016 - 09:53

Va bene, ma non durerà a lungo. Toglieranno l'italiano e metteranno il turco. Poi sarà il turno dell'arabo, del resto ormai già oltre le porte. E metteranno all'indice Dante Alighieri.

buri

Ven, 15/01/2016 - 10:11

almebo per questa volta dobbiamo ringraziare l'Europa per la protezione della nostra lingua, perché in Italia questa è maltrattata in modo sistematico da un pl tutti, iniziando dei cosoddetti creativi, deo giornalisti e dei politici, tutti quamyi impegnati in una gara nella distruzione dell'italiano e nell'utilizzo di parole inglese in sostituzione della parola italiana forseer domstrare la loro conoacenza delle lingue straniere mentre di fatto domostrano solo di essere ignoranti

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/01/2016 - 10:34

Quanto umana è l'Europa...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 15/01/2016 - 12:45

L'assurda realtà è che basta scrivere le leggi di finanziamento in ostrogoto e gli altri europei sono esclusi dai finanziamenti, per cui si dirà che: "Gli italiani non riescono a spendere i soldi". Ora, invece, basta adottare l'inglese quale lingua ufficiale e la Babele finisce. God save the Queen.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Ven, 15/01/2016 - 13:43

Sig.@@02121940-09,65-mi auguro non sia mai tolta. Deve esserci 'sempre' la lingua Italiana, è come ascoltare armonia...(anche se difficile da studiare e scrivere)-Saluti-