L'euroriscossa di Berlusconi Adesso tocca a Strasburgo

L'ex premier ha scelto di non intervenire ma i leader del Ppe lo hanno invitato sul palco: «Come on, Silvio...»

Da Cavaliere dimezzato a Cavaliere raddoppiato. Il day after il Congresso del Ppe ha questa lettura, viste come sono andate le cose a Malta. Berlusconi è arrivato sull'isola volutamente afono: non voleva esternare in pubblico perché, come già accaduto due anni fa a Madrid, «preferisco parlare quando sarà fatta pienamente giustizia. I giudici della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo non potranno far altro che riconoscere il torto da me subito. Mi hanno fatto una cosa...». Quindi nessun discorso ufficiale, nessun intervento dal palco; nell'attesa di farlo quando fosse di nuovo candidabile.

Ma quello che è successo a Malta è evidente: i partner europei hanno richiamato Berlusconi in campo perché, soprattutto adesso, «serve ancora lui». Il primo episodio che racconta la «chiamata» avviene al termine degli interventi dei capi di Stato e di governo popolari, tutti assieme sul palco con i massimi rappresentanti delle istituzioni europee, Antonio Tajani incluso. Foto di gruppo. Berlusconi è rimasto seduto in platea a sentire i discorsi di tutti. Ma dal palco lo hanno chiamato: «Come on, Silvio». E lui s'è mosso, ha raggiunto la tribuna, è salito. Pacche sulle spalle all'amico Antonio Tajani, stretta di mano al premier spagnolo Mariano Rajoy, sorrisi al primo ministro croato Andrej Plenkovic. Poi, quando il presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk che stava parlando fitto fitto con Angela Merkel si è accorto dell'arrivo di Berlusconi, ha allargato le braccia in gesto di accoglienza. Sorrisi e stretta di mano sia al polacco sia alla cancelliera di ferro. La quale, ha girato il dito indice come a dire «Ci vediamo più tardi?».

Riferimento al bilaterale che si terrà qualche ora dopo nella suite del sesto piano dell'Intercontinental Hotel, sede del summit. Un faccia a faccia che ha confermato l'idem sentire europeo: «Berlusconi è tornato indispensabile per la tenuta dell'Europa, scossa dalla Brexit e dall'avanzata dei populismi». Una veste, quella di argine contro gli eurodisfattisti e di garante della stabilità, che il Cavaliere indossa volentieri. Con i partner europei condivide le analisi e le maggiori preoccupazioni: più che Salvini spaventa Grillo. Anche in Europa si leggono i sondaggi e tutti sono d'accordo: Marine Le Pen, in Francia, avrà un buon risultato elettorale ma difficilmente entrerà all'Eliseo. Viceversa, in Italia, il Movimento 5 Stelle rischia di entrare a palazzo Chigi. Allora sì che sarebbe un guaio; a meno che... Ed ecco che tutti tornano a riabbracciare «Dear Silvio». Perché soltanto Berlusconi può disinnescare la mina grillina, in grado di far esplodere l'intera Europa.

E Salvini? È temuto di meno perché difficilmente la Lega toccherà i livelli di consenso di Grillo e, questo spera l'Europa, qualora si dovesse riproporre l'alleanza tradizionale di centrodestra, la guida sarà moderata. Così, Berlusconi non si preoccupa più di tanto del Carroccio, ai suoi occhi destinato a siglare un patto di ferro con gli azzurri, pena l'eterna irrilevanza politica. Ed ecco perché l'ex premier non si cruccia delle esternazioni di Salvini, sempre ultimative. L'ultima ieri: «In questo momento per l'Italia la Merkel rappresenta disoccupazione e immigrazione fuori controllo - dice - quindi qualcuno dovrà scegliere, con i tempi che riterrà opportuni, se il futuro passa dalla Lega, dai popoli, dagli italiani, oppure dalla Merkel, dalla Bce, da Strasburgo».

Commenti

vigpi

Sab, 01/04/2017 - 09:07

Scommetto che, massimo una settimana, qualche procura comunicherà di avere iniziato a indagare Berlusconi. Lo so..... MI PIACE VINCERE FACILE.

Alessio2012

Sab, 01/04/2017 - 09:17

Forza Silvio! Unica alternativa al PD!

Otaner

Sab, 01/04/2017 - 09:17

cREDO, SE MI è CONSENTITO DI DIRLO, CHE LA cORTE DEI DIRITTI DELL'UOMO DI STRASBURGO SAPRA' BEN DECIDERE SUL CASO DELL'APPICAZIONE DI UNA LEGGE CHE PUNISCE CON VALORE RETROATTIVO UN FATTO NON PREVISTO DALLA LEGGE DEL TEMPO IN CUI E' STATO COMMESSO.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 01/04/2017 - 09:56

Il futuro prevede sicuramente il contributo della Lega al centrodestra. Il palloncino gonfiato di nome salvini invece non solo non é indispensabile ma

giovanni PERINCIOLO

Sab, 01/04/2017 - 09:57

Il futuro prevede sicuramente il contributo della Lega al centrodestra. Il palloncino gonfiato di nome salvini invece non solo non é indispensabile ma prima lo sgonfiano e meglio sarà, sopratutto per la lega stessa!

antipifferaio

Sab, 01/04/2017 - 09:58

Credo che il Berlusca si stia facendo i conti senza l'oste...venga al sud per toccare con mano la disperazione e poi si renderà conto che dice frivolezze, per non dire altro!!! Alla gente non interessano più le promesse...game over...fuori tempo massimo! La gente vuole certezze. Vuole un reddito minimo che gli permetta di sopravvivere...il resto sono prese per il buco per fessi e per i krukki che a quanto pare fanno sempre il doppio gioco pur di vederci morti (eterni nemici). Detto ciò, il grosso dei voti al nord andrà alla lega e FdI e al sud a Grillo...Stia sereno il Cav, i venditori di pentole alla fiorentina non attaccano più...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 01/04/2017 - 10:23

Strano, 7 anni fa gli ridevano in faccia e chiedevano le dimissioni, seguendo i due maghi Merkel e Sarkozy, gente dal gigno storto. Mi sembrano tutti burattini, a comando di qualcuno.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 01/04/2017 - 10:34

e sarebbe ora che da strasburgo si dessero una mossa a meno che non siano come la magistratura italiana che quando si tratta di Silvio è veloce come la TAV altrimenti con gli amici in velocotà viene superata anche dalle lumache

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 01/04/2017 - 10:37

"l'ex premier non si cruccia delle esternazioni di Salvini"...eh, già: Salvini il "lepenista". Ne riparleremo quando, tra qualche mese, e coi ritmi correnti le nostre stade saranno indistiguibili da quelle di Timbuctù. Ma all'ex Cav, di questo, che frega?

Ritratto di libere

libere

Sab, 01/04/2017 - 10:50

Sarebbe ingenuità pensare che al Berlusca sfugga che non si torna allo stesso tavolo sette anni dopo, pensando di trovare gli stessi giocatori, giocare la stessa mano, fare le identiche puntate. E, prima di ogni cosa, senza che gli elettori abbiano ancora distribuito le fiches.

xgerico

Sab, 01/04/2017 - 10:59

@manasse- Ma perché lei pensa che una sentenza Italiana, passata per la cassazione, Strasburgo possa mettere bocca!? Dove l'ha letto?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 01/04/2017 - 11:06

#Leonida. Questa, gente é sottoposta ai comandi del Club Bilderberg, É dei 2 maghi Merkel e Sarkozy solo la Merkel é rimasta al potere, perche il primo é gia passato alla riva del fiume come cadavere, É la Merkel da parte sua deve riconoscere che il solo statista di rilievo che cé in Europa é Silvio Berlusconi! É se 7 anni fá napolitano insieme alla Merkel Hanno complottato di far decadere Berlusconi come Premier adesso la Merkel sente odore di sconfitta anche in Germania! perche l,AFD come Marie Le Pen avránno questo,anno molti gradimenti grazie alla politica Emigratoria fallimentare di Merkel e Hollande, É se in Italia Grillo vincerá le elezioni allora saranno caxxi amari per chi ha fatto retrocedere Berlusconi da Premier!.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 01/04/2017 - 11:14

Dai Cramer... posso capire che ti vergogni un po' a scrivere questi articoli, ma non nasconderti dietro la redazione...

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 01/04/2017 - 11:27

Berlusconi e` il futuro dell'Italia come Paese chiave dell'UE. Certamente. La velina passata al Giornale assomiglia alle celebrazioni del Leader Nord Coreano, ci manca solo la giornalista in lacrime mentre commossa parla di LUI. Neanche la Pravda dei bei tempi...(Comunque avete visto che la linea editoriale e`stata rinormalizzata, dopo anni di deriva Salviniana? Berlusconi deve aver fatto un bello shampoo a Sallusti, per ridare lucidita` alla sua testa pensante...)

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 01/04/2017 - 11:51

Torna dalla tua badante Ucraina e lascia fare il cambiamento a quelli che lo vogliono veramente. www.nopecoroni.it sul web e Twitter.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 01/04/2017 - 12:07

Tranquilli, ci pensa la procura rivoluzionaria rossa di Milano a far partite Ruby ter, quater.......

Giorgio1952

Sab, 01/04/2017 - 12:22

"Ed ecco che tutti tornano a riabbracciare «Dear Silvio». Perché soltanto Berlusconi può disinnescare la mina grillina, in grado di far esplodere l'intera Europa"! Articolo firmato Redazione perché fprse un minimo di vergogna nello scrivere certe cose si prova. "Berlusconi non si preoccupa più di tanto del Carroccio, ai suoi occhi destinato a siglare un patto di ferro con gli azzurri, pena l'eterna irrilevanza politica", lo afferma il Cav dall'altp del suo 12%!!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 01/04/2017 - 12:41

Quello che è successo a Malta è semplicemente realismo politico. L'ondata populista in Italia è targata Grillo e, dopo le prossime elezioni, Mattarella dovrebbe dare l'incarico di formare il nuovo governo all'M5S. La cosa non piace alla UE (e questo poco conta) e alla Merkel (e questo conta eccome). Banalmente, crollato il PD che faceva da elemento stabilizzatore, è il solo Berlusconi a garantire, quantomeno, un corretto dialogo con la UE. I sondaggi dimostrano che con Berlusconi FI passerebbe dal 15 almeno al 25% (Berlusconi stesso ammette che la sua presenza vale tra i 10 ed i i 15 punti) e quindi, con opportune alleanze (ad esempio con alcuni partitini che nasceranno dalla ulteriore frantumazione del PD, e con la Lega a certe condizioni) Berlusconi potrebbe dare un governo all'Italia. Non ci sono molte scelte: o Berlusconi o Grillo, altro non è dato.

Giorgio1952

Sab, 01/04/2017 - 13:32

"Ed ecco che tutti tornano a riabbracciare «Dear Silvio». Perché soltanto Berlusconi può disinnescare la mina grillina, in grado di far esplodere l'intera Europa"! Articolo firmato Redazione perché forse un minimo di vergogna nello scrivere certe cose si prova. "Berlusconi non si preoccupa più di tanto del Carroccio, ai suoi occhi destinato a siglare un patto di ferro con gli azzurri, pena l'eterna irrilevanza politica", lo afferma il Cav dall'alto del suo 12%!!!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 01/04/2017 - 15:28

TROPPO FORTE LO SANNO A IN EUROPA CHE E IL MIGLIORE