Libia, Avramopoulos: "Ondata profughi? L'Europa non può accogliere tutti"

Dimitris Avramopoulos preoccupato per la situazione in Libia: "La priorità è garantire il trattamento umano e dignitoso di tutti i migranti"

Il Commissario europeo per i migranti Dimitris Avramopoulos ha rilasciato un'intervista a Il Messaggero sulla situazione drammatica in Libia per la quale si è detto piuttosto preoccupato: perciò "l'Unione europea e i suoi Stati membri hanno già invitato tutte le parti a cessare immediatamente le operazioni militari nel paese". L'obiettivo è dunque quello di "evitare che la situazione peggiori ulteriormente".

Avramopoulos detta la linea

La priorità rimane la garanzia di trattamenti umani e dignitosi dei migranti "indipendentemente dal loro status", ma parallelamente sottolinea che "l’Europa non può accogliere tutti". L'attuale sfida è evacuarli dalla Libia: "Stiamo lavorando a stretto contatto con i partner sul campo per fornire assistenza e soccorso alle persone colpite dal conflitto. E, nonostante le difficili condizioni sul terreno, continuiamo il nostro lavoro insieme a Oim e Unhcr per portare i migranti fuori dalla Libia o in luoghi più sicuri del Paese".

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato dei possibili 800mila profughi pronti ad arrivare in Italia, ma Avramopoulos è stato chiaro: "In questa fase non abbiamo alcuna indicazione di imminenti aumenti dei flussi dalla Libia, ma dobbiamo essere preparati". E per quanto riguarda l'identificazione presso gli hotspot ha dichiarato: "Gli vengono prese le impronte digitali, viene intervistato e sottoposto a screening per l’identificazione. Tutto questo, anche grazie al supporto delle nostre agenzie sul territorio libico. Non è una novità, la nostra vigilanza complessiva e la nostra preparazione sono aumentate negli ultimi anni".

Il Commissario europeo si è poi espresso anche sulla decisione ferma di Matteo Salvini di chiudere i porti italiani a Ong e imbarcazioni di migranti: "Non permettere lo sbarco non è una soluzione. Il recente caso con la nave dell’Ong Alan Kurdi mostra quanto siano necessarie soluzioni strutturali sostenibili, per garantire che lo sbarco delle persone soccorse possa avvenire rapidamente e in sicurezza".

Commenti

PaoloPan

Dom, 21/04/2019 - 12:12

Porti chiusi ... in alternativa, trasferire tutti i migranti nel ricchissimo Vaticano, dove il sig. Bergolio li accoglierà e li tratterà da Signori, ovviamente tutto a sue spese.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Dom, 21/04/2019 - 12:21

Ora si sono svegliati dalla SBORNIA NEGRISTA, questi infami bastardi Ora che le loro poltrone stanno saltando e sulle quali non potranno più poggiare il loro lurido ku.lo!

Reip

Dom, 21/04/2019 - 17:39

Tra le balle di Notre Dame alla quale sono stati elargiti fin troppi soldi, e le proteste dei gilet gialli, tra gli annunci fuorvianti del Papa del PD e la sinistra che insistono nel business dell’immigrazione clandestina e di far cader l’esecutivo approfittando delle sterili liti tra di Maio e Salvini, tra le finali di campionato e il trionfo della juve, l’Italia e’ sull’orlo di un baratro! Mentre i bravi italioti vanno allo stadio per il derby e affollano le piazze per festeggiare la Juve, in Libia in questi giorni si sta decidendo il futuro della Libia stessa e dell’Italia. Se la situazione in tripolitania degenera, in Italia si rischia una guerra civile. L’esodo di milioni di africani provochera’ il crollo del sistema sanitario, un aumento vertiginoso delle tasse e un futuro orribile di morte, orrore, malattie, stupri e omicidi perpetrati dalla mostruosa orda virulenta affamata che invadera’ il nostro Paese! Sara’ una catastrofe!

caren

Dom, 21/04/2019 - 18:03

Se ne sono accorti. Complimenti, meglio tardi che mai. Cominciano ad aver paura anche loro?

Ritratto di Walhall

Walhall

Dom, 21/04/2019 - 18:28

Ma cosa succede, come mai questa sobrietà? Junker ha finito il cognac per tutti all'europarty?

pasquinomaicontento

Dom, 21/04/2019 - 19:04

C'è un verbo a uso e consumo per coloro che vanno fora de testa:-Sclerare, nun s'usa quasi mai,perchè pochi sanno er significato,se usa invece quello tera tera :- Ma che sete scemi? ma annàteve a curà,è quello che io direi ai 2 litiganti.Se fa presto a cascà giù,è er ritirasse su che diventa più difficile,guardate Zingaretti,che fatica che fà a parlà senza sputà, co' tutta la bona volontà,quanno parla te devi allontanà,sennò t'innaffia,come dite? nun se pò dì?si vabbè,ma pure lui,lo deve da penzà che chi je sta davanti,nun è mica 'na pianta de ciclamini.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 21/04/2019 - 19:10

invece noi italiani possiamo essere invasi da irregolari che vengono a spacciare, rubare e violentare. brutto pezzo d'asino, tienteli tutti a brussel e buon pro vi faccia

sparviero51

Dom, 21/04/2019 - 19:34

GROSSO PARACULO GRECO EX SINISTRO CON PORTAFOGLIO PIENO A DESTRA . SI È SISTEMATO A VITA CON IL SEGGIO A BRUXELLES ALTRIMENTI IN PATRIA AVREBBE FATTO LA FAME (FORSE) !!!

kennedy99

Dom, 21/04/2019 - 21:08

ora si è svegliato dal letargo anche il caro avramopoulus. sino ha poco tempo fa chi diceva questo ero considerato dal caro dimitris un razzista.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Dom, 21/04/2019 - 22:04

Molto timidamente e con tanti distinguo stanno rinsavendo. Purtroppo non abbiamo tempo affinchè il processo si concluda. Quindi la linea di Salvini è l'unica plausibile.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Dom, 21/04/2019 - 22:05

Molto timidamente e con tanti distinguo stanno rinsaviendo. Purtroppo non abbiamo tempo affinchè il processo si concluda. Quindi la linea di Salvini è l'unica plausibile.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Dom, 21/04/2019 - 22:05

Molto timidamente e con tanti distinguo stanno rinsaviendo. Purtroppo non abbiamo tempo affinchè il processo si concluda. Quindi la linea di Salvini è l'unica plausibile.

Chiara Mente

Lun, 22/04/2019 - 10:28

Se non ho capito male, l'articolo dice che Avramopoulos sostiene che l'Europa non può accoglierli tutti gli eventuali 800.000 arrivi dalla Libia, ma che l'Italia deve permettere lo sbarco, il non farlo non è una soluzione. "Sono necessarie soluzioni strutturali sostenibili, per garantire che lo sbarco delle persone soccorse possa avvenire rapidamente e in sicurezza". In Italia, naturalmente.