L'insospettabile ragazzo del mistero che giocava a calcetto e amava la tv

Younes Abouyaaqoub è il ragazzo del mistero di questa raggelante storia. Tanto per cominciare neppure gli investigatori conoscono con esattezza la sua data di nascita. All'anagrafe figura un 1 gennaio 1995, ma sarebbe una sorta di autocertificazione fornita dal padre Omar ai funzionari del comune di Ripoll, dove la famiglia si era trasferita nel dicembre 2006. Di certo Younes era cugino dei fratelli Oukabir, anche se i genitori del giovane, sentiti dagli inquirenti al commissariato di Girona, avrebbero negato ogni grado di parentela con il leader della cellula. A oggi non è dato sapere se sia stato ucciso, oppure sia riuscito a fuggire in Francia dopo aver rubato un'auto a Sant Feliu de Pallerols. Del presunto killer di Barcellona, parla Younes, suo compagno all'Institut Santiago Sobrequés i Vidal di Girona. «Mi sembra surreale. Giocavamo insieme a calcetto, guardavamo a casa mia le serie tv. Se devo essere sincero non mi sembrava neppure molto osservante. Aveva ripreso a studiare perché voleva trovare un lavoro decente». Un bravissimo attore, non c'è dubbio, visto che un'informativa dei servizi segreti iberici lo colloca, addirittura nell'ottobre del 2015, come «elemento in procinto di radicalizzazione».