L'INTERCETTAZIONETelefonata con Mulè, Marina Berlusconi querela «l'Espresso»

La telefonata intercettata tra Marina Berlusconi e Giorgio Mulè e finita sulle pagine dell'«Espresso» arriva in tribunale. Il numero uno di Mondadori ha infatti «dato mandato ai propri legali - si legge in una nota di Fininvest - di procedere nelle sedi e nei modi più opportuni a seguito della pubblicazione, sul numero dell'“Espresso” questa settimana in edicola, della trascrizione di una sua conversazione privata e riservata con il direttore di “Panorama” Giorgio Mulè». «La telefonata, del tutto irrilevante sul piano penale - continua la nota -, era coperta dal segreto istruttorio ed era stata intercettata nel corso di un procedimento per il quale Marina Berlusconi non era mai stata indagata, procedimento peraltro conclusosi con un decreto di archiviazione».

Commenti

elgar

Mar, 22/07/2014 - 09:25

Mi pare giusto.