L'Italia accoglie 93 rifugiati. Gentiloni fa gli onori di casa

Tra loro 41 bambini vengono dalla Siria sconvolta dalla guerra

Bimbi sorridenti o urlanti, donne con il velo, addetti alla sicurezza aeroportuale e, tra loro, anche il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Questo lo scenario, un po' caotico ma sereno, che si apriva ieri mattina al Terminal 5 dello scalo di Fiumicino, dove sono arrivati 93 profughi dai campi dell'Onu in Libano. Le persone accolte, tra cui ci sono 41 minori, vengono da diverse cittadine della Siria, sconvolte da cinque anni di guerra civile: Homs, Hama, Idlib. «Mi chiamo Yosef, vengo da Aleppo, mia figlia ha un anno e mezzo». Da dove viene? «Da Aleppo». Com'è la situazione laggiù? «Meglio non parlarne». Così, ai microfoni dei giornalisti, uno dei 93 profughi. L'inglese, ma anche l'arabo, oppure semplici gesti, sono i mezzi per comunicare al Terminal 5. I volontari delle associazioni organizzatrici (Comunità di Sant'Egidio, Confederazione delle Chiese evangeliche e Tavola Valdese), dicono «Benvenuti», accompagnando la parola ad un gesto che mima un bacio. L'unica risposta di alcuni rifugiati, che non parlano inglese, è «la pace sia con te», augurato in arabo. Al terminal 5 di Fiumicino sono naturalmente presenti diversi interpreti. Quella di oggi, ha detto il ministro Gentiloni, è la prima tappa di «un'iniziativa molto importante, che consente e consentirà a centinaia e centinaia di rifugiati, molti dei quali bambini, di arrivare qui in sicurezza». Secondo il capo della diplomazia italiana, i rifugiati potranno arrivare in Italia «senza subire violenze e ricatti, e senza correre i pericoli che in questi giorni vediamo». Per affrontare l'emergenza migratoria «non si può passare attraverso decisioni unilaterali, o innalzando muri», ha detto Gentiloni, secondo cui serve invece «un ventaglio di azioni diverse». Il vice ministro degli Esteri Mario Giro ha sottolineato che «non abbiamo fatto niente di nuovo, abbiamo usato leggi già esistenti, previste anche all'interno del quadro Schengen». Giro ha puntato il dito contro «l'impudenza, la polemica e la paura che hanno contraddistinto il dibattito sull'immigrazione: questo Governo vuole dimostrare che la gestione della crisi si può fare in maniera diversa, e speriamo che altri Paesi seguano il nostro esempio». I rifugiati verranno accolti nelle comunità delle associazioni religiose. Una voce, prima in italiano e poi in arabo, ha indicato loro le destinazioni dove saranno accolti e dove vivranno nei prossimi mesi: suddivisi in piccoli gruppi, andranno a Trento, Torino, Reggio Emilia, Firenze, provincia e comune di Roma. Impareranno l'italiano, tenteranno di integrarsi nella nostra società con l'aiuto dei mediatori culturali.

Commenti

venco

Mar, 01/03/2016 - 09:02

Questo è incoraggiare l'invasione.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 01/03/2016 - 09:03

Ma il tappeto ROSSO.......lo ha steso??????

autorotisserie@...

Mar, 01/03/2016 - 09:27

NULLITA' DI UOMO, SEMPRE PIU' A NOVANTA GRADI , GLI ITALIANI SONO ALLLA FAME, MALEDETTO DA TUTTI GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA'

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Mar, 01/03/2016 - 09:46

Se si aprissero i cosidetti corridoi umanitari le coop farebbero salti di gioia per andarli a prelevare a domicilio....così aumenterebbero gli affari, per gli amici degli amici degli amici!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 01/03/2016 - 09:55

proprio quegli italiani che si vantano della laicità, accolgono solo religiosi islamici, mai una famiglia profuga laica, tutti con il velo in testa.

guardiano

Mar, 01/03/2016 - 10:07

Gentiloni senza vergogna è corso a farsi lo spot gratuito, ben sapendo che questo tipo di immigrazione è quello che le persone normali hanno sempre auspicato, parlaci invece delle centinaia di migliaia di immigrati che non avete saputo o voluto governare permettendo a cani e porci di mescolarsi con immigrati aventi .

giolio

Mar, 01/03/2016 - 10:08

Finalmente!!!!!!!! l‘Italia ha accolto 93 rifugiati Hera...Hora!!!!!!!!!!!!

gabryvi

Mar, 01/03/2016 - 10:13

Compensare con l'espulsione di un centinaio di clandestini ospitati in hotel! Questi sono profughi, gli altri no! In ogni caso, non dare per scontato che rimarranno in Italia a vita, finita la guerra in Siria, a casa loro a ricostruire, come abbiamo fatto noi!

marygio

Mar, 01/03/2016 - 10:14

mi sono commosso........

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 01/03/2016 - 11:10

Faremo la fine dei tedeschi quando all'inizio del 1900 accolsero gli ebrei che scappavano dalla Russia. E gli ebrei li ricompensarono vendendo la Germania agli inglesi e agli USA in cambio della Palestina (trattato Balfour). E da qui cominciò l'Olocausto e la Seconda Guerra Mondiale. D'altronde la storia non inventa mai nulla di nuovo... ciclicamente si ripete.

risorgimento2015

Mar, 01/03/2016 - 17:24

e` chi paga ? Qualcuno per caso a fatto osservare al ministro , Nel gli ultimi 2 mesi quanti italiani hanno perzo la casa il lavoro ? e quanti si sono suicidati perche non ce` un aiuto dallo stato / Ma si trovano risorze per gli stranieri. QUICOSA CHE NON QUADRA!