L'Italia fa il suo dovere, gli altri superteam no

Uno a zero della Nazionale italiana contro la Bulgaria, grazie a un gol di De Rossi. Risultato che vale per la qualificazione agli Europei dell'anno prossimo

L'Italia è vicina alla qualificazione all'Europeo di Francia dell'anno prossimo. Discussa, per certi versi a volte discutibile nel gioco, questa Nazionale fa quello che deve fare: vincere le partite che valgono punti. Uno a zero non esalta? Conta poco, perché quando ti giochi l'accesso a Euro2016 l'unica cosa che serve e fare i punti che valgono proprio la qualificazione. Ha segnato De Rossi, che si conferma il centrocampista più prolifico della storia della Nazionale. Un altro che segna solo gol che servono e li segna quando servono. All'Italia adesso basterà vincere la partita di Roma (si gioca a ottobre) contro la Norvegia. A tutti quelli che consideravano o che considerano questo risultato una formalità, vale la pena ricordare che Nazionali teoricamente molto più forti di noi, stanno facendo figure meschine: l'Olanda, finalista ai mondiali 2010 e semifinalista a quelli del 2014, squadra di cui tutti parlano sempre come se fosse il meglio del meglio, all'Europeo rischia seriamente di non andarci. Oggi è quarta nel girone, dopo una imbarazzante sconfitta 3-0 in Turchia. Ma pure il Belgio che ai Mondiali brasiliani ha fatto parlare tutti è secondo nel girone, ma oggi è sotto al Galles, Nazionale che non ha proprio una grande tradizione. Ma è esattamente quello che sta accadendo: cambia il potere del calcio europeo. Il Galles ne è l'esempio: arriverà all'Europeo e ci arriverà probabilmente da prima del girone, con merito. Esattamente come l'Islanda, che da ieri è ufficialmente qualificata.

Per la prima volta. Dando lezioni a molti.

Commenti

ben39

Lun, 07/09/2015 - 08:54

Ma se il Belgio è una delle favorite al titolo europeo?!

beowulfagate

Lun, 07/09/2015 - 09:38

Sei punti in due partite casalinghe contro due squadre invero mediocri non invogliano all'ottimismo.A prescindere dai guai degli altri,giocare in casa contro Malta e Bulgaria e batterle grazie a un rigore e ad un gol palesemente da annullare non ti fa guardare con fiducia all'europeo dell'anno prossimo.Vero,l'importante è andarci,ma come ? Speriamo che una volta lì si accenda lo stellone italico,ma un minimo di talento devi pur averlo.Questi calciatori lo hanno ?

maurizio@rbbox.de

Lun, 07/09/2015 - 10:42

@ben39 - Ecco è questo il punto. Il problema dei tempi Post-sentenza-Bosman è che il livello medio degli altri e salito, il livello medio delle squadre una volta considerate "di vertice" è invece sceso. La tendenza è chiara. Ovvio che per noi si parla di livellamento verso il basso, per quelle squadre che un tempo facevano solo da "materasso" si parla di salto di qualità. Il Belgio? Probabilmente no, ma come l'Olanda, se valgono le ultime performance allora si deve dire che il Belgio può essere una favorita e sta facendo pena. Il Galles se arrivasse primo nel girone, non è una favorita almeno per un posto in semifinale?! Qualcuno può dire no, e invece perché no?! Il segreto è lavorare per non farsi inghiottire dal livellamento. Noi dovremmo mettere regole a salvaguardia dell'Italianità delle squadre e dei giocatori, se non in serie A certamente in tutte le categorie inferiori per le quali dovrebbero valere le regole del 1950.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 07/09/2015 - 10:50

@De Bellis - Ma dico stiamo scherzando o cosa!? ITALIA - BULGARIA che razza di incontro è questo? Non sta mica parlando sul serio spero. La squadra va messa a confronto con opponenti forti, non con un paese che a fatica si regge in piedi... Non ho seguito l'incontro, ma secondo me non c'è NESSUNO che prometta allo stesso livello di dove era la Nazionale nel 2006. Quella, a mio avviso, fu l'ultima generazione di giocatori italiani di talento. Non sarà un Balotelli (che non è neppure italiano e il suo gioco lo dimostra ampiamente) a fare la differenza. Spero lo lascino fuori per sempre.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 07/09/2015 - 11:09

C'è poco da stare allegri con questa Nazionale. Gioca in maniera deprimente: ma da quando l'Italia non fa una partita decente? Va avanti con un golletto a testa a Malta e Bulgaria (si sa, due squadroni). Insomma, come è nella tradizione meschina tipicamente italiana, trovato il golletto, lo si difende senza pensare molto a provare a farne un secondo, un terzo, magari un quarto. Anche contro una Malta qualsiasi si dà molta importanza alla fase difensiva. A dir poco stomachevole! (1-continua)

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 07/09/2015 - 11:09

(2-fine) Come allenatore da Nazionale, Conte vale quanto una Boschi qualsiasi a ministro della Repubblica. Comunque, la qualificazione non è per niente scontata. Guardando alle due partite che restano da giocare, la Croazia, sulla carta, ha 6 punti sicuri: quindi, arriverebbe a 20 punti. La Norvegia ha 3 punti sicuri con Malta: arriva a 19 punti. Se l'Italia non vincerà in Azerbaigian - ipotizziamo che pareggi -diventerà decisiva l'ultima partita interna contro la Norvegia: infatti, alla vigilia dello scontro diretto, entrambe starebbero a 19 punti. A quel punto, penso proprio che ci saranno brutte sorprese per l'Italia.

yulbrynner

Lun, 07/09/2015 - 11:30

calciatori italiani fichetti da 4 soldi femminucce sopravvalutati e schiappe

guerrinofe

Lun, 07/09/2015 - 13:11

Grande vittoria della nazionale grazie a uno spudorato e clemente arbitraggio , maestri di simulazione ,passano il turno e soddisfano solo i nostalgici di un'altra epoca.