L'Italia fa la voce grossa. Ma dagli alleati europei ottiene solo un "tavolo"

A Varsavia la richiesta di aprire gli altri porti. Risposta? Missione Triton da rivedere

L'obiettivo, quello della regionalizzazione dei soccorsi, cioè la possibilità di condividere con altri paesi Ue l'accoglienza nei propri porti dei migranti recuperati nel Mediterraneo, era piuttosto ambizioso. L'Italia era andata al vertice di Varsavia, dove ha sede Frontex, decisa a chiedere agli altri Paesi la rinegoziazione dell'operazione Triton, che prevede lo sbarco dei profughi solo nei nostri porti, ed è riuscita a ottenere un'apertura alla revisione della missione.

Solo parole? Si vedrà. Di certo nessuno Stato membro ha offerto i suoi approdi, com'era prevedibile, ma è stato stabilito che Frontex affiderà a un gruppo di lavoro, che verrà costituto immediatamente, l'incarico di mettere a punto un nuovo piano operativo per la missione Triton che poi verrà sottoposto agli Stati partecipanti. È questo il principale risultato della riunione di ieri del Consiglio di gestione dell'Agenzia Ue per il controllo dei confini esterni. E il Viminale, che era arrivato a minacciare l'uscita da Triton se non avesse ottenuto la disponibilità di dividere il peso dell'emergenza con gli altri partner europei, lo considera comunque un successo.

È stato il prefetto Giovanni Pinto a prendere parte all'incontro al posto del ministro Marco Minniti. Pinto ha rappresentato la necessità per l'Italia, in caso di flussi massicci di migranti, di sbarcarli nei porti di altri Paesi e il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, ha chiesto ai paesi Ue di «rispettare i loro impegni di rafforzare l'operazione Triton». Tutti i partecipanti hanno riconosciuto che l'Italia sta affrontando una pressione straordinaria e che ha bisogno di un sostegno aggiuntivo dall'Europa e da Frontex. Il gruppo di lavoro, adesso, dovrà individuare gli interventi necessari per far fronte alle nuove esigenze, tenendo conto delle decisioni già prese a livello politico, rinviando così alle conclusioni del vertice di Tallin, dove Francia e Spagna avevano negato l'apertura dei loro porti alle navi delle Ong. Allo stesso tavolo verrà sottoposto il codice di condotta delle organizzazioni non governative che l'Italia sta elaborando, per verificare quanto le nuove regole andrebbero a impattare sulle attività operative di Frontex. L'agenzia si è impegnata, intanto, ad aumentare la propria presenza negli hotspot per accelerare il processo di identificazione dei migranti e le procedure per gestire le richieste di asilo. È stato garantito anche un maggiore impegno nella lotta contro lo sfruttamento dei profughi e un sostegno più incisivo nei rimpatri.

Domani Minniti volerà in Libia per discutere con le autorità locali le strategie di contrasto all'immigrazione clandestina. Oltre ai sindaci delle regioni da cui partono la maggior parte dei barconi diretti verso l'Italia, il ministro incontrerà il capo del consiglio presidenziale libico, Fajez al-Serraj, e il suo omologo Aref al-Koja. Si discuterà di come coinvolgere le istituzioni locali in un'azione di contrasto ai trafficanti, offrendo delle soluzioni che producano un'economia alternativa e lecita a quella alimentata dai viaggi della speranza. È un progetto su cui il Viminale sta lavorando da tempo, basato sugli aiuti a queste aree, che la Ue si è mostrata disponibile a sostenere.

Commenti

Giorgio Colomba

Mer, 12/07/2017 - 10:03

E' il "potere contrattuale" del terzo governo abusivo in carica...

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 12/07/2017 - 10:04

cito:"Ma dagli alleati europei ottiene solo un tavolo": d'angolo, vicino ai gabinetti ed al sottoscala?

giovanni PERINCIOLO

Mer, 12/07/2017 - 10:07

"L'Italia fa la voce grossa". E gli "alleati" rispondono, more solito, con solenni pernacchie! Minniti, se prima non ritiriamo le nostre navi e non chiudiamo i nostri porti non c'é dialogo possibile. Questa UE risponde solo se messa davanti a fatti concreti, le chiacchiere hanno fatto il loro tempo e non servono a nulla, sopratutto quando indirizzate ai sordi per partito preso!

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 12/07/2017 - 10:09

se questi CACASOTTO(IN parte collusi) non prendono iniziative atte a fare GLI INTERESSI DEL PAESE CON AZIONI UNILATERALI COME FANNO GLI ALTRI SARANNO CONTINUE PERNACCHIE. ZERBINI COLLUSI DEL PD

Jesse_James

Mer, 12/07/2017 - 10:09

Io il tavolo glie lo darei in testa! Serraj non è in grado di gestire nemmeno il condominio dove abita figuriamoci una situazione del genere. Qui se non attuiamo qualche provvedimento unilaterale, clamoroso ed immediato siamo fritti e cucinati. Se aspettiamo la UE, Frontex, Triton e compagnia bella stiamo freschi!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 12/07/2017 - 10:15

Come possa una cozza o una vongola "fare la voce grossa" mi è tuttora ignoto. Diciamo che i rappresentanti italiani emetteranno qualche bolla d'aria mentre l'Europa, in padella, li cuoce.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 12/07/2017 - 10:23

Il ruggito del proteo.

Cheyenne

Mer, 12/07/2017 - 10:34

ma quali alleati la ue è nostra nemica. Scappare da questo mostro

Cheyenne

Mer, 12/07/2017 - 10:36

chiudere i porti e blocco navale inutile sperare nella ue

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 12/07/2017 - 10:42

Ma con quale credibilità chiedono di trattare con i partners europei dopo che LORO hanno voluto che tutti gli sbarchi avvenissere in Italia in cambio di qualche favore finanziario utilizzato a scopi elettorali? IL PD HA VOLUTO L'INVASIONE. IL PD PERSEGUE, CON LA COMPLICITA' DEL VATICANO, LA SOSTITUZIONE ETNICA DEGLI ITALIANI.

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Mer, 12/07/2017 - 10:44

E le sedie se le deve portare da casa.

elio2

Mer, 12/07/2017 - 10:49

L'urlo dei conigli. Tutto il mondo sa che questi decerebrati rappresentano solo la loro strampalata e fallimentare ideologia, e non il popolo Italiano, quindi dopo averli usati, perché perdere tempo a dar lor ascolto?

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 12/07/2017 - 10:59

già tanto se il tavolo non è rottoo!!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 12/07/2017 - 11:01

che tavolo ? di legno ? o di prastica ?

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 12/07/2017 - 11:02

Ah , Ah , Ah ....

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 12/07/2017 - 11:11

una tavolata e' quello che ci vuole .... yeahh ...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 12/07/2017 - 11:22

Secondo me potrebbero fare il coro delle voci bianche.

Marcello.508

Mer, 12/07/2017 - 11:38

Jesse_James - Esatto - Fanno i forti con i deboli ma calano le braghe con i forti. Governicchio fantozziano, senza spina dorsale.

paolonardi

Mer, 12/07/2017 - 11:39

E' la considerazione che ci meritiamo con il bulletto del contado e le amebe che reggono la Repubblica.

Ritratto di adl

adl

Mer, 12/07/2017 - 11:43

Improbo sforzo dell'eroico ministro. Doveva niente po'po' di meno far notare ai rappresentanti della UE meglio descritta dagli STORY TELLERS o fuor da inglesismi, i CANTASTORIE delle teleleopoldine a canone garantito riscosso in bolletta Enel e dalle varie TelePolCorr, in modo tanto altisonante quanto FARLOCCO, come EUROPA dei popoli che non è giusto sbolognare solo alla piccola Italia, un problema TRANSCONTINENTALE quale quello dei migranti. Ha eroicamente e fantozzianamente azzardato la proposta di adottare il principio UN PO' PER CIASCUNO NON FA MALE A NESSUNO. L'"Europa dei Popoli" ha generosamente e misericordiosamente offerto all'eroe un inestimabile quanto emblematico "TAVOLO".

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 12/07/2017 - 11:49

Can che abbaia non morde. Ergo riceveremo i soliti pesci in faccia.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 12/07/2017 - 11:57

Non si deve trattare comunisti ladri e incapaci. Si fa come Orban. Lui si è fatto il muro, noi chiudiamo i porti. La ue urla? Chi se ne frega. Ci dichiarino guerra.

veritiero333

Mer, 12/07/2017 - 12:04

Se i nostri politici,sono gente inaffidabile e pecoroni,i loro sudditi che li sostengono,sono pure di PRGGIO!!! AUGURI ITALIA IN MANO AI SARACENI!!!!!

roseg

Mer, 12/07/2017 - 12:26

AHAHAHAH questo è ciò che ottiene dagli alleati europei.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 12/07/2017 - 12:27

Si continua a fare "proclami" e la voce grossa non è seguita da fatti concreti, tanto che gli altri paesi UE se la ridono. Nessuno del governo in modo "silenzioso" attua provvedimenti per bloccare gli sbarchi, anzi si fanno leggi (ius soli) che favoriscono l'immigrazione. Rimango sconcertato da quanta gente ancora voterebbe PD dopo tutti i disastri che ha combinato...

Gianni11

Mer, 12/07/2017 - 12:31

Ma ancora si crede a queste sceneggiate? Sono tutti "alleati" a favore dell'invasione. L'UE e questo governo ci vogliono invasi. O ci liberiamo da questo governo e dall'UE o perdiano l'Italia per sempre. Ci stanno sostituendo con un'altra popolazione. Vogliamo svegliarci? C'e' una guerra per distruggerci come popolo e come nazione e i nemici sono l'UE e questo governo di traditori. Vogliono eliminarci.

Riflessioni_de

Mer, 12/07/2017 - 12:42

In Europa tutti sanno che il governo attuale non rappresenta nessuno!Tutti a casa e nuove votazioni ! Ci vuole un governo forte per arrestare il flusso migratorio e ci vuole qualcuno che alle parole fa seguire fatti, anzi prima i fatti e poi discutere in ambito europeo!

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 12/07/2017 - 12:47

Se devo essere sincero, lì per lì gli avevo dato fiducia; mi aspettavo che qualcosa più di Alfano (non è che ci volesse molto...) riuscisse a fare. Ma, come si sa, è inutile tentare di cavare il sangue dalle rape. Perché di rape si sta parlando e, in più, di rape rosse...La soluzione (Minniti, apri le orecchie!) sta nel chiudere immediatamente i porti, schierare le navi della Marina a protezione delle nostre acque territoriali, defalcare la spesa per il rimpatrio dei soggetti non ospitabili (oltre alla spesa fin qui sostenuta) dalle nostre cospicue rate all'UE, accompagnare con l'Esercito i soggetti che non desiderano rimanere in Italia al confine con la Francia, Austria, Slovenia e Svizzera...ho dimenticato qualcosa?

Marcolux

Mer, 12/07/2017 - 12:50

L'Italia fa la voce grossa? e con chi? L'Italia si caca addosso, questa è l'unica cosa che ormai sa fare!

Marcolux

Mer, 12/07/2017 - 12:50

Vermi, parassiti, un giorno forse pagherete tutto il male che state facendo al Paese!

nopolcorrect

Mer, 12/07/2017 - 12:57

"Di certo nessuno Stato membro ha offerto i suoi approdi." Giusto, visto che tanti sinistri considerano i "migranti" una risorsa, i nostri partners ce li vogliono lasciare tutti. E vista che effettivamente tante coop e Ong ci mangiano sopra anche in questo caso i nostri partners pensano sarebbe scortese da parte loro toglierci questi profitti.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 12/07/2017 - 12:58

Questa è davvero buona: Alì il Comico che fa la voce grossa!

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mer, 12/07/2017 - 13:02

Italia che vale quanto l'oro del Giappone noto come ottone.

Ritratto di diemme62

diemme62

Mer, 12/07/2017 - 13:19

Il problema di fondo nasce dalla scelta di rimpiazzare Mare Nostrum - che era un progetto italiano, e che quindi potevamo gestire e modificare a piacimento - con Triton che, essendo europeo, ti consente sì di condividere le spese ma ti obbliga per contro a condividere le decisioni.