A Lodi i moderati recriminano: insieme avrebbero raggiunto il 50%

Lodi Se il centrodestra avesse corso unito, Lodi avrebbe potuto dire subito bye bye ad anni di governo di centrosinistra. Ecco il commento che si sentiva un po' ovunque ieri nel capoluogo bassianeo. Già, perché dall'analisi del voto salta fuori soprattutto questo. E i conti sono presto fatti. Sara Casanova, per il centrodestra, con il suo schieramento ha attirato il 27,3% dei voti. Ma Lorenzo Maggi, che ha scelto di candidarsi da solo ma che per anni è stato capogruppo di Forza Italia si è accaparrato il 15,4%. C'è poi Giuliana Cominetti, nel precedente mandato candidata a sindaco per il centrodestra. Lei ha tirato su il 7% dei voti. La somma dà il 49,8%. Considerando che molti hanno preferito liste civiche perché hanno mal digerito questa frammentazione, si può intendere che la vittoria secca, per il centrodestra era davvero a portata di mano. Ora il ballottaggio.

FlaMa