L'Olanda frena Salvini e M5S ma il vero test è la Francia

La sfida tra populisti ed europeisti a Parigi e Berlino inciderà molto sugli equilibri della politica italiana

Quello che si è giocato mercoledì in Olanda è solo il primo dei tre set che di qui ai prossimi sei mesi vedranno confrontarsi in Europa populisti contro europeisti. Dopo il voto di Amsterdam, infatti, i riflettori si sposteranno prima sulle presidenziali di Francia che si terranno il 23 aprile e il 7 maggio e infine sulle elezioni federali in Germania in programma il 24 settembre. Un trittico destinato ad avere conseguenze anche sulla politica di casa nostra, dove l'onda populista si è andata in questi anni ad ingrossare senza soluzione di continuità. Da un lato con i Cinque stelle, da un altro con la Lega di un Matteo Salvini che da tempo cerca di saldare un asse Oltralpe proprio con la leader del Front national Marine Le Pen.

Quel che succederà nei prossimi mesi in Europa, insomma, sarà il termometro di quel che potrebbe accadere in Italia quando, quasi certamente nei primi mesi del 2018, anche da noi si tornerà alle urne. La partita, infatti, più che essere tra destra e sinistra - o per meglio dire tra centrodestra e centrosinistra - potrebbe giocarsi proprio tra antieuropeisti da una parte e sostenitori dell'Europa dall'altra. Non è un caso che proprio ieri, all'indomani del voto olandese, ci sia stato chi ha deciso di lanciare una mobilitazione politica con lo slogan «Forza Europa». L'idea è del sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova e di Emma Bonino e l'intento dichiarato è proprio quello di opporsi alla «deriva dei neonazionalismi» e chissà che non sia un primo embrione verso un vero e proprio movimento da presentare alle prossime elezioni. È chiaro, infatti, che sarà proprio l'Ue il principale terreno di scontro della campagna elettorale. Di qui l'attenzione per quanto accade fuori dai nostri confini. Con l'Olanda che ha dato un primo segnale che va nella direzione opposta quanto accaduto prima con la Brexit e poi con l'elezione di Trump alla Casa Bianca. Il Pvv di Geert Wilders, infatti, ha sì guadagnato voti e seggi (da 15 è passato a 20 su 150), ma senza sfondare come avevano ipotizzato alcuni sondaggi. Certo, quello del premier uscente Mark Rutte - leader dei liberali del Vvd - è un successo fragile e probabilmente ci vorranno settimane prima di riuscire a formare un governo, ma il temuto sfondamento dell'ondata populista non c'è stato. Il vero appuntamento clou anche in chiave italiana, però, saranno le presidenziali francesi. Olanda e Germania, infatti, godono di una situazione economica favorevole e questo è possibile incida, mentre la Francia è più assimilabile a noi. Nonostante la frenata olandese, insomma, sarà quella la vera cartina di tornasole di come e quanto Cinque stelle e Lega potranno raccogliere il voto di protesta contro l'Europa. Con un corollario, visto che per quanto cerchi di «nazionalizzare» il Carroccio il vero e insormontabile limite di Salvini resta quello di essere percepito come un leader spendibile solo da Roma in su, mentre sotto il Tevere le sue percentuali restano da zero virgola. Detto questo, non c'è dubbio che comunque vada a finire nei prossimi mesi l'onda populista ha già nei fatti cambiato la politica. Per molti versi, infatti, la Le Pen ha già vinto. Perché - faceva notare ieri su Repubblica il politologo francese Marc Lazard - nella campagna elettorale c'è stata una forma di slittamento per cui il punto non è più sapere chi sarà il presidente più bravo, ma chi sarà il concorrente migliore contro la Le Pen al secondo turno. Che poi è per certi versi quello che sta accadendo in Italia, dove magari non alla luce del sole, ma in molti si interrogano su quale sia la migliore offerta politica per evitare che i Cinque stelle possano arrivare a Palazzo Chigi.

Commenti

cgf

Sab, 18/03/2017 - 11:46

Smettetela di guardare cosa succede nell'Ohio, guardate a CASA VOSTRA. [qualsiasi riferimento a fatti o persone è puramente casuale]

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 18/03/2017 - 11:46

----la le pen non ha nessuna chance---sarà battuta al ballottaggio----mentre in germania si andrà ancora più a sinista perchè vincerà Martin Schulz che procede come un treno---salvini se vuole fare un partito nazionale -se vuole uscire dall'ambiguità e vuole evitare di prendere ortaggi in faccia ogni volta che scende più giù di roma---deve fare due cose ---cambiare nome al partito ma soprattutto cambiare lo statuto del partito medesimo---perchè se non cambia lo statuto fanno più che bene i centri sociali meridionali a trattarlo da truffatore da due lire---swag pasta

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 18/03/2017 - 12:02

Mai e poi mai il sistema lascerà che vinca Le Pen. Scordatevelo. L'assalto giudiziario, la demonizzazione mediatica sono già in atto. E piuttosto farebbero un colpo di stato alla Maidan. Il regime è pronto a tutto.

perseveranza

Sab, 18/03/2017 - 12:06

No scusate, ma l'Olanda non frena un bel niente, anzi. Il partito di Wilders ha incrementato notevolmente i consensi, gli altri incluso Rutte hanno avuto cali importanti, per non parlare del laburisti sinistra che hanno subito vero tracollo. Dunque piaccia o meno il cosiddetto "populismo" avanza.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 18/03/2017 - 12:10

Lazard... ossia la voce della famiglia Rothschild... cognome illuminante.

gustinet

Sab, 18/03/2017 - 12:16

Non occorre essere dei politologi per capire che Salvini è fuori strada quando è contro l'Euro e l'Europa. La sua campagna elettorale non può avere successo nel togliere l'Euro dalle tasche degli italiani, per metterci l'antica liretta, come un "peso" (moneta sudamericana)o un "dramma" (antica moneta greca)sulle spalle degli italiani. Riguardo ai politicanti europei ognuno li sente uguali ai politicanti italiani, tutti intenti a riempirsi il gozzo di Euro. Coraggio Salvini, cambia politica e avrai il 20% in più di quello che meriti!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 18/03/2017 - 12:23

FAVOLE. LA LEGA HA IL DOPPIO DEI VOTI DI FARSA ITALIA

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 18/03/2017 - 12:28

Egregio articolista ma, in verità, cosa c'è da lottare contro il populismo? oggi l'europa non esiste nella realtà ma vi un assortimento di paesi che cercano di trarre i loro piccoli vantaggi da tutta una serie di norme che omogeneizzano solo problemi spiccioli, commerciali, di facciata tipo il famoso inutile Erasmus. E per questo ci si dichiara pomposamente "membri dell'Unione". Ed è un bene che non ci si spinga oltre questo inganno, è un bene che si limiti sempre più il campo della sovra-nazionalità, è un bene perciò che ci sia un Salvini. Ed è un bene che gente come la Bonino resti ai margini del potere: infatti è la sostenitrice della ri-popolazione del nostro continente con tutta l'Africa possibile: altro che "forza europa" ed "europeismo convinto"!

Fjr

Sab, 18/03/2017 - 12:30

Sempre pensato che gli olandesi si fumano l'impossibile e infatti si vedono i risultati

COSIMODEBARI

Sab, 18/03/2017 - 12:40

A tutti gli Italiani già convinti di votare Salvini/Lega o/e il M5S, sapete cosa importa dei risultati delle elezioni in Olanda ed in Francia? Uno zero, spaccato o intero che sia!

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

agosvac

Sab, 18/03/2017 - 12:48

Francamente questa simpatia di salvini nei confronti dei 5 stelle non sono riuscito a capirla. I 5 stelle sono di sinistra mentre salvini dovrebbe essere un movimento autonomo regionale. Un eventuale accordo tra le due formazioni sarebbe del tutto anomalo e, tra l'altro, non potrebbe mai portare né ad una vittoria elettorale né , eventualmente, ad un Governo visto le differenze tra i due schieramenti.

Luigi Farinelli

Sab, 18/03/2017 - 12:51

Guarda caso, lo slogan "Forza Europa" arriva dalla mammana Bonino, massoneria del Grande Oriente d'Italia e frequentatrice del Bilderberg, quindi dichiaratamente del partito della globalizzazione mercantilista (ultra-capitalista, laicista, radical scic). Tra l'altro la Bonino è la sodale di George Soros (membro del Partito Radicale Italiano), finanziatore di ogni iniziativa pro-mondializzazione, sia favorendo la Clinton e Obama, sia attaccando politici non allineati al Pensiero Unico, sia spingendo all'ingegneria sociale per creare l' "Uomo Nuovo" massonico (schiavo androgino e annichilito delle élite ultra-mercantiliste), sia per favorire l'invasione immigratoria, sia per abbattere gli Stati nazionali. Bravi personaggi: da processare a Norimberga, altro che lasciarli fare propaganda per "più Europa"!

Luigi Farinelli

Sab, 18/03/2017 - 13:01

Quale "segnale di indicazione opposta" avrebbe dato l'Olanda se è aumentata la destra e sono miseramente crollate le sinistre, pilastri di sostegno di questa Europa elitaria? Il "temuto sfondamento dei populisti" non c'è stato ma questa Europa farà bene a buttare a mare tutti i suoi missionari globalizzatori e nemici dei Popoli europei (che vorrebbero livellare a loro uso e consumo) perché è ormai chiaro che la terra sta cominciando a scottare per questi rappresentanti di Elite sempre più invise ai cittadini, sempre meno influenzabili dalle menzogne dei media di regime finanziati da criminali alla George Soros!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 18/03/2017 - 13:03

E si ha ragione Elpirl 11e46, per poter avere i voti al Sud la Lega dovrebbe cambiar nome in LEGA DEI DELINQUENTI ROSSI SOCIALI!!!!lol lol DWAG oggi pizza alla Nando.

Anonimo (non verificato)

Keplero17

Sab, 18/03/2017 - 13:13

Anche Donald Trump non aveva nessuna possibilità, ma c'è riuscito lo stesso. Tutto dipende dal grado di sopportazione che hanno i cittadini italiani di vedersi emarginati, coi servizi sociali tagliati perché i comuni non ce la fanno coi fondi ricevuti, ti rispondono che i soldi non ci sono, e poi c'è la propaganda che è tutta contro in quanto detenuta dagli organi del grande capitale finanziario internazionale sempre dei correligionari di Soros, per quanto riguarda i centri sociali, da un lato sono combattuti dalla polizia ma dall'altro sono sovvenzionati dagli enti territoriali rossi proprio per impedire a Salvini di poter parlare, si tratta di una forma di fascismo di sinistra che mira soprattutto a impedire i comizi, e sono sempre le stesse persone che si organizzano e seguono Salvini per tutta l'Italia i locali da soli non ce la farebbero.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 18/03/2017 - 14:01

@ elkid, si , come no. Anche Trump non aveva nessuan chance, e poi abbiamo visto cosa è successo. Obama e la sua banda di delinquenti polically correct a casa ! I centri sociali caro elkid sono dei fascisti perchè impediscono a Salvini e ai comitati "noi con Salvini" di fare attività politica serenamente. E tu che li sostieni visto che dici "fanno bene" non sei da meno.

cir

Sab, 18/03/2017 - 14:49

olanda , paesi bassi ,hanno fermato il mare , hanno coltivato le paludi. Hanno reso fertili i polder . Hanno anche sterilizzato il pensiero umano. Li conosco bene , persone educate e gentili , bella gente . Occhi chiari e spettrali ,vuoti , senza principio e senza fine . Droga , sesso , pederastia , omosessualita', famiglie svuotate dal pensiero corrente e mondialista che si sfaldano, la normalita' che due genitori si separino almeno tre volte nella vita e' solo un dettaglio. Storia poco ricercata , proiettati nel futuro bionico senza un presente da poter ricordare ai posteri. Il nulla .

cir

Sab, 18/03/2017 - 14:51

GRANDE AUSONIO.sempre coerente e puntuale nei problemi reali. lunga vita.

cir

Sab, 18/03/2017 - 14:56

elkid, stavolta devo metterti dietro alla lavagna con il cappello a cono in testa. ti ricordo che le persone non sono fatte al tornio automatico come voleva Lenin , l' ebreo....

acam

Sab, 18/03/2017 - 16:26

Mi piacciono la lega, FI, Salvini e Silvio, dopo anni di considerazioni sull'Europa sono arrivato che l'Europa tutta ha profittato dalla sua unione fino a che sconsideratamente non sono entrati paesi che ne debbono si far parte ma ancora non erano pronti. il fatto che mai le scuole non abbiano mai fatto dell'appartenenza al continente un principio fondamentale e non abbiano ribadito la necessità di un principio di appartenenza come quello religioso, ha lasciato liberi alcuni di pensare di essere nel giusto imponendo il loro pensiero e di manifestarlo pubblicamente, Erdogan docet. Sicuramente Putin fu personaggio molto discutibile ma oggi diciamo così è meno peggio del capo turco e Angela non lo capisce. I russi sono molto più vicini a noi dei turchi.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 18/03/2017 - 18:25

@ elkid POVERINO NON AVENDO TROVATO ALTRO LAVORO TI SEI RIDOTTO A SCRIVERE FREGNACCE SUL SUO GIORNALE RECITANDO UNA PARTICINA MEDIOCRE PAGATO DA PAPA' SILVIO.