L'opzione nucleare dell'Italia: visti ai migranti per l'Europa

La strategia del governo. Pronti 200mila permessi L'allarme del «Times»: «Roma vuole mandarli da noi»

Il Nord Europa inizia ad accorgersi ora del problema migranti. Eccola la paura, iniziano a sentirlo il panico. La bomba dall'Italia è stata lanciata. Il nostro governo sarebbe pronto a concedere 200mila visti temporanei validi per l'Unione europea a chi sbarca sulle coste del Paese. La notizia è in prima pagina sul Times. «Opzione nucleare da Roma.Vuole mandarli a Nord». Il quotidiano cita il vice ministro degli Esteri Mario Giro e il senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione per i diritti umani che ha confermato: «L'ipotesi dei visti temporanei è in discussione». L'Italia che smette di subire in silenzio, che trova una via d'uscita pur nel rispetto delle regole, non lo avevano previsto. Loro con le frontiere ben lontane e ben sigillate. Convinti da sempre che Roma si sarebbe dovuta sobbarcare l'invasione continua dei barconi perché così ha stabilito la geografia, il destino di chi è più a Sud, a portata di mano e di mare. Gli obblighi dell'Unione europea, la collaborazione, le quote, la condivisione. Buoni propositi solo sulla carta. Sono anni ormai che l'emergenza immigrati è un film da guardare dal divano di casa, con distacco.

Oggi invece rischia di cambiare davvero tutto. L'Italia potrebbe sfruttare una direttiva di Bruxelles, la 2001/500, scritta dopo la guerra nei Balcani, per favorire il movimento dei profughi. Una norma poco conosciuta che permette di concedere ai migranti un visto per spostarsi in Europa. Misura che venne già sperimentata dal governo Berlusconi, che nel 2011 concesse questa possibilità a migliaia di tunisini. È suonata la sveglia per l'Europa sorniona e sonnolenta, che fino ad ora si è voltata dall'altra parte davanti alle decine di richieste di collaborazione del nostro Paese. «In Europa non servono atti di forza, urlare o battere i pugni, ma un duro negoziato», ha detto il sottosegretario agli Esteri, Mario Giro. Una strategia del governo che suona come musica per le orecchie degli italiani. «Non è una minaccia all'Europa», ha precisato, Manconi, ma «qualcosa previsto dalla normativa vigente».

La strategia del governo passa anche attraverso altre strade: si attende a breve con grande interesse una sentenza della Corte di Giustizia dell'Ue che potrebbe cambiare lo scenario ribaltando l'applicazione del Trattato di Dublino. La prassi interpretativa di Dublino 3 è che la domanda di asilo vada fatta solo nel Paese di primo approdo. In realtà il Trattato è in parte diverso: dice che il Paese di primo approdo è il posto dove fare richiesta di asilo solo se si è entrati illegalmente. Ebbene è pendente presso la Corte di Giustizia Ue il caso di due immigrati, uno siriano e uno afghano, entrati in Croazia a cui fu consentito di andare in Austria e in Slovenia per chiedere asilo. Le richieste furono respinte sulla base dell'accordo di Dublino e il 26 luglio la Corte Europea di Giustizia dovrà chiarire se fosse giusta questa interpretazione. L'avvocato generale della Corte, ha già dato ragione ai due profughi, sostenendo che questo tipo di ingressi non possono essere considerati illegali. Qualora la Corte accogliesse questa linea, darebbe ragione all'Italia: pensare che questi arrivi siano illegali è un controsenso, sostiene il governo. C'è poi anche la proposta dei giuristi della Comunità di Sant'Egidio e che potrebbe risolvere la questione della ripartizione dei migranti tra i Paesi Ue: la direttiva Ue del 20 luglio 2001, concepita dopo la crisi jugoslava per far fronte all'afflusso massiccio di sfollati. La direttiva prevede la concessione della protezione temporanea agli sfollati e nello stesso tempo promuove l'equilibrio degli sforzi tra i Paesi che ricevono gli sfollati. E ancora: secondo fonti del dipartimento della Pubblica sicurezza, l'Ue ha dato il via libera al codice di condotta delle Ong per i soccorsi in mare ai migranti, proposto dall'Italia. L'ok è arrivato giovedì a Bruxelles durante una riunione con la presenza di una delegazione italiana, di rappresentanti di Frontex e della Commissione europea. Ipotesi al vaglio che faranno smuovere il sonnolento Nord.

Commenti

Requiem sharmutta

Lun, 17/07/2017 - 09:00

In effetti, "dare un visto temporaneo per girare a piacimento nei Paesi europei" potrebbe essere la mossa della disperazione (e della vergogna) dell'inetto Governo italiano. Ma non crediate che gli altri Paesi europei sarebbero così inetti da accettare supinamente questa soluzione; si ritirerebbero subito dal Patto Schengen e chiuderebbero i propri confini, restaurando addirittura l'obbligo del visto di ingresso se necessario. Che il governo italiano capisca una volta per tutte che l'unica soluzione è la chiusura dei porti alle navi ONG e Frontex, le quali sarebbero obbligate a portare i migranti in altri Paesi o nel Paese di cui battono bandiera. ed a quel punto il traffico di migranti si fermerebbe. Governo Italiano codardo ed inetto.

buri

Lun, 17/07/2017 - 09:14

tutto sommato una buona idea, così a Bruxelles si sveglieranno e la smetteranno di coprirci di belle parole senza fatti

nopolcorrect

Lun, 17/07/2017 - 09:49

E' ovviamente una furbata all'italiana ma è una pistola scarica, quando uno dei giovanotti neri si presenterà con questo visto gli altri paesi europei semplicemente non lo lasceranno passare. E noi lì a piagnucolare quanto sono cattivi, poco rispettosi delle regole europee e poco solidali i nostri partners...

Gianni000

Lun, 17/07/2017 - 09:53

perche' pensate che francia e austria li lascerebbero passare? ma questa potrebbe essere una scintilla per scontri violenti tra stati europei!

Michele Calò

Lun, 17/07/2017 - 10:10

Vedremo se i "menefrego" mangiacrauti e mangiarane continueranno a restare sordi alle grida di pericolo dei paesi dell'Est, Ungheria in primis.

Fjr

Lun, 17/07/2017 - 10:10

Vogliono spostarsi al nord?Allora dategli il visto e facciamola finita ,gli altri ci hanno già scaricato non vedo perché non ringraziarli spedendoli ai buonisti europei, vediamo se non sono populisti pure loro ,sempre che non ce li rimbalzano

Ritratto di Kjitt

Kjitt

Lun, 17/07/2017 - 10:20

o ci aiutate nei rimpatri e respingimenti, o ve li mandiamo tutti da voi.

jenab

Lun, 17/07/2017 - 10:26

non ci facciamo illusioni, troveranno subito una leggina per bloccarli, magari sospendendo Schengen

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 17/07/2017 - 10:35

Più che una bomba la definirei una flatulenza. Oltralpe si stanno già scompisciando dalle risate al pensiero di tutti i respingimenti di cui saranno oggetto i latori di questo "documento". Che, a quel punto, veranno ricacciati in Itaglia e ivi resteranno per i prossimi decenni. All'insegna dell' "Hic manebimus optime". Capito il latino?

wintek3

Lun, 17/07/2017 - 10:44

Certo, finalmente un'idea intelligente che ci permetterebbe di aggirare un'ostacolo a mio avviso insormontabile, peccato però che non la applicheranno

maxfan74

Lun, 17/07/2017 - 10:45

Italia ed Europa l'unica cosa che ci accomuna è il fallimento totale, e chi si ostina a difenderne gli operati pensa solo ai suoi interessi.

Marcello.508

Lun, 17/07/2017 - 10:56

Non vorrei ricordar male ma la Francia diversi anni fa (presidente Sarkò le koko) rimandò indietro in Italòia migranti con visti del genere. Repetita, dunque, non iuvant: questo governo o entra nell'ordine di idee che deve fermare gli sbarchi oppure di fatto nulla cambia e alle prossime elezioni prenderà una buona batosta anche .. "laggiù" dove il sole non batte.

DIAPASON

Lun, 17/07/2017 - 11:23

verranno inaspriti i controlli alle frontiere, i visti avranno validità quasi nulla

tuttoilmondo

Lun, 17/07/2017 - 11:30

Buffonate! L'Europa fa le leggi e gli Stati se ne fregano. Tranne l'Italia che... potrebbe fregarsene, ma che per convenienza di alcuni fa finta di essere rispettosa. Dalle frontiere non si passa! Francia, Austria e compagnia bella chiuderanno i varchi. Perché? Perché non sono traditori del loro popolo.

Gianca59

Lun, 17/07/2017 - 11:41

Figurarsi se il governo italiano ha le palle per fre una cosa del genere....e figurarsi se gli altri paesi europei non si attivano ancora prima per depotenziare la bomba italiana .....

aldefio

Lun, 17/07/2017 - 11:50

Concordo con molti di voi, il problema non si risolverà. Semplicemente senza alcuna giustificazione da parte di Francia e Germania questi clandestini non entreranno.Stop

pierk

Lun, 17/07/2017 - 11:51

il PD è assolutamente in preda al panico perché, nonostante sia costituito da "etimologicamente" deficienti e furbastri, qualcuno si è accorto che si è accartocciato ideologicamente su posizioni indifendibili che saranno punite presto e bene dal popolo che dicono di difendere... è una forza politica sull'orlo di una crisi di nervi, anzi, nel tunnel della demenza...

lupo1963

Lun, 17/07/2017 - 12:01

Ah ah ah .Figuriamoci se il paese di Pulcinella si permette di disturbare i suoi padroni .

Solander

Lun, 17/07/2017 - 12:11

Illusi e sprovveduti, pensate che gli Europei permetteranno questa furbata all'Italiana? Loro, sanno come difendere i propri interessi e se ne fregano del Pampero di bianco vestito.

Santippe

Lun, 17/07/2017 - 12:31

Ma siete pazzi? Bruxelles impiegherà 10 minuti per dichiarare che i visti dati dall'Italia per la libera circolazione in Europa - essendo frutto di un provvedimento adottato in una contingenza anomala e particolare e per di più concesso contestualmente a centinaia di migliaia di persone - non hanno alcuna validità.Se questo accadrà, egregi signori, cosa farete?

carlottacharlie

Lun, 17/07/2017 - 12:42

Il nostro governo e' solo capace di ricattare, non capisce proprio non capisce che se ci troviamo invasi e' per causa sua e che gli altri paesi non sono tenuti prendersi l'Africa in casa. Fanno danni e pretendono, queste teste vuote dei nostri, purtroppo nostri, deficienti farabutti traditori. Sono lo specchio della massa che vota i sinistri. Niente di nuovo, su ogni fronte, non solo quello Occidentale. Meritano d'essere rincorsi dalla folla inferocita.