"L'Ucraina nella Nato mette a rischio la pace"

L'ambasciatore russo: "Una scelta del genere sarebbe una follia. L'Italia può contribuire alla soluzione dei problemi solo dialogando con noi"

«Un'eventuale adesione dell'Ucraina alla Nato porterebbe alla trasformazione di tutta l'architettura geopolitica in Eurasia. Nessun politico sano di mente può trovare argomenti ragionevoli per approvare un simile passo. La mossa rischia di aggravare tutti problemi legati alla sicurezza nel centro dell'Europa e peggiorare le relazioni tra paesi occidentali mettendo ulteriormente a rischio la pace». L'ambasciatore russo in Italia Sergey Razov gela così, in questa intervista esclusiva a Il Giornale , le ipotesi di chi, dopo il recente summit della Nato in Galles, punta ad un allargamento della Nato a Kiev. Nello stesso tempo l'ambasciatore mette sul chi vive l'Italia. Pur facendo capire di comprendere le ragioni del nostro Paese, vincolato alle decisioni dell'Europa e dell'Alleanza Atlantica, il rappresentante della Russia lancia un chiaro «avvertimento» al governo Renzi invitandolo a mantenere il tradizionale ruolo negoziale basato sul dialogo con Mosca. «Siamo ben consapevoli che l'Italia, in qualità di paese membro della Nato e della Ue è disciplinata dalle politica d'alleanza. Nonostante questo mettiamo in rilievo una costante linea della conduzione del Paese in favore di preservazione dei canali del dialogo politico con la Russia. Mantenendo quest'orientamento l'Italia può contribuire alla soluzione dei problemi prima di tutto tramite le vie diplomatiche».

Federica Mogherini, nominata Commissaria Europea, ha parlato di «aggressione» all'Ucraina. Come giudicate questo atto d'accusa?

«La tendenza dei politici europei a usare una certa durezza nei confronti della Russia sulla questione Ucraina non è una novità. Ma questo non ci preoccupa. Continueremo a spiegare pazientemente il nostro punto di vista su quegli avvenimenti e le nostre buone ragioni. É andata così anche nel corso del lungo colloquio tra il presidente Vladimir ed il Ministro Mogherini durante la sua recente visita a Mosca. Siamo sicuri che alla fine il ruolo della Russia nella soluzione della crisi in Ucraina verrà compreso e valutata adeguatamente. Speriamo soprattutto che i partner occidentali, Italia compresa, ci diano una mano nella realizzazione del Protocollo firmato il 5 settembre a Minsk».

Basta a garantire la soluzione della crisi? In fondo si tratta solo di un cessate il fuoco. E neppure, dice qualcuno, troppo stabile.

«Quel piano è stato elaborato dal Presidente della Russia Vladimir Putin e punta effettivamente alla soluzione della crisi in Ucraina. Si tratta di un piano integrale. Tutti i suoi punti sono interconnessi e puntano al raggiungimento di raggiungimento di una tregua stabile e controllabile. Dal nostro punto di vista gli accordi raggiunti a Minsk sono importantissimi. Quegli accordi aprono la strada al dialogo politico e alla ricerca di una riconciliazione nazionale in Ucraina».

Avete duramente criticato la decisione della Nato di dispiegare una forza d'intervento rapido nell'Est europeo. Cosa vi preoccupa?

«Sono io a chiedervi di cosa ha paura la Nato? Perché cerca di avvicinare i suoi eserciti ai confini della Russia? Perché cerca d'insediarvi le proprie forze armate dando vita ad un dispiegamento bellico. Perché aumenta l'attività militare e chiede maggiori spese per la Difesa? Secondo noi tutte queste mosse rischiano di stravolgere la situazione militare sul terreno e rappresentano una minaccia alla sicurezza. La Russia non appena valutato il peso di questa nuova sfida non potrà che rispondere con misure adeguate».

L'Unione Europea può ancora contribuire alla soluzione della crisi ucraina?

«Sin dall'inizio abbiamo spiegato ai partner europei che le mosse per convincere Kiev a firmare l'Accordo d'Associazione con la Ue erano controproducenti. Sin dall'inizio abbiamo proposto l'avvio di negoziati trilaterali Ue-Ucraina-Russia. Il Presidente Putin ha spiegato dettagliatamente questa posizione durante gli incontri di Roma e Trieste dello scorso novembre, Purtroppo i colleghi dall'Ue non hanno voluto affrontare questa problematica facendo di tutto per arrivare alla firma di un accordo con Kiev. Quando gli ex-dirigenti dell'Ucraina hanno chiesto di studiare meglio la situazione sono stati cacciati con la violenza nonostante fossero stati legittimamente eletti. Sono state queste mosse a innescare una guerra fratricida».

Perché il vostro Ministro degli esteri della Russia Lavrov accusa Obama di sostenere il “partito della guerra”?

«Quelle dichiarazioni si basano sulla valutazione dei fatti. A Kiev operano delle forze politiche sostenute dei leader occidentali che sono chiaramente poco interessate a favorire il piano di pace firmato a Kiev dal Presidente Vladimir Putin e da quello dell'Ucraina Petro Poroscenko. Per capirlo basta leggere le dichiarazioni al riguardo».

In Iraq e Siria monta la minaccia jihadista. Siete pronti a combatterla assieme alla Nato e all'Occidente?

«In Iraq e Siria la Russia ha sempre svolto un ruolo costruttivo. E questo le è stato riconosciuto da tutti i politici ragionevoli. Nella lotta al terrorismo la nostra risposta è sempre chiara e costante. Altri dovrebbero invece incominciare a distinguere la differenza tra la lotta al terrorismo e le eliminazioni di regimi politici sgraditi. Eliminazioni che hanno causato gravi destabilizzazioni regionali».

Secondo la Nato siete presenti con truppe e mezzi sul territorio ucraino. E dieci vostri paracadutisti sono stati catturati all'interno dei confini di Kiev...

«Nella zona in cui sono stati catturati quei dieci soldati non esiste una frontiera precisa. I soldati ucraini l'attraversano a centinaia e passano costantemente sul territorio russo con mezzi da guerra blindati. Eppure nessun denuncia mai queste mosse, nessuno parla d'invasione armata da parte di Kiev. Per quanto ci riguarda i soldati ucraini sorpresi sul territorio russo vengono soccorsi, eventualmente curati, e riconsegnati a Kiev».

I combattenti filo-russi sono accusati di aver abbattuto l'aereo della Malaysian Airlines. Voi come la vedete?

«La Russia sembra l'unico Paese interessato a promuovere un'indagine accurata e imparziale su questa tragedia. Secondo le norme dell'Icao (International Civil Aviation Organization l'agenzia dell'Onu sull'aviazione civile, ndr ) l'inchiesta può durare un anno. La Russia ha formulato una serie di domande specifiche e attende delle risposte oggettive in grado di fare la luce sulle cause reali. É molto strano, ed assolutamente inaccettabile, che qualcuno cerchi d'individuare un colpevole prima di conoscere i risultati di quell'indagine».

Commenti

buri

Lun, 08/09/2014 - 10:23

vogliamo allearco con quelli che ostentano l croce uncinata sui loro elmetti? forse ci sta Obama, ma io NO

Ritratto di cable

cable

Lun, 08/09/2014 - 10:34

Sappia, questo saggio ambasciatore, che molta parte del popolo italiano (a parte i comunisti nostrani) che siamo vittime di un Governo mai eletto ma imposto da Napolitano, a nostra vergogna. E il popolo condivide le ragioni descritte dal saggio ambasciatore. Nessuno vuole la guerra! Non solo perché rimarremmo al freddo, ma anche per quel senso di giustizia che ci pervade e che riconosce alla Russia i propri diritti. Sappiamo che Obama cerca pretesti e Obama è al servizio dei massoni che di certo non cercano la pace con nessuno, visto che il petrolio e il gas russo li solletica nella loro sfrenata avidità.

gioman

Lun, 08/09/2014 - 11:18

Spero che il governo italiano abbia finalmente un sussulto di dignità ed abbia le palle per dire al sig. Obama che l'Italia non è disposta a suicidarsi economicamente per compiacere l'alleato americano! Pertanto, non applicherà alcuna sanzione alla Russia, con la quale da anni è in ottimi rapporti ed alla quale vende numerosissimi prodotti made in Italy... MA ESISTERA' NEL GOVERNO ITALIANO QUALCUNO CHE ABBIA A CUORE L'INTERESSE NAZIONALE? Per adesso, solo il Movimento 5 stelle e Lega Nord, forze di opposizione, si sono espressi contro le assurde sanzioni alla Russia...

gioman

Lun, 08/09/2014 - 11:19

Spero che il governo italiano abbia finalmente un sussulto di dignità ed abbia le palle per dire al sig. Obama che l'Italia non è disposta a suicidarsi economicamente per compiacere l'alleato americano! Pertanto, non applicherà alcuna sanzione alla Russia, con la quale da anni è in ottimi rapporti ed alla quale vende numerosissimi prodotti made in Italy... MA ESISTERA' NEL GOVERNO ITALIANO QUALCUNO CHE ABBIA A CUORE L'INTERESSE NAZIONALE? Per adesso, solo il Movimento 5 stelle e Lega Nord, forze di opposizione, si sono espressi contro le assurde sanzioni alla Russia...

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Lun, 08/09/2014 - 11:31

questo é semplicemente parlar chiaro e con la testa sulle spalle.

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Lun, 08/09/2014 - 11:33

questo é semplicemente parlar chiaro e con la testa sulle spalle.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 08/09/2014 - 11:42

preghiera della sera...."buon dio veglia costantemente lo zar Putin....che non gli venga in mente di schiacciare il bottone nucleare e fala finita con gli Usa e con i suoi alleati...."correggo" solo con i suoi alleati -che gli USA se lo sono ampiamente meritato!-

Marcolux

Lun, 08/09/2014 - 11:46

D'accordissimo!| Obama cerca rogna con tutti i mezzi. L'Ucraina nella NATO sarebbe inaccettabile, come un'invasione della Russi, uguale, perchè è da sempre parte integrante della federazione russa. E' una follia alla quale l'Italia non deve aderire in nessun modo, anzi, l'Italia si deve avvicinare unilateralmente alla Russia perchè per noi è meglio Putin della Merkel e dell'islamico comunista Obama.

Ritratto di cable

cable

Lun, 08/09/2014 - 11:50

Terzo invio! Sappia, questo saggio ambasciatore, che molta parte del popolo italiano (a parte i comunisti nostrani) che siamo vittime di un Governo mai eletto ma imposto da Napolitano, a nostra vergogna. E il popolo condivide le ragioni descritte dal saggio ambasciatore. Nessuno vuole la guerra! Non solo perché rimarremmo al freddo, ma anche per quel senso di giustizia che ci pervade e che riconosce alla Russia i propri diritti. Sappiamo che Obama cerca pretesti e Obama è al servizio dei massoni che di certo non cercano la pace con nessuno, visto che il petrolio e il gas russo li solletica nella loro sfrenata avidità.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 08/09/2014 - 11:52

Ecco, ecco: tutto cambia. Io non ho mai amato Giulio Andreotti, temuto e rispettato si, ma non è la stessa cosa. Ricordo che diceva: io amo tanto la Germania da esser contento che ce ne siano due. Poi tutto, o quasi, è cambiato. Muri berlinesi, Europa, dittatori irakeni e libici, Cina, ecc. Ma a noi, dico a noi che calpestiamo il paese del sole, non conveniva che tutto restasse come prima? Non in Russia, ma qui, il comunismo ce l'abbiamo ancora sul groppone, la Cina ci sta sgretolando, gli USA, virati a sinistra, combattono Putin, danneggiandoci, credendolo Gorbaciov. E noi, dopo Monti, Bersani? Renzi, fatto da Collodi, divenuto umano, mantenendo però il cervello da burattino. Valeva la pena cambiare?

stesicoro

Lun, 08/09/2014 - 11:53

La situazione che si è venuta a creare mi sembra presenti una certa analogia con un'altra precedente ma, diciamo così, di segno contrario. Mi riferisco a quando i sovietici volevano installare i missili a Cuba e gli americani si opposero bloccando le navi che trasportavano i missili e costringendoli a fare dietro-front. Allora fu Kennedy a ritenere inaccettabile che gli equilibri esistenti venissero modificati in senso a loro sfavorevole. Adesso è Putin che si oppone alla partecipazione dell'Ucraina alla Nato poiché altererebbe in senso peggiorativo per i russi la loro sicurezza.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 08/09/2014 - 12:03

ma l'Ucraina fa parte della NATO e quindi un'eventuale conflitto di quel paese con la Russia costringe tutte le nazioni facenti parti dell'Alleanza Atlantica a intervenire in suo soccorso? ma chi l'ha deciso? i soliti guerrafondai americani insieme ai loro più stretti amici europei e comunque si sa che le vere ragioni sono per i soliti loro (ma loro) interessi economici. e l'Italia? dovrebbe intervenire contro la Russia, un Paese che specialmente negli ultimi anni credo che abbia dimostrato un notevole interesse a scambi economici e culturali con noi. chi ci rimetterà in questa situazione? ma l'Italia, ovvio, senza se e senza ma. chi godrà di questa situazione? ma gli americani in primis, ovvio.

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Lun, 08/09/2014 - 12:07

@cable....condivido il tuo commento, ma lascia stare i massoni che non sai neanche chi sono, cosa fanno e perché. George Washington era un massone cosi' come Lincoln, ma non avevano nulla a che fare con il cretino di Obama che massone non é (e non se lo cagano nemmeno!!!)

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 08/09/2014 - 12:32

Io Sto Apertamente con la Russia. Non sono di sinistra, sia chiara sta cosa, ma i russi sono gli unici che stanno promuovendo il dialogo e la trasparenza. E tra l'altro sono i proprio i russi che ci rimetterebbero economicamente, perché mai dovrebbero infilarsi in una guerra che non porterebbe loro nulla di positivo?? Un Saluto all'Ambasciatore russo e speriamo prevalga la ragione!!

ben39

Lun, 08/09/2014 - 12:47

Ma a chi la vuole dare a bere questo signore della diplomazia russa? Che l'America sia dietro la rivoluzione arancione di Kiev non lo dubito, ma d'altro canto è pure vero che Putin non ha offerto mai l'altra guancia ai suoi nemici che prima erano amici ( vedi Berlusconi ex leader di un paese NATO), e oltre ad avere invaso la Crimea ha fornito i lancia missili ai separatisti che poi per sbaglio, hanno abbattuto un aereo di linea credendolo dell'aviazione ucraina. In guerra purtroppo da quando mondo è mondo, non si dicono mai le verità, ma di guerra si tratta tra Russia ed Europa-America e non vedo prospettive di pace all'orizzonte ma solo attendere il momento giusto...

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 08/09/2014 - 12:51

La situazione vigente impone di tenere l'Ucraina lontano dalla Nato e non solo. La questione Ucraina - Russia, con buona pace della nostra "nemica" Merkel, deve restare estranea alla Nato. Le loro questioni (ergo la Crimea) se le sbrighino tra di loro, mentre noi dobbiamo ricordarci che dipendiamo dal gas russo e che la Russia è uno dei paesi dove esportiamo ancora qualcosa. In realtà oggi per noi il pericolo non è la Russia, ma l'islamismo marciante, almeno quello di ISIS ed annessi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 08/09/2014 - 12:59

Verità, logica, comunanza culturale, ideali, storia. Tutto è dalla parte della Russia. E non dimentichiamo lui: l'unico politico con le palle quadre in Europa, lo Zar, Putin.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 08/09/2014 - 13:00

Ho già scritto che oggi per noi il pericolo non è la Russia, ma l'islamismo marciante, almeno quello di ISIS ed annessi. Aggiungo che l’islamismo lo stiamo importando a botte di migliaia e migliaia di disperati che oggi fuggono dalle lotte interne, ma domani saranno elementi islamici insediati nel nostro paese e suscettibili di rappresentare una minaccia per la nostra sicurezza. Nelle cronache future rischiamo di leggere tristi notizie e non sarebbe una novità: al riguardo ricordiamoci almeno degli attentati in Inghilterra e non solo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 08/09/2014 - 13:14

IO; NON SONO NÉ UN GUERRAFONDAIO É NEPPURE UNO CHE É DALLA PARTE DEGLI USA; MA DAI COMMENTI SCRITTI SU QUESTO BLOG MI SEMBRA CHE CHI SCRIVE I COMMENTI SIANO DEI COMPLETI IDIOTI; IO NON HO VISTO ANCORA UN SOLO SOLDATO AMERICANO OCCUPARE LA CRIMEA; MENTRE L;ARMATA ROSSA DI PUTIN NON SÁ FARE ALTRO CHE ARMARE I FILORUSSI ED AIZZARLI A SPARARE CONTRI GLI UCRAINI; É MARCIARE IN UNA PENISOLA CHE APPARTIENE AD UNO STATO SOVRANO; VEDIAMO QUANTI COMMENTI IN FAVORE DI PUTIN E DELLA RUSSIA SCRIVEREBBERO QUESTI INTELLIGENTONI SE PUTIN OCCUPEREBBE LA SICILIA?!; OPPURE SE LUI DECIDEREBBE DI INVADERE TUTTA L;UCRAINA CON I SUOI SOLDATI?!;LA RUSSIA NON HA IL POTENZIALE ECONOMICO PER FARE UNA GUERRA CONTRO L;OCCIDENTE; MA HA IL POTERE DI INVADERE I SUOI EX STATI SATELLITI POSTATI TUTTI ALLE SUE FRONTIERE; ED IO NON PENSO CHE POLACCHI; LETTONI; FINLANDESI;ESTONI;BULGARI; RUMENI;UNGHERESI;CECHI ETC... ETC.... HANNO VOGLIA DI ESSERE DI NUOVO DELLE COLONIE RUSSE E FARSI DOMINARE DA PUTIN!; É CHE IO SAPPIA CHI FINO AD ORA HA MANDATO I SUOI SOLDATI AD OCCUPARE PAESI STRANIERI E STATO PUTIN;É CHI SCRIVE COMMENTI IN FAVORE DELLA RUSSIA DOVREBBE PENSARE COSA SCRIVEREBBE LUI SE IL SUO PAESE AVREBBE I CONFINI CON LA RUSSIA!!!.

agosvac

Lun, 08/09/2014 - 13:16

Un'eventuale entrata dell'Ukraina nella Nato non è solo follia, è pura demenza!!! Così come è pura demenza, anzi idiozia il solo pensare che Putin possa avere mire espansionistiche nei riguardi dell'UE. Putin con l'UE vuole fare "affari" ed affari che sono più redditizi per l'UE che per la Russia. Già il solo blocco delle importazioni di generi alimentari verso la Russia sta causando grossi problemi alle economie di quasi tutti i paesi dell'UE. Se poi ci mettiamo l'eventuale blocco delle forniture di gas, l'UE rischia danni enormi. Chi ce lo darebbe il gas??? Gli Usa di Obama? ma a che prezzi, visto che non esistono gasdotti tra USA ed UE????? Io posso anche capire la scemenza ma arrivare a questi livelli è veramente incomprensibile.

ga1308

Lun, 08/09/2014 - 13:21

Ma che risate !!! Chiedere al lupo se le pecore sono contente che lui sia entrato nell'ovile.... Ma stiamo proprio mandando il cervello all'ammasso!

agosvac

Lun, 08/09/2014 - 13:25

Egregio gioman, guardi che lei si sbaglia e di grosso! FI e Berlusconi hanno sempre sostenuto le ragioni della Russia. E non perché Berlusconi sia amico di Putin ormai da anni, ma perché solo un cretino può non sostenerle!!! Del resto lei dovrebbe ricordare che Berlusconi era anche molto amico di Bush, ma Bush non ce l'ha mai avuta contro la Russia. Questa contrapposizione USA Russia è recente, non risale nemmeno alla prima amministrazione Obama. E' chiaro che qualcosa sia cambiata negli USA, ma cosa sia cambiato lo sanno solo loro!!!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 08/09/2014 - 13:33

pasquale.esposito Ah... se lo dice lei...

rickard

Lun, 08/09/2014 - 13:35

@franco.brezzi. No. Non valeva la pena cambiare, ma il cambiamento ci è stato imposto. Da qualche tempo a questa parte i cambiamenti sono sempre in peggio. Ecco perchè bisogna augurarsi che nulla cambi.

falconero

Lun, 08/09/2014 - 13:42

Piccola premessa: BASTA pensare "solo" al nostro interesse economico che con le scelte prese va a farsi friggere. Io sto con i russi perché LA RUSSIA HA RAGIONE E TUTTI GLI ALTRI TORTO MARCIO! Ma non é questo su cui voglio discutere, tanto credo che chiunque segua un pó le vicende se ne sia accorto ormai. Quello che vorrei dire é la seguente cosa: CI VUOLE UNA BELLA GUERRA. Viviamo in un mondo ormai troppo schifoso, disequilibrato, dai piú che dubbi principii, dove la libertá raggiunta si é tradotta in rincoglionimento della specie e dove ormai chi comanda sono la finanza ed un gruppo di banchieri di chi sa dove. Almeno una guerra, sperando che sia convenzionale, rimescolerá le carte perché una guerra sai come inizia ma non come finisce: dunque la speranza é che con la ricostruzione ci siano degli equilibrii diversi ed un mondo piú giusto che non apparterrá a poche famiglie, o corporazioni. E dove magari ci sará una popolazione che sappia dare un valore maggiore alle parole pace e libertá.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 08/09/2014 - 13:45

pasquale.esposito ....i soldati americani non occupano la Crimea (gli è andata male....) ma occupano il resto d'Europa.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 08/09/2014 - 14:35

#ausonio.IO; ANCORA NON HO VISTO UN SOLDATO AMERICANO SPARARE SU UN SOLDATO ITALIANO!; MA FORSE MI SBAGLIO OPPURE LORO HANNO CAMBIATO DIVISA CON I SOLDATI DELL;ARMATA ROSSA É SPARANO SUI SOLDATI UCRAINI?!; TANTO PER RICORDARE AI TANTI IMBECILLI CHE SCRIVONO QUI LE LORO IDIOZIE; NOI ITALIANI OGNI VOLTA CHE CI SIAMO MESSI CONTRO GLI USA E L;INGHILTERRA NÉ SIAMO USCITI CON LE OSSA ROTTE! PROVARE PER CREDERE!MA POSSIBILE CHE TUTTI SBAGLIANO? GLI AMERICANI; INGLESI; TEDESCHI;FRANCESI;SPAGNOLI; CANADESI; AUSTRALIANI; CECHI; RUMENI; BULGARI É TURCHI?! É SOLTANTO VOI INTELLIGENTONI AVETE SCOPERTO LA PIETRA FILOSOFALE???!.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 08/09/2014 - 17:53

pasquale esposito@ ... io da professore di lettere qualche diritta sul suo italiano la potrei anche dare....ma cambiarle la testa..... beh qui non resta che chiederlo al Padreterno!