Ma lui non molla In corsa a Napoli per guidare i vigili

Prova ad accasarsi a Napoli il fratello di Raffaele Marra, il fedelissimo del sindaco di Roma Virginia Raggi arrestato qualche giorno fa in un'inchiesta su bustarelle e favori in Campidoglio.

Ex finanziere e partenopeo d'origine, Renato Marra ha avanzato la candidatura a comandante della Polizia municipale all'ombra del Vesuvio che si deciderà tra qualche settimana. Renato Marra è attualmente in servizio presso il Dipartimento per la promozione turistica della Città eterna. Un posto procuratogli da Raffaele ai tempi in cui quest'ultimo era il potentissimo dirigente del Personale dell'amministrazione comunale romana. Renato Marra aveva già provato a diventare capo dei «pizzardoni» a Roma, ma senza successo. Ci ritenta con l'amministrazione guidata dal sindaco ex Idv Luigi de Magistris negli stessi giorni in cui la Procura di Roma ha aperto un fascicolo conoscitivo sulla sua attuale «sistemazione» al Dipartimento per il turismo.

I pm e l'Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone sospettano profili di illegittimità anche e soprattutto in relazione all'aumento dello stipendio deciso dal congiunto finito nel mirino dei pm romani. Il procedimento è stato avviato dopo un esposto del Codacons.

Simone Di Meo