Luigi bugiardo: "Voto a giugno". Ma la strada è impraticabile

I tempi sono ormai scaduti e il Colle è contrario a una simile eventualità

La terra trema sotto i piedi di Luigi Di Maio. E quando il gioco si fa duro, i pentastellati preferiscono scappare. «Bisogna tornare al voto a giugno», invoca il leader M5s. Una bugia bella e buona. Perché, anche volendo accelerare, la finestra temporale per votare a giugno ha le ore praticamente contate: si chiude mercoledì 9 maggio. Non impossibile, ma quasi. Seguendo altre interpretazioni della legge poi, con l'introduzione del voto all'estero i giorni necessari diventano non meno di 60: già oggi quindi non ci sarebbero più i tempi tecnici per tornare al voto prima dell'estate. Ma nel mondo a 5 Stelle si può promettere tutto, anche l'irrealizzabile. Dopo aver pontificato per settimane col petto gonfio e aver sventolato in modo ossessivo il veto anti Berlusconi, Di Maio vuole battere in ritirata. Prima ha giocato con le sorti del paese e ora vuole portarsi via il pallone riesumando la vecchia tiritera della legge elettorale-inciucio. Non pago, prova a tirare ancora una volta per la giacchetta Salvini: «Andiamo insieme a chiedere di andare a votare e facciamo finalmente questo secondo turno a giugno. Visto che i partiti hanno paura del cambiamento, allora facciamo scegliere ai cittadini tra rivoluzione e restaurazione».

La paura, appunto. Dopo la slavina di voti raccolti dal candidato del centrodestra Fedriga, il timore di finire sotto una valanga prende quota. È come quel giocatore di poker a cui il fato non sorride più. E da vincente passa a sentirsi un potenziale perdente. La stessa sensazione che avrà provato Beppe Grillo nell'aprile del 2013 quando, girando in camper per sostenere il candidato alla presidenza Saverio Galluccio alle scorse regionali, profetizzava: «Il Friuli sarà la prima regione a Cinque stelle». Profezia schiantatasi con la realtà dei numeri: il grillino si piazzò terzo, con il 19,2% perdendo otto punti percentuali e quasi centomila voti rispetto all'exploit delle politiche di febbraio e la lista prese il 13,7% con 54.900 voti. Una Caporetto pentastellata. Grillo si affrettò a minimizzare il flop, così come ha fatto ieri Di Maio. Il copione si è ripetuto nello stesso proscenio elettorale: è la maledizione del Friuli Venezia Giulia. Anche stavolta le aspettative erano alte. «Il consenso attorno al M5s è cresciuto anche in questa regione», dichiarava alla vigilia Di Maio sostenendo che la partita fosse aperta. Ma il M5s è dovuto tornare subito alla realtà. Così come Grillo è tornato a negare e a dare la colpa ai soliti partiti «parassiti» e all'infausta legge elettorale. «Come prendere una batosta storica e continuare a fare le maestrine sfruttando l'energia di chi ti ha appena sconfitto», ha scritto Grillo, dimenticando che, ultimamente, le batoste non hanno risparmiato il M5s. Dopo le vittorie di Roma, Livorno e Torino - città e amministrazioni che non versano in condizioni ottimali per usare un eufemismo - i grillini hanno subito cocenti delusioni sia in Molise sia in Friuli Venezia Giulia. Le moine e lo stallo hanno determinato un calo di consensi e i pentastellati, che si sono presentati come dei mazzieri, ora si ritrovano dei meri giocatori con due di picche in mano. È l'ennesima maledizione pentastellata condita dalla paura di perdere pur partendo paradossalmente dalla possibilità di vincere. Ma la politica è l'arte della mediazione e a un attaccante a cui non passano la palla non resta appunto che portarsi via il pallone e chiedere di rigiocare la partita.

Commenti

titina

Mar, 01/05/2018 - 09:25

Il furbo. il secondo turmo. No, se si deve votare si vota da capo, non il secondo turno che non era previsto dalla legge elettorale, quindi, a mio avviso, sarebbe incostituzionale.

xgerico

Mar, 01/05/2018 - 09:26

Da quel che leggo contrariamente all'articolo si puo andare a rivotare. Dall'articolo stesso si capisce che il "Giornale" e contrario.

Holmert

Mar, 01/05/2018 - 09:36

Massì, facciamone una elezione ogni mese,come le partite a bocce o a scopone. Verrà il giorno in cui i 5 stelle avranno la maggioranza, per finire di fare a brandelli quel poco che c'è ancora di Italia. Bene ha fatto Renzi a fare le sue dichiarazioni da Fazio. Ha difeso il partito,memore della figura da peracottaro che i grillini fecero fare a Bersani,che fu trattato a pesce in faccia. Questo, Martina dovrebbe ben ricordare, con i suoi seguaci poltronisti ad ogni costo. Anche Salvini e soci,dovrebbero riflettere prima di parlare. Mandato al centro destra? E con quale maggioranza? Ma fate le persone serie,una volta tanto.

amedeov

Mar, 01/05/2018 - 09:44

Ma da solo non sei capace di andare da Mattarella? Hai bisogno dell'accompagno? Dove è finita la tua esuberanza?

Ligabo

Mar, 01/05/2018 - 10:09

Dieci giorni fa sarebbe stato assai difficile convincere i parlamentari M5S a "restituire" il seggio e i correlati 5 anni di vacanze romane, allietate da lauto stipendio e vitalizio. Dopo le batoste subite dal M5S in Molise e in Friuli, credo proprio che sia impossibile. Per quale motivo i vincitori della lotteria dovrebbero restituire il montepremi, con la fondata possibilità di non riottenerlo? Nemmeno con le cannonate! P.S.: A mio avviso, neppure Di Maio sarebbe disposto. Se nel suo cervellino asfittico persiste un centesimo della normale "furbizia napoletana", ha già capito che il capro espiatorio della debacle grillina sarà lui.

Oraculus

Mar, 01/05/2018 - 10:27

Incredibilmente gli italiani si sono lasciati imbonire da un cosi' squallido personaggio!! , dalla parlantina politica raffinata in pochissimi anni di pratica politica e grazie alle promesse di un reddito di..."esistenza"...milioni di italiani ci sono cascati...un regalo che come una anticipata pensione avrebbe garantito una entrata...misericordiosa. E lui ci crede ancora...tanto che rivorrebbe il voto addiritura in giugno...ma io credo che l'esito avuto non sara' piu' ripetibile...meglio il PD che i...grllini!!. Ditelo a Salvini!!.

Ritratto di nordest

nordest

Mar, 01/05/2018 - 10:28

Da bravo napoletano ha affondato il suo partito : Luigino Luigino .vai a raccogliere patate forse sarai più fortunato queste sono cose per adulti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 01/05/2018 - 11:03

Io, da non pentastellato, gliel'avrei data questa possibilità. Con tutti gli errori fatti finora, Di Maio non ne uscirebbe lo stesso positivamente. Una volta tanto lasci perdere la personalizzazione della politica, compresi i suggerimenti del noto manettaro dei Murazzi che usa M5s per scaricare la sua bile berlusconofobica (che però impingua il suo CC), passare a discutere di programmi e della loro fattibilità. Se continua a seminare zizzania negli schieramenti a lui opposti, finirà lui col bruciarsi da solo.

squalotigre

Mar, 01/05/2018 - 11:39

xgerico - lei è di una ignoranza abissale che quasi quasi raggiunge quella dello stewart. Certo che si può, anzi si deve rivotare, solo che a Giugno non si può perché ci sono i tempi tecnici da rispettare. C'è una legge per il voto degli italiani all'estero che impone 60 giorni prima di potere convocare i comizi. Lo prescrive la legge, legge che è stata emanata molti anni fa e che non è stata abrogata. Ricordo poi che la legge elettorale che propugnavano i 5* era il proporzionale puro che avrebbe rappresentato ostacoli ancora più seri per accordi tra partiti.

vincentvalentster

Mar, 01/05/2018 - 11:46

Ma come si fa soltanto a pensare di essere governati da questo signore ? Roso dall'ambizione sfrenata, senza peraltro titolo, e solito dire baggianate

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mar, 01/05/2018 - 11:55

Una cosa e' certa, la maggioranza per governare, non ce l'ha nessuno , nemmeno il cdx tutto insieme. Ringraziamo chi ha scritto e chi ha votato questa legge elettorale monnezza,che ci ha messo in questa situazione.

Ritratto di nordest

nordest

Mar, 01/05/2018 - 13:02

Come da bravo napoletano è un artista a affondare ogni cosa .

gcf48

Mar, 01/05/2018 - 13:17

xgerico: legga bene, non si può votare a giugno perchè essendoci gli elettori esteri occorrono 60 giorni di "preavviso" Tranquillo e legga meglio

dragon43

Mar, 01/05/2018 - 13:55

Mi pare evidente la mossa di Di Maio dopo i risultati in Fvg e l"uscita" di Renzi. Restano pochissime le probabilità per Il Movimento di fare un governo con il PD e quindi lancia l'appello "al voto, al voto subito" anche se i tempi sono strettissimi e Mattarella non credo intenzionato a concederglieli. Del resto non ha alternative: Salvini ha già detto "ora tocca a noi" perchè ha capito che il momento è favorevole potendo facilmente racattare i voti mancanti un pò a sx (es. Calenda) ma sopratutto nel Movimento stesso (pieno di "peones" che, altrimnti, perderebbero la Lotteria vinta).

Gianni11

Mar, 01/05/2018 - 14:59

Le leggi elettorali italiane sone fatte apposta per assicurarci governi deboli, incapaci di difendere il paese dagli attachi globalisti. Il paese e' alla deriva come pianificato dai poteri forti.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 01/05/2018 - 15:35

Sembra che degli scienziati abbiano tenuto in vita per 36 ore il cervello di maiale scollegato dal corpo. Per quante ore il cervello di Di Maiale può essere mantenuto in vita all'esterno del corpo?

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 01/05/2018 - 17:21

xgerico: come al solito non sai leggere ne ragionare ne far i conti.

@ollel63

Mar, 01/05/2018 - 18:44

e molti italiani hanno sprecato il loro voto gettandolo letteralmente al vento! Ma guardate questa maschera ridens! Ma da quali teste volete essere governati! ... Possibile mai che così tanti italiani, tutti in una volta, abbiano potuto perdere il lume della ragione! Quale incredibile catastrofe vi ha fulminato e distrutto ogni barlume d'intelligenza! Ohi, ohi, mamma bella che figli ci hai dato!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 01/05/2018 - 18:47

xgerico Mar, 01/05/2018 - 09:26...Si certo, e possono anche piovere pavoncelle; dai rubinetti di casa sua non esce la birra? Strano...E.A.

peter46

Mar, 01/05/2018 - 20:28

E bravo Ferrara...non le è proprio piaciuto il mio commento?Troppo veritiero e non 'smontabile' nella 'considerazione' dei 'numeri' e relativa 'conclusione',vero?E non posso neanche ritentarci che so benissimo l'inutilità' di ripeterlo:il treno passa una volta e o lo prende o ...si fa venire l'artrosi al dito,inutilmente.