L'ultima battaglia M5s: più controlli sui funghi

Più controlli sui funghi per acquistarli e mangiarli in sicurezza

Più controlli sui funghi per acquistarli e mangiarli in sicurezza. Le cosiddette verifiche di commestibilità per valutarne la freschezza durante la vendita al dettaglio vanno affidate non solo agli ispettori delle Asl, ma anche a quelli privati regolarmente iscritti all'elenco del ministero della Salute. È quanto prevede la proposta di legge, formata da un solo articolo, presentata alla Camera dal deputato M5S Massimiliano Bernini, insieme alla collega di partito, Chiara Gagnarli. L'obiettivo è snellire la burocrazia e venire incontro alle esigenze degli imprenditori del settore, soprattutto le pmi, garantendo una maggiore sicurezza alimentare, ma niente deregulation. Il testo nasce dal confronto con i tecnici che lavorano all'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, nell'ambito del 'Progetto speciale funghì. "Gli ispettori micologi privati -assicura Bernini all'Adnkronos- hanno la stessa formazione di quelli pubblici che lavorano presso le Asl. Con questa pdl aumentano i controlli sulla commestibilità dei funghi epigei, ovvero quelli comuni che crescono nei boschi e sui prati o coltivati, perchè ci saranno molto più tecnici impegnati a fare tutte le verifiche necessarie".

Non si tratta di un testo blindato, assicura l'esponente pentastellato: "Naturalmente, M5S è pronto ad accogliere ogni suggerimento per migliorare il provvedimento". Nella relazione introduttiva alla proposta di legge Bernini fa un excursus sull'attuale normativa, evidenziandone le "inadeguatezze" e cita il modello adottato in Veneto per sciogliere tutti i nodi del caso.Secondo la legge quadro nazionale, spiega Bernini, i "commercianti hanno l'obbligo di sottoporre i funghi freschi epigei, prima della vendita al dettaglio, a certificazione di commestibilità da parte dell'Asl con il fine principale della tutela della salute pubblica. Detta certificazione, nella maggioranza delle Regioni italiane, è ancora affidata esclusivamente ai micologi dipendenti della Asl, non essendo consentito lo svolgimento di tale attività a quelli privati, che, invece, devono essere presenti, per obbligo di legge, durante le fasi di confezionamento del prodotto essiccato. L'attuale quadro normativo comporta innumerevoli problematiche".

In particolare, avverte il deputato grillino, "i commercianti e gli industriali (tra cui molte piccole imprese) si devono necessariamente attenere a determinati orari di sportello, impedendo così, di fatto, la vendita, la lavorazione, la trasformazione e la conservazione nell'immediatezza dalle freschezza del prodotto, peraltro altamente putrescibile". La spesa pubblica, denuncia, "risulta inutilmente aggravata di un onere evitabile e ulteriormente maggiorato nel caso di necessità di certificazione in orari diversi da quelli lavorativi, tenuto conto che la quasi totalità del prodotto viene trasportata su gomma e e arriva a destinazione in orari notturni". "Le tante competenze di controllo già affidate agli ispettori pubblici -mette in guardia Bernini- appaiono vanamente gravate e l'attuale inevitabile coincidenza tra chi rilascia le certificazioni e chi è deputato al loro successivo controllo costituisce un incontestabile conflitto di interessi".

Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Dom, 25/06/2017 - 16:38

Ma chi se ne frega dei funghi! Con tanti generi alimentari che ci sono, proprio i funghi dovete mangiare; da parte mia, mi vanto di non averne MAI assaggiati!

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 25/06/2017 - 16:56

Ma non hanno proprio niente altro da fare...anche loro fan della curvatura della banana. La UE produce virus non vaccinabili !

LUCIO DECIO

Dom, 25/06/2017 - 17:04

QUESTA DIMOSTRA LA CAPACITA DEI DEPUTATI 5S SONO PARAGONABILI A QUELLO CHE STABILIVA LA CURVATURA DELLE BANANE

ammazzalupi

Dom, 25/06/2017 - 17:05

Poveri grillini....!!!!! NON sanno più cosa inventarsi per sopravvivere!!! Andate a pascolare le pecore... e fate attenzione che non vi sbranino anche esse!!!

vince50

Dom, 25/06/2017 - 17:35

Si è sempre parlato male dei "vecchi"politici,ripensandoci e osservando il cosiddetto nuovo che avanza forse non era il caso.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 25/06/2017 - 17:40

A questo punto ci dobbiamo aspettare che M5S faccia una campagna contro i funghi velenosi. Siamo proprio alla folia.

ESILIATO

Dom, 25/06/2017 - 18:10

Mandiamoli al parlamento europeo a raddrizzare le banane con una mazza di gomma........

cgf

Dom, 25/06/2017 - 18:13

io non sarei così prevenuto!! con l'ASL sei obbligato ad orari di sportello, i funghi raccolti oggi potrebbero essere già in vendita nei negozi/ristoranti domani se potessi avvalermi di privati, mentre invece quando quelli dell'ASL cominciano a lavorare (vabbè) quando oramai le contrattazioni sono già chiuse, ulteriori 24 penalizzano questo tipo prodotto molto deperibile... i funghi non sono come le patate!

angelovf

Dom, 25/06/2017 - 18:23

Ma non sapete di cosa parlare? Con tutti i problemi che avete parlate di funghi, come si possono fidare di voi i vostri elettori?

Ritratto di Henry.Kissinger

Henry.Kissinger

Dom, 25/06/2017 - 18:28

Meno male che secondo i minus habens grillini tutto ciò che fanno cdx e csx non risponde mai alle esigenze urgenti del popolo italiano di cui un comico pregiudicato sarebbe l'unico legittimo interprete...e quindi cosa propongono? Ddl su iPhone, ufo, scie chimiche, adesso i FUNGHI? A casa subito!

Fermantiport

Dom, 25/06/2017 - 18:54

Sono perfettamente d'accordo! E' necessario fare più controlli. Comincerei però dalle cose più importanti! Per esempio dai grilli di prato e dai deputati e senatori grillini.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Dom, 25/06/2017 - 19:57

I funghi sono un problema? Ci sarà qualche fungaiolo nel M5S frustrato.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 25/06/2017 - 20:27

A forza di rimanere attaccati alla cadrega si formano i funghi tra le chiappe e magari fiutato l'affare si metterebbero a commercializzarli.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 25/06/2017 - 21:12

..direi che non c'è niente di scandaloso: in effetti io che vado a funghi, ed alla faccia di quelli che si vantano di non averne mai mangiati (eh sì l'ignoranza che assurge a titolo di cui vantarsi...), ho già trovato nel profondo nord i primi 2 begli anche se non troppo grossi, esemplari di porcini (Boletus edulis) che ho mangiato crudi con salsa vinaigrette alla senape. La facoltà di controllo,andrebbe sicuramente estesa ai privati, in quanto la ASSL ha un micologo disponibile una volta alla settimana in orari impossibili . Se un inesperto vuol fare controllare quanto e che cosa ha raccolto se non becca la giornata dell'ASSL , butta via tutto perché al massimo i funghi , se non congelati, si tengono 3-4 gg poi ...amen. Ben venga una nuova legge.

Prameri

Dom, 25/06/2017 - 23:39

Dovremmo mangiare i funghi due volte alla settimana. Sono preziosi per una fra le prevenzioni contro le malattie più gravi. Non mi interessano le cinque stelle, ma che i funghi siano ben controllati sì mi interessa.