L'ultima beffa: ora alle scrittrici di sinistra piace vestire il burqa

Mode radical chic. Adesso alle scrittrici di sinistra piace vestire il burqa

L'ultima frontiera del femminismo radical chic, o forse la sua ultima perversione, è il burqa. Non il hijab che lascia scoperto il viso, o il niqab che almeno non copre gli occhi. No, secondo scrittrice Flavia Piccinni, vincitrice del Premio Campiello Giovani 2005, per liberare le donne dalle convenzioni sociali occidentali e per «annullare l'ossessione per l'immagine che tutte abbiamo, annullare il giudizio delle altre attraverso la loro bellezza, imparare a mostrarci privi di ossessioni e di sovrastrutture», occorre indossare il più restrittivo degli indumenti consentiti alle donne musulmane. Il burqa infatti non lascia intravedere nulla del corpo e del volto femminile. Si ritiene che gli occhi siano lo specchio dell'anima e dunque, come sostiene Piccinni nel suo blog sull'Huffington Post è necessario «difendere la donna dagli sguardi altrui, preservandone l'immagine e dunque l'anima».

La scrittrice nel suo articolo ci tiene a far sapere che arrivata all'aeroporto di Kuwait City vestita con «una giacca di lana aderente, un vestito sotto al ginocchio e calze coprenti» non si è mai vergognata tanto in vita sua, avendo improvvisamente realizzato che «per gli arabi sono le prostitute a lasciare le spalle, le braccia e le gambe scoperte».

Lungi dal condannare una simile posizione palesemente offensiva e discriminatoria nei confronti delle donne, ha pensato bene di provare sulla sua pelle quali magnifiche sensazioni si potessero provare con un burqa addosso: «Ho pensato che forse potrebbe essere giusto indossarlo ogni giorno e mi sono domandata se non sia forse questa una lezione che dobbiamo prendere dal mondo arabo». Addirittura.

Non contenta, ne ha anche candidamente elencato le presunte comodità: «Non devi perdere tempo a coordinare le scarpe con la borsa, o magari a scegliere il vestito che ti fascia meno, la maglietta che evidenzia tragicamente i chili di troppo».

Quindi per una donna musulmana la questione fondamentale sarebbe il trucco e il parrucco, non certo il fatto che quella di nascondersi in una gabbia di stoffa non sia quasi mai una libera scelta o una boutade come quella messa in scena dalla blogger di Huffington Post, bensì un'imposizione ottenuta spesso con minacce e percosse.

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 25/01/2017 - 09:26

Sono delle idiote!

cgf

Mer, 25/01/2017 - 09:39

y bueno, fallo per un mese intero, anche quando sono 35 gradi all'ombra oppure piove a dirotto, poi torna a raccontare le tue impressioni, mi raccomando, ovviamente dovrai ancora averlo quel... comodo indumento

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 25/01/2017 - 09:54

qualcuno le impedisce di indossarlo?

Fjr

Mer, 25/01/2017 - 09:58

Strane certe donne di sinistra o radical chic, o vogliono svoltare con Rocco oppure andare in giro con un tendone sulla testa,mah!

Scirocco

Mer, 25/01/2017 - 10:00

Forse per le scrittrici e giornaliste di sinistra ma anche per le rappresentanti politiche di sinistra è una buona idea indossare il burqa visto che con loro la natura è stata matrigna.

honhil

Mer, 25/01/2017 - 10:09

Se le piacciono tanto gli usi e i costumi dell’islam, liberissima di sposare quella religione e cambiare anche residenza. Per realizzare un desiderio si fa di tutto: quindi, buon viaggio, e che sia senza ritorno. Con l’augurio che possa godere a pieno la sua felicità!

roberto.morici

Mer, 25/01/2017 - 10:09

No comment, Signora Piccinni, Vorrei solo far notare che mascherarsi col burqa non è una libera scelta (o capriccio, come nel Suo caso).

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 25/01/2017 - 10:13

La sinistra è capace con disinvoltura di vendersi sempre al vincitore di turno. Erano filosovietici prima, ultraliberisti e amerikani ora, islamici domani. Del resto loro sono "fluidi", detestano radici e identità...

Ritratto di karmine56

karmine56

Mer, 25/01/2017 - 10:24

La demenza senile colpisce prevalentemente le donne.

Opaline67

Mer, 25/01/2017 - 10:27

L’UNICO CHIASSO CHE LE FEMMINISTE PROGRESSISTE SEMBRANO IN GRADO DI SAPER FARE SULLA MISOGINIA MUSULMANA E’ QUANDO ZITTISCONO, CHIAMANDORAZZISTA, CHI QUELLA STESSA MISOGINIA LA CONTRASTA. SE CON IL LORO ATTEGGIAMENTO PERVERSO CERCANO DI FAR PASSARE INOSSERVATA LA MISOGINIA ISLAMICA, NON POTREBBERO RENDERLA PIU’ OVVIA E CLAMOROSA. (Pat Condell)

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 25/01/2017 - 10:29

Che il burka fosse la soluzione ottimale per evitare il parrucchiere e la competizione estetica femminile è un dato assodato già dalle prime convertite italiane che l'hanno espresso in televisione, ai primordi di questa follia. E indovinate chi fù? una convertita BOLOGNESE. Giusto per ribadire la tara dei rossi.

Opaline67

Mer, 25/01/2017 - 10:30

L’ ENTUSIASMO CON CUI UMILIANO E SMANTELLANO I DIRITTI DELLE DONNE E’ TALE CHE SEMBRANO ANIMATE DAL MALSANO DESIDERIO DI ESSERE DOMINATE DAGLI UOMINI MUSULMANI. NON CHE SI SENTANO NECESSARIAMENTE ATTRATTEDA ESSI PERCHE’ FORSE LI DISPREZZANO QUANTO DISPREZZANO TUTTI GLI UOMINI MA, ESSENDO “PROGRESSISTE” DISPREZZANO SE STESSE ANCORA DI PIU’ PER ESSERE RAZZISTE IN MERITO COSICCHE’, NEL LORO SUBCONSCIO, VORREBBERO ESSERE PUNITE. E’ L’UNICA SPIEGAZIONE PER DARE UN SENSO AL LORO COMPORTAMENTO MALATO.(Pat Condell)

Opaline67

Mer, 25/01/2017 - 10:36

OVVIAMENTE NON SI PUO’ DIRE CHE GLI UOMINI MUSULMANI SIANO TUTTI COSI’ MA SOLO UN CERTO NUMERO DI MELE MARCE IMPORTATE ALL’INGROSSO DALLA TERRA DELLE MELE MARCE,LA TERRA DELLA CULTURA DELLO STUPRO.E MOLTE ALTRE MELE MARCE SONO IN VIAGGIO VERSO DI NOI...CHI LI FERMERA’..I GRECI? LE FEMMINISTE PROGRESSISTE CON I LORO PENOSI STENDARDI “REFUGEES WELCOME” SCOPRIRANNO NEL MODO PEGGIORE CHE L’ISLAM NON E’ QUEL CHE VOGLIONO E QUANDO LA SICUREZZA E LA LIBERTA’ DELLE DONNE IN EUROPA SARA’ TROPPO LABILE COSA CI RIMARRA’ DA FARE SE I MUSULMANI DEL TERZO MONDO INSISTONO CHE QUALSIASI DONNA NON VELATA CHIEDE DI ESSERE MOLESTATAE LO FANNO?, CHI DISCUTERA’ CON LORO? SICURAMENTE SOLO UN RAZZISTA O UNO SPACCIATORE D’ODIO DI ESTREMA DESTRA,NON UNA FEMMINISTA PROGRESSISTA CHE SA QUALE SIA IL SUO POSTO E CONOSCE IL PROPRIO RUOLO.(Pat Condell)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/01/2017 - 10:37

Prima della legge Basaglia per dichiarazioni di questo tenore non c'era il burka. Bensì la mai abbastanza rimpianta camicia di forza.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:44

Può il burqa "liberare" le donne dai condizionamenti estetici? Non credo, un condizionamento morale/sociale imposto, non può liberare da un condizionamento estetico che in fin dei conti la vittima "sceglie" di assecondare.La libertà delle donne, che non devono vivere sotto il giogo di un ordine "machista". Il corpo delle donne non è né puro né impuro. È il corpo delle donne e basta. Bello o brutto. Non deve essere nascosto per proteggerle da non so quale tentazione.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:46

La libertà dovrebbe consistere nell'essere se stessi, intelligenti o meno, operativi o meno, bravi o meno, belli, brutti, riccamente o semplicemente abbigliati, coordinati o meno, in forma o sovrappeso, simpatici o antipatici, gentili o no, coscienziosi o no, spesso secondo la situazione contingente e mostrare se stessi come si è, nel rispetto di sé e degli altri.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:48

Coprire le persone non risolve il problema del condizionamento dell'aspetto fisico di ragazzine e donne, non risolve la non accettazione del cambiamento fisico, dell'evoluzione dell'invecchiamento.Tali condizionamenti, che sono sempre esistiti e sotto il velo esistono anche nella cultura islamica, a mio parere possono risolversi con una solida interiorità (non religiosa ma umana e laica prima poi tutto il resto) strutturata che dia forza, identità e limite all'essere umano, maschio o femmina.Specie in Kuwait, come in tutta l'area islamica, sotto il burqa, ci sono gli stessi ricchi abiti, o meno ricchi, "trucco e parrucco" ecc ecc, il tutto sfoggiato nella cerchia femminile.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:49

Superfluo riprendere il discorso per cui certe norme morali/religiose hanno un sostrato igienico o pratico e che venivano imposte come volere della divinità in modo che fossero seguite, circoncisione, maiale, macellazione, velo, appartengono a dati luoghi, culture e tradizioni, non ad altre. Il velo che sia del capo o integrale è per me moralmente, eticamente, socialmente, politicamente deplorevole.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:49

Non attiene alla manifestazione libera del proprio sentimento religioso poiché nulla con questo ha a che fare come la poligamia. Si tratta di un retaggio sociale arcaico di quelle società o nello specifico tribù primitiva e fortemente sessuata che ai fini della conservazione del “patrimonio economico” e della certezza della discendenza relegano la donna a un ruolo subordinato (tranne alcuni “contentini) di dipendenza psicologica fisica, economica e sociale dall’uomo che le impedisca qualunque tipo di autonomia e indipendenza o banale azione che non incontri il favore di lui.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:50

La poesia che ci si vuole intendere nella “scoperta” del corpo di lei è solo la foglia di fico che copre la realtà dei fatti di legami matrimoniali spesso (non sempre) non graditi, di uno stupore che dovrebbe celare la noia della sopraffazione con una poligamia che legittima l’adulterio, legami noiosi e prepotenti con poco amore e rispetto reciproco in modo da dare certezza alla discendenza.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:50

In oriente come in occidente le modalità in cui questo controllo è stato attuato e si attua sono molteplici, solo l'essere umano donna, può porvi rimedio sostenuta dalle altre donne e dalla società.

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:54

Coprire le persone non risolve il problema del condizionamento dell'aspetto fisico di ragazzine e donne, non risolve la non accettazione del cambiamento fisico, dell'evoluzione dell'invecchiamento.problema che assilla molti individui maschi e femmine ma fortunatamente non tutti,il veri problema è il risalto che danno i media tutti a simili scempiaggini e il non lavoro del blogger estetico cioè gente che posta foto ritoccate

chebarba

Mer, 25/01/2017 - 10:54

Il male che le donne fanno a loro stesse non è per piacere agli uomini, ma una rivalità tra donne, un desiderio di apparire in un certo modo di omologazione, stessa omologazione, per altre motivazione, che realizza il velo, il burqa e tutte le altre declinazioni di "copertura" che la società islamica, per proprie convinzioni morali e sociali, si è inventata.

bozzolik

Mer, 25/01/2017 - 11:01

a lei starebbe benissimo

VittorioMar

Mer, 25/01/2017 - 11:03

..da chi incominciamo ??...tanto siamo a Carnevale ,è tutto permesso..!!

MilanoMerano

Mer, 25/01/2017 - 11:07

Essere di sinistra e' veramente una malattia mentale secondo me. Come essere filoislamici: fai prima a buttarti sotto un treno, perche' se c'e' una cosa che i musulmani fanno benissimo, e' ammazzare per primo quelli, che li vogliono aiutare.

MaxSelva

Mer, 25/01/2017 - 11:09

speriamo che il loro marito le rinchiuda in casa e le impedisca di studiare e di scrivere... cosi' non diranno piu' baggianate

Keplero17

Mer, 25/01/2017 - 11:15

Credo che ci sia una scelta determinata dalla necessità di attirare l'attenzione per vendere più libri. La donna nell'islam è sottomessa all'uomo, l'uomo le impone di non suscitare la sua attenzione sessuale, inoltre i matrimoni sono gestiti dalle famiglie.

apostata

Mer, 25/01/2017 - 11:37

forse è un modo eccitante alla "famolo strano" di verdone

giovanni951

Mer, 25/01/2017 - 11:40

contenta lei contenti tutti....potrebbe anche trasferirsi in MO, perché no?

elio2

Mer, 25/01/2017 - 11:43

Mai conosciuto, ma neanche mai avuto sentore che esistono donne di sinistra, ideologicamente libere, capaci e intelligenti, ma duramente colpite da prematura demenza senile, invece si, e molte anche.

Ritratto di Shard

Shard

Mer, 25/01/2017 - 11:47

E' chiaro che ormai in Occidente il marasma è fuori controllo, si sta creando un vuoto di civiltà e di identità, e l'islam è pronto a riempirlo.

i-taglianibravagente

Mer, 25/01/2017 - 11:52

e' l' ennesima dimostrazione che l'unica cosa sana da fare di fronte alla categoria umana dei radical-dem di sinistra e' non consentire loro di avere il seppur minimo peso politico e decisionale. E' gente rovinata....vanno lasciati pascolare liberi per talk show e tavole rotonde ma senza che venga dato loro alcun ruolo di resposabilita'. Sono geneticamente incapaci di buon senso ma li troviamo in ogni dove ad occupare poltrone perche' non si vogliono rassegnare all'evidenza dei fatti e perche' non hanno nessuna intenzione di guadagnarsi il pane lavorando.

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Mer, 25/01/2017 - 12:10

di cosa ci meravigliamo la sanno tutti che il 99% di chi si converte all'islam è di sinistra è non sono parole mie ma di una sociologa che alla fine del 2014 sulla gabbia di paragone esterno con rammarico questa verità scomoda ma vera

epc

Mer, 25/01/2017 - 12:11

C'è un atteggaimento generale che hanno molte donne di sinsitra, dal '68 in avanti, che è quello di OSTENTARE il fatto di NON volere apparire. Si manifesta in cose tipo: non indossare mai la gonna ma solo i pantaloni, non indossare mai scarpe con il tacco, non truccarsi, ecc. La ragione, più o meno esplicita, è che donna bella e/o appariscente uguale donna stupida. In realtà le uniche studpide sono coloro che fanno questa equazione. Le dichiarazioni di questa signora sul burka non sono che l'estremizzazione di questo concetto.

effecal

Mer, 25/01/2017 - 12:13

perfetto per le radical chic l'aperitivo con il burqa è buono per tutte le cerimonie Italia dolce suol d'amor

Opaline67

Mer, 25/01/2017 - 12:35

AD AGGRAVARE ULTERIORMENTE LA SOVRANA PORCATA, C’E’ LA TRASPOSIZIONE IN VERSIONE “OCCIDENTALE” DEL BURQUA CHE “POTREBBE PURE TORNARE UTILE IN CASO NON SI SAPESSE QUALE BORSA ABBINARE ALLE SCARPE” FACENDOLO QUINDI ASSURGERE, DA SUDARIO DI MORTE E CAPPA DI DEGRADO E TORTURA, A STRUMENTO DI COMODITA’ E DI VANTAGGIO DI FRONTE ALL’ARMADIO AL MATTINO!!!!! DITEMI CHE E’ UNO SCHERZO, UNA PROVOCAZIONE, UNA TROVATA PUBBLICITARIA DI PESSIMO GUSTO! QUALCUNO MI DICA CHE ALTRO NON E’ E CHE NON ESISTONO DONNE DEL GENERE.DEVE PUR ESSERVI UN LIMITE A OLTRAGGIO, IRRIVERENZA E FOLLIA

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 25/01/2017 - 12:39

Questo non è delirio, è coglionaggine!

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Mer, 25/01/2017 - 12:39

di cosa ci meravigliamo la sanno tutti che il 99% di chi si converte all'islam è di sinistra è non sono parole mie ma di una sociologa che alla fine del 2014 sulla gabbia di paragone esterno con rammarico questa verità scomoda ma vera!!!!

Fjr

Mer, 25/01/2017 - 12:39

Senza dimenticare che ovunque dovesse andare , locale pubblico o ufficio, dovrebbe per questione di sicurezza, smontare tutto l'armamentario, e poi vuoi mettere quanto è comodo tuffarsi in piscina con un bel paracadute in testa, oppure andare dal parrucchiere per una bella piega, o anche solo prendere un the' con le amiche senza effetto tenda nel deserto, contenta lei ......

Fjr

Mer, 25/01/2017 - 12:41

Forse dovrebbe leggere qualche libro della Oriana, per capire come gira il mondo

giannide

Mer, 25/01/2017 - 13:02

E solo esibizionismo spirituale, una canna ideologica, per evadere dalla loro vita noiosa...

Ritratto di Farusman

Farusman

Mer, 25/01/2017 - 13:36

Genio incompreso: troppo intelligente perché possa caPIRLA.

TonyGiampy

Mer, 25/01/2017 - 13:39

Immagino cosa sarebbe successo se una frase del genere l'avesse pronunciata il Cavaliere!Che pattume queste femministe!!

Libertà75

Mer, 25/01/2017 - 13:49

c'è un compagno che si vergogna della sua compagna o sono tutti traviati ormai?

Ritratto di Turzo

Turzo

Mer, 25/01/2017 - 13:55

Bè alcune Sinistroide fanno benissimo a metterselo, guardarle è impossibile! Basta vedere un ministro... per lei deve essere obbligatorio!!!!

billyserrano

Mer, 25/01/2017 - 13:57

Cosa non si fà per un pò di notorietà, per qualche passaggio sui giornali.

VittorioMar

Mer, 25/01/2017 - 14:01

...certo dal DELIRIO FEMMINISTA :LE DONNE AFGANE STANNO BRUCIANDO I BURQA a IL BURQA MI PIACE!!!....bene scegliete voi dove hanno la COERENZA...!!!

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 25/01/2017 - 14:05

.... L'incompresa ...

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 25/01/2017 - 14:49

E perché allora non farsi pure ospitare nell'harem di qualche sceicco? L'ipocrisia delle donne di sinistra non ha limiti. Dalle lotte dell'emancipazione libertina del sessantotto passa allo schiavismo maschile per eccellenza, e pure felici di esserlo.

MASSIMOFIRENZE63

Mer, 25/01/2017 - 15:03

Era metà luglio dell'anno scorso, e faceva 40°C. Io stavo sul pontile di Ostia e ho visto una coppia islamica. Lui vestito normale e lei tutta intabarrata come fosse inverno. A me veniva vogli di chiedere a quella donna come faceva a resistere con quel caldo, ma ovviamente non l'ho fatto per evitare litigi con il marito. Ora mi chiedo se le donne di sinistra che applaudono a questa invasione islamica si rendono conto che quello sarà il futuro delle donne europee. E vorrei chiedergli se questo futuro gli piace.

timoty martin

Mer, 25/01/2017 - 15:21

Quanto sono sceme! Per decenni le donne hanno lottato per uguaglianza e libertà, ora vogliono auto incastrasi? pura dememza. Meglio le donne libere, libere dal burqa e sopratutto mentalmente

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 25/01/2017 - 15:41

Non abbiano fretta, fra poco diventerà vestito di ordinanza, ossia d'obbligo. Con tutto quello che ne deriva. Poi vediamo se scrivono ancora o parlano di razzismo, quando saranno schiavizzate da chi volevano aiutare.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 25/01/2017 - 16:23

Le esponenti del sinistrume rosa sono in massima parte bruttine (per una volta uso il politicamente ipocrita). Forse dipende dal fatto che sono sempre arrabbiate e ciò compromette il fegato e la cistifellea. Comprendo il loro dramma: una legge, anche da noi, che imponesse a tutte il burqa cancellerebbe ogni differenza; una specie di dittatura del proletariato estetica. In Italia, tuttavia, non è vietato espatriare; potrebbero chiedere la cittadinanza all’Isis. Ai loro, però, anche in ciò c’è un problema: le donne, da quelle parti, le coprono perché non le vedano gli altri maschi; i loro maschi le vedono. Potrebbero ritenerle buone solo per imbottirle di esplosivo e farle saltare in mezzo alle «scostumate» (e desiderate) femmine occidentali.

venco

Mer, 25/01/2017 - 16:46

L'Ho capito anch'io da tempo, alle femministe piace essere schiavizzate dai musulmani, donne senza cervello.

hornblower

Mer, 25/01/2017 - 16:59

Flavia, ho capito, vuoi ingrassare al riparo da sguardi indiscreti.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 25/01/2017 - 17:06

a casa tua puoi mettere pure lo scafandro

Opaline67

Mer, 25/01/2017 - 17:07

QUALSIASI DONNA CHE INDOSSI INTENZIONALMENTE IN EUROPA IL PIU’ POTENTE SIMBOLO DI MISOGINIA E OPPRESSIONE FEMMINILE (tanto peggio se donna occidentale) DOVREBBE SERIAMENTE INTERROGARE LA PROPRIA COSCIENZA VISTO CHE SI STA ATTIVANDO PER VANIFICARE LE SOFFERENZE DI TUTTE LE DONNE CORAGGIOSE CHE DA SECOLI NEI PAESI MUSULMANI PAGANO CON LA MORTE IL LORO ANELITO ALLA VITA E LA LORO LOTTA PER LA LIBERTA’

giannide

Mer, 25/01/2017 - 17:26

Ragazzi, ma non l'avete ancora capito? l' intimo e più profondo desiderio di ogni donna, è essere schiava

guardiano

Mer, 25/01/2017 - 17:57

E ti pare lei ha vinto un premio campiello, lei è come il dario del premio nobel, se non avesse vinto il campiello come potrebbe giustificare le eresie che scrive.

Giancarlo MATTA

Mer, 25/01/2017 - 21:52

Chi si somiglia si piglia... perché la piccola rinnegata cattocomunista piccinni flavia non emigra in qualche paese governato dagli islamici-veri?

killkoms

Dom, 29/01/2017 - 20:57

da imbecilli!