L'ultima follia di Marino I comunisti di Genova lo candidano a sindaco

La sinistra ligure ha sondato l'ex primo cittadino di Roma: "Disponibile e interessato"

Roma Dopo Roma il «marziano» potrebbe atterrare a Genova, la sua città peraltro. Perché l'ipotesi di candidare l'ex sindaco della capitale Ignazio Marino nel capoluogo ligure circola da un po'. Lui lascia intendere di essere lusingato dal solo sapere che qualcuno lo abbia pensato come possibile successore di Marco Doria. Di più non dice, ma nemmeno smentisce ufficialmente.

Certo è che dopo l'assoluzione incassata nel processo sulle spese effettuate con la carte di credito del Campidoglio, il cosiddetto «scontrino gate», Marino non sembra aver intenzione di starsene dietro le quinte o di tornarsene negli Stati Uniti, come aveva annunciato prima della sua «riabilitazione» postuma. Impazza in tv e sui giornali, annuncia tour per dire no al referendum costituzionale, garantisce che con lui sindaco Roma avrebbe avuto le sue Olimpiadi e soprattutto fa i conti di quanto è costato alla città e all'Italia, tra investimenti mancati e progetti bloccati, il suo «allontanamento forzato condotto dal premier e dal Pd». Parole sue: «Ben 10 miliardi di euro e 20mila posti di lavoro in meno».

L'8 ottobre è un post di un presidente di municipio del Comune di Genova a rilanciarlo come possibile candidato in Liguria alle elezioni amministrative della prossima primavera. Agostino Gianelli, un ex di Rifondazione Comunista ora militante di Rete a sinistra la butta là su Facebook. Dice di avere contattato Marino e di averlo trovato molto disponibile. «Questa mattina l'ho sentito telefonicamente e abbiamo parlato di una sua eventuale candidatura a sindaco di Genova nell'ipotesi che Doria dovesse lasciare. Ho trovato in lui molto interesse e disponibilità». Quanto basta per far scattare una discussione, non solo social, sulla possibilità che l'ex sindaco di Roma possa finire a governare la città in cui è nato. Anche se lì per lì l'idea non sembra raccogliere molti consensi. «I nostri mi paiono più che capaci di fare altri disastri senza bisogno di importare fessi da fuori», scrive qualcuno. «L'Italia ha bisogno di bravi chirurghi!», insiste un altro.

Gianelli dice di essere stato sommerso da critiche e insulti, poi ammette che la sua voleva essere una provocazione, che in realtà con Marino non ci aveva parlato personalmente ma era stato contattato da persone a lui vicine. Presto, però, potrebbe esserci un primo incontro con lui per affrontare l'argomento faccia a faccia, visto che l'ex sindaco di Roma parteciperà a Genova ad una manifestazione per il no al referendum. Sarà l'occasione per dire a tutti: no grazie. Oppure per rimettersi in gioco.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 15/10/2016 - 09:24

Questo di continuare a fare il chirurgo,non ne ha più voglia!Il virus del potere fare quello che vuole,lo ha ormai contaminato,e troverà certo dei fessi che lo continueranno a "spingere", nella speranza di...Un trombato in attesa di collocazione!!

Kerenkeren

Sab, 15/10/2016 - 09:51

Domanda: se il chirurgo, che tutto il mondo ci invidia ,risultava essere un incapace per Roma,perché dovrebbe andare bene per Genova? 2^ domanda : con il mestiere che ha, remuneratissimo,perché ' si ostina a voler fare il sindaco,il profumo del potere o dell'intrallazzo?

maurizio50

Sab, 15/10/2016 - 10:07

Impressionante. Notizie quali questa ci danno la dimostrazione di cosa è realmente la sinistra italiana. Individui afflitti da deficit mentale progressivo e rivoluzionari da operetta, capaci solo di sfruttare l'ignoranza di fondo dei compagni che li votano. Non c'è scampo per una Nazione abitata da personaggi quali il sig. Agostino Gianelli, rivoluzionario da salotto , certo con il cuore iperrosso, su cui si appoggia il portafoglio certo ben gonfio!!!!!!!

Giorgio Rubiu

Sab, 15/10/2016 - 10:33

Questa non è l'ultima follia di Marino. Questa è l'ultima follia dei genovesi!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 15/10/2016 - 11:08

Mi pare un'ottima idea. Così Marino toglierà voti al PD e si aprono le speranze di un rinnovamento genovese.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 15/10/2016 - 11:17

Beh, pazzi per pazzi, visto che ci stanno, perchè non a Milano? Tanto, 'Palazzo Marino' già c'è!:)

steacanessa

Sab, 15/10/2016 - 12:09

Intendiamoci bene: marino non è genovese! Nato incidentalmente a Genova da padre siciliano e madre svizzera vi è rimasto sino ai dodici anni. Poi il padre lo ha portato a Roma dove ha compiuto tutti gli studi. Dopo essere stato cacciato dall'ospedale americano per aver fatto la cresta sulle trasferte il soccorso rosso gli ha offerto un posto a Genova. Adesso tenetevelo a Roma a fare danni. I comunisti genovesi hanno già distrutto la città, con lui sindaco sparirebbero anche le macerie.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 15/10/2016 - 12:54

Siamo alle solite: galera o assoluzione i danni che fanno i magistrati sono enormi. Ma per essere tanto nocivi occorre il consenso degli italiani i quali oggi, tramite il grillame, lo assicurano senza condizioni. Reato danno peccato o sospetto per gli id...i sono la stessa cosa. Una follia.

MOSTARDELLIS

Sab, 15/10/2016 - 12:57

Poveretto, sta sfruttando il clamore (anche se sacrosante) della sua assoluzione. Purtroppo confonde la giusta assoluzione con la capacità di governare, che sono due cose completamente distinte. Marino sarà stato anche onesto, ma del tutto incapace di governare una città. Tuttavia, se i genovesi lo vogliono si accomodino pure, glielo regaliamo volentieri. Significa che a Genova non c'è nessuno meglio di Marino....

agosvac

Sab, 15/10/2016 - 13:09

Genova ha votato come sindaco l'ultimo rampollo di casa Doria che, per chi non lo sapesse, furono gli ultimi Dogi della vecchia repubblica marinara di Genova, gente che neanche si sognava minimamente di essere di sinistra, perché non votare anche marino?????

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 15/10/2016 - 13:26

Questa si che e' una grande idea, e' un test sul livello di idiozia dei genovesi.

Ritratto di acroby

acroby

Sab, 15/10/2016 - 14:49

Qui a Ge i comunisti sicuramente lo voterebbero...