Il lusso fa bene: uno yacht sfama duecento famiglie

Crea economia, produce occupazione, stimola il turismo. La barca è un tesoro per tutti. Tranne che per l'ideologia

Megayacht in fuga dall'Italia. Armatori e viaggiatori super ricchi che abbandonano le nostre acque per cercare i più accoglienti porti francesi, spagnoli, greci, croati, sloveni... È il risultato di una politica fatta di tasse sul lusso, blitz della Finanza sulle banchine delle marine come sulle nevi di Cortina, limiti all'uso dei contanti, farraginose pratiche doganali anche per i rifornimenti. Una politica che, paradossalmente, colpisce proprio il Paese leader mondiale nella produzione delle grandi imbarcazioni, con il suo 38 per cento.

L'hanno chiamata «Sindrome di Robin Hood», nel primo «Forum del lusso possibile», organizzato a Porto Cervo da Federagenti, che riunisce tutti gli agenti marittimi, quelli che hanno il polso della situazione. Il sottotitolo è «Come rovesciare il senso comune e contribuire a cancellare la demonizzazione del lusso», perché secondo i dati in realtà non si toglie ai ricchi per dare ai poveri, ma il contrario. Sembra lapalissiano e invece non lo è: la presenza dei ricchi genera ricchezza per quelli che non lo sono.

Ecco i contenuti shock di uno studio che lega la lunghezza di ogni yacht alla capacità di generare occupazione e dare lavoro a centinaia di famiglie. Una imbarcazione dai 30 ai 60 metri ha 15 uomini di equipaggio, ma mantiene una media di 75 famiglie di lavoratori della manutenzione, elettricisti, tecnici, fornitori di bordo, negozianti. Se si sale nella fascia fra i 60 e gli 80 metri, l'equipaggio è in media di 25 uomini e i vantaggi economici si allargano a 140 persone. Ancora più su, per le «navi» oltre gli 80 metri, parliamo di occupazione permanente per 50 membri dell'equipaggio, anche a rotazione e di lavoro e reddito per oltre 250 famiglie.

«Il problema - spiega Giovanni Gasparini, presidente della sezione yacht di Federagenti - è che in Italia si collegano gli yacht all'evasione fiscale o comunque ad atti illeciti. Si guarda a questa industria e a questo tipo di turismo di alto livello come a qualcosa di sporco. E invece di sfruttare le grandi possibilità del settore, si fanno provvedimenti punitivi che spingono questi viaggiatori in altri Paesi. E ci vanno per questioni di principio, non perché non vogliano o non possano pagare».

No, i soldi non sono un problema per i frequentatori degli yacht. Sapete quanto spende in un anno una delle barche per crociere di lusso, con al massimo 12 ospiti? Dai 2,35 milioni di euro in media per la categoria più «piccola» fino ai 6 milioni e 750mila di quella più grande. Denaro che dai ricchi passa ai più «poveri», per tornare alla metafora di Robin Hood. E allora, demonizzare il mondo della grande nautica, allontanare le barche della ricchezza, diventa una politica boomerang. Una miope affermazione ideologica, con disastrose ricadute economiche. Vuol dire «regalare» un enorme business agli altri Paesi, più furbi e accoglienti.

E questo in un'Italia penisola che dovrebbe avere tanti porti efficienti e competitivi su ogni costa. Un'Italia dove il mercato dei grandi yacht si traduce in un fatturato di 2,5 miliardi di euro e in 13mila addetti. «Per la nostra industria turistica - dice il presidente di Federagenti, Michele Pappalardo - questo mondo è prioritario. Attiva un effetto moltiplicatore senza paragoni. È arrivato il momento che il Paese s'interroghi su quali sono i settori dove cercare reddito e occupazione».

Oltretutto, assilliamo di controlli fiscali arabi, cinesi o russi, comunque stranieri che le tasse in Italia non le pagano. Meno del 2 per cento degli yacht nel Mediterraneo ha proprietari italiani. Oggi la flotta mondiale ne conta 5.164, nel 2020 saranno 6.044. E il noleggio delle più grandi imbarcazioni può costare 800mila euro alla settimana. Gasparini spiega che nel 2014 i grandi yacht hanno «toccato» più di 6.300 volte i porti italiani, ai tempi d'oro si arrivava a 8.500. «In Sardegna, in particolare - dice -, ci sono gravissimi problemi economici per la deindustrializzazione dell'area del Sulcis. Perché non favorire lo sviluppo di questo settore che potrebbe assorbire tanti lavoratori in più?».

Commenti
Ritratto di RobyPer

RobyPer

Ven, 08/05/2015 - 08:46

Perché non favorire lo sviluppo di questo settore che potrebbe assorbire tanti lavoratori in più? Semplice, per il vecchio sinistro mantra per cui ricco è brutto, denaro uguale ladro mentre invece povero è bello. Quindi l'itaglia è bella, povera, ma bella. Mi raccomando elettori, ora che c'è l'italicum, restate a sinistra, così risolverete i vostri problemi, agonia breve e morte veloce sicura.

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 08/05/2015 - 08:59

ideologia che è da sempre la rovina dei popoli

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 08/05/2015 - 09:07

gent. A.Maria Greco, ok la tua tirata degna di "CLASS" che i ricchi sono belli buoni e pensano ai poveri....Ma... siamo in democrazia, dove ogni testa (anche se di "coccio") vale un voto e presto o tardi anche i poveri - che sono tanti e tantissimi!!- si renderanno conto che le famiglie che dici tu possono essere mantenute anche con le fabbriche di biciclette! e che quelli che queste barchette se le comprano votano come lui, me e anche te, e i tantissimi poveri che quelle barche e il resto che i ricchi godono) non lo avranno mai. Chiaro cos'è democrazia nella terra di Cristo e di Marx? ... mica siamo in America qui!! e tralascio di parlare di ecosistema e mondo sostenibile....

MEFEL68

Ven, 08/05/2015 - 09:11

Il lusso è bello, rende piacevole la vita e rimpingua le casse dello Stato che con quei soldi dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) aiutare chi può permettersi appena il necessario. Allora, perchè demonizzarlo e considerarlo nefasto? L'unica cosa che lo Stato DEVE fare è impedire che a tali agiatezze si giunga tramite malaffare, illeciti vari e sfruttamento degli altri. Tutto il resto è lecito; beato chi ha avuto la capacità o la fortuna di potersi godere la vita. I soldi non daranno la felicità (come dicono quelli che non ce l'hanno) ma ci si avvicinano molto.

fisis

Ven, 08/05/2015 - 09:34

E' la solita ideologia distruttiva del cattocomunismo imperante in Italia: la povertà è bella (cattolicesimo), la ricchezza è ingiusta (comunismo), la conseguenza "logica" dell' ibrido mostruoso cattocomunista è che il ricco è uno sporco ladro da combattere.

alkt90

Ven, 08/05/2015 - 09:34

concordo con robyper...

linoalo1

Ven, 08/05/2015 - 09:40

E' solo una questione di mentalità!I Sinistrati,ancora fermi alla preistorica ideologia del Tutti Uguali,odiano i Ricchi,come se fossero tutti Delinquenti!Per loro,il Povero,non può essere un Delinquente!Pertanto,il Mondo deve essere solo dei Poveri!

vince50

Ven, 08/05/2015 - 09:42

Pienamente d'accordo,tranne i sinistri arricchitisi alle spalle dei poveracci,dicendogli che i ricchi sono ladri.

Ritratto di pedralb

pedralb

Ven, 08/05/2015 - 09:44

La Sardegna piange...IBIZA RIDE...mai visto così tanti yacht e locali extralusso pieni dalla settimana Santa ad ottobre inoltrato....VOTATE GENTE VOTATE...a noi gli immigrati a loro turismo di elite che da stipendi a migliaia di famiglie.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 08/05/2015 - 10:01

E' un settore meraviglioso che da lavoro, basta pensare oltre alla costruzione a tutti i rimessaggi e gli ormeggi. ormai l'italia, la Politica, i Governi, gli imbecilli sono come il cane che vuol mordersi la coda. Oggi lo sport preferito è puntare SEMPRE il dito indice verso gli altri. Povera Italia, povero Italiano, POVERI NOI!!

WSINGSING

Ven, 08/05/2015 - 10:14

Una volta alla radio sentii questo pensiero che riporto tra virgolette. "Poveri e ricchi. Sono tutti e due utili. Forse più i poveri. Perchè i ricchi vedendo i poveri sono spronati nelle loro attività e quindi attivano la economia. Poi i poveri hanno creato una serie di professioni (assistenti sociali, opere di carità eccetera) che in loro mancanza non esisterebbero. Di qui hanno creato lavoro. Ai poveri quindi un consiglio: RIMANETE COME SIETE, altrimenti non sareste più utili alla Società". Purtroppo non ricordo il nome della radio emittente!

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 08/05/2015 - 10:15

i comunisti hanno talmente a cuore la povera gente che tutti i giorni ne aumentano il numero!!

Francesco Aglietti

Ven, 08/05/2015 - 10:18

non solo cio´, la cantieristica da diporto di lusso e´un primato italiano che svariati governi non fanno che affossare!!

BlackMen

Ven, 08/05/2015 - 10:26

MEFEL68: credo che ci sia un grande malinteso alla base di questo articolo e delle sue considerazioni. Ben vengano armatori benestanti con i loro yacht giganti con tutto l'indotto e l'occupazione che si portano dietro. Fino a qui non ci sono battaglie ideologiche. Sta bene a tutti mi creda. Certo che se poi il miliardario di turno decide di immatricolare la barca in un paradiso fiscale con qualche escamotage o facendo finta di destinarla al noleggio per risparmiarsi il pagamento delle tasse ovviamente l'opinione pubblica si indispettisce!

lupo1963

Ven, 08/05/2015 - 10:32

Io il luso non lo criminalizzo proprio.Mi domando pero' se sia giusto portare avanti l'idea che si possa massacrare con le tasse la classe media impoverendola mentre i ricchi che si sono arricchiti sempre di piu' le tasse possono non pagarle impudentemente.La mia idea di destra e' quella sociale,per me il neoliberismo delle demoplutocrazie e' un'ideologia criminalecome il comunismo.

giovauriem

Ven, 08/05/2015 - 10:42

vi siete dimenticati della filosofia comunista ? per una questione di eguaglianza : "poveri tutti"

SCHIZZO

Ven, 08/05/2015 - 10:56

E risaputo che il 99% che ha la barchetta da 20/30 metri "evade" il restante 1% ha bandiera dei paradisi fiscali

giovanni PERINCIOLO

Ven, 08/05/2015 - 11:01

"Perché non favorire lo sviluppo di questo settore che potrebbe assorbire tanti lavoratori in più?». Perché in Italia vanno per la maggiore le camusso, i landini e tutti i parassiti sindacali bravissimi a fare gli intreressi loro, vedi bonanni con pensione da circa trecentomila euro/anno a quanto dicono, ma totalmente inutili quando non negativi per gli interessi dei lavoratori. Quando i lavoratori si sveglierenno sarà sempre tardi e nel frattempo i sindacato continueranno a fare la sola cosa che riesce loro bene, distruggere posti di lavoro!

Ritratto di kikina69

kikina69

Ven, 08/05/2015 - 11:02

Linoalo1..seguendo il suo ragionamento logico o meglio quello che lei attribuisce alla sinistra, gli zingari allora sono per lo più ricchi visto che molti sono delinquenti...

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Ven, 08/05/2015 - 11:05

Dagli al ricco, che non sarà mai povero, ma trasferirà le sue ricchezze altrove. Comunisti: bravissimi tafazziani.

Mr Blonde

Ven, 08/05/2015 - 11:12

Un conto è la difesa di un settore fiore all'occhiello della nostra industria, un conto è smascherare farabutti che con la scusa di finte attività di noleggio recuperano ive e accise ai nostri danni.

liberal_123

Ven, 08/05/2015 - 11:18

Certo che i commenti sono davvero al livello di asilo. Il comunismo bla bla bla... vi fate prendere in giro da anni, non esiste destra e sinistra (comunismo poi), dove una parte preferisce cene eleganti con minorenni (a sua insaputa) ed e' il miglio amico dell'ex kgb e peggior nemico del presidente USA, e l'altra parte e' quella che fa politiche di destra su impiegati-pensioni-ecc. E la seconda la chiamate comunismo? davvero sapete cosa e' il comunismo? e' questo?

Ritratto di manasse

manasse

Ven, 08/05/2015 - 11:18

e quando mai i COMUNISTI capiranno che il denaro dei RICCHI non è un bancomat per le loro BRAME di possedere senza fare un ca..o ciò che questi hanno percepito con il loro ingegno e le loro capacità questi predatori insaziabili vorrebbero essere i soli RICCHI e il resto in miseria ma ne a ciapà i rat

gian paolo cardelli

Ven, 08/05/2015 - 11:27

Mr Blonde, e lei quindi è convinto che tutti i proprietari di yacht che si sono spostati di approdo sono tutti sicuramente evasori?

gian paolo cardelli

Ven, 08/05/2015 - 11:27

Schizzo, è risaputo che lei è solo un troll provocatore.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 08/05/2015 - 11:32

Anna Maria ma scusami questo articolo te lo ha dettato il geometra Briatore ? Io non criminalizzo nessuno , mi basterebbe che pagassero le tasse come me.

alberto cambiano

Ven, 08/05/2015 - 11:39

Non si riesce a fare capire alla sinistra (compresi alcuni commentatori di questo articolo) che un conto è l'evasione fiscale che va combattuta) e un altro è non impedire con la burocrazia ed i divieti la costruzione e la circolazione in Italia di yacht e super yacht perchè, per quanto possano generare invidia, portano lavoro (e questo ormai lo capisce anche un bambino).

geronimo1

Ven, 08/05/2015 - 11:50

Attenzione lupo1963: siamo tutti d' accordo nel combattere i kompagni, e che i ragazzi di casa Pound siano dei perseguitati!!! (e' vergognoso che coltivino i centri sociali e "massacrino" sempre e solo loro, solo per il colore!!) Ma da qui ad esaltare la Destra Sociale ce ne passa!!! Senno' torniamo in braccio ai kompagni: ricordiamo che gli estremi, anche se si toccano, sono separati da un intero arcobaleno in parlamento e da un arco costituzionale storicamente

GMfederal

Ven, 08/05/2015 - 11:54

Italioti popolo di rossi dementi...

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 08/05/2015 - 11:58

A sinistra non è mai fregato nulla dei cittadini, vedi l'ondata disumana di immigrati a cui siamo condannati senza che il governo muova un dito o alle distruzioni del black block, tutte a carico del cittadino inerme. L'importante è boicottare la ricchezza, anche se produce benessere per tante persone. E poi il buon D'Alema la barca ce l'aveva: a lui i controlli non li faceva nessuno. Certo che se tanti italiani danno il voto a costoro vorrà dire che, sotto sotto, gli sta bene così.

nonnoaldo

Ven, 08/05/2015 - 12:03

BlackMen. E' proprio per le assurde vessazioni cui è esposto il proprietario di una barca in Italia che chi può la immatricola in paesi più ospitali e la tiene fuori dai nostri confini, con la conseguenza delle perdite per la nostra economia e finanza di cui parla l'articolo. Stia certo che molti al posto di bandiere straniere sarebbero lieti di issare quella della nostra marineria, bellissima con gli stemmi delle nostre città marinare.

Ernestinho

Ven, 08/05/2015 - 12:05

Ben vengano i ricchi "onesti". Non provo invidia per loro ma solo ammirazione! Ed il governo non li perseguiti con aliquote del 50-60%, non ne ha il diritto! E come tasse non esageri: una aliquota del 20-22% per tutti sarebbe la soluzione migliore!

Ritratto di federalhst

federalhst

Ven, 08/05/2015 - 12:20

Il lusso, la ricchezza ed il denaro sono elementi sacrosanti se sono il prodotto delle capacità dell'individuo che persegue il profitto in maniera legale. Qui si continua a blaterare di comunismo e destra sociale ma il problema è solo fiscale: le tasse devono pagarle tutti sia gli artigiani che non fanno fattura che i possessori di yacht con residenza a vattelapesca e conti cifrati. Ma questo non lo capiremo mai.....

BlackMen

Ven, 08/05/2015 - 12:23

nonnoaldo: beh allora te lo compri all'estero, lo tieni all'estero e lo utilizzi lì. Se non vuoi pagare tutte le tasse che (ingiustamente sono d'accordo) ti vengono richieste ti organizzi legalmente in un altro modo. Se invece vuoi la botte piena e la moglie ubriaca poi però ti becchi di essere additato come ladro...perchè quello sei!

Rossana Rossi

Ven, 08/05/2015 - 12:27

Dai commenti delle solite capre rosse si evince che di economia non sanno un emerito ca..o e si attaccano solo alle teorie distruttive sempre rosse del 'dagli al riccone.....' senza vedere al di là del loro corto cervello. La loro penosa teoria del 'niente per me, niente per nessuno' ha portato questa povera italietta da loro governata (malissimo) in queste condizioni fallimentari.......

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Ven, 08/05/2015 - 12:31

Brava Greco, anche la mafia sfama molte famiglie e pensi che ci sono komunisti che intendono ostacolarla. Vergogna!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 08/05/2015 - 12:37

Eccellente idea liberista, anche se scarseggia in alcuni dettagli. Bisogna dimezzare il numero dei ricchi, così ognuno di loro potrà gaddagnare il doppio e mantenere 400 famiglie e quindi ridurre del 50% la disoccupazione

releone13

Ven, 08/05/2015 - 12:40

CERTO ANNA MARIA GRECO......I SOLDI NON SONO UN PROBLEMA PER UN PROPRIETARIO DI UNA BARCA COSI......E' PER QUELLO CHE NON SI TROVANO BARCHE INTESTATE A PERSONE FISICHE O A SOCIETA' ITALIANE, MA SONO TUTTE SOCIETA' DI PARADISI FISCALI..........VA BENISSIMO CHE CI SIANO YACHT NEI PORTI ITALIANI....BASTA PAGARE LE TASSE.......NON VEDO PERCH' SE IO DEVO PAGARE IL BOLLO PER L'AUTO A SECONDA DELLA CILINDRATA ( PERCHE' IN ITALIA ESISTE ANCORA IL SUPERBOLLO........)I PROPRIETARI DI YACHT NON DEBBANO PAGARE TASSE PORTUALI E DI POSSESSO.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 08/05/2015 - 12:41

@zanandrea: ad alleviare i suoi commenti ci pensa il suo avatar: vedi la foto ed in fondo pensi ad un giullare! La lascio pensare che le biciclette possano fare lo stesso giro di affari(forse requisendo le autovetture), ma mi dica: tutte dello stesso modello per non fare discriminazioni, vero? I numeri dell'articolo sono inattaccabili, figuriamoci dalla considerazione inutile ed invidiosa che tantissimi non se le possono permettere...ed allora? Quanto alla "democrazia di Cristo e Marx" lasci stare: il primo l'ha fatto crocefiggere, il secondo non è mai andato al potere con il voto.

gian paolo cardelli

Ven, 08/05/2015 - 12:41

marino.birocco, ma quanto tempo deve ancora passare perchè quelli come lei capiscano che la sincerità dei "politici" ad additarle i "cattivi evasori" è uguale a quella che aveva Nerone nell'addossare ai cristiani l'incendio di Roma? lei paga tanto PERCHE' I POLITICI LA DERUBANO, non perchè deve pagare anche per gli "evasori", COME LE DICONO I "POLITICI STESSI!!!!!!!!!!!!

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 08/05/2015 - 12:53

non ho niente contro chi vive nel lusso, anzi , quando pagano tutte le loro tasse, ce ne fossero di ricchi che spendono e producono lavoro e imposte indirette per lo stato. e il punto sta proprio qui: nei paesi dove lo stato preleva alla fonte del reddito e dove si fa terrorismo su chi compra beni di lusso si cresce dello 0,3% dil all'anno, nei paesi dove si punta sulle imposte indirette e si lascia libertà di mercato si crece del 3% all'anno. i criminali e ciarlatani, sono gli ideologi che professano l'ideologia che ha fallito in tutto il mondo e non i ricchi!!!!

scorpione2

Ven, 08/05/2015 - 13:22

ma per queste 200 famiglie che sfamano,pagano le tasse? o lavorano in nero? e se fosse che lavorano in nero,posso fare un confronto molto ironico,anche la mafia sfama 15.000 famiglie.

unosolo

Ven, 08/05/2015 - 13:27

Hanno cominciato col super bollo diesel poi man mano visto che i soldi entravano tasse su su tutto , poi sul lusso , sulle case , sulle auto d'epoca , ma questo è solo un modo per fermare il lavoro , intorno ai grandi scafi quasi navi ma private un giro di milioni sia per il personale che tutto quello che è intorno , portano anche turismo buono , da incompetenti fermano il lavoro quello che porta PIL e sicurezza .

rigadritto

Ven, 08/05/2015 - 13:28

Non capisco il senso dell'articolo: la GdF dovrebbe smettere di fare i controlli? I proprietari di yacht avrebbero diritto di evadere? E di quale ideologia parlate, quella secondo cui pagare le tasse è giusto? In tutto il mondo anche negli ultraliberali USA il fisco non scherza. Io le tasse le pago: devo farlo solo perché non sfamo 200 famiglie? ma andate a ...

rigadritto

Ven, 08/05/2015 - 13:29

giuseppe zanandrea ... ce la fai a riscrivere il tuo commento in italiano?

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 08/05/2015 - 13:51

@rigadritto: il senso non è difficile da capire (anche se non si ha mai avuto a che fare direttamente con l'agenzia delle entrate): non si tratta di "lasciar non pagare le tasse perché dai lavoro", ma se invece di cento inizio a farti pagare duecento e poi anche se pago non posso mai stare tranquillo, perché la burocrazia fiscale è assurda e se la inventa tutte per bastonarti anche quando sei nel giusto, allora uno, senza essere evasore, può anche decidere di andare all'estero, con tutto quello che consegue in termini di occupazione... ma ci conviene tutto ciò?

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 08/05/2015 - 14:05

Quella cima di rapa fatto senatore a vita per poterci stangare meglio, era convinto che tassando i megayacht avrebbe raggranellato un tesoretto che sarebbe bastato a portarci fuori dal tunnel. Mai previsione fu più sballata, anche se fatta da un arido bocconiano, infatti ottenne l'effetto contrario affossando un settore che andava a gonfie vele. Anche i professori sbagliano solo che i loro errori, come quelli dei magistrati, vengono pagati a pié di lista dagli italiani. E gli infami che sbagliano, invece, continuano imperterriti a far danni.

Tiz

Ven, 08/05/2015 - 14:10

I proprietari degli megayacth usano i contanti???????????

Gianca59

Ven, 08/05/2015 - 14:34

Il titolo fa pena perchè sembra una pezza messa per cercare di far campare qualcuno, mentre dovrebbe essere parte di un progetto più ampio volto a far star meglio tutta l' Italia, tipo le famose riforme di cui si parla sempre ma di cui non si fa nulla !

baio57

Ven, 08/05/2015 - 15:31

Anche nel settore auto si registra un calo generalizzato delle vendite di automezzi di target medio alto sia nuovi che usati. La cosa grottesca è che se vuoi acquistare anche senza essere un "ricco evasore"(COME DICONO I COCOMEROS) per esempio un Suv od un'auto usati di questo segmento, e dai 15000 ai 20000 euro troveresti ottimi affari,devi desistere appunto per gli assurdi controlli della g.d.f. (un conoscente con un Bmw di 10 anni di vita acquistata usata, dal costo di 13000 euro è stato fermato 3 volte nell'arco di 1/2 giornata "...come fa a mantenerla...devo comunque fare la segnalazione...ecc. ecc.").Tutto normale invece per chi acquista, magari pure ricco evasore, un'Audi ,Mercedes,Bmw,Range Rover nuova sui 50000/60000 euro ma non superiore ai 2200 c.c. ,che risulta esente da eventuali verifiche fiscali. Della serie i sinistrati ragionano sempre col cuBo ,ed a rimetterci sono quelli che in realtà dovrebbero proteggere ,ma al "cocomeros" medio va bene così ..contento lui...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 08/05/2015 - 16:06

vedendo che molti qui postano una sorta di encomio solenne della libertà di pochi di arricchirsi senza limiti, perché ciò produrrebbe ricchezza diffusa per tutti, dico che ciò è falso e immorale perché credo che il senso della democrazia sia sì la libertà anche di arricchirsi, ma nel limite tollerabile di non arrecare sopraffazione di poche verso i molti che tale ricchezza mai raggiungeranno. Se una testa vale un voto, me lo sapete spiegare perché mai io e quelli come me - che arrivano a fine mese e non di più- dovremmo votare per una testa, che arriva a pagare 100mila euro /giorno ad una ex moglie ? Questo non centra col fatto che quello dei 100mila faccia lavorare " duecento e duemila famiglie o di più....che cosa posso avere in comune con costui? E per favore lasciamo stare il concetto di libertà...a senso unico. grazie GZ

paci.augusto

Ven, 08/05/2015 - 16:50

Gent.ma Sig.ra Greco, a riprova della giustezza delle sue considerazioni su questi simboli di ricchezza privata, tanto invisi agli ottusi trinariciuti, la semplice constatazione che, le nazioni che ne hanno migliaia sono tra le più ricche al mondo, anche per ricchezza e reddito medio pro capite! Mentre, i paradisi rossi, come Cuba,Nord Corea, Vietnam, dove al massimo hanno il mega yacht del lurido compagno segretario ( vedi Castro )sono tra i più miserabili, con popolazioni che hanno redditi minimi pro capite ( salvo i soliti dirigenti del 'partito')!! Se ne sono capaci, sono curioso di leggere, a questo proposito, i demenziali sproloqui dei pasdaran rossi, presenti in questo blog!!!

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Ven, 08/05/2015 - 17:01

Fino a che in Italia non finirà di esistere l'odio sociale, questo Paese non andrà da nessuna parte. Io nel settore Nautico ci lavoro dal 1976,non ho mai avuto una barca e ringrazio Dio ogni volta che un Cantiere vende un Maxi Yacht perché so che porterà un poco di lavoro anche alla nostra Azienda. Invece purtroppo, grazie a dei governi di incapaci, primo fra tutti quello di Monti,un settore come la Nautica fiore all'occhiello d'Italia è stato distrutto. Per questo auguro di cuore a tutti i Ministri e componenti degli ultimi tre Governi Italiani tutto il male del mondo.

unosolo

Ven, 08/05/2015 - 17:02

praticamente serve invogliare il turismo dei ricchi , arrivano solo se possono stare tranquilli e festeggiare in sicurezza , ricordiamoci dei sceicchi che hanno dato soldi in alcune regioni , quindi non si tratta di evasione ma di invogliare a spendere nel nostro paese . Vendiamo auto buone e auto super car , basterebbe tornare alle vecchie e regolari ritenute e tasse togliendo il parassitario che ormai è troppo.

handy13

Ven, 08/05/2015 - 17:10

...il concetto dell'articolo è CHIARISSIMO,....strano che alcuni facciano fatica a comprenderlo o addirittura lo contestino...ma si rassegnino,...qualcuno più ricco di loro ci sarà sempre anche con il comunismo,..

MEFEL68

Ven, 08/05/2015 - 18:19

Ricordate il colpo di genio di Soru quando era governatore della Sardegna? Una super tassa sugli approdi degli yacht e quelli hanno rivolto la prua altrove. E "altrove" ne ha beneficiato. Invece di far scappare i ricchi, perchè non diventiamo noi un paradiso fiscale?

zucca100

Ven, 08/05/2015 - 18:22

Ma signor Paci, ma mi spiega cosa c'entrano nord Corea, Vietnam, Cuba? Siete ossessionati dal comunismo,m siete un disco rotto!

paci.augusto

Sab, 09/05/2015 - 08:59

@zucca100-Per completezza al nick ' zucca ' doveva aggiungere 'vuota e rossa'!!! Secondo lei è ' ossessione ' la contrarietà al più criminale, sudicio, ottuso regime politico che l'umanità abbia mai avuto il DECINE DI MIGLIAIA DI ANNI di storia??!! 300milioni di assassinati comprovati e il computo non è ancora finito, con stati comunisti che continuano a fare vittime!! Quanti porticcioli e quanti yacht da diporto sono presenti in questi stati da me menzionati, come CHIARISSIMO ESEMPIO di ottusità comunista??!! Risponda un ' non ossessionato, illunimato ' come zucca100!! Complimenti per il nick!!