Lutto nel Pd, morto Liverani, candidato sindaco a Ravenna

Il candidato sindaco del Pd di Ravenna, Enrico Liverani, 39 anni, assessore comunale ai Lavori pubblici, è morto nella tarda serata di venerdì in un incidente stradale nei pressi di Mezzano, dove viveva. L'auto su cui viaggiava è finita fuori strada e all'arrivo dei soccorsi era già morto. Potrebbe essere stato vittima di un malore. Poco prima Liverani aveva partecipato a una fiaccolata per la pace per ricordare le vittime del terrorismo, in piazza San Francesco, di cui aveva postato una foto sulla sua pagina Facebook.

Il sindaco Fabrizio Matteucci ha annullato tutte le iniziative politico-istituzionali promosse sabato dal Comune e ha invitato tutti in Municipio alle 11 per un primo ricordo. Sgomento e profondo cordoglio per l'improvvisa scomparsa di Enrico Liverani è stata espressa in serata dal Segretario del Partito Democratico Matteo Renzi. Il lutto, espresso da Renzi ai familiari del candidato sindaco di Ravenna per il Pd, si accompagna al dolore per una personalità davvero rara che "piangiamo per la sua originalità, l'autenticità, la passione civile e l'amore per la sua terra".

"Abbraccio la sua famiglia - continua Renzi - i suoi cari, quelli che lo hanno amato e che continuano a farlo, Fabrizio, Stefano, Paolo, Vasco e con loro tutto il Pd emiliano e ravennate. E idealmente vorrei che fosse l'abbraccio di tutta la comunità del Pd. Abbiamo mille limiti, litighiamo spesso, talvolta ci dividiamo su tutto. Però quando uno dei nostri se ne va cosi, ti rendi conto di essere davvero una comunità. Una comunità di iscritti militanti sindaci parlamentari gente curiosa. Ti rendi conto che ci sono dei valori grandi nel nostro dna. E che fare politica talvolta ti porta a un livello di sacrificio e di stress di cui non sempre ci si rende conto. Ma è giusto e bello farla con semplicità e allegria, perché questo è il modo più autentico che conosciamo di essere cittadini".