M5S, l'eurodeputato Marco Valli si autosospende dal movimento per il suo "curriculum fantasma"

Marco Valli, eurodeputato pentastellato a Bruxelles, avrebbe dichiarato una laurea alla Bocconi che ora, in rete, non si trova. Il portavoce pentastellato ha deciso di autosospendersi

Avrebbe rischiato l'espulsione dal partito, se la notizia del suo "curriculum fantasma" fosse stata verificata. Ma, alla fine, ha scelto di autosospendersi Marco Valli, l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle, eletto nel 2014, che aveva dichiarato una laurea alla Bocconi, di cui, però, non ci sarebbe traccia. "In merito alle notizie sul mio curriculum pubblicate sulla stampa", ha scritto Valli sulla sua pagina Facebook, "Desidero scusarmi prima di tutto con il Movimento 5 Stelle, coi cittadini, gli attivisti e i miei colleghi al Parlamento europeo per l'errore commesso e me ne assumo le responsabilità. Ho comunicato ai probiviri la mia autosospensione dal MoVimento e attendo le loro decisioni a riguardo".

Il nome di Valli sarebbe emerso da un'inchiesta, pubblicata ieri dal Sole 24 Ore. Secondo quanto riportato dal quotidiano, sarebbe tra quelli che, una volta eletti, avrebbero preferito raccontare poco di sé e della sua vita privata.

Secondo quanto appreso da Adnkronos da alcune fonti pentastellate, infatti, il suo curriculum sarebbe sparito dalla rete il 29 settembre 2017. La carriera di Valli, che siede nella Commissione per i problemi economici e monetari a Bruxelles, al momento della sua cadidatura era stata pubblicata sul sito del parlamento europeo e su tutte le piattaforme online riconducibili al partito fondato da Beppe Grillo.

Il caso, in queste ore, era stato sottoposto al collegio dei probiviri del Movimento 5 Stelle. Si attendono, in queste ore, la comunicazione della decisione da parte del Movimento.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mer, 07/11/2018 - 14:16

sarà una laurea alla fedeli???

Tranvato

Mer, 07/11/2018 - 14:23

Qualcuno mi urlò, su queste pagine:"Il 90% dei nostri parlamentari è laureato"! Ora sono all' 89%...bocconi!

ulio1974

Mer, 07/11/2018 - 14:38

...ragazzi, è la modernità, aggiornatevi! in un mondo sempre più virtuale, è logico che anche i curricula siano virtuali!!!

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Mer, 07/11/2018 - 14:52

Incredibile tutti vogliono essere bocconiani plurilaureati, l'Italia si trova in questa condizione guidata proprio da questi.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 07/11/2018 - 16:24

Avere una laurea, non vuole dire essere capaci! Quanti grandi uomini hanno fatto scoperte o invenzioni, pur non essendo laureati; Marconi, in primis...

Lexius

Mer, 07/11/2018 - 16:35

Prima si falsificavano lauree e diplomi; ora si autocertificano titoli inesistenti, sperando che, con ottime possibilità di non essere scoperti, nessuno accerti la magagna. Se si facessero verifiche presso università o scuole superiori quanti sedicenti dr., rag., ing., ecc. si scoprirebbero ( magari già da tempo assunti nelle pubbliche amministrazioni)!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/11/2018 - 16:44

Quanti parassiti anche nelle loro fila.

Popi46

Mer, 07/11/2018 - 17:37

@tomari: certo, avere una laurea non significa essere capaci, tant’è che essere un buon contadino non è da tutti, ma non avere titoli di studio e pretendere di sapere il necessario per guidare un paese...e chi vuole intendere intenda

giottin

Mer, 07/11/2018 - 18:32

Sappiamo bene il valore che hanno la gran parte dei nostri laureati per cui costui avendo appena 33 anni, sarebbe sicuramente un incapace a prescindere!

5stardust

Mer, 07/11/2018 - 19:01

questo movimento che predica onestà si rivela di nuovo una banda di millantatori chi di titolo e chi di competenza poveri noi

Tranvato

Gio, 08/11/2018 - 13:57

@Popi46 - Legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 622: “L'istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno d'età “. Poi puoi fare anche il vice Presidente del Consiglio, se ci riesci