M5S, ora rischia l'espulsione anche l'epuratore Cecconi

Per far fuori Artini la Pinna, Il presidente dei deputati grillini avrebbe aggirato il voto del gruppo. Ora rischia grosso

Nel Movimento 5 Stelle è davvero tutti contro tutti. Adesso a rischiare è pure l'epuratore Andrea Cecconi. Il presidente dei deputati grillini, che ha firmato la ratifica delle espulsioni di Massimo Artini e Paola Pinna, ha saltato il passaggio dell’assemblea. Ed è proprio per questo che, secondo quanto rivela l'Agi, a rischiare adesso sarebbe proprio lui.

Ieri pomeriggio, a Montecitorio, si è tenuta l'ennesima assemblea. Erano presenti in cinquanta, non di più. A loro Cecconi ha dovuto spiegare come mai avesse firmato lui le espulsioni, e non il presidente Alessio Villarosa come invece prevede lo statuto del gruppo. I deputati stellati, e lo stesso Villarosa, hanno saputo del via libera alla ratifica e quindi del passaggio di Artini e Pinna al gruppo Misto direttamente dalla presidente della Camera Laura Boldrini che lo ha comunicato pubblicamente in Aula. Alcuni deputati stanno cercando le venti firme necessarie per richiedere la fuoriuscita di Cecconi dal gruppo. Nell’assemblea di ieri pomeriggio, il capogruppo alla Camera avrebbe spiegato che ha firmato al posto di Villarosa "per non metterlo in difficoltà" dal momento che Villarosa "da sempre è un po' critico su queste cose". Secondo voci di corridoio, Villarosa era deciso a non firmare il verbale dell'assemblea congiunta di mercoledì qualora avesse confermato il voto della rete sulle due espulsioni. Cecconi quindi non l’ha comunicato a Villarosa, che è il presidente e che avrebbe dovuto firmare, ma si è affrettato a dirlo alla vice Fabiana Dadone, al tesoriere Vincenzo Caso e al delegato d’aula Davide Crippa. Con questa sorta di "colpo di mano" Cecconi ha evitato che le espulsioni rientrassero nella congiunta di mercoledì prossimo.

"La violazione è stata fatta a monte - tuona un fedelissimo - le due espulsioni sono state fatte direttamente con il voto della Rete sul blog senza un precedente voto dell’assemblea". Anche se la spiegazione per gli integralisti c’è ed è chiara: "Grillo è il garante delle regole e siccome l’assemblea non si era ancora riunita per discutere dei casi Artini e Pinna, aveva tutto il diritto di mettere in votazione direttamente sul blog l’espulsione dei deputati". I due erano in ritardo con la pubblicazione sul sito ufficiale Tirendiconto. Al momento Cecconi non ha ancora ricevuto le richieste di espulsione per gli altri sedici ritardatari sulla rendicontazione. Dal momento che per ogni richiesta servono venti firme, mercoledì in congiunta non se ne parlerà. Ma è anche vero che, esattamente come è accaduto per Artini e Pinna, il blog può decidere di mettere in Rete una nuova votazione per espellere gli altri sedici. Quindi, espulsioni per direttissima senza il passaggio assembleare. Ipotesi molto verosimile anche se pure ieri i cinque del direttorio e Cecconi hanno spiegato di voler ricostruire un clima sereno nel gruppo.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 01/12/2014 - 10:48

questo significa solo una cosa: completissima immaturità politica! incapacità totale di saper intepretare la politica e di saper ascoltare il popolo e di tradurre in atti politici le richieste! in parole povere: non sanno fare un cxxxo! per quello che fanno, anche se si sono autoridotti gli stipendi, sono sempre troppi soldi!!!

Accademico

Lun, 01/12/2014 - 12:12

Questi del "movimento" 5 StAlle non sono Uomini Politici. Sono, nella migliore delle ipotesi, volgarissimi politicanti, elementi di basso profilo incapaci nonchè incompetenti. Sono tutti uguali, tutti allo stesso modo interessati al perseguimento di fini personali. Essi vedono nello scranno indegnamente occupato un posto di lavoro lautamente compensato. La presenza in Parlamento di questo branco così composito ha pesantemente contribuito ad allontanare ancor più i cittadini dalla Politica.

Agostinob

Lun, 01/12/2014 - 12:30

Gli sprovveduti, in qualsiasi settore, finiscono sempre nel nulla. Chi si improvvisa non combina mai nulla di buono. Può illudere gente alla sua stregua, sprovveduti come lui, ma nel tempo tutti tornano in cuccia. E' la fine di questa gente che non è assolutamente pronta a svolgere ciò che deve; è la fine di Grillo che aveva visto il giocattolo nuovo che poteva farlo tornare sul palco e guadagnare qualcosa; sarà la fine di Renzi che, non dimentichiamolo, ha detto non più di due giorni fa che diminuirà le tasse di 18 miliardi quando entro due anni aumenteranno di 54.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Lun, 01/12/2014 - 12:43

buon sangue non mente

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 01/12/2014 - 12:48

Come scritto in altro commento le bolle di sapone cominciano a sciogliersi. Per l'incompetenza politica e per il basso profilo culturale dimostrati hanno durato anche troppo. Questo dimostra che per fare politica occorrono preparazione e capacità particolari che non tutti hanno. Buffoni come il loro leader. - saluti

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 01/12/2014 - 12:55

Dov'è la novità? Grillo tuonava: "Fuori tutti" e "Decrescita felice". Dunque il movimento vaffanculeggiante dovrà decrescere felicemente perché tutti o quasi verranno buttati fuori.

nerinaneri

Lun, 01/12/2014 - 12:59

"A fare a gara a fare i puri, troverai sempre uno più puro... che ti epura" p. nenni

Miraldo

Lun, 01/12/2014 - 13:02

Partito del M5S siete solo dei buffoni e morti di fame, andate a lavorare invece di stare li a rubare lo stipendio e portateci anche i vostri compagniucci del PD.

Mingami

Lun, 01/12/2014 - 13:20

Grazie anche ad una cattiva politica, si arriva in parlamento per una grossa botta di c..., ci si arriva in jeans e maglietta, carichi e pronti a "smontare" tutto, come se si fosse alle superiori in un acceso consiglio di classe, ragazzi questa è la volta buona. Poi le sabbie del sistema cominciano ad assorbirti, accarezzandoti, lusingandoti, pagandoti ed arriva il completo con giacca e la cravatta, prima di medio livello, poi griffato e su misura, a questo punto per cambiare davvero bisognerà aspettare il "prossimo". E' sempre stato così. Un partito, tempo fa, è stato annientato ed è uscito dal parlamento perchè i suoi non hanno resistito a tutto ciò.

Ritratto di indi

indi

Lun, 01/12/2014 - 15:19

üE ly loro sinistra genesi che li spinge a questi comportamenti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 01/12/2014 - 16:25

ERSOLAAAAAA Dove sei????? LOL LOL Buenas tardes dal Leghista Monzese