Da Madrid a Istanbul oltre 700 morti. La guerra è in Europa

Nel 2004 in Spagna il primo attacco islamico Il vecchio continente è nel mirino della jihad

Potrebbe essere, e Dio non voglia, un'altra guerra dei trent'anni. Di matrice assai diversa, naturalmente, da quella che insanguinò l'Europa nella prima metà del diciassettesimo secolo. Ma che possa durare altrettanto, a meno di rivolgimenti al momento non prevedibili nel magmatico calderone del fanatismo islamico, sono ormai molti a prevederlo. Quindici anni sono già passati. E alla mezzanotte dell'altro ieri, alla discoteca «Reina» di Istanbul siamo entrati nel sedicesimo. La vinceremo noi, questa guerra. Ma sarà dura, e il tributo di sangue che dovremo pagare alla masnada di mascalzoni vigliacchi che pretendono di interpretare la volontà di Allah ammazzando ragazzi e ragazze indifesi che si aggirano fra il mercatino di Natale a Berlino, o aspettano la mezzanotte di un ultimo dell'anno ballando sul Bosforo sarà alto, intollerabilmente alto.

Chi scrive era a Madrid, l'11 marzo 2004. Eravamo lì per raccontare le elezioni politiche generali che si sarebbero tenute tre giorni dopo. La mattina di quel giorno, dieci zaini riempiti con esplosivo furono fatti esplodere su quattro treni regionali in quattro stazioni della capitale, tra cui quella centralissima di Atocha. Morirono 191 persone. Duemila furono i feriti in quello che a tutt'oggi resta il più sanguinoso attentato di matrice islamica compiuto in Europa.

L'anno successivo, il 2005, toccò a Londra. Il giorno precedente la birra era corsa a fiumi, nei pub, per celebrare la scelta della capitale inglese come sede delle Olimpiadi del 2012. Il mattino del 7 luglio quattro ragazzotti nati e cresciuti in Gran Bretagna si avviarono, ciascuno con uno zainetto sulle spalle imbottito di esplosivo, verso la stazione del metrò di King's Cross. Tre degli attentatori si fecero esplodere sulla Circle line e la Piccadilly line. Il quarto, staccatosi dal gruppo, si fece saltare poco più tardi su un autobus a due piani dalle parti di Marble Arch. Cinquantasei furono i morti, compresi gli attentatori, e circa 700 i feriti. Rivendicò Al Qaida, il network terroristico messo in piedi dalla buonanima di Osama Bin Laden. Seguirono sette anni di relativo «sonno». Ma forse sarebbe meglio dire, «di preparazione». Di strategie discusse ed elaborate nelle madrasse (le scuole islamiche) d'Oriente non meno che nelle moschee di mezza Europa. Del 7 gennaio 2015 è l'attacco al giornale satirico «Charlie Hebdo», a Parigi: 12 morti, da aggiungere ai quattro ammazzati qualche giorno dopo in un supermercato kosher. Una scia di sangue che lambisce ancora la Turchia, dove tra il luglio e l'ottobre 2015 muoiono in due attentati, per mano dell'Isis, quasi centoquaranta curdi.

Ma rieccoci in Europa. Con 130 morti in tre attacchi coordinati a Parigi e dintorni, a novembre. Sotto tiro lo Stade de France a Saint Denis; bar, ristoranti, e la sala concerti «Bataclan». E' la più cruenta aggressione in territorio francese dalla seconda guerra mondiale. Il 22 marzo i jihadisti scendono sul sentiero di guerra in Belgio: aeroporto di Zaventem e stazione del metro di Maalbeek. Trentuno morti e 300 feriti.

E siamo all'anno scorso, 2016. Nasce la «moda» del camion lanciato sulla folla. Sulla Promenade des Anglais oltre 70 persone muoiono e 130 restano ferite sotto le ruote di un camion che falcia la folla.

La stagione degli attentati riprende vigore in Turchia l'11 dicembre: 38 morti per un'autobomba davanti allo stadio del Besiktas a Istanbul. Poi è la volta del mercatino di Berlino, con 12 morti e 56 feriti falciati dal camion guidato dal terrorista Anis Amri, eliminato dalla nostra politzia a Sesto San Giovanni il giorno dopo l'attentato. Ora il pendolo, nella sua corsa mortale, è tornato in Turchia. Comincia il sedicesimo anno di guerra.

Commenti

pensaepoiagisci

Lun, 02/01/2017 - 13:26

fate presto politici e responsabili..mettete uno stop a tutto questo..altrimenti la nostra fine è segnata !

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 02/01/2017 - 22:36

Basterebbe cacciare tutta la feccia islamica dall'europa.....

Una-mattina-mi-...

Lun, 02/01/2017 - 23:07

Il bello e' che e' proprio da qui che dovrebbero andarsene i veri profughi, INVECE ACCOGLIAMO VITELLONI PASCIUTI E FANNULLONI

Ritratto di karmine56

karmine56

Lun, 02/01/2017 - 23:50

La sinistra cammina come i cavalli ...con i para-occhi.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 03/01/2017 - 00:05

---io partirei ancora prima del 2004---partirei da un quarto di secolo fa --esattamente dal 1990--data della prima guerra del golfo di bush padre--e da come si sia mosso l'occidente da quella data in poi nei confronti del medio-oriente e dell'africa del nord---e da quanti milioni di morti hanno causato queste scelte occidentali---gli errori si pagano a tutti i livelli---e sperare che l'europa non avrebbe subito disperate ritorsioni è francamente un pò puerile----staremo a vedere---bisogna confidare in una politica sensata e più razionale dei 2 o 3 grandi della terra---hasta

MaxHeiliger

Mar, 03/01/2017 - 00:05

Quello dei ragazzotti Pakistani che misero bombe sulla Circle e Piccadilly Line e sul bus a Tavistock Square è qualcosa che non è mai stato del tutto chiarito. Se andavano a farsi saltare in aria insieme alle bombe perché comprare biglietti di andata e ritorno? E perché nelle foto della CCTV si vedono pozze d'acqua quando era un giorno di sole. Non sono in pochi che non si sono bevuti questa storia come quella del l'elettricità brasiliano ucciso sulla Northen Line a Stockwell. Dovreste leggere qualche libro al rispetto

alox

Mar, 03/01/2017 - 00:47

Ma Putin quando iniziera' a tirare atomiche sull'Europa per eliminare i Mussulmani? Poi anche nella madre Russia ci sono circa 15milioni di Mussulmani quindi se gli rispondiamo gli facciamo un piacere...e' una win-win situazione! PS Gulli non sai cosa significa guerra...

paolonardi

Mar, 03/01/2017 - 01:02

Occorrerebbe prendere lezione dagli israeliani e rendere non paganti gli attentati. Attualmente l'ONU e la UE leccano i piedi a questi terroristi giustificandoli con le solite fregnacce tipo disagio sociale, malatattia mentale, schegge impazzite, risoluzioni filo-arabe sempre piu' frequenti che fanno pensare agli integralisti che la paura renda, ed hanno ragione, i governi piu' accondiscendenti alle loro assurde farneticazioni; bisognerebbe rispondere con uguale se non maggiore determinazione ad ogni vittima e sommergendo il Consiglio di Sicurezza con denuncie per crimini contro l'umanita', perche' di questo si tratta, le varie organizzazioni tipo Isis, Al Qaida, Fratelli musulmani, al Fatah, Hamas ecc.

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 03/01/2017 - 04:18

Per risolvere i problemi...per prima cosa bisogna volerlo!e secondo voi con questi politici marionette manovrate con fili da chi vuole questo marasma,sara'piuttosto difficile e non solo sono anche riusciti a imbecillire molti con buonismo e fratellanze varie,su questo forum se ne vedono pochi,ma in realta sono tanti.

Ritratto di sachiel333

sachiel333

Mar, 03/01/2017 - 05:25

STOP ALL' ISLAM IN EUROPA!

niikkijus66

Mar, 03/01/2017 - 06:20

700 morti in tutta Europa in 12 anni non é una guerra ma una trascurabile inezia statistica. I morti per incidenti sul lavoro nella sola Italia sono stati circa 600 nel 2014 e quelli per mafia nello stessobanno circa 450. I morti per terrorismo zero.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 03/01/2017 - 07:11

se non fossimo tutti sicuri che maometto e l'islam siano simboli di amore e pace ... verrebbe spontaneo domandarsi: ma perchè cinesi, egiziani, tunisini, turchi, sauditi, ecc., casualmente legati solo dal fatto di essere musulmani, si dedicano ad ammazzare gli amanti della società occidentale e/o cristiana?? Per quanto vogliamo ancora parlare di "... non tutto l'islam"!!

unz

Mar, 03/01/2017 - 08:42

si puó restare nell'attuale situazione aspettando il prossimo inevitabile attentato, si puó assumersi l'enorme responsabilità umana, storica e politica di allontanare tutti i muslmani. Chi ha Fede puó anche pregare perchè non accada più, ma sinora non ha funzionato. Fine delle opzioni.

alberto_his

Mar, 03/01/2017 - 11:07

@niikkijus66: concordo. Questione di percezione. L'Occidente nello stesso periodo di tempo ha fatto morti di diverse ordini di grandezza maggiori in Medio Oriente e Nord Africa, ma i media picchiano su un solo tasto. @Nubaoro: non tutto l'Islam... vedi gli sciiti.

alox

Mar, 03/01/2017 - 12:05

@elkid la prima guerra del golfo fu' dovuta da un'invasione militare di Saddam al Kuwait...(simile, ma mascherata, di quello che Putin ha fatto in Crimea). La verita' e' che oggi nel 2016 non e' accettabile che esistano despoti stile Assan, il Nord Coreano, i Castro etc e le popolazioni se ne stanno tranquille: fare le valige e' d'obbligo!

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 03/01/2017 - 12:57

@alberto_his non capisco: gli sciiti? Cioè quelli governati da quel sant'uomno di komeini che ha condannato a morte Rushdie, che si flagellano a sangue augurando la morte agli infedeli (compresi i sunniti), che applicano accanitamente la sharia e che a parte qualche differenza nella preghiera e nella legittimazione dei califfi pregano esattamente lo stesso corano e lo stesso maometto di tutti gli altri musulmani? Bah

alberto_his

Mar, 03/01/2017 - 12:58

@alox: decidi tu chi è accettabile esista e chi no? Che problemi hai con i despoti? Almeno loro ci mettono la faccia, non mandano avanti i burattini. Che ti piaccio o no sono sempre esistiti e ci sopravviveranno, avranno solo nomi diversi.

alberto_his

Mar, 03/01/2017 - 13:34

@Nubaoro: proprio loro. Quelli che stanno demolendo i vostri protetti mercenari, quelli che non muovono guerre di aggressione da decenni, quelli che si differenziano dai sunnitelli scappati-di-casa che si fanno esplodere, quelli che recepiscono i dettami della sharia in tema finanziario in contrasto all'usocrazia guidaica, quelli che non si appecorano agli interessi imperialisti esterni, quelli che hanno alle spalle millenni di gloriosa storia, quelli che confidano in Sua Santità la Guida Suprema.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 03/01/2017 - 16:22

...... un'altra scheggia impazzita, ma, per carità, sciita eh non sunnita!!!