"Mai visto il ministro Boschi". Ma il giudice di Etruria mente

Un post su Facebook del Pd Donati inguaia Rossi. Nelle foto il procuratore Rossi a un convegno con la Boschi. Ma al Csm aveva detto: "Non l'ho mai vista"

Il procuratore Roberto Rossi con Marco Donati (Pd)

Diceva il procuratore di Arezzo Roberto Rossi: "Non conosco nessuno della famiglia Boschi, il signor Boschi, i fratelli, i figli, non sapevo nemmeno come fosse formata. Ho conosciuto l'attuale ministro Boschi in una occasione pubblica, istituzionale quando era parlamentare, come ho conosciuto tutti i parlamentari, ma non frequento nessun politico, non ho con loro nessun tipo di frequentazione". Era il 14 gennaio. E il magistrato, titolare delle inchieste su Banca Etruria, lo giurava davanti al Csm. Peccato che appena due mesi prima, il 28 dicembre, era a un convegno con il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi.

Per Rossi è stata una settimana nera. Il comportamento del pm è infatti finito al vaglio del procuratore generale della Cassazione Pasquale Ciccolo, titolare dell'azione disciplinare nei confronti dei magistrati. Mentre la Prima Commissione del Csm, che solo martedì scorso aveva votato all'unanimità per l'archiviazione del fascicolo che lo riguarda, escludendo un'incompatibilità tra il suo ruolo di procuratore e l'incarico di consulenza svolto sino all'anno scorso per il governo, ha congelato la decisione a lui favorevole. E ha riaperto l'istruttoria. A "inguaiare" il procuratore, le indagini svolte negli anni passati su Pierluigi Boschi, padre del ministro ed ex vice presidente di Banca Etruria. Procedimenti conclusi con due richieste di archiviazione di cui il pm non aveva fatto cenno nelle sue audizioni davanti ai consiglieri del Csm, ai quali aveva invece assicurato di non conoscere "nessuno della famiglia Boschi".

Che Rossi non conoscesse"nessuno della famiglia Boschi" è una balla colossale. Lo dimostra proprio Dagospia che ieri è andato a riprendersi un post sul profilo Facebook dell'onorevole Marco Donati (Pd) in cui si vedono la Boschi e Rossi al convegno Arezzo Capitale della legalità. I due era insieme due mesi prima che il procuratore di Arezzo andasse davanti al Csm a dire: "Non conoscevo neppure la composizione del nucleo familiare, ho appreso dai giornali che aveva un fratello e un cognato che lavoravano in banca ma non ne ero a conoscenza". La riapertura dell'istruttoria di Palazzo dei marescialli non è, quindi, una sorpresa. L'ipotesi era cominciata a circolare dopo che Panorama aveva pubblicato la notizia delle indagini di Rossi su Pierluigi Boschi per turbativa d'asta e estorsione, che secondo il settimanale sarebbero andate avanti dal 2007 sino al 2014 e che sarebbero state legate alla compravendita di una grande tenuta agricola dell'Università di Firenze. Il procuratore ha cercato di giocare in anticipo, facendo recapitare al Csm una lettera in cui assicura di non aver nascosto nulla ai consiglieri: si è effettivamente occupato di quelle indagini ma non ne aveva parlato perché nessuno gli aveva posto una domanda specifica. Alla Commissione però non è bastato.

Annunci
Commenti

cgf

Sab, 23/01/2016 - 11:36

trasferito? in PM che mente deve essere licenziato e perdere qualsiasi diritto acquisito, non è possibile mentire per definizione ad un PM!!! VIA!

Anonimo (non verificato)

xgerico

Sab, 23/01/2016 - 11:49

Da Dagospia: 1. MA ROBERTO ROSSI CHE DICE ''NON CONOSCO NESSUNO DELLA FAMIGLIA BOSCHI, HO CONOSCIUTO L'ATTUALE MINISTRO BOSCHI QUANDO ERA PARLAMENTARE A UN EVENTO ISTITUZIONALE'', E' LO STESSO CHE SIEDE SUL PALCO CON LEI, E IL DEPUTATO PD (QUOTA BOSCHI) MARCO DONATI, IL 31 OTTOBRE 2015? QUANDO LEI ERA MINISTRA DA UN ANNO E MEZZO?---Rame ma il leggo fatti e dichiarazioni diverse, da quanto lei "titola"! Cosa vuol far capire hai suoi lettori, che Cristo è morto di freddo?!

Ritratto di carlo61

carlo61

Sab, 23/01/2016 - 11:53

un giudice che mente deve essere cacciato.

Ritratto di ilsaturato

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 23/01/2016 - 12:21

...per poi venire riarrestato nel 2014 per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d'asta collegata al "fiore marcio all'occhiello di Renzi" chiamato Expo. Indovinate un po'? Patteggiati 3 anni e 10mila euro di multa, senza fare il minimo nome né tirare in ballo il partito. Il buon Penati, invece, l'ha semplicemente "fatta franca" grazie alla prescrizione tenacemente agevolata dal partito togato, nonostante i media avessero martellato il suo rifiuto a trarne vantaggio. Sono pronti a mentire, travisare, depistare, dire (o non dire) tutto e il contrario di tutto, irrimediabilmente asserviti a quella forgia di cloni preimpostati che è la piovra rossa da 70anni. E anche chi dovesse avere un lampo di "risveglio"-rimorso, viene riportato subito in carreggiata dalle intimidazioni a mezzo "media"-"giustizia" ben sapendo che a insistere si rischia anche di "finire suicidati" come Gardini, Rossi (quello di MPS) e altri. 2 di 3 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 23/01/2016 - 12:22

...Che brutta roba che hanno fatto diventare la NOSTRA Italia! Beh, certo, almeno ci lasciano la scelta tra vari opzioni: finire disoccupati, falliti, strangolati dalle tasse, ingabbiati per omofobia-xenofobia-islamofobia, presi a picconate-coltellate-pistolettate, convertiti, rapinati e ingabbiati, perseguitati da equitalia, governati a un governo "più bello e più grande di pria (bravo! Grazie!)" modello arca di Noè dove tutti gli esemplari cambia-casacca sono sempre benvenuti ma che rigorosamente non può essere il prodotto di quell'aberrazione democratica che si chama "voto degli elettori". Mamma mia povero procuratore Rossi, chissà che punizione esemplare gli toccherà! Magari rischia addirittura un trasferimento per "incompatibilità ambientale"... 3 di 3 FINE

Ritratto di d-m-p

Anonimo (non verificato)

Triatec

Sab, 23/01/2016 - 12:32

Il lettore che non si ferma al "titolo" ma legge l'articolo capisce che il problema è il pm Rossi che nonostante avesse indagato il Boschi (padre) dice di non averlo mai conosciuto. Non c'è da stare tanto sereni sapendo che un giorno potremmo essere giudicati da questa persona.

vince50_19

Sab, 23/01/2016 - 12:46

ilsaturato - "Mamma mia povero procuratore Rossi, chissà che punizione esemplare gli toccherà! Magari rischia addirittura un trasferimento per "incompatibilità ambientale"..." Ovvio che finirà così se ci emergeranno elementi di reale colpevolezza. Da quelle parti i magistrati rischiano molto di più se per caso mettono sotto schiaffo il Csm. Questo secondo quanto scritto nel libro di Livadiotti (Gruppo Repubblica Espresso) "L'ultracasta dei magistrati". Non stento a credergli.

squalotigre

Sab, 23/01/2016 - 12:53

xgerico - Cristo non è morto di freddo e il PM di Arezzo ha chiesto l'archiviazione di un reato commesso da una persona senza nemmeno incontrarlo per farsi spiegare i fatti del quale è accusato. Se è vero e non l'ha mai incontrato le sue responsabilità sono addirittura maggiori perché un magistrato non può chiedere l'assoluzione o la condanna di una persona senza prima interrogarlo. Allo stesso modo che io non posso curare un paziente senza prima visitarlo. Capisco che questo concetto è duro da comprendere da una persona come lei che considera il magistrato solo un gradino al di sotto di Dio. Complimenti.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 23/01/2016 - 12:54

La storia dei devastatori "diversamente democratici" dell'Italia è piena zeppa di situazioni in cui un'omertà blindata e assolutamente "obbediente" ha permesso al mostro-succhiasangue di arrivare a fare quello che vuole, come vuole, quando vuole... compresi "golpe bianchi telecmandati da lontano" e la "materializzazione" di tre governi consecutivi non eletti da nessuno. L'omertà della mafia, a confronto di quella dei rossi, è un "colabrodo". A puro titolo d'esempio vorrei rammentare il "compagno G" di mani pulite (si, ripulite dalla concorrenza e da ogni antagonista politico....) che ha accettato di fare da capro espiatorio ma non ha proferito parola, e menzionare anche il "prode" Penati. Il primo, se l'è cavata (chissà come mai i giudici sono stati così di mano leggera?) patteggiando una condanna a 3 (TRE!) anni e se n'è uscito dopo 2 anni e 6 mesi... 1 di 3 SEGUE

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 23/01/2016 - 13:05

secondo me vivete nel mondo della irrealtà--quando invece basta essere un attimo razionali per giudicare le cose senza ideologia-io credo che molti di voi -per svariate ragioni abbiate partecipato a dei convegni nella vita--siate stati immortalati in foto con altri relatori ecc--cosa significa questo? de facto? che conoscete gli altri relatori per aver scambiato 2 saluti da prassi?- la conoscenza della quale vogliono sapere i giudici è una frequentazione non istituzionale che non c'è stata fino a prova contraria--la foto non dimostra una cippa-

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 23/01/2016 - 13:10

quanto poi concerne la "conoscenza di boschi senior"--un giudice può indagare su qualcuno-ma se le indagini non portano a nulla di penalmente rilevante le archivia-prima ancora di sentire quel qualcuno personalmente-quindi il giudice rossi non ha mentito in commissione fino a prova contraria- certo sarà trasferito credo egualmente per opportunità -visto il polverone alzatrosi- ma in punta di legge il magistrato non ha commesso nessun illecito-

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 23/01/2016 - 13:22

Diceva il procuratore di Arezzo Roberto Rossi: "Non conosco nessuno della famiglia Boschi, il signor Boschi, i fratelli, i figli, non sapevo nemmeno come fosse formata. Ho conosciuto l'attuale ministro Boschi in una occasione pubblica, istituzionale quando era parlamentare, come ho conosciuto tutti i parlamentari, ma non frequento nessun politico, non ho con loro nessun tipo di frequentazione". Infatti non è importante "frequentare" un politico,basta fare quello che lui/lei manda a dire di fare.La superiorità a-morale dei cattocomunisti del Partito del Danaro è oramai di pubblico dominio. nopecoroni.it

g-perri

Sab, 23/01/2016 - 13:29

Cosa si deve pensare di magistrati palesemente mentitori e deputati palesemente affaristi che partecipano ad un convegno intitolato "Arezzo, Capitale della legalità"? Se l'Italia è gestita da persone così infime, dove trovare la forza per sperare in un paese migliore?-

tormalinaner

Sab, 23/01/2016 - 13:38

Cane non mangia cane,la magistratura ha fatto un patto con Renzi e la Boschi. Non vengono fatte riforme della giiustizia e gli stipendi dei magistrati aumentano e Renzi e i suo governo hanno l'impunità. Rossi vergognati, dimettiti!

claudioarmc

Sab, 23/01/2016 - 13:46

Tipica collusione tra magistrati e Pd che spiega tante sentenze e accadimenti riguardanti la politica italiana degli ultimi venti anni

moshe

Sab, 23/01/2016 - 13:48

... un indegno simile non va trasferito, va licenziato e processato !!!

montenotte

Sab, 23/01/2016 - 13:51

Tranquilli solo per qualcuno, ma di centro destra, esiste sempre il conflitto di interessi. Povero LUPI che ha dovuto dare le dimissioni da ministro perché al figlio avevano regalato un Rolex e la Boschi invece non le dà perché è bella? Una massima del PD: fai quello che dico , ma non quello che faccio.

Anonimo (non verificato)

il gatto nero

Sab, 23/01/2016 - 14:01

@xgerico. Ma lei, esimio signore, sa leggere oppure no ? L'articolo del Dr. Rame non poteva essere più chiaro di cosi. Ma voi, ipocriti di sinistra, ciurlate sempre nel manico e vi danno fastidio le cose chiare e trasparenti e le verità dirette. Comunque, personalmente, rimango dell'idea che lei non sappia leggere bene l'italiano vuoi per mancanza scolastica di base, vuoi per mancanza intellettiva. Auguri vivissimi.

Anonimo (non verificato)

Lorenzo1508

Sab, 23/01/2016 - 14:04

L'itaglia è un paese senza speranza! Mettetevelo bene in zucca! Se e quando ci saranno le elezioni pinocchio, la boldrina, alf-ano e tutta la congrega verranno, non solo riconfermati, ma santificati! Si accettano scommesse!!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Sab, 23/01/2016 - 14:47

Questo paese dopo il 2011 è profondamente cambiato, da bacchettoni sul che fa il premier come lo fa a chi lo fa si è passati ad un menefreghismo totale. L'epoca in cui qualcuno non fa nulla per caso anzi lo fa solo per se stesso o per pochi amici della parrocchia ci prende letteralmente per i fondelli, promette e non fa ma soprattutto ci porta ad un degrado totale sia mai tale che pubblico che internazionale. Lui e d i suoi ministri chi non Sto arrivando! Chi non conosce ma soprattutto chi firma una legge e poi non la conosce è stucchevole. Ci fa capire di essere in mano a degli scriteriati senza senso e soprattutto senza morale alcuna. Se al popolo becero va bene così pace io mi dissocio in tutto e per tutto ma soprattutto da chi attraverso i beceri commenti a questo meraviglioso articolo cerca come sempre si buttare fango e non si accorge che lo butta su se stesso. Se i pdioti la smettessero di essere quello che sono IDIOTI A TUTTO CAMPO forse questa nazione cambierebbe.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 23/01/2016 - 14:47

@xgerico perchè è così pronto a prendere le difese di un magistrato che è sotto la lente d'ingrandimento? E' diventato di colpo garantista? Si vada a rileggere i suoi commenti fatti su tutti coloro che non sono di sinistra poi torni a commentare...si procuri però un po' di ventose per arrampicarsi sugli specchi non servono le unghie!

Beaufou

Sab, 23/01/2016 - 14:59

@elkid: da come scrive, scommetto che anche lei fa parte dell'emerita casta...I suoi colleghi si limitano ad interpretare la legge "ad libitum", lei interpreta "ad libitum" anche la sintassi e la punteggiatura...Ahahah. Tutto "in punta di legge" (eh, caro lei, la legge ha tante di quelle punte, che distinguere quella giusta è arduo), naturalmente. Ahahah.

Libero1

Sab, 23/01/2016 - 15:53

Che tra lupi PiDiota non si mangiano ma si leccano non lo scopriamo oggi.Ma che poi un procuratore pagato con le tasse pagate dagli italiani per difenderli si scopre che mente di non aver mai conosciuto il galeotto(padre pe bene) e sua figlia questo fa' veramente pensare di vivere nel paese delle banane.

xgerico

Sab, 23/01/2016 - 15:57

@il gatto nero -per lei fa fede un articolo scritto dal Rame copiato dal sito di Dagospia!? Beh io di onesta intellettuale ne avrei da vendere! Lei parla di "verità dirette", chieda al Rame se sa dov'è Arezzo e se ci è mai stato.

buri

Sab, 23/01/2016 - 16:14

Fidatevi dei magistrati? di alcuni è certo, di altri viene il dubbio, il guai è che non si sa mai con chi si ha da che fare

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 23/01/2016 - 16:18

Perché accanirsi su un poveraccio dalla memora corta? Mica è una colpa non ricordare. Inoltre come magistrato progressista, per Lui la legge non la si può mica applicare, la si interpreta.Evviva i sinistri e quei poveracci che li votano.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Sab, 23/01/2016 - 16:19

Basta guardarlo in faccia per capire di che pasta è fatto !

xgerico

Sab, 23/01/2016 - 16:26

--@Alberto43- Io non sono un "garantista" ne di destra e ne di sinistra! Noto con dispiacere che i lettori del Forum (per me non è un giornale) si bevono notizie scritte e manipolate prese da altri siti (dagospia) ancor peggio di quel che hanno copiato.

xgerico

Sab, 23/01/2016 - 16:30

@squalotigre- Scrive:Se è vero e non l'ha mai incontrato le sue responsabilità sono addirittura maggiori perché un magistrato non può chiedere l'assoluzione o la condanna di una persona senza prima interrogarlo..........Qui l'unico "sotto processo" e lei! Ha troppe fre-gne che gli passano per la testa!

Silvio B Parodi

Sab, 23/01/2016 - 16:32

ma guarda un po' li difendono a spade tratta, anche davanti a prove visive scritte pubblicate intercettate, ma o siete dementi o fate parte del magna magna.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 23/01/2016 - 16:48

vi ricordate? la sinistra inganna, mente, imbroglia, truffa, manipola, uccide, ecc....

eloi

Sab, 23/01/2016 - 16:51

Il C.S.M. trasferirà il procuratore Rossi presso una procura a Lui molto gradita, accompagbata da una promozione ed un congruo indennizzo per il trasloco e la prima sistemaxione.

Iacobellig

Sab, 23/01/2016 - 17:23

SOLLEVARLO SUBITO DALL'INCARICO E POI VERSO IL LICENZIAMENTO O UNA SEDE LONTANA DOVE NON PUÒ FARE DANNI! SI VERGOGNI: PROCURATORE!

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 23/01/2016 - 18:17

quanto a Beaufou--continui pure a ridere-- se solo lei provasse ad esprimersi nella mia lingua madre non le basterebbero 100 anni di lezione--neppure se esse fossero impartite da dostoevskij in persona-

il gatto nero

Sab, 23/01/2016 - 18:18

@xgerico. Grazie. Ho capito : intellettivamente disastrato. Auguroni ancora !

xgerico

Sab, 23/01/2016 - 18:55

@il gatto nero- Di niente, e mi saluti la "Redazione"!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 23/01/2016 - 18:57

Oltre a licenziare lui, bisogna licenziare il suo capo, che fino ad ora lo ha tenuto in servizio ed il tutto in 48 ore.

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 23/01/2016 - 19:02

Sig. Rame, non è da meravigliarsi. Ho già detto, credo la settimana scorsa che (DIO li fa poi li ACCOPPIA). Non hanno capito solo gli ITALIANI ma L'EUROPA tutta, che i SINISTROIDI sono dei "BUGIARDINI". Se fino a qualche mese fa, solo lo PENSAVANO, con il SUPER PREMIER ATTUALE, e le sue sparate hanno avuta la CONFERMA. Perciò gli affiliati, hanno un buon MAESTRO.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 23/01/2016 - 19:17

L'incarico lecito del governo al magistrato rossi (2013-2015)consisteva nel fornire pareri giuridici su testi normativi in materia di diritto e procedura penale (mai si è occupato di normative in materia bancaria o finanziaria in genere), non ha avuto alcuna connotazione politica (altrimenti mai sarebbe stato autorizzato dal Csm) ed in relazione ad esso non ha mai percepito alcun compenso nè ha mai richiesto alcun rimborso di spese, anche perché, svolgendosi tale incarico mediante scambio di testi normativi e di pareri tramite mail (senza quindi necessità di recarsi fisicamente a Roma) , non aveva spese di cui chiedere il ristoro- per una collaborazione di tal guisa il magistrato sarebbe in conflitto di interessi sulle indagini che riguardano i truffati della banca etruria?

tRHC

Sab, 23/01/2016 - 19:42

@xgerico

Gasparesesto

Sab, 23/01/2016 - 20:38

Certo é che il CSM non si può permettere di avere al Suo interno un Magistrato " Roberto Rossi " ( forte di essere tutelato da Matteo Renzi ) che oltre a mentire spudoratamente con dichiarazioni Mendaci in audizione davanti alla commissione Presieduta dal Procuratore Generale della Cassazione Pasquale Ciccolo si prenda gioco, cercando di infinocchiare tutto il CSM ! asquale Ciccolo, titolare dell'azione disciplinare

blackbird

Sab, 23/01/2016 - 21:03

I casi sono due. O questo mhe mentito durante una deposizione, falsa testimonianza, nono ammissibile per un magistrato: licenziato. Oppure in 7 anni d'inchiesta per turbativa d'asta, non si è neppure preoccupato di conoscere la cerchia famigliare dell'inquisito. Incompetente: licenziato. Ma non accadrà nulla, direnno che le dimenticanze sono veniali e lasceranno tutto come sta. Recita un vecchi proverbio: lupo non mangia lupo, e aggiungo, soprattutto se il "cibo" è indigesto.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 23/01/2016 - 21:22

LA MASSONERIA POTRA' ANCHE TESSERE LE PROPRIE TRAME MA DIO LE SCONVOLGE SECONDO LA SUA VOLONTà; CHE DIO SIA BENEDETTO NEI SECOLI. Shalòm.

il nazionalista

Sab, 23/01/2016 - 22:25

Come mai le malefatte della Lega nell' ultimo periodo di Bossi: Belsito, gli investimenti in africa, le prodezze del ' trota ', le mutande verdi di Cota, etc., erano su tutte le fonti di informazione e le intercettazioni, appena sbobinate, erano su tutti i giornali, mentre l' affaire MPS - un buco di 4 MILIARDI e un MORTO - è stato SECRETATO, SILENZIATO e SEPOLTO come nemmeno il reattore di Cernobil??? Come mai, con il segreto di ufficio praticamente ridotto a zero, nel caso della banca del pci-pds-ds-pd non è trapelato nemmeno un respiro?? Forse perché dal ' caro leader ' nostrano kim jong nap(olitano) venne il diktat perentorio " evitare ogni cortocircuito con la stampa " ??? Quando c'è di mezzo l’ interesse della sinistra: TUTTO TACE, SI ABBUIA E SCOMPARE!!!

il nazionalista

Sab, 23/01/2016 - 22:44

A chiusura del commento precedente: quanto detto spiega le difficoltà, che già ci sono, nel far luce sull' ammanco - PAGATO dai CLIENTI - delle 4 banche e sui favori agli ' amici ' che lo hanno causato, fa inoltre intuire le manovre che verranno effettuate perché i suddetti amici restino nell' ombra!! Infine( siccome a pensar male ci s'azzecca) rende PLAUSIBILE il timore che, come in precedenza, proprio QUELLI che dovrebbero far luce si prodigheranno per ABBUIARE!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 23/01/2016 - 23:26

Mentire così spudoratamente significa non avere alcun rispetto per i cittadini. Soprattutto se a dire simili menzogne è un magistrato che per la sua funzione pubblica dovrebbe dimostrare una correttezza e una imparzialità al di sopra di ogni sospetto. CERTI MAGISTRATI SI DIMOSTRANO INDEGNI DI SVOLGERE IL LORO INCARICO ISTITUZIONALE. SPECIALMENTE COLORO CHE PER APPARTENENZA ALL'IDEOLOGIA DI SINISTRA ARRIVANO A STUPRARE CINICAMENTE LA GIUSTIZIA.

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 24/01/2016 - 05:14

una sola parola INFAME.