Di Maio: "Faremo tagli alla Difesa, via i fondi per i giornali"

Il vicepremier riunisce i ministri M5S per discutere della manovra economia. E annuncia tagli a Difesa, politica e giornali

Dopo l'ormai consueto vertice di maggioranza a Palazzo Chigi per mettere a punto la prossima manovra finanziaria, Luigi Di Maio riunisce i ministri del Movimento 5 Stelle per discutere dei provvedimenti da inserire nella legge di Bilancio.

Sul tavolo ci sono soprattutto i tagli che il governo deve affrontare per avere le coperture necessarie a realizzare reddito di cittadinanza e riforma delle pensioni. Si parte dai tagli alle spese dei ministeri. E in particolare da quelli per la Difesa, ministero in cui Elisabetta Trenta ha già recuperato 500 milioni di risorse, sospendendo alcuni programmi senza toccare gli stipendi. "Hai fatto un ottimo lavoro e in soli 3 mesi, mai nessun ministro della Difesa ci era riuscito prima", ha detto Di Maio complimentandosi con lei. "E se la Lega vuole lasciare la spesa militare?", avrebbe detto qualcuno. "Vorrà dire che si assumerà la responsabilità di non fare quota 100...", avrebbe risposto qualcun altro.

Il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro ha spiegato che farà tagli anche nel suo ministero. Ma tutti i ministri pentastellati, secondo quanto riferito, si sono detti disponibili a impegnarsi per trovare le risorse, eliminando - promettono - gli sprechi, le auto blu e i voli di Stato. Un altro taglio riguarderà probabilmente l'editoria con il progressivo azzeramento dei finanziamenti pubblici ai giornali. Nel corso della riunione con i ministri, Luigi Di Maio ha chiesto con forza di inserire nella Legge di Bilancio queste priorità. "Sono le nostre battaglie ed è ciò che abbiamo promesso agli italiani", avrebbe detto, "Quando in campagna elettorale parlavo di cambiamento e di politica come servizio intendevo anche questo".

Commenti
Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 11/10/2018 - 00:45

"... il progressivo azzeramento dei finanziamenti pubblici ai giornali..." Ahi ahi! "Come me la vedo brutta!" dissero i direttori ed i finanziatori di molti giornali "progressisti" e "di sinistra", come diceva Dalla, riferendosi ad altra "professione"...

Marcolux

Gio, 11/10/2018 - 01:13

La DIFESA non si tocca!!!!! COMUNISTISSIMI a 5 stalle!

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 11/10/2018 - 01:25

Abolirli immediatamente e subito, così campano con le fesserie che vendono ai mentecatti di sinistra. Poi vediamo se i galletti, tipo quelli di repubblica faranno ancora chicchirichì oppure beee, beee, beee.

noside863

Gio, 11/10/2018 - 07:06

Così parlarono i ZOROASTRIANI.

vale.1958

Gio, 11/10/2018 - 07:13

Se tolgono i finanziamenti ai giornali,tutti schierati, avranno il mio voto per 10 anni. Io per mandare avanti la mia aziendina quando ho bisogno di soldi vado dalle banche e non dallo stato.Grande governo!!!

maurizio50

Gio, 11/10/2018 - 07:40

Giusto. I giornali che non vendano, chiudano. I giornali che fanno propaganda ideologica si facciano sostenere dai loro affezionati lettori!!

kkkkkarlo

Gio, 11/10/2018 - 07:53

finalmente! sul libero mercato anche i giornalotti!

VittorioMar

Gio, 11/10/2018 - 08:12

..e se anche venisse inserita la Norma della "Responsabilità Civile" dei Magistrati,si troverebbero tante di quelle RISORSE Economiche mal spese per procedimenti giudiziari INUTILI E COSTOSI per il contribuente...utili solo alla Visibilità Mediatica di molti PM !!..come avviene ed è avvenuto in passato ...!!

eponimo

Gio, 11/10/2018 - 08:29

Su questo sono d'accordo. I giornali devono stare sul mercato come tutti gli altri. Se vendono bene, altrimenti chiudono. Non si può essere contro il reddito di cittadinanza e poi volere il finanziamento pubblico per l'editoria. Capito Forza Italia?

dado1

Gio, 11/10/2018 - 08:33

la prima buona notizia di questo governo di dilettanti…...via i fondi alla difesa, e in particolare VIA I FONDI PER I GIORNALI!!!!!!!!!!!!!!.....non si capisce perché devono avere dei soldi pubblici, se non ce la fanno da soli chiudano…...perché znde private devono farcela da sole e invece i giornali devono essere aiutati????????????????????????……….che chiudano pure, non ci sono problemi.

oracolodidelfo

Gio, 11/10/2018 - 08:33

Bene, così i "pennivendoli" scriveranno con la penna d'oca....

Papilla47

Gio, 11/10/2018 - 09:58

Se toglie il finanziamento pubblico ai giornali sarà dura per la sinistra perchè un giornale di campa di notizie dovrà diffondere solo info vere.

rokko

Gio, 11/10/2018 - 11:46

Stia solo attento a non assottigliare la difesa al punto da renderci attaccabili e conquistabili anche da Malta. Da questi cazzari c'è da aspettarsi di tutto. Per i giornali faccia come vuole lui, spero solo che questa scelta sia dettata da considerazioni "alte" e non da un basso desiderio di vendetta perchè i giornali evidenziano ogni giorno le sciocchezze che dice.

curatola

Gio, 11/10/2018 - 15:47

Via i fondi per i giornali ed il canone tv, Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv Via i fondi per i giornali ed il canone tv………….