Di Maio fugge dall'alleato: "Ultradestra pericolosa"

Il grillino a Milano evita Matteo e spara su euro, tangenti e migranti: "Non si può proseguire così"

La scena rende meglio di tutto la situazione dei rapporti nel governo: Luigi Di Maio che si precipita verso l'uscita laterale di Palazzo Mezzanotte e si infila nel van con i vetri oscurati dove rimane chiuso alcuni minuti prima di dileguarsi. Nello stesso momento, a pochi metri di distanza, entra dall'ingresso principale Matteo Salvini che si intrattiene con la stampa prima di raggiungere il palco dell'assemblea nazionale di Confagricoltura guidata da Massimiliano Giansanti. I due vicepremier non si incrociano neppure per sbaglio. Di più, si direbbe che si evitino accuratamente. Il clima è questo, gelido, avversari che si ritrovano alleati. «L'altro vicepremier», «il ministro dell'Interno», fa fatica pure a pronunciare il nome di Salvini il ministro grillino, che ormai interpreta il ruolo del leader moderato e onesto mentre la Lega invita a sforare il deficit, ha per amici gli estremisti di destra, i sindaci (Legnano) in arresto per corruzione e gli ex sottosegretari (Siri) indagati.

Deriva a destra, nuova Tangentopoli, irresponsabilità sul deficit, volontà di «spaccare l'Italia in due» con l'autonomia e di favorire i ricchi con la flat tax, ecco i punti su cui Di Maio martella l'alleato. Ma ogni legnata è accompagnata da un ramoscello d'ulivo per far veder che è colpa dei leghisti se si litiga, non del leader M5s che infatti promette che il governo «andrà avanti quattro anni». «Ci vuole una pace politica, non è possibile continuare così, non voglio rispondere a provocazioni da qui al 26 maggio» dice tendendo la mano. Per poi subito usarla come randello: «Quando si parla di ultra destra a livello europeo bisogna essere giustamente preoccupati, non solo per una deriva ideologica di cui non sentivamo proprio la mancanza in Italia. Queste ultra destre europee sono quelle che in questi anni hanno chiesto all'Italia l'austerity sono quelle che in questi anni hanno obbligato l'Italia a diventare il campi profughi d'Europa» rinfaccia Di Maio al leader leghista che va a braccetto con Orban, Marine Le Pen e il FPÖ austriaco.

Anche sull'euro il giochino è quello. Salvini dice che rimpiange «l'Europa pre-Maastricht», quella senza moneta unica? E Di Maio prende subito le distanze («Chiedete a lui cosa significhi»), vestendo i panni dell'euro-responsabile: «Dobbiamo stare nell'euro», anche se un anno fa voleva un referendum per uscirne. Salvini dice che «sforare il 3% non solo si può, si deve»? Di Maio lo bacchetta come incosciente: «Il rapporto debito/Pil al 140% nessuno lo vuole, perché sarebbe come scaricare un peso sulle nuove generazioni che non vogliamo scaricare». Davanti agli imprenditori agricoli Di Maio fa capire che spazio per la flat tax leghista non ce n'è, allo studio c'è solo una riduzione «selettiva» del cuneo fiscale «per chi investe in produttività» e poi una tassa europea per i colossi (Google, Facebook, Amazon) che pagano imposte irrisorie. Ma zero shock fiscale di cui parla Salvini. Sulle retate lombarde sfotte Salvini che vede manovre dei poteri forti: «La questione della corruzione non è un attacco dei poteri forti. C'è un sistema politico che va contrastato con l'intransigenza, non si può pretendere di avere indagati per corruzione nel governo» dice riferendosi al leghista Siri. Come ulteriore atto nel riposizionamento a sinistra in chiave antileghista, Di Maio fa pure una telefonata alla professoressa sospesa per il parallelo tra Salvini e Mussolini («Farò di tutto perchè lei venga reintegrata il prima possibile»). Il braccio di ferro si sposta sul prossimo Cdm, in cui il vicepremier leghista vuole inserire il «decreto sicurezza bis» inviso al M5s. Di Maio infatti lo esclude: «Mi auguro che lunedì ci sia il Cdm. Bisogna rispettare le priorità: salario minimo, il decreto famiglie, per me va tutto bene a patto si rispettino priorità. Poi per me con la Lega si va d'amore e d'accordo».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 19/05/2019 - 08:37

è quello che lui pensa, la realtà è che loro stessi si stanno rivelando inadeguati e pure inconsistenti :-) un movimento pieno di gente fallita!

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 19/05/2019 - 08:41

Speriamo gli Italiani capiscano che votare per i grulli, vuol dire votare per la sinistra anti Italiana camuffata da liberale e democratica, che di democratico e liberale NON ha nulla.

kennedy99

Dom, 19/05/2019 - 08:44

carissimo di maio ricorda che la parola ultradestra non esiste in tema di migranti ma esiste una parola che si chiama buon senso ed è quello che la maggior parte degli italiani vuole. ricordalo questo. poi saranno gli elettori italiani a giudicarti.

Giorgio5819

Dom, 19/05/2019 - 08:50

"Ultradestra pericolosa".... Sinistra criminale e anti-italiana.

oracolodidelfo

Dom, 19/05/2019 - 09:26

Di Maio, pericoloso sei tu, sia a destra che a sinistra, di sopra, di sotto, di lato, a est, a ovest, a nord e a sud......

trasparente

Dom, 19/05/2019 - 09:33

Prima dell'avvento della UE, gli stati erano tutti sovrani e non c'era traccia di fascismo. Ora chi vuole uscire dalla UE vuole semplicemente tornare come prima, con uno stato sovrano e non fascista. I fascisti caso mai sono le zecche rosse e i 5stalle che continuano a diffamare e infangare l'Italia con l'importazione di spacciatori, stupratori e delinquenti vari. Di questo passo finiremo come la Grecia, ormai in agonia grazie alla cara Troika e Commissione Europea che ha distrutto un intero popolo.

unosolo

Dom, 19/05/2019 - 09:46

il pericolo è insediato in questo governo , niente lavoro , niente inizio lavori fermati e rimandati , niente decreti che incentivano lavoro , certo per chi non ha mai lavorato il lavoro è l'ultima carta che rimane per galleggiare magari facendo salire di molto il debito ,,,

antipifferaio

Dom, 19/05/2019 - 09:50

Invece loro sono innocui...vero??? I 5S hanno praticamente azzerato il SUD nonostante al parlamento ci sia un esercito di poltronisti imboscati provenienti da Sicilia/Calabria/Puglia/Basilicata/Campania. Peggio ancora, gli stessi che predicavano stabilizzazione per i precari ora ti promettono vaghi concorsi... Bene, il mantra dei precari adesso è "Ci vedremo alle elezioni...". Ho la sensazione che il 27 maggio vedremo anche di giorno le Stelle cadenti...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/05/2019 - 10:10

E' molto più devastante il comportamento dell'ultra sinistra, a cui i 5S strizzano l'occhiolino e molti di loro ne fanno parte.

mzee3

Dom, 19/05/2019 - 10:13

trasparente !!! lei non ha ancora capito nulla perché la Grecia è in queste condizioni… Glielo spiego. E' così perché chi "lavorava" erano tutti statali… capisce? Un po' come il nostro sud...che ha migliaia di forestali… assessori in Sicilia….Ha presente? Politici che mangiavano a gratis...come in Lombardia...ha presente?

Epietro

Dom, 19/05/2019 - 10:23

Devo aggiungere, che stavo dimenticando, anche la ministra Grillo nell'elenco dei formidabili 5S.

ilbarzo

Dom, 19/05/2019 - 10:36

Non è che sei tu quello pericoloso? A mio avviso è proprio cosi,tu ed il movimento 5 stelle siete pericolosi e mi auguro che salvini vi mandi a casa il più presto possibile.

ilbarzo

Dom, 19/05/2019 - 10:44

Certo che non possono proseguire cosi come afferma il pivellino Di Luigi di Maio .Meglio ancora, non avrebbero dovuto mai cominciare.Unirsi insieme il diavolo e l'acqua Santa non è stata certamente una bella trovata.E' ora che questi due partiti divorzino,ne abbiamo abbastanza di queste cialtronate che ogni giorno mettono in atto.

Gianni11

Dom, 19/05/2019 - 10:52

L'Italia agli italiani e' "ultra-destra pericolosa"? Abbiamo capito, gigetto. Il M5S e' finito. L'inganno dura poco.

Giorgio Rubiu

Dom, 19/05/2019 - 11:20

Di Maio sente che la poltrona gli sta per essere sfilata da sotto le sue ministeriali (per il momento!) terga. Sente che, contro una stangata elettorale, quella poltrona gli sarà sottratta non da Salvini e nemmeno dagli elettori italiani, bensì dal Direttorio del M5* per i cui capi sarà il capro espiatorio da incolpare dell'insuccesso e del crollo di consensi. E allora, poverino, cosa può fare se non agitarsi scompostamente e indicare in Salvini il nemico da battere?

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 19/05/2019 - 14:32

Di Maio, io capisco che fra te e Salvini ci sia un abisso, ma questo abisso si può oltrepassarlo con un ponte. Tu e Salvini siete l'opposto come il Papa. Tu sei un sudista, Salvini un Nordista (Due ESTREMI) In America è scoppiata la guerra di secessione per questo la controversia con il Papa è che il Papa è GESUITA e Salvini Cattolico Anche qui non mancano le differenze di vedute. In tutti i modi, se si vuole trovare una soluzione, bisogna adoperare la ZUCCA, ovvero quello che c'è all'interno e non la lingua (Se vale).