Di Maio ora sfida Siri: "Questo caso è chiuso. Maggioranza in Cdm"

Il ministro Di Maio avverte Salvini sul caso Siri: "Abbiamo la maggioranza in Consiglio dei Ministri". Adesso è scontro aperto sul voto sul sottosegretario

Luigi Di Maio va ancora all'attacco di Matteo Salvini. Il vicepremier grillino mette nel mirino l'alleato di governo e chiede ancora una volta le dimissioni del sottosegretario Armando Siri. Il premier Giuseppe Conte ieri sera ha affermato che le dimissioni di Siri verranno votate nel prossimo Consiglio dei Ministri. Di Maio è subito salito sul carro del premier annunciando il voto a favore dell'esclusione del sottosegretario dal governo. Le parole del leader del Movimento Cinque Stelle sono state molto chiare su questo punto: "Se Siri non si dimette si vota in consiglio dei ministri e noi abbiamo la maggioranza assoluta, i numeri sono dalla nostra parte", ha spiegato ai microfoni de l'Intervista di Maria Latella su Skt Tg24. E ancora: "Che la Lega faccia cadere il Governo per un caso di corruzione sarebbe veramente clamoroso".

Insomma l'affondo da parte del vicepremier del Movimento 5 Stelle non è certo di quelli che passano nel silenzio. Di Maio di fatto dichiara guerra aperta a Salvini. E lo fa senza usare giri di parole. Il ministro degli Interni però in mattinata aveva già mandato un messaggio a Conte: "Mi sfida sul caso Siri? Sfidiamoci sulle tasse, su qualcosa che interessa gli italiani, non sulla fantasia". E ancora: "Qualche alleato di governo sulla riduzione delle tasse dice di ‘parlarne più avanti’. Io dico che ridurre le tasse al 15 per cento per famiglie e imprese e urgente per l’italia. Ridurre le tasse è la vera emergenza di questo paese". Insomma il botta e risposta duro tra il Movimento e il Carroccio sulle dimissioni del sottosegretario alle Infrastrutture. Il ministro Toninelli (che ha già revocato le deleghe a Siri) ha chiesto al sottosegretario di fare un passo indietro prima del voto in Cdm. Ma il braccio di ferro, a quanto pare, durerà ancora a lungo...

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 03/05/2019 - 16:13

Sarei molto cauto Di Maio. Si vincono battaglie (si fa per dire) ma si può perdere la !"guerra". A buon intenditor..

Ritratto di IL_CORVO

IL_CORVO

Ven, 03/05/2019 - 16:24

Salvini,fali cadere!Non puoi digerire questo affronto,la Raggi e' inquisita e non si dimette..falli cadere e ti prendi il 40% da solo.....

Duka

Ven, 03/05/2019 - 16:30

Quando inizio il caso SIRI scrissi che sarebbe finita a TARALLUCCI E VINO ; infatti. Quasi quasi cambio mestiere e faccio il MAGOoooo!!!!

cgf

Ven, 03/05/2019 - 16:47

una richiesta di fiducia dell'INTERO GOVERNO e Siri non si dovrebbe dimettere oppure lasciare che Siri si dimetta, quindi dissipati i dubbi che sia lui la causa, richiesta di sfiducia del Governo CON LIBERTÀ DI COSCIENZA NEL VOTO. Il motivo? manifesta incapacità di governare dei ministri grillini.

agosvac

Ven, 03/05/2019 - 16:50

Forse Di Maio riuscirà a far fuori Siri, ma dopo le elezioni europee e la probabile batosta che prenderà, qualcuno farà fuori i 5 stelle!

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 03/05/2019 - 17:15

Classico ragionamento da incompetente. Bravo il bibitaro, tra poco tornerai a vendere brustolini al San Paolo.

gabriel maria

Ven, 03/05/2019 - 18:17

fra alcuni giorni non sarai più il primo partito e probabilmente manco il secondo.....

Trinky

Ven, 03/05/2019 - 18:18

Adesso voglio proprio vedere come Di Maio giustificherà il fatto che l'inquisita Raggi sia ancora sindaco di Roma e non si dimetta.......

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Ven, 03/05/2019 - 19:54

Che Siri si dimetta, senza tante storie. In questo modo, se qualche esponente M5S si ritroverà nella stessa situazione, gli sarà resa la pariglia senza tante discussioni.

no_balls

Ven, 03/05/2019 - 20:02

se l'emendamento all'amico lo avesse presentato toninelli di certo i garantisti del giornale e i suoi lettori avrebbero invocato la pena di morte immediata.... le tv e la stampa avrebbero fatto le edizioni straordinarie per un mese..... una cosa e' certa... sarebbe stato messo alla porta dal movimento in due secondi.... la coerenza e' classe... il resto solo propaganda per allocchi. alle europee vi spiegheranno che il risultato imprevisto dei 5s sia dovuto al reddito di cittadinanza... ed invece non e' cambiato nulla dal 4 marzo....vi hanno solo preso per i fondelli con i loro sondaggi e continueranno a farlo... e voi destricoli vi ubriacherete ancora una volta di balle. siete cosi' e non cambierete mai. Berlusconi vi conosce bene.... siete la sua fortuna.

nunavut

Ven, 03/05/2019 - 20:14

Una regola indispensabile per sopravvivere soprattuto in politica mai minacciare un alleato = te lo ritroverai come accanito avversario conoscendoi tuoi punti deboli, nel prossimo futuro.Sul caso Siri avrai la maggioranza ma poi in futuro a chi chiederai i voti che ti mancheranno?

mifra77

Ven, 03/05/2019 - 21:44

stai perdendo la guerraaaaaa!!!!! Stai considerando che Mattarella ti vuole con il PD e ti fai forte; non consideri che Salvini ti farà rimanere con il cerino acceso in mano! Ti metterà in condizione di strippare.

MarioNanni

Sab, 04/05/2019 - 00:10

Siri non si dimette; onore a Matteo Salvini che ha difeso lo stato di diritto contro l'aggressione ottusa dei manettari a 5stelle e un presidente incapace non eletto da nessuno.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 04/05/2019 - 00:14

marione1944 - 17:15 Purtroppo non sono tanto incompetenti come si pensa. Spingono Salvini a rompere prima delle elezioni europee per avere dopo la possibilità di "sparargli" addosso di tutto fino al 25 maggio per recuperare voti. Anche Conte sta dando loro una mano, consapevole che veri benefici di questa tattica, che io definisco disperata e suicida dei grillini, non ce ne saranno. Al limite Salvini potrebbe rompere nel periodo di silenzio elettorale, però per le elezioni europee mancano ancora regole chiare per la propaganda online propaganda social.Il parlamento deve ancora approvare una legge ad hoc e il voto di maggio è dietro l’angolo. Pertanto la rottura potrebbe avvenire subito dopo gli esiti del voto europeo, se saranno negativi per i 5s e favorevoli alla Lega e ai partiti di cdx.

Ritratto di giordano49

giordano49

Sab, 04/05/2019 - 04:44

" di.mai.o "....caso chiuso.? manifesta " INCAPACITA' DI INTENDERE E DI VOLERE " e' tutt'altro che chiusa....I PORTONI SONO APERTI e NON SOLO ! rimangono chiusi solo ai paracul.. e agli incapaci di intendere...nonche' agli attorini dei 5patacche..! arroganti interpreti senza arte ne parte....(e li stiamo pagando NOI popolo)..!

mcm3

Sab, 04/05/2019 - 06:34

Ma e' possibile parlare di crisi di Governo perche' un Sottosegretario, cioe' un nessuno, e' accusato di corruzione ?? Ma perche' non si e' immediatamente dimesso evitando tutte queste chicchiere stupide ?? E' un sottosegretario non uno statisto o un luminare, un impiegato pubblico che come tale non molla la poltrona

acam

Sab, 04/05/2019 - 07:01

caro di mai o impari a governare o lascia a chi sa fare, il caso siri é un fumogeno per gli allocchi grullini che credono ai sogni difatti il loro fondatore ha imparato che tacere non fa mai male e che insime ai suoi discepoli non erano preparati al grande palcoscenico della politica e il sipario sta per calare. non basta regalare bisogna capire affondo il malaffare che vorresti abolire, vederlo da fuori e non da dentro, gridando onestà onestà, che ce poi fa e poi stai a guardà. trentanni fa fu data la pensione minima ai poveracci fu la prima causa de del primo buco de bilancio ce voi rifà ma gli allocchi non so più li stessi se so scafati e nun vonno morì abbruciati, vonno er lavoro, che come tale ministro non je sai dà, per non dire diversamente va...llavorà er san paolo te sta aspettà

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 04/05/2019 - 08:01

Ormai i grillini sono arrivati alla frutta. Cercano la rissa con la Lega. Pretendono le dimissioni di un sottosegretario di cui forse si favoleggia in una intercettazione mentre difendono una indagata sicura come la raggi. Pensano ad una furbata con un governo di matterello di cui loro sarebbero in maggioranza. Alla faccia della democrazia difesa a spada tratta da tutti ma utilizzata a secondo delle necessita dei sinistri e della magistratura e del PDR. Complimenti.

VittorioMar

Sab, 04/05/2019 - 08:33

...il "TAFAZZIANO" DI MAIO non ha capito che si dovrebbe DIMETTERE LUI e TUTTO IL GOVERNO ,per aver insinuato e fatto cadere,INGENUAMENTE,l'OMBRA della MAFIA sull'INTERO GOVERNO.oltre ad una posizione "GIUSTIZIALISTA" IMMOTIVATA...!!!...non si lamenti se perde Consensi e Voti !!!

mifra77

Sab, 04/05/2019 - 10:12

Ed intanto il PD protesta sottovoce! Certo non si possono permettere di strillare; loro un patteggiatore simile a Siri lo hanno eletto a presidente di una regione.