Le mani del Giglio magico sugli aerei di Stato

L'Aeronautica si oppose, ma fu scelto il capo dei voli blu (appalti inclusi) gradito a Lotti

Roma - C'è un capitolo del caso Consip che tocca i voli di Stato. Nel 2015 il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, scrisse all'allora capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica militare, generale Pasquale Preziosa, per informarlo della «necessità di avvicendare il colonnello Giovanni Bardelli», uomo dell'arma azzurra, che aveva la carica di capo nucleo voli raggruppamento unità Difesa presso l'ufficio dei voli di Stato. Gli propose «preso atto della richiesta nominativa della Presidenza del Consiglio dei ministri» di dare «l'incarico interforze al colonnello Valerio Celotto», anche lui uomo dell'Aeronautica. Preziosa gli fece presente che «Celotto, provenendo dal ruolo commissariato» non aveva esercitato prima di allora «la gestione di attività operativa dei velivoli, non risultando conseguentemente in possesso della necessaria e comprovata esperienza per un così delicato incarico». Puntualizzò anche che «l'impiego presso il citato ufficio richiede un'estrazione professionale coerente e dedicata a tale incombenza, costituendo, tale ultimo aspetto, prerequisito all'assunzione di un incarico al quale sono associate responsabilità rilevanti». Aggiunse poi che qualora si fosse deciso di procedere comunque sarebbe stato necessario che l'interessato seguisse un corso specifico «presso la forza armata per mitigare, ancorché non significativamente, il gap professionale conoscitivo».

Ma perché il capo di Stato Maggiore della Difesa insisteva così tanto per piazzare Celotto in quel posto? Il colonnello è attuale coordinatore del servizio per i voli di Stato, di governo e umanitari. Ricopre un incarico delicatissimo, si occupa, infatti, del «supporto al Presidente per la disciplina, il coordinamento, l'autorizzazione, l'effettuazione e il controllo del trasporto aereo di Stato o comunque di interesse dello Stato, compresi il trasporto aereo per ragioni sanitarie d'urgenza e umanitarie e per finalità di sicurezza». Il militare è stato piazzato in quel posto quando Luca Lotti era sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, pare su indicazione del comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette, entrambi indagati per la questione «Consip». Celotto era uomo di fiducia di Del Sette quando lui ricopriva l'incarico di capo di Gabinetto del ministro della Difesa Roberta Pinotti. La famiglia Celotto è in ottimi rapporti col governo: il fratello del colonnello è capo ufficio personale del ministero della Salute, posto chiave per tutte le richieste di trasferimento nel mondo della Sanità.

Che c'è dietro? L'ufficio voli gestisce non solo le tratte aeree, ma un fiume di denaro che ruota intorno al volo stesso. Si va dagli stanziamenti da centinaia di migliaia di euro per gli appalti per i pasti di bordo fino al caffè, ai biscotti, alle caramelle e al materiale da cerimonia. E chi si occupa degli appalti delle pubbliche amministrazioni, compresa fornitura dei servizi per i vari aerei? Ovviamente Consip.

Fino al predecessore di Celotto l'incarico veniva ricoperto da un pilota o da un controllore di volo. Si è quindi stranamente passati a una figura non adatta al ruolo.

C'è di più. Ci sarebbe un disegno per trasferire il monopolio dei voli di Stato al Cai, la compagnia aerea su cui volano i servizi italiani e per togliere all'Aeronautica il suo ruolo naturale. E c'è chi, a quanto pare, avrebbe molto da guadagnare dal veder appaltati i voli blu così da renderli in futuro difficilmente tracciabili. In questo modo, infatti, i ministri che utilizzano l'aereo di Stato per andare a casa non potrebbero più essere controllati. Nascondendosi quindi dal contribuente, vero finanziatore dei viaggi sugli aerei extralusso. Chissà che i pm che si occupano del caso Consip non abbiano già esaminato anche questo aspetto.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Ven, 10/03/2017 - 08:32

Attendiamo ansiosi i commenti e le giustificazioni a capocchia della solita informatissima "riflessiva" e dei suoi compagni di merende!

Fjr

Ven, 10/03/2017 - 08:45

Ma guarda, la prossima volta prenoto un RyanRenzi

Una-mattina-mi-...

Ven, 10/03/2017 - 08:52

MAMMA MIA, CHE CRICCA DI DELINQUENTI!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 10/03/2017 - 08:53

Gentile Chiara Giannini, vabbeh, questo è il ruolo del giornalista. Ma non solo. Io dico. Orientare la riflessione a 'senso unico', come in questo caso, è indigesto. In tutte le 'famiglie' strutturali dei Paesi del mondo sussistono logiche decisionali più o meno analoghe, ispirate ad opportunismi più o meno 'logici' oltre che 'logistici'. Chiunque ti abbia letto qui non può, onestamente, dire che vi ha individuato qualcosa di particolarmente disdicevole. --- Se non i 'conoscenti' dei padroni del vapore, CHI?. Dove sono i 'migliori'? --- E di quali particolari colpe l'apparato qui sbattuto in prima pagina si è reso responsabile? Io sono estraneo a tutto questo ed osservo mosso da una mia collaudata igiene mentale. -riproduzione riservata- 8,53 - 10.3.2017

Eraitalia

Ven, 10/03/2017 - 08:54

CI SARA' UN SETTORE IN ITALIA IN CUI IL GIGLIO MAGICO NON ABBIA MESSO LE MANI?.... NON CREDO

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 10/03/2017 - 08:57

Il danno pesantissimo che ricade sulla testa degli Italiani, in virtù di queste 'delazioni', è quello di colpire al cuore l'unica leadership individuata quale essere 'LA PROMESSA' per la SALVEZZA del PAESE, IL RENZISMO.

venco

Ven, 10/03/2017 - 09:11

Siamo talmente abituati alla corruzione politica che non ci scandalizziamo più

giovinap

Ven, 10/03/2017 - 09:20

i comunistoidi (di tutte le correnti) non lasciano liberi neanche i "posti" di portierato nei condomini privati e guardamacchine , si magnano tutto anche le briciole . io ricordo che la democratici cristiani , dopo che si erano abboffati , lasciavano alla gente il non mangiato , gli avanzi e le briciole che restavano sulla tovagli , i comunistoidi ingoiano anche posate , stoviglie e sedie .

antipifferaio

Ven, 10/03/2017 - 09:28

A leggere articoli sul Pd viene il voltastomaco...e di prima mattina si rischia davvero!! Sui giornali esiste solo il Pd e i suoi guai giudiziari, giusto per non chiamarli col loro nome: ladroniggi di un sistema di potere assoluto che sta venedo giù pezzo dopo pezzo. Difficile immaginare che tutto ciò potesse accadere senza l'avvento di Trump e il crollo verticale di credibilità della UE, nonchè, la crisi perenne che sta portando l'Italia al collasso economico. Il sud è già collassato, ma i media, obbedienti, preferiscono parlare del Pd morente. Peccato che di questo passo saranno anche gli stessi media ad essere travolti dal disfacimento di un tronco marcio e vuoto qual'è ormai l'Italia.

Trinky

Ven, 10/03/2017 - 09:39

ELKIIIIIID, RIFLESSIVAAAA, LORENZOVANNNNN, GZORZIOO.....DOVE SIETE, PERCHè NON COMMENTATE CON LA VOSTRA SACCENZA?

onurb

Ven, 10/03/2017 - 09:42

Niente di strano. In 31 anni di aeronautica militare, come pilota, ho visto fare tante di quelle porcate che potrei scriverci un libro. Da sottolineare una triste realtà che ho avuto modo di constatare mentre ero in servizio: nella PA, forze armate incluse, si progredisce in carriera non necessariamente per meriti professionali. E qui mi taccio, tanto è evidente ciò che intendo dire a proposito del caso Celotto.

Massimo Bocci

Ven, 10/03/2017 - 09:47

Se ho capito bene la magia di questo Giglio, è uguale e speculare a quella che il Regime dei ladri (catto-comunisti) ha sempre praticato nei 70 anni di regime?? Ma allora è quella costituzionale, su questo Rignano doveva chiedere il referendum,così contando i pro (corrotti) e i contro (Italiani) ci si poteva fare un idea degli IRREVERSIBILI!!! AMMANCHI,PRESENTI E FUTURI!!!

elio2

Ven, 10/03/2017 - 09:59

E' il modo con cui i comunisti derubano la società, e si comperano quel consenso che alle urne in modo democratico non hanno mai avuto, infiltrando i loro uomini complici in ogni ganglio dello Stato al posto di personaggi che non si lasciano corrompere, ecco perché alla fine della storia ci sarà l'inevitabile rovina del Paese.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 10/03/2017 - 10:05

PUBBLICATELO --- Gentile Chiara Giannini, vabbeh, questo è il ruolo del giornalista. Ma non solo. Io dico. Orientare la riflessione a 'senso unico', come in questo caso, è indigesto. In tutte le 'famiglie' strutturali dei Paesi del mondo sussistono logiche decisionali più o meno analoghe, ispirate ad opportunismi più o meno 'logici' oltre che 'logistici'. Chiunque ti abbia letto qui non può, onestamente, dire che vi ha individuato qualcosa di particolarmente disdicevole. --- Se non i 'conoscenti' dei padroni del vapore, CHI?. Dove sono i 'migliori'? --- E di quali particolari colpe l'apparato qui sbattuto in prima pagina si è reso responsabile? Io sono estraneo a tutto questo ed osservo mosso da una mia collaudata igiene mentale. -riproduzione riservata- 8,53 - 10.3.2017

mezzalunapiena

Ven, 10/03/2017 - 10:20

molto probabilmente la magistratura manca di personale e quindi come dice il doc Davigo troppo lavoro troppi processi pochi magistrati chissà perché la magistratura italiana è agli ultimi posti nella classifica mondiale.

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Ven, 10/03/2017 - 10:22

Si comportati da approfittatori. Mandiamoli a casa!

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 10/03/2017 - 10:23

l'avete voluto, sostenuto, perdonato su tutto ???????? BECCATEVELO

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Ven, 10/03/2017 - 10:23

"""non risultando conseguentemente in possesso della necessaria e comprovata esperienza per un così delicato incarico""" Verissimo !!! Ma da quando chi deve ricoprire delicati incarichi nella pubblica amministrazione deve avere "COMPETENZA" ed "ESPERIENZA" ??? Basta che abbia la competenza e l'esperienza per passare alla cassa a fine mese alla cassa per la lauta e non meritata retribuzione. Gli amici degli amici vengono trattati così !!!

grazia2202

Ven, 10/03/2017 - 10:36

mandateci a votare. ve la diamo noi la rottamazione di queste sanguisughe ipocrite e cloroformizzanti. si appellano DEMOCRATICI ma sono soltanto gran sozzoni

ectario

Ven, 10/03/2017 - 10:41

Un 30% scarso di parassiti che sta tiranneggiando l'Italia da decenni ma in via assoluta dopo il colpo del 2011. Potere su tutto; regalie ai clientes e invasori; imposizione delle loro paranoie; dominio razzista contro il popolo italiano. Che altro dobbiamo aspettare per ridiventare un paese normale per i suoi indigeni italiani?

giovinap

Ven, 10/03/2017 - 10:46

questi grattano anche la crosta del formaggio e non si graffiano le dita , i compagni non lasciano nulla nella credenza , i democristiani erano voraci , ma quando avevano finito di pasteggiare , lasciavano i rimasugli e briciole agli altri , i comunistoidi dopo che si sono abbuffati , se non c'è altro in tavola mangiano anche stoviglie ,posate e sedie

Emiliotoscana

Ven, 10/03/2017 - 10:46

Il NUOVO,IL ROTTAMATORE è certo una definizione centrata. Dove è arrivato ha portato i suoi conoscenti fiorentini e hanno occupato Roma. Sono toscano e non credevo che Firenze avesse tanti geni in politica,però bravi ad occuparsi dove girava denaro. Escluso il babbo!!!!!Lui era ricercato dall'affaristi.

Ritratto di guga

guga

Ven, 10/03/2017 - 10:53

Trinky Ven, 10/03/2017 - 09:39 ELKIIIIIID,... Ma Quale saccenza, Lei pensa che codeste persone abbiano la almeno la famosa "etica" degli appartenenti alla sinistra? sono solo un pò pseudo partigiane, quindi irregimentate colà, dove i cervelli fermentano. Saluti

Ritratto di guga

guga

Ven, 10/03/2017 - 10:58

Dario Maggiulli, niente di disdicevole, perbacco! sono persone eticamente superiori.Amen

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 10/03/2017 - 11:48

Una bella associazione a delinquere di fiorentini comunisti.

lavieenrose

Ven, 10/03/2017 - 12:15

Dario Maggiulli MA CHI VUOLE CHE LE COPI LE SUE PERLE DI SAGGEZZA.

unosolo

Ven, 10/03/2017 - 12:34

per eliminare lo spreco enorme di appalti , diritti , voli , scorte e rimborsi dovremmo abbattere la copertura dei politici tutti ,compreso il CDS , della immunità , solo così riusciremo a fermare la delinquenza nei vertici , abbiamo sentito il PCM appena uscito dire proprio che non ha immunità , quella che gli permette di delinquere ai politici , approfittano e si regalano tanti tanti diritti , il problema è trovare puliti che emettano decreto di cancellazione della immunità ,

Duka

Ven, 10/03/2017 - 12:41

Fino a quando non saranno costretti a pagare i danni e gli errori di tasca propria sarà sempre e solo peggio. Il bullo è tutta la cricca che ha riunito intorno a se sono una banda di cafoni e truffatori. Chissà perché ora emergono tutte le conoscenze scomode così come la banca Etruria ed i loro dirigenti tutti appartenenti allo stesso giro di imbrogli

lawless

Ven, 10/03/2017 - 14:08

Ma quel megalomane di boy scout non poteva prendere uno dei cinque falcon che l'aeronautica sta cercando di svendere? Ma chi dovrebbe trasportare un catafalco di 300 posti! l'italia come il sud america?!

Antonio43

Ven, 10/03/2017 - 14:20

Questo Celotto deve avere una faccia di bronzo come solo un sinistro leccapiedi può avere. Egli sa benissimo la differenza tra uno del ruolo commissariato ed uno del ruolo naviganti, i piloti. Eppure si presenta per gestire il ruolo che un altro leccapiedi impropriamente gli assegna, perchè sa che comunque può contare sulle capacità e sull'esperienza di coloro assegnati a svolgere quelle funzioni, per quieto vivere, per paura di ritorsioni, perchè si capisce che uno così ha le spalle ben coperte. Che soddisfazione, che bello lavorare così, deve essere pieno di Maggiulli .. e la riproduzione non è vietata... maggiù ma statte zitto!

onurb

Ven, 10/03/2017 - 14:54

Antonio43. Lei dice non bene, ma benissimo. La riprova sta tutta in una semplice constatazione di cui sono stato testimone nei miei 31 anni di aeronautica. Ero del ruolo naviganti, così sono classificati i piloti militari, e non mi è stato mai assegnato, e come a me a nessun altro navigante, un incarico per il quale era prevista la figura di un ufficiale del ruolo commissariato. Tanto basti a far capire a Dario Maggiulli le ragioni che hanno fatto sì che un incarico previsto per un navigante sia stato assegnato a un commissario.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 10/03/2017 - 15:07

Speriamo che sto "giglio magico" diventi un "carciofo magico"

paco51

Ven, 10/03/2017 - 15:51

Un primo ministro che guidava da solo, un tempo, era un Santo in confronto a questi! Sogno sempre il 1789 a Roma!

elio2

Ven, 10/03/2017 - 16:16

Caro Dario Maggiulli, lei deve essere un politico trombato, credo nessuno abbia compreso le sue frasi ad effetto che non vogliono dire niente. Molto probabilmente alla casa del popolo hanno fatto un pò di confusione.

sergio_mig

Ven, 10/03/2017 - 16:20

Questi giochi sono sempre successi anche in enac dove girano cifre pazzesche e che mai nessuno ha voluto scoperchiare nonostante nel passato siano state fatte interrogazioni parlamentari alle quali mai nessuno ha risposto, è tutto un magna magna; e l'aereo di Renzi segue questa strada.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 10/03/2017 - 16:27

Non escludo che di porcherie se ne facciano tutti i santi giorni nella pubblica come in quella privata amministrazione. Anzi è giustissimo condurre una forte crociata contro. Ma quì, carissimi signori, siamo in presenza di un'altra sinfonia, che è quella ben più grave, dell'appropriazione da parte della magistratura del potere dello Stato, costruendo inchieste demonizzatrici (delle quali sono lastricate le nostre strade) per rovesciare efficacissime strutture politiche a discapito di tutti noi. Ormai è chiaro che un D'alema, un Bersani, un Emiliano, sono in attesa che si alzi un Woodkoch per colpire il loro avversario. Attendono il cecchino sui tetti. E, a questo il giornalista di turno deve opporsi. Poi, la scelta dei propri collaboratori non è proprio detto che sia indovinata se fatta fuori dalle proprie cerchie. -riproduzione riservata- 16,27 - 10.3.2017

onurb

Ven, 10/03/2017 - 17:57

Dario Maggiulli. Ne deduco che per lei il Pinocchio fiorentino è uno che ha lavorato molto bene e risolto i problemi dell'Italia.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 10/03/2017 - 18:14

MATTEO RENZI non è un'entità di facile accesso a tutti. E' certamente portatore di un genio irraggiungibile facilmente, men che meno dai Crozza 'dipendenti', con tutto il bene che vogliamo al Nostro Maurizio.

sparviero51

Ven, 10/03/2017 - 19:05

È COME METTERE UN BIBLIOTECARIO IN TORRE DI CONTROLLO !!!

Giorgione54

Mer, 22/03/2017 - 08:16

Le tresche all'Ufficio Voli di Stato sono sempre esistite...da quando a Linate vedevo salire le olgettine ad adesso che Minniti, Alfano e Pinotti usano gli aerei del 31° Stormo "per ragioni istituzionali" guarda il caso rispettivamente da/per Reggio Cal., Palermo, Genova e ariguarda il caso venerdì l'andata e domenica il ritorno...ed io faccio il pendolare sui treni da 30 anni a mie spese!!