Le mani di Renzi pure sulla Guardia di Finanza

Il premier preme perché a Capolupo succeda un renziano. Due i papabili in pole positione: Delle Femmine e Toschi

Dove c'è una poltrona, Matteo Renzi prova a piazzare uno dei suoi. Lo ha fatto con Marco Carrai nella nascente agenzia per la cybersecurity. E lo vorrebbe fare pure con i vertici della Guardia di Finanza.

Come scrive il Fatto Quotidiano, infatti, a breve il comandante generale delle Fiamme Gialle, Saverio Capolupo, dovrà lasciare il suo posto. Tre i possibili successori, tra cui due "renziani": i generali di corpo d'armata Vincenzo Delle Femmine e Giorgio Toschi. Del resto Capolupo, riconfermato dal governo guidato da Enrico Letta, non è mai stato particolarmente in auge a Palazzo Chigi da quando il segretario Pd è diventato premier. Mentre Toschi ha operato in Toscana proprio tra il 2006 e il 2010, quando cioè Renzi diventava prima presidente di Provincia e poi sindaco di Firenze.

Annunci
Commenti

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 26/01/2016 - 21:53

DEVE INDORARE LA PILLOLA PER NASCONDERE I CASINI CON LE BANCHE E QUELLI DI FAMIGLIA. QUESTO E' PEGGIO DI UN MAFIOSO.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mar, 26/01/2016 - 22:17

E poi ditemi che questa non è mafia...A proposito di mafia, ve lo immaginate cosa sarebbe successo se babbo Renzi e papà Boschi si chiamavano Berlusconi?

ziobeppe1951

Mer, 27/01/2016 - 00:12

Embhè,ci vuole un appoggio sicuro a cui l'uomo non deve chiedere mai, non si sa mai nella vita

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/01/2016 - 08:55

Mejo che me sto zitto ...