Manovra, fronda di Ap: "È scritta con la mano sinistra"

Quattro senatori pronti a votare contro la stabilità: "O il governo la cambia, o non avrà il nostro consenso"

Non solo le opposizioni: contro la legge di stabilità si schierano anche alcuni senatori dissidenti di Area Popolare.

"Presentiamo otto proposte di buon senso per cambiare rotta sulla spesa pubblica, ridurre il debito e combattere la corruzione: attendiamo risposte dal governo", dicono Gaetano Quagliariello, Andrea Augello, Luigi Compagna e Carlo Giovanardi, che hanno preparato sette emendamenti in dissenso con la maggioranza. "La manovra non è certo scritta con la mano destra e come tale, al di là di singole eventuali misure, non può avere il nostro consenso. È la più classica delle ricette socialdemocratiche e nulla ha a che fare con le ricette liberali", afferma Gaetano Quagliariello, "Subordineremo a questo cambio di rotta il nostro giudizio finale. La manovra è scritta con la mano sinistra". se il governo accoglierà le proposte ne prenderemo atto e il nostro voto si uniformerà. In caso contrario non avrà il nostro consenso".

Commenti

agosvac

Mar, 10/11/2015 - 13:40

Quagliarello si sveglia improvvisamente da un lungo letargo e si accorge che questo è un Governo di sinistra mentre lui, finge, dovrebbe essere di destra!!! Alleuia!!!!! Perché non ci pensava prima, quando, forse, avrebbe anche potuto farlo cadere questo Governo?????

giosafat

Mar, 10/11/2015 - 15:09

Quagliarello, non prendere per i fondelli; vi siete sporcati le mani e la coscienza sinora per difendere le vostre poltrone e non credo proprio che le mollerete facilmente. Alla fine darete il vostro consenso....o il premier (falso) se lo prenderà. Tertium non datur.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 10/11/2015 - 15:09

NCD: i dissidi sono solo interni o saranno anch'essi subordinati all'approvazione di Renzi?

pinosan

Mar, 10/11/2015 - 21:32

I dissidenti di destra,i dissidenti di sinistra,che gran confusione(casino).Ormai abbiamo dei politici che potrebbero fare i saltimbanchi in qualsiasi circo equestre anche il più scassato del mondo ed invece ce li troviamo nel nostro parlamento. Loro sanno che in italia qualsiasi cosa facciano e qualsiasi sia il partito scelto ci sono gli italioti che li voteranno.Io NON CI STO',Facciano quello che vogliono,ma il mio voto nelle urne non ci sara.