Le manovre segrete di Prodi per rottamare il Pd renziano

Il Prof si muove dietro le quinte, tra D'Alema e Pisapia. Il fedelissimo Parisi: "Matteo prigioniero del proprio io"

Da qualche settimana è bollente, il telefono di «tenda Prodi». Forse a causa della crescente lontananza dal Nazareno, forse per la stessa irreperibilità suggerita dallo strumento. Però, se fossimo Renzi cercheremmo di informarci (magari da Pisapia) sulla posizione della piccola, ma cazzutissima canadese dell'ex premier. Che già una volta, in un'intervista ebbe a descriverla così: «È canadese, pratica. Si può infilare nello zaino e rimettersi in cammino e spostarsi. Certo non ho dedicato la mia vita a costruire alleanze con obbiettivi talmente disomogenei da diventare improduttivi».

La metafora scelta da Prodi ricomparì a fine giugno, quando annunciò con un certo fastidio d'aver «rimesso la tenda nello zaino». Da ieri, mercè il monitoraggio di uno dei più vicini al fondatore dell'Ulivo, Arturo Parisi, sappiamo che «più che spostarla da un'altra parte del campo, il rifiuto del progetto di costruire una coalizione con forze di centro e di sinistra, da parte di Renzi, ha spinto Prodi ad arrotolarla e ad allontanarsi dal campo». Eppure la bellezza della canadese sta nella sua duttilità, e allora eccola ricomparire, inattesa, qualche sera fa a Bologna, per un incontro con Pisapia e Orlando. Soprattutto, via cellulare, la tenda è presente nelle peregrinazioni monacali di Pisapia che, come Romano, non ama una certa aria «so-tutto-io» che aleggia sulle pendici dalemiane di Articolo 1. Ma si fa il pane con la farina che si ha, e un riavvicinamento tra i vecchi arcinemici (Prof e Baffetto) è in corso. A favorirlo, da ultimo, la feroce ricostruzione renziana del passaggio di consegne con Letta jr, e quel suo governo «inadeguato che passerà alla storia per l'aumento dell'Iva». Prodi, mentore del Letta giovane, è irritatissimo per il vergognoso accanimento (ma anche ieri Renzi ha perseverato: «Ho scritto solo la verità»). Così, da semplice «confessore» dei tanti che lo chiamano, Prodi è passato al modus operandi. Anche molte delle vedute di Parisi, che da tempo centellina le sue uscite, sembrano dettate dalla più ampia visione del Numero Uno.

«Renzi vuole perdere, è prigioniero del suo Io», dice Parisi, assai più morbido che nel passato su D'Alema e Mdp, al punto da riconoscere che «la loro voce ha avuto finora il timbro di una sinistra di governo». Anche l'idea della non ricandidatura di Pisapia sembrerebbe uno scherzetto ordito dal Prof, una specie di cimento del fuoco con cui saggiare la buona volontà dalemiana. «L'annuncio è stato accolto come se ai passeggeri si dicesse che il pilota sta a terra», ironizza Parisi. Che evoca lo scioglimento di Mdp, e ricorda l'offesa e lo sbalordimento di Veltroni nel 2000 per la stessa richiesta ai Ds. «Ho paura che dopo 17 anni e su scala diversa siamo di nuovo là», dice.

Ma è proprio questa della «rotazione», della non ricandidatura o dello scioglimento di Mdp che dir si voglia, la prova che Prodi sta chiedendo ai nuovi compagni di strada. Prima di chiudere i conti con il Rottamatore, rottamandolo.

Commenti

Klotz1960

Mar, 18/07/2017 - 21:49

Si puo' muovere dietro le quinte o le seste, e' irrilevante. Non afferrate piu' quello che e' importante oggi. O a primavera ci dotiamo di un Governo di destra, o affonderemo definitivamente come Paese e come popolo. Prodi e le sue presunte manovrine sono irrilevanti.

poveriitaliani

Mar, 18/07/2017 - 22:00

Mammma mia ma cosa fanno questi per la "CAREGA"???

forbot

Mar, 18/07/2017 - 22:10

Ricompare l'uomo mascherato !

Lens69

Mar, 18/07/2017 - 22:23

Non doveva andare in pensione e fare il nonno con le sue nipotine. Una ventata di rinnovamento, idee nuove come lui, che tristezza,

paolonardi

Mar, 18/07/2017 - 22:31

Mi trovo, mio malgrado, a fare il tifo per mortadella. Se riuscisse a far scomparire il contadino di Rignano dalla politica italiana avrebbe l'indubbio merito di aver liberato l'Italia da un essere dannoso, arrogante, falso e imbonitore senza alcun merito se non quello di aver fatto il burattino del peggior presidente della Repubblica, peggiore addirittura di Scalfaro.

giovanni951

Mar, 18/07/2017 - 22:32

ma questi vecchi devono rompere fino all'ultimo? ai giardinetti coi nipotini no?

istituto

Mar, 18/07/2017 - 22:43

" Matteo è prigioniero del proprio io"....perché gli altri Kompagni no invece vero ? Ne abbiamo qualche esempio tra le kompagne che scrivono i post qui su il Giornale...

istituto

Mar, 18/07/2017 - 22:45

Klotz 1960 il tuo commento in sintesi è semplicemente magistrale.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 18/07/2017 - 22:56

Mortadellik Park: il ritorno del brontosauro!

btg.barbarigo

Mar, 18/07/2017 - 22:59

Che brutta faccia.

cgf

Mar, 18/07/2017 - 23:02

il gufo di Rignano può solo gufare su Prodi, il 'ragazzo' del '39.

Royfree

Mar, 18/07/2017 - 23:51

In Italia i politici sono come la spazzatura. Li seppellisci ma alla fine spuntano sempre fuori.

m.nanni

Mar, 18/07/2017 - 23:53

questo non è personaggio politico, ma un incubo!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 19/07/2017 - 00:57

Il risanatore dell'I.R.I. ora tenta di salvare i rimasugli della sinistra....Fantastico!E.A.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 19/07/2017 - 02:13

Profesur, brisa par criticher, ma ci fai o ci sei, vé! At sci, at sci !!!

seccatissimo

Mer, 19/07/2017 - 03:41

Anche sto tizio buttatelo nel cesso e tirate lo sciacquone !

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 19/07/2017 - 04:48

siccome con l'euro non è riuscito ad affondare completamente l'Italia , si sta rimettendo in gioco per completare l'opera...........

Popi46

Mer, 19/07/2017 - 05:49

Anche la fisionomia ha una sua dignità scientifica e una fessura al posto delle labbra è segno poco rassicurante.Credo che la foto riveli la vera personalità del soggetto,non le sue risatine onnipresenti anche di fronte a problemi irrisolti

Iacobellig

Mer, 19/07/2017 - 05:49

SONO ANDATI CON IL BUFFONE SOLO PERCHÈ INTRAVEDEVANO LA POSSIBILITÀ DI UNA POLTRONA, MA ORA CHE IL BUFFONE INCAPACE FALLITO NON È PIÙ NESSUNO COMINCERANNO A STACCARSI E TORNERANNO ALL'OVILE DA SOLI. PRODI PER I DANNI AL PAESE È MEGLIO CHE RESTI NASCOSTO.

Duka

Mer, 19/07/2017 - 06:44

Davvero una facia come.... un po' si ritira un po' ritorna a caccia di una abbondante busta paga. Di sicuro quando si muove questo soggetto c'è forte puzza di imbroglio.

vale.1958

Mer, 19/07/2017 - 07:33

Eh no..la soddisfazione di Rottamare RENZi dovete lasciarla agli italiani inteligenti escluso quindi quel 244% (ultimi sondaggi) che insistono a voler votare il PD dl Bomba di Rignano.

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Mer, 19/07/2017 - 07:38

se facesse una delle sue sedute spiritiche con il suo compare morto con il quale hanno imposto l'euro/neuro a tutti noi per ritornare indietro al 2001 sarebbe meno odiato dal 98% degli intracomunitari.

AndyFay

Mer, 19/07/2017 - 08:09

Il 9marzo2008 Prodi annunciò alla TV che aveva chiuso con la politica italiana (Reuters). Fu una bella notizia. In perfetto stile sinistroide non ha tenuto fede alla parola data.

oracolodidelfo

Mer, 19/07/2017 - 08:14

Prodi? Quello che ha detto che a difendere il Papa ed il Vaticano.....ci penseranno le Guardie Svizzere? Roano Prodi, quello della seduta spiritica? quello della Goldman Sachs? quello della svendita delle migliori industrie? Puah! Puah! e ripuah! Conisglio spassionato: su qualsiasi motore di ricerca digitate; Prodi, Draghi, Cossiga, Britannia 1992..... Chissà se mi pubblicheranno......

daniele123

Mer, 19/07/2017 - 08:30

Secondo me dopo le prossime elezioni, dove il PD prenderà una sonora bastonata, ci sara la scissione dello stesso in alltre corrente, la sinistra diventerà frammentata, si può dire quasi irrilevante. Il primo partito sarà M5S seguito a coda dalla Lega. Loro lo sanno bene questo ed è per quello che non ci fanno votare